Articolo
30 set 2020

AlbaStar lancia il nuovo volo diretto Catania–Milano Linate a 48,10 euro

di Mobilita Catania

Dal 16 ottobre la compagnia aerea spagnola AlbaStar lancerà il nuovo volo diretto Catania–Milano Linate con frequenza trisettimanale il venerdi, sabato e domenica con prezzi a partire da 48,10 euro. I voli sono disonibilii solo fino al 24 ottobre e verranno operati con Boeing 737/800 da 189 posti. Ecco gli operativi di volo: CTA 17:10 → LIN 19:10 AP 0431 -5-6-7- LIN 20:00 → CTA 21:55 AP 0432 -5-6-7

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
28 set 2020

Metro Shuttle: sospensione conseguenza dei mutati rapporti con l’Ateneo di Catania

di Roberto Lentini

Oggi abbiamo incontrato l'Ing. Salvo Fiore, Direttore Generale della Ferrovia Circumetnea, al quale abbiamo chiesto lumi in merito alla fresca sospensione del servizio del Metro Shuttle, eccellente esempio di mobilità sostenibile di grande successo che eppure, nonostante gli investimenti di Fce nel recente passato (inclusa la dotazione di display con tempi di attesa presso le fermate), sarà sostituito da una linea gestita dall’Amt di cui si attende di conoscere i dettagli, ma che già mostra qualche deficit proprio rispetto al Metro Shuttle.  La sospensione non è stata decisa da Fce ma è conseguenza della decisione dell'Università degli Studi di Catania di interrompere la convenzione stipulata con la Ferrovia Circumetnea due anni or sono. Fce, per bocca del dirigente, si dichiara pronta a riprendere il servizio qualora l'ateneo decidesse di tornare sui propri passi. La convenzione abbandonata, inoltre, prevedeva anche l'impiego di fondi da destinare alla progettazione di un People Mover che collegasse in maniera stabile la fermata della metropolitana Milo con il parcheggio scambiatore Santa Sofia di via Zenone. La realizzazione del People Mover appare quindi più lontana, nonostante in questa fase si sarebbe potuto tentare di avvalersi dei fondi del Recovery Found. Di seguito, ecco l'intervista integrale sull'argomento. TI POTREBBERO INTERESSARE: Metropolitana di Catania: storia e sviluppi futuri Monorotaia di Catania “EtnaRail” Parcheggio Scambiatore Santa Sofia: un grande porto di accesso alla città perfettamente efficiente Intermodalità e integrazione tariffaria: l’esempio del parcheggio Milo per cambiare il volto della città Fasano più vicina al centro grazie alla navetta Metro Shuttle

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
26 set 2020

Nuovi orari della metropolitana di Catania: rivolta sui social network

di Andrea Tartaglia

Con un comunicato apparso sulla sua pagina ufficiale Facebook, la Ferrovia Circumetnea ha annunciato i nuovi orari della metropolitana di Catania in vigore da lunedì 28 settembre 2020. La metropolitana sarà aperta solo nei giorni feriali dalle ore 6:40 (prima partenza da Nesima per Stesicoro) alle ore 21:00 (ultima partenza da Stesicoro per Nesima), con una frequenza di 15 minuti per tutto l'orario di esercizio, su entrambe le direzioni. Con la ripresa delle attività scolastiche e la gestione meno restrittiva dell'emergenza sanitaria da Sars-Cov2, l'annuncio dei nuovi orari era particolarmente atteso, visto che il servizio era stato pesantemente ridimensionato per via dell'emergenza sanitaria che aveva visto prima, addirittura, la chiusura del servizio dal 13 marzo al 10 maggio scorsi, e quindi l'attuale servizio "a singhiozzo" con frequenze peggiorate, chiusura serale anticipata e chiusura nei giorni festivi. Rispetto agli orari in vigore dall'11 maggio, quindi, l'unico miglioramento rimane l'innalzamento della frequenza pomeridiana da 20 a 15 minuti. Per il resto, però, gli orari annunciati riportano la metropolitana indietro di quattro anni, quando la tratta in servizio era la Borgo-Porto (solo 3,8 km di linea) e l'utenza molto inferiore all'attuale (circa 600.000 passeggeri annui a fronte dei 7 milioni del 2019 sulla tratta Nesima-Stesicoro di 7 km). Già da diverse settimane la metropolitana di Catania appare nuovamente piuttosto affollata, con frequenti assembramenti, e la ripresa di quasi tutte le attività scolastiche e lavorative in città rende la linea metropolitana strategica per la mobilità locale. È vero che, a Catania come altrove, è prevedibile un minore accesso da parte di studenti universitari per via delle misure AntiCovid ancora in vigore, con molte attività e lezioni svolte per via telematica, e certamente gli iscritti all'Università rappresentano una fetta importante dell'utenza della metro etnea, ma si tratta di un servizio di trasporto pubblico che si rivolge a tutti, non solo a una categoria, e che per tutti dev'essere garantito al meglio delle sue possibilità, anche per mantenere e incentivare il ricorso alla mobilità sostenibile. Parallelamente, va annotata pure la sospensione del servizio del Metro Shuttle, eccellente esempio di mobilità sostenibile, che verrà sostituito da una linea gestita dall'Amt di cui si attende di conoscere i dettagli. All'annuncio dei "nuovi" orari della metropolitana di Catania, sui social network è esplosa la rabbia degli utenti e le critiche sono fioccate sul profilo ufficiale Facebook della Ferrovia Circumetnea. Particolarmente avvertite, com'è normale, la mancanza del servizio nei giorni festivi (che era stato introdotto solo un anno fa) ma anche l'orario di chiusura, che rende impossibile a molti lavoratori avvalersi della metropolitana, e la frequenza di 15 minuti (rispetto ai 10 pre-Covid) che, oltretutto, rende i vagoni più affollati, in conflitto con le misure per limitare l'emergenza sanitaria.   Ti potrebbero interessare: Metropolitana di Catania Passante Ferroviario di Catania Sospeso il servizio del Metro Shuttle Metropolitana di Catania aperta tutti i giorni

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
24 set 2020

Sospeso il servizio Metro Shuttle della FCE, sostituito dal BRT di AMT

di Mobilita Catania

Per l'anno accademico 2020/21, il collegamento tra la stazione “Milo” della metropolitana e il parcheggio scambiatore "Santa Sofia", servente lungo il percorso la Cittadella Universitaria, sarà gestito dall'Azienda Metropolitana Trasporti attraverso una linea denominata “BRT Università” con partenza da Viale Alexander Fleming e fermate su via Santa Sofia in andata e attraversamento della Cittadella fino a via Passo Gravina, al ritorno. Il servizio del bus navetta 21M del servizio di trasporto pubblico su gomma della Ferrovia Circumetnea, meglio noto come Metro Shuttle, viene quindi sospeso. Gli studenti che vorranno utilizzare la metropolitana di Fce e il BRT di Amt dovranno dotarsi dei rispettivi titoli di viaggio. Per gli abbonati, quindi, non un unico abbonamento bensì due, sebbene ciascuno al costo “simbolico” di 15 euro annui e validi su tutte le reti Amt e Fce. Il costo residuo degli abbonamenti sarà coperto dall’Università di Catania. Gli abbonamenti per universitari iscritti all'Ateneo di Catania possono essere sottoscritti attraverso il Portale Studenti fino al 30 novembre 2020 e hanno validità dal 1° ottobre 2020 al 30 settembre 2021, indipendentemente dalla data di pagamento, ritiro o attivazione.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
19 set 2020

Settimana della mobilità sostenibile: domani centro storico chiuso al traffico ma la metro rimane chiusa

di mobilita

Domenica 20 settembre, in occasione della Settimana della mobilità sostenibile, diverse aree del centro storico saranno chiuse al traffico dalle 8 alle 14, dalla zona di piazza Carlo Alberto a quella di piazza Federico II di Svevia e via Dusmet, dall'area di via Monsignor Ventimiglia a quella di via Teatro Greco.  Ci saranno servizi e linee del trasporto pubblico su gomma a disposizione dei cittadini per consentire il raggiungimento delle isole pedonali e per gli spostamenti all'interno delle stesse aree. La metropolita, tuttavia, rimarrà inopinatamente chiusa con disagi per coloro che vorranno raggiungere il centro storico dai quartieri periferici. La linea Librino Express sarà gratuita dalle ore 8 alle ore 14; il servizio BiCT sarà attivo per l’intera giornata, con utilizzo gratuito delle bici tradizionali disponibili sia al parcheggio R1 (via Plebiscito) che al parcheggio Borsellino (piazza Borsellino). Bici e mezzi elettrici potranno transitare all'interno dell'area chiusa ad auto e moto (eccetto che per residenti e autorizzati). Il programma: in piazza Università, dalle ore 8 alle ore 14, un minibus elettrico Amt ospiterà le iniziative di divulgazione ambientale dell’Ufficio del Mobility Manager di Area; l' Amt promuoverà il servizio di car sharig Amigo recentemente attivato nel territorio della città di Catania; uno stand di Fiab Catania MontainBike Sicilia Asd proporrà minicorsi dedicati all'uso della bicicletta in sicurezza. Tour culturali e naturalistici a piedi e in bici sono previsti sia di mattina che di pomeriggio. Dalle ore 9.30 alle ore 11,30 con partenza da piazza Roma, passeggiata "La Grande Catania, l'arte al di là del regime", a cura dell’Associazione regionale Guide Sicilia; dalle ore 9,30 alle ore 17, con raduno iniziale in piazza Università, pedalata ciclo-culturale e paesaggistico-ambientale “Life Sic2Sic” alla scoperta dell’Oasi del Simeto, a cura di Fiab Catania MontaInBike Sicilia Asd in collaborazione con Ispra e Wwf Catania. Per raggiungere il parco i partecipanti potranno anche utilizzare un Bus di linea, messo a disposizione gratuitamente dall’Amt, che da piazza Borsellino raggiungerà l’ingresso dell’Oasi. Dalle ore 17,30 alle ore 19,30, con partenza da piazza Bellini, passeggiata culturale guidata lungo un percorso che comprende il teatro Massimo, i teatro Sangiorgi,  via di Sangiuliano, piazza Manganelli, piazza delle Belle e dintorni, a cura della presidente dell’Associazione Guide Turistiche Catania.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
17 set 2020

Recovery fund, i progetti per rigenerare Catania con il piano di ripresa post-covid

di Mobilita Catania

L’amministrazione comunale di Catania ha presentato all’Anci nazionale le prime proposte per l’utilizzazione delle risorse derivanti dal “Recovery Fund”, rispondenti a un quadro di strategia unitaria programmatica con l’Ente Città Metropolitana di Catania e ai criteri riportati nelle linee guida elaborate dal Governo per la definizione del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza. Lo ha reso noto il vicesindaco Roberto Bonaccorsi che, nelle vedi di sindaco di Catania, ha coordinato l’individuazione degli interventi da proporre, in tempi ristretti (appena una settimana), che l’Anci ha dato alle amministrazioni dei 14 capoluoghi metropolitani per promuovere gli interventi ritenuti proposte strategiche per le città, al fine di essere selezionate ed eventualmente inserite nel piano nazionale per accedere ai fondi destinati all’Italia. «La programmazione proposta -ha spiegato il vicesindaco – seppure non esaustiva, è in linea con quanto indicato dall’Assessore alle Politiche Comunitarie della Città di Catania Sergio Parisi, nel corso dell’incontro istituzionale svoltosi l’8 settembre scorso a Roma con il Ministro per il Sud e i rappresentanti dell’Anci con progetti e interventi che devono rispondere all’obiettivo di costruire un’Europa più verde, digitale, inclusiva e resiliente nella prospettiva del post Covid. Abbiamo badato -ha continuato Bonaccorsi- a interventi che avranno un concreto impatto dal punto di vista dell’inclusione sociale (attraverso interventi di rigenerazione di infrastrutture per il trasporto, immobili pubblici per l’istruzione, di decoro urbano con particolare riferimento alle periferie), dell’innovazione digitale (mediante strategie di pianificazione digitale tese all'ottimizzazione e all'innovazione dei servizi pubblici e privati), dell' efficientamento energetico (con azioni innovative ed ecologicamente sostenibili sulla Pubblica Illuminazione, sul trasporto e gli edifici pubblici). Un lavoro sinergico dei dirigenti comunali, in prima linea gli ingegneri Bisignani e Finocchiaro, con gli indirizzi dell’assessore alle politiche comunitarie Sergio Parisi e quello ai lavori pubblici e urbanistica Enrico Trantino e di tutti gli assessori, che hanno integrato idee e proposte, con il commissario della Città metropolitana e il dirigente tecnico di quell’ente Giuseppe Galizia, affinché Catania e la sua vasta area metropolitana, possano rafforzare profondamente il modello di sviluppo sostenibile che veniva considerato una priorità, sin dal programma elettorale del sindaco Pogliese e dunque prima ancora dell’emergenza sanitaria». Il vicesindaco Bonaccorsi ha sottolineato, inoltre, che: «le idee progettuali sviluppate sinergicamente potranno ancora essere integrate e meglio precisate in una seconda fase, auspicabilmente con tempi più ampi, visto che per ora ci è stato chiesto solo di mandare schede compilative, in cui abbiamo manifestato i propositi che riteniamo fondamentali per riaccendere il motore dello sviluppo di una conurbazione provinciale di oltre un milione e centomila abitanti, la settima in Italia. Il piano programmatico che offriamo all’attenzione del Governo nazionale e dell’Ue, punta essenzialmente a ri-formare i servizi e le reti infrastrutturali della vasta area metropolitana, per irradiare la crescita del Sud Est della Sicilia, con investimenti coerenti e omogenei, in grado di ricostruire il valore aggiunto della modernità in un contesto sociale e territoriale desideroso di agganciarsi all'innovazione e allo sviluppo». Tra i progetti, tutti realizzabili in un arco temporale tra i due e cinque anni, oltre a quelli, numerosi, relativi all’inclusione sociale, allo sviluppo delle reti informatiche e al superamento del digital divide e per la tutela dell’ambiente e l’incentivazione delle energie rinnovabili, vanno segnalati la riqualificazione dei quartieri di San Berillo e della Civita; la sistemazione di piazza Giovanni Verga con un parcheggio multipiano interrato; un parco lineare pubblico con mobilità sostenibile lungo il viale John Fitzgerald Kennedy; la riqualificazione complessiva del fronte mare, da piazza Mancini Battaglia a piazza Europa; l’ammodernamento dello stadio Massimino con annessa riqualificazione della zona di Cibali; interventi di rifacimento di strade e marciapiedi della città e dell’illuminazione pubblica alimentata con il fotovoltaico; la conversione in "smart road" della circonvallazione; la nuova pista di tre km dell’aeroporto; la monorotaia per collegare i paesi pedemontani alla città; la mantellata del porto; miglioramento strutturale e antisismico di scuole ed edifici pubblici. Questo il dettaglio per il Comune di Catania Interventi sistemici per lo sviluppo del digitale e della tecnologia in ogni settore, fornendo ai cittadini e alle imprese l’accesso a tutti i servizi della PA, attraverso la realizzazione di infrastrutture tecnologiche e programmi finalizzati alla digitalizzazione, innovazione e sviluppo etico e sostenibile – Euro 25.000.000 Adeguamento dei servizi digitali erogati a cittadini ed imprese al Sistema Pubblico di Identità Digitale (SPID), dotazione di credenziali SPID per operatori ed utenti per l’accesso in sicurezza con credenziale unica – Euro 10.000.000 Digitalizzazione di uno degli attrattori principali della città, ovvero il patrimonio storico, artistico, architettonico e culturale, per una fruizione innovativa ed immediata da parte di turisti, addetti ai lavori ed users – Euro 10.000.000 Aiuti concreti per mitigare il divario che esiste tra chi ha accesso (adeguato) alle tecnologie digitali e chi non ha le possibilità o le conoscenze adeguate per un approccio alla società digitale – Euro 20.000.000 Acquisizione di autobus elettrici per il TPL, incentivazione all’uso di mezzi leggeri elettrici, car sharing di mezzi elettrici (auto, moto e bici), stazioni di ricarica – Euro 120.000.000 Infrastrutture per ZTL (ITS, Telecamere) finalizzate all’attuazione di un Piano urbano per il miglioramento della qualità dell’aria – Euro 10.000.000 Interventi di efficientamento energetico sulla Pubblica Illuminazione, sugli edifici pubblici e sugli impianti sportivi – Euro 60.000.000 Stazioni di produzione energia da fonti rinnovabili – Euro 30.000.000 Attività di promozione del patrimonio storico, artistico, architettonico, culturale e ambientale – Euro 10.000.000 Riqualificazione di Piazza Giovanni Verga e costruzione di un parcheggio multipiano interrato – Euro 1.500.000 Realizzazione di un parco lineare con mobilità sostenibile lungo il litorale di viale Kennedy – Euro 42.000.000 SMART ROAD, circonvallazione Comune di Catania – Euro 25.000.000 Rigenerazione verde delle strade, dei marciapiedi e delle piazze della città, attraverso interventi di riqualificazione e di realizzazione di infrastrutture per la mobilità sostenibile mediante tecnologie ecocompatibili – Euro 250.000.000 Interventi di efficientamento energetico sulle scuole – Euro 150.000.000 Potenziamento Asili e Scuole per Infanzia – Rigenerazione ecosostenibile e messa in sicurezza – Euro 10.000.000 Implementazione di piattaforme digitali per le scuole materne comunali – Euro 1.000.000 Istituzione di un buono mensile per rafforzare le politiche di sostegno alle famiglie per le spese educative e scolastiche e per le attività sportive e culturali – Euro 100.000.000 Formazione e avviamento al mondo del lavoro – Euro 5.000.000 Formazione e iniziative finalizzate all’imprenditorialità femminile – Trame – Euro 10.000.000 Piazze Verdi e Digitali- Rigenerazione aree esterne con tecnologie ecocompatibili – Euro 100.000.000 Intervento di ammodernamento dello stadio Angelo Massimino e delle aree contermini – Euro 60.000.000 Intervento di riqualificazione del centro urbano, realizzazione dell’Ufficio Integrato del Comune. Quartiere di San Berillo – Euro 35.000.000 Valorizzazione del tessuto storico e degli spazi pubblici attraverso la riqualificazione tecnologica, della mobilità sostenibile – Euro 4.500.000 Interventi di realizzazione di un parco lineare “intelligente” e di riqualificazione del waterfront cittadino. Aree contermini a RFI. WATERFRONT PIAZZA MANCINI BATTAGLIA – Euro 32.000.000 Interventi di realizzazione di un parco lineare “intelligente” e di riqualificazione del waterfront cittadino. Aree contermini a RFI. WATERFRONT EUROPA – Euro 32.000.000 Assistenza tecnica – rafforzamento competenze PA – Euro 5.000.000 Totale: Euro 1.158.000.000 Questo il dettaglio delle proposte per la Città metropolitana Piano riqualificazione istituti scolastici superiori – Euro 146.000.000 Piano strade provinciali, sistemazione e rifunzionalizzazione rete viaria ponti e viadotti – Euro 162.000.000 Efficientamento energetico e rifunzionalizzazione antisismica pubblici edifici – Euro 84.000.000 Piano digitalizzazione e innovazione dei Comuni della città metropolitana di Catania con progetto di miglioramento della qualità dell’aria, in ambiti urbani e valorizzazione sostenibile del patrimonio culturale – Euro 180.000.000 Piano efficienza servizi museali e ambientali con assistenza tecnica e digitalizzazione – Euro 75.000.000 Nuova vista aeroporto Catania di 3 km per i voli intercontinentali – Euro 200.000.000 Sistemazione e rifiorimento della mantellata di levante del porto – Euro 80.000.000 Collegamento tramite monorotaia della città di Catania con i paesi pedemontani – Euro 350.000.000 Totale: Euro 1.277.000.000 Ti potrebbero interessare: Monorotaia di Catania “EtnaRail” ETNARAIL | Via libera alla metropolitana leggera dei paesi etnei FOTO | Dentro EtnaRail: in esclusiva, ecco il treno della monorotaia etnea EtnaRail, scopriamo la Linea Verde: dove transiterà la monorotaia EtnaRail, la linea arancione: da San Giovanni La Punta a Catania La Giunta Comunale di Catania approva il progetto di riqualificazione della Civita Concorso waterfront di Catania: ecco i progetti vincitori  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
11 set 2020

Ryanair incrementa i voli nazionali da Catania

di Mobilita Catania

Ryanair ha annunciato oggi (11 settembre) che incrementeà il numero di frequenze nazionali da Catania. In seguito alla forte domanda da parte dei consumatori italiani, Ryanair, a partire dall’8 ottobre, opererà 17 voli settimanali (5 in più) verso Bologna, 24 (7 in più) per Milano Malpensa, 28 (12 in più) per Roma Fiumicino e 12 (4 in più) per Venezia-Marco Polo. I viaggiatori italiani possono ora prenotare una breve vacanza sul territorio nazionale volando con le tariffe più basse e con una nuova serie di misure sanitarie che Ryanair ha implementato per proteggere i propri clienti e l'equipaggio. Per festeggiare, Ryanair ha lanciato una promozione speciale con tariffe a partire da soli €7.99 per viaggiare dall’8 ottobre, prenotabili entro la mezzanotte di domenica (13 settembre), solo su Ryanair.com. Jason Mc Guinnes, Direttore commerciale di Ryanair, ha dichiarato: “Ryanair è lieta di annunciare l’introduzione di frequenze aggiuntive per collegare Catania con Bologna, Milano Malpensa,Roma Fiumicino e Venezia Marco Polo a partire dall’8 ottobre 2020. I viaggiatori italiani possono ora prenotare una breve vacanza in varie destinazioni nazionali, volando con le tariffe più basse e con una nuova serie di misure sanitarie che Ryanair ha implementato per proteggere i propri clienti e l'equipaggio. Per festeggiare, abbiamo lanciato un’offerta speciale con tariffe a partire da appena €7,99 per viaggiare dall’8 ottobre, prenotabili entro la mezzanotte di domenica (13 settembre), solo su Ryanair.com. Dal momento che queste incredibili tariffe termineranno rapidamente, invitiamo i clienti a collegarsi al sito www.ryanair.com e prenotare oggi il loro viaggio insieme a noi!” Nico Torrisi, amministratore delegato di SAC, società che gestisce l’aeroporto di Catania, ha commentato: “Ryanair è un operatore strategico fondamentale e noi non possiamo che essere grati per quello che ha fatto e che continua a fare per il nostro territorio”

Leggi tutto    Commenti 0