Articolo
02 ott 2017

Misterbianco primo per raccolta differenziata tra i grandi comuni siciliani

di Mobilita Catania

I dati ufficiali della Regione Siciliana incoronano il comune etneo come il primo comune in Sicilia tra quelli con una popolazione superiore ai 48.000 abitanti, per raccolta differenziata nel primo quadrimestre del 2017 con una percentuale del 59,21%. Un dato più che soddisfacente che conferma quelli resi noti dal comune da oltre un anno a questa parte che adesso messi a confronto con i comuni siciliani di uguale grandezza o superiore; sui 390 comuni siciliani, sono 17 quelli che hanno una popolazione pari o superiore a 48 mila abitanti. Il comune di Misterbianco è il terzo comune per popolazione residente dopo Catania ed Acireale ma è l’unico ad avere anche un numero di frazioni elevato e con una densità abitativa per singola frazione altissima che aumenta le difficoltà della raccolta. “E’ un grande risultato – ha dichiarato il sindaco Di Guardo – che ci ripaga degli sforzi portati avanti in questi anni e che ci spinge a fare ancora meglio, non tanto per la difesa del primato che ci vede primi in tutta la regione, ma per rendere il nostro ambiente ancora più ecologico e vivibile. Noi per assurdo siamo quelli che contribuiamo di più a differenziare ed in cambio abbiamo una fonte inquinante da trenta anni a ridosso del nostro centro abitato. Abbiamo un territorio abitato vastissimo e frastagliato – continua il sindaco Di Guardo – che ci obbliga a raddoppiare gli sforzi, ma sono convinto che con l’aiuto dei cittadini che hanno compreso l’importanza di differenziare i rifiuti, andremo ancora avanti.”

Leggi tutto    Commenti 1
Articolo
29 set 2017

Autostrada PA-CT, verso il ripristino viadotto Himera: presentato il bando per i lavori

di Mobilita Catania

Anas ha pubblicato oggi in Gazzetta Ufficiale il bando di gara finalizzato ai lavori di manutenzione straordinaria del viadotto Imera, dal km 38,500 al km 38,050 dell’autostrada A19 “Palermo-Catania”, sulla carreggiata in direzione Palermo.   Gli interventi, che riguarderanno il ripristino del sistema di sostegno degli impalcati, prevedono un investimento complessivo per un importo di quasi un milione e 200 mila euro. L’impresa vincitrice dell’appalto dovrà completare i lavori entro 180 giorni dalla data di consegna. Anas ha aderito al Protocollo d’Intesa tra le Prefetture della Regione Sicilia del 14 Novembre 2016, per garantire il rispetto della legalità nei cantieri. In ragione di tale adesione, costituisce causa di esclusione dalle presenti procedure di gara il mancato rispetto delle prescrizioni contenute nel citato Protocollo. Le offerte vanno inviate a: ANAS S.p.A. - Coordinamento Territoriale Sicilia - Via Alcide De Gasperi, 247 – 90146 Palermo, con specifica indicazione “Supporto Amministrativo Gestionale gare e appalti”, entro le ore 10:00 di martedì 7 novembre 2017. I documenti di gara sono disponibili per un accesso gratuito, illimitato e diretto attraverso il sistema Project Document Management PDM (https://pdm.stradeanas.it)

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
27 set 2017

Carta d’identità elettronica da ora richiedibile anche a Catania: le istruzioni per averla

di Mobilita Catania

Da giovedì 28 settembre 2017 sarà possibile anche a Catania avere la carta d'identità elettronica, inizialmente nell’ufficio Anagrafe del Centro direzionale San Leone (via La Marmora 23) e successivamente, secondo un calendario prestabilito, negli uffici decentrati. La Cie, che ha le stesse dimensioni della tessera sanitaria ed è dotata di un microprocessore in grado di proteggere i dati e l'immagine dell'intestatario da contraffazioni, è predisposta per consentire l'autenticazione in rete e per ottenere l'identità digitale sul Sistema Pubblico delle Identità Digitali (Spid). La sua validità, per i maggiorenni, è di dieci anni e da oggi può essere richiesta a San Leone, mentre dal dieci ottobre si potrà richiedere negli sportelli delle Municipalità di Monte Po (via Vigo 43), Barriera (via Frassati 2) e Vulcania (via Giuffrida Castorina 10), dal 18 ottobre a San Giovanni Galermo (via Don Minzoni 40), nella Prima Circoscrizione (via Zurria 67) e a San Giorgio (stradale S. Giorgio 27). Gli ultimi sportelli a fornire il servizio saranno, dal 25 ottobre, quelli di Picanello (via Duca degli Abruzzi 69G), viale Mario Rapisardi 295 e quello delle Porte di Catania (Statale Gelso Bianco). Dall'avvio dell'emissione della carta di identità elettronica nelle diverse sedi, non sarà più possibile richiede il rilascio di quelle cartacee - quelle già rilasciate restano valide fino alla data di scadenza - tranne in casi di reale e documentata urgenza e solo per motivi di salute, viaggio, consultazione elettorale e partecipazione a concorsi o gare pubbliche. Per ottenere la carta d'identità elettronica occorre fissare un appuntamento: da oggi nel Centro Direzionale di San Leone (aperto dal lunedì al venerdi dalle 8.30 alle 12.30 e giovedì anche dalle 15,30 alle 17,00) o, dal due ottobre, negli stessi orari, in qualsiasi Sportello decentrato. Si può anche prenotare l'appuntamento via web, all'indirizzo https://agendacie.interno.gov.it. o dal link sulla home page del sito istituzionale del Comune (www.comune.catania.it). Quest'ultimo contiene inoltre schede con dettagliate informazioni su come ottenere la Carta, costi compresi. La prima emissione della Cie costa infatti 22 euro, che salgono a 27 in caso di emissione anticipata in caso di furto, smarrimento o deterioramento. Il pagamento va effettuato in contanti prima delle operazioni di rilascio della carta. In caso di furto o smarrimento i cittadini a basso reddito possono presentare un'autocertificazione sul reddito - che va presentata già compilata (il modulo è disponibile in tutti gli sportelli anagrafe e scaricabile dal sito www.comune.catania.it) e sottoscritta davanti al funzionario incaricato - che riduce il costo a 17 euro. Oltre che farla inviare al proprio domicilio o a un altro indirizzo, è possibile ritirare la Cie, anche attraverso un delegato, nello stesso sportello dell'Anagrafe. La prenotazione può essere effettuata inoltre presso l’Anagrafe del Centro direzionale San Leone (dalle 8.30 alle 12.30) o presso qualsiasi sportello Anagrafe decentrato (dal 2 ottobre, sempre dalle 8.30 alle 12.30).  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
25 set 2017

“Acqua in comune”: in corso l’installazione delle prime case dell’acqua di Catania

di Amedeo Paladino

Sono in corso di realizzazione in alcune piazze di Catania le prime case dell'acqua. Il progetto “Acqua in comune, il futuro che stiamo costruendo per voi” del comune di Catania e della Sidra SPA, società che gestisce il servizio idrico nell'ambito dell'area metropolitana di Catania ed in alcuni comuni limitrofi, prevede l'installazione di 3 case dell'acqua dove i cittadini potranno prelevare acqua naturale e gassata. Il progetto è stato avviato lo scorso autunno con la manifestazione d'interesse aperta da Sidra per la fornitura e l'installazione di 3 distributori di acqua trattata proveniente dall'acquedotto cittadino; a distanza di quasi un anno sono stati avviati in questi giorni i lavori di realizzazione delle prime case dell'acque di Catania in piazza Aldo Moro -nota ai catanesi come "Vulcania"-, nella zona del Lungomare, più precisamente in piazza Nettuno, e in piazza Beppe Montana, nel quartiere di San Giovanni Galermo. Si potrà prelevare acqua naturale e gassata mediante un'apposita card: la data di attivazione e le modalità del servizio verranno rese note al termine dell'installazione dei manufatti. Catania segue l'esperienza positiva di molti centri del territorio catanese che già da alcuni anni hanno implementato dei punti di accesso all'acqua: il primo, infatti, è stato il comune di Aci Bonaccorsi già nel 2010. A trarre vantaggio dal progetto saranno i cittadini e l'ambiente. L'Italia è infatti il secondo Paese al Mondo per consumo di acqua imbottigliata (dati Censis): la produzione, il trasporto e lo smaltimento delle bottiglie di plastica, insieme al costo sostenuto dalle famiglie per l'acquisto, danneggiano l'ambiente e le tasche dei cittadini. Ad incidere su questa cattiva abitudine la scarsa fiducia nella potabilità dell’acqua di rubinetto, nonostante le costanti analisi chimico-fisiche e batteriologiche a cui viene sottopposta. I distributori forniranno acqua proveniente dall'acquedotto filtrata e trattata per aumentare la sicurezza, aumentando così il grado di fiducia dei cittadini. Noi di Mobilita Catania vi mostriamo le foto dell'avanzamento dei lavori in piazza Aldo Moro.  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
19 set 2017

FOTO | Viaggio inaugurale del bus navetta tra la stazione Milo e il parcheggio Santa Sofia: i dettagli sul servizio

di Mobilita Catania

Oggi è stato firmato un importante protocollo d’intesa tra il Comune di Catania, Università degli Studi di Catania e Ferrovia Circumetnea - Metropolitana di Catania, che permette l'attivazione del servizio Metro Shuttle, il nuovo bus navetta che dal 25 settembre collegherà la stazione metropolitana MILO e il parcheggio scambiatore Santa Sofia. Il servizio agevolerà la fruizione del parcheggio Santa Sofia, con una capacità di 1700 posti auto, da parte di molti utenti, dando la possibilità di raggiungere la stazione metro Milo in 10 minuti e, da qui, muoversi verso il centro di Catania, raggiungibile in 9 minuti. Il Metro Shuttle effettuerà 62 corse al giorno coprendo due ampie fasce orarie: dalle ore 07:00 alle ore 15:00 con frequenza di 10 minuti e dalle ore 15:00 alle ore 19:20 con frequenza di 20 minuti. Il percorso del mezzo prevede 10 fermate: stazione metropolitana MILO (capolinea), viale Andrea Doria, Cittadella Universitaria est, Policlinico est, Dipartimento di Agricoltura, Parcheggio SANTA SOFIA, Policlinico ovest, Cittadella Universitaria ovest, Ospedale San Luigi, stazione metropolitana MILO (capolinea). Il tragitto completo avrà la durata di 20 minuti. Il servizio sarà disponibile tutti i giorni feriali e sarà gratuito per tutti i possessori di un qualsiasi biglietto valido per l'utilizzo della Metropolitana di Catania e in corso di validità. Il servizio Metro Shuttle è pensato per  gli studenti e lavoratori della Cittadella Universitaria e del Policlinico, ma sarà senz'altro utile a coloro che provengono dai paesi della fascia nord di Catania come San Giovanni Galermo, Gravina di Catania, Mascalucia, Nicolosi che potranno utilizzare il parcheggio gratuito (solo se si utilizza la navetta) di via Santa Sofia al solo costo di un titolo di viaggio FCE (biglietto o abbonamento). I tempi di percorrenza, dal Parcheggio di Santa Sofia alla stazione Milo sono di circa 10 minuti, 25 se si considera il tratto fino al centro con la metropolitana. Noi di Mobilita Catania eravamo presenti alla firma del protocollo d'intesa e al viaggio inaugurale: ecco le foto    

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
19 set 2017

Nodo Gioeni, l’Amministrazione fa il punto sui lavori

di Mobilita Catania

Si sono svolte nel Palazzo degli Elefanti due riunioni presiedute dal sindaco Bianco e con la presenza degli assessori D'Agata e Giorgianni, del capo di Gabinetto Spampinato e dei tecnici, avevano lo scopo di fare il punto della situazione dei lavori in via Albertone e viale Andrea Doria e in via Roberto Giuffrida Castorina, dove occorrono altri lavori. Il Sindaco ha chiesto a tutti di vigilare sui tempi. Si sta studiando anche come procedere alla sistemazione della grande rotatoria del Tondo e alla creazione di aree verdi – anche verticali - nell'intera area. Nel corso della prima riunione, dedicata alla messa in sicurezza del Tondo Gioeni sotto il profilo idrogeologico e la realizzazione di un prospetto monumentale che trasformerà l'area in una scenografica piazza piena di verde, erano presenti l'assessore ai Lavori pubblici Michele Giorgianni, il capo di Gabinetto Beppe Spampinato, il dirigente della Direzione Corrado Persico, il direttore dei lavori Ugo Mirone e il geom. Luigi Epaminonda. Dopo il sopralluogo effettuato dal Sindaco nel cantiere di via Albertone e viale Andrea Doria il 27 luglio scorso, i lavori, dopo verifiche e spostamenti di sottoservizi, hanno avuto un nuovo impulso. Nell'area si sta lavorando alla creazione di un sistema di caditoie per la captazione delle acque piovane che saranno così condotte nella rete fognaria e alla realizzazione delle strutture verticali della parete che sosterranno le vasche e l'impianto a verde. Il contratto prevede che la ditta vincitrice dell'appalto completi i lavori entro la fine del mese di ottobre e il Sindaco ha dato indicazioni ai tecnici perché controllino costantemente la situazione cercando di far recuperare il tempo perduto. Contemporaneamente si sta studiando come procedere alla sistemazione della grande rotatoria del Tondo e alla creazione di aree verdi – anche verticali - nell'intera area, in maniera da averla pronta tra la fine del 2017 e l'inizio del 2018. Alla seconda riunione, dedicata ai lavori per la viabilità alternativa di via Roberto Giuffrida Castorina(a questo riguardo noi di Mobilita Catania abbiamo pubblicato ieri un approfondimento) che alleggerirà il traffico sul Nodo Gioeni, oltre a Bianco, Giorgianni, Spampinato e Persico erano presenti l'assessore alla Mobilità Rosario D'Agata, il consulente del sindaco per la viabilità Enzo Condorelli e i geometri Filippo Maccarrone e Giuseppe Sciuto. L'assessore Giorgianni ha reso noto che la prima parte dei lavori, quella per la realizzazione della bretella che sfrutta i sottopassi esistenti collegando la via dei Salesiani con il piazzale Aldo Moro (aree finora divise dalla perpendicolare di via Vincenzo Giuffrida) si è ormai conclusa. Adesso occorrerà procedere ad altri lavori, con tempi correlati, per la messa in sicurezza dell'area e la realizzazione di un impianto di illuminazione e di un marciapiede, quest'ultimo richiesto dagli abitanti della zona. Secondo le previsioni dei tecnici, questa seconda fase dei lavori potrebbe concludersi – poiché ci sono da affidare appalti – in qualche mese. Dopodiché entrerà in funzione questo sistema di viabilità alternativa destinato a ridurre in maniera significativa i volumi di traffico sulla Circonvallazione. Nel corso dell'incontro è stato deciso di cominciare a lavorare subito alla realizzazione di strumenti di comunicazione – segnaletica, informazioni ma anche tutorial video da far girare sui social media – per indurre gli automobilisti a scegliere la viabilità alternativa alleggerendo così la pressione sul Nodo Gioeni.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
18 set 2017

Vigili urbani di Catania, consegnate 14 nuove auto

di Mobilita Catania

Questa mattina sono state consegnate 14 nuove auto ai Vigili Urbani dotate di strumenti tecnologicamente avanzati. Prossimamente ne arriveranno altri 12 e ci saranno anche alcuni mezzi speciali, come le Jeep in grado di intervenire in caso di inondazioni o altre situazioni climatiche difficili. "Questi mezzi - ha spiegato il comandante Sorbino - vanno a completare un parco auto insieme agli altri 12 mezzi che arriveranno tra qualche mese, compresi un autocarro e due furgoni. Questa dotazione, insieme alle altre da poco entrate in operatività, come la nuova centrale e lo street control, contribuisce ad aumentare l'efficenza operativa del Corpo di Polizia Municipale, consente un migliore controllo del territorio e assicurare maggiore sicurezza ai cittadini"   I nuovi mezzi rappresentano un primo lotto di dieci Fiat Punto e di quattro Fiat Panda che fanno parte di una fornitura complessiva di 26 vetture comprendente anche dei mezzi speciali. Le nuove auto fanno parte del programma di potenziamento della Polizia municipale avviato dall'Amministrazione e che ha condotto all'acquisto di motociclette, scooter, apparati radio portatili e per veicoli, Street control, Etilometri, software gestionali con tablet per la rilevazione degli incidenti stradali e soprattutto di una Centrale operativa dotatata di sistema di radio comunicazione digitale Tetra che consente la visualizzazione della cartografia della Città e la localizzazione delle pattuglie.

Leggi tutto    Commenti 0