Articolo
16 set 2021

Amts, partita operazione “Bus sicuri”: controlli frequenti su tutte le linee

di Mobilita Catania

Cinquanta operatori (tra personale aziendale, vigilantes e volontari di protezione civile) sono già a bordo di tutti gli autobus dell’Azienda Metropolitana Trasporti e Sosta di Catania, a turno, per verificare che gli utenti siano in possesso del biglietto, indossino correttamente la mascherina anticontagio e non siano in numero superiore rispetto alla capienza massima dell’80% attualmente consentita dalla normativa anti-Covid19. È così ufficialmente partita l’operazione “Bus sicuri”, promossa da Comune di Catania e Amts e denominata così proprio per porre l’accento sull’obiettivo di garantire la sicurezza anche sui mezzi Amts; condizione importante affinché si possa tornare presto alla normalità della vita “ante-pandemia”. Nelle prime 24 ore dell'operazione sono stati già condotti oltre mille controlli. «Catania -ha dichiarato il sindaco Pogliese- è tra le prime città in Italia ad aver attuato il progetto e questo ci rende particolarmente orgogliosi, convinti che la città saprà apprezzarlo dimostrando grande senso civico e attenzione verso il prossimo. Voglio complimentarmi con l’amministratore unico di Amts Bellavia che, insieme all’Amministrazione comunale, ha realizzato questa iniziativa di grande valenza che permette di far percepire la sicurezza all’interno degli autobus Amts, con 50 operatori professionali che controllano sia il rispetto delle misure anti-Covid, sia il regolare possesso del biglietto o altro titolo di viaggio idoneo». «Oltre a rendere più sicuri operatori e cittadini -ha spiegato l’amministratore unico di Amts, Bellavia- cercheremo di eliminare l’annoso problema dell’evasione, recuperando anche le perdite avute nel periodo ante-covid, sensibilizzando gli utenti al pagamento di appena 1 euro a biglietto; affinché la nostra azienda possa offrire un servizio pubblico con qualità sempre migliore, sia per coloro che non hanno a disposizione un’auto privata sia per coloro che vogliono muoversi liberamente, senza problemi di parcheggio e contribuendo a diminuire il traffico in città. Attendiamo con ansia l’arrivo dell’aiuto anche dalla protezione civile della Regione, ancora non attivo, affinché questa iniziativa possa giungere a pieno compimento». L’attività è stata predisposta per il momento in via straordinaria e sperimentale, a seguito degli incontri degli scorsi giorni in Prefettura e alla luce dell'apertura degli istituti scolastici, nonché in concomitanza con l’entrata in vigore del servizio invernale. Gli operatori saranno facilmente riconoscibili da divise di ordinanza, pettorine e da una fascia al braccio con la dicitura “Amts controllo”. Il numero di capienza massimo in ogni autobus è di circa 80 passeggeri per i mezzi di 12 metri e di circa 50 per quelli di 8 metri, a seconda dei modelli delle vetture.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
01 set 2021

BRT1, entrano nella fase finale i lavori di riqualificazione della linea rapida di trasporto

di Mobilita Catania

In dirittura d'arrivo i lavori di ripristino e potenziamento della linea 1 del BRT (Bus Rapid Transit) di Amts Catania, che collega il parcheggio scambiatore "Due Obelischi" con il centro cittadino in circa venti minuti. Sono stati già eseguiti importanti lavori di modifica del tracciato, soprattutto nel tratto di via Passo Gravina alta, al fine di migliorare i tempi di percorrenza del mezzo pubblico di trasporto, molto apprezzato dai cittadini nelle prime fasi di avvio, avvenuto nell'ormai lontano aprile 2013. Quasi del tutto completato anche il rifacimento dei cordoli lungo il percorso, con la messa in opera di nuovi birilli segnalatori del tracciato protetto. Tra qualche giorno, invece, inizierà l'installazione dei semafori “intelligenti” che daranno sempre la precedenza al mezzo pubblico rapido. L'opera, approvata nei mesi scorsi dalla giunta Pogliese, comporta una spesa di 1,5 milioni di euro nell'ambito del programma di finanziamento PON città Metropolitane 2014-2020, con la supervisione tecnica del responsabile unico del procedimento, ing. Antonio Condorelli. Il percorso del BRT1, dal parcheggio scambiatore al centro città, in dettaglio, è stato migliorato, in un tratto di via Passo Gravina da via Carrubella verso Nord, con l'inserimento di una nuova corsia protetta in posizione centrale della carreggiata, nonché con la riconfigurazione dei nodi di via Saverio Fiducia e di via Carrubella; venti alberi preesistenti sono stati rimossi e successivamente sostituiti da nuovi arbusti. Con il progetto di riqualificazione si è anche recuperata la corsia protetta in via Passo Gravina, da via Zacco a via Petraro, in disuso da alcuni anni, recuperando almeno parzialmente la diminuzione dei tempi complessivi di percorrenza derivanti dalla demolizione del cavalcavia Gioeni. Nel nodo di piazza Vincenzo Lanza, inoltre, è stata spostata la fermata in modo da fornire agli utenti maggiore sicurezza. Spostata anche la fermata di viale Alexander Fleming, in modo da renderla equidistante sia dall'ospedale San Luigi che dalla stazione della metropolitana “Milo”. Gli incroci saranno regolati mediante i semafori “smart”, di prossima installazione. Secondo le stime dei tecnici, i lavori di riqualificazione della linea 1 del sistema BRT (l'unica attualmente in esercizio), sono già al 70% della loro esecuzione, con la conclusione prevista entro il prossimo mese di ottobre. Intanto, in vista della riapertura dell'anno scolastico, il sindaco Salvo Pogliese ha disposto l'incremento della frequenza delle corse, in modo da servire al meglio l'utenza nelle ore di punta, in entrata e in uscita dal centro cittadino. «Anche in una visione metropolitana del trasporto pubblico locale -ha commentato il sindaco Salvo Pogliese - la linea BRT1 è da considerarsi strategica, poiché il capolinea è collocato all’interno del grande parcheggio di scambio Due Obelischi posizionato ai margini nord dei confini comunali, molto vicino ad altri importanti comuni prossimi al capoluogo: Gravina di Catania, Sant'Agata li Battiati, San Giovanni la Punta, San Gregorio di Catania e Tremestieri Etneo. La linea BRT1 -ha aggiunto il primo cittadino- deve ritornare ai livelli iniziali del progetto sia in termini di frequenza delle corse, che di velocità di percorrenza del percorso di attraversamento della città, dopo anni di abbandono di uno dei progetti più apprezzati dai catanesi e che incentiva l'utilizzo del mezzo di trasporto pubblico e l’intermodalità di scambio con il mezzo privato». 

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
01 lug 2021

Amt, nuova veste grafica per paline e pensiline

di Mobilita Catania

Arrivano le nuove paline e pensiline dell'Azienda Metropolitana Trasporti e Sosta di Catania che, entro pochi mesi, sostituiranno le precedenti in tutta la città, con una veste grafica aggiornata, più chiara e intuitiva sia per i cittadini che per i turisti. I lavori di manutenzione straordinaria e di installazione del nuovo allestimento grafico hanno preso il via in piazza Papa Giovanni XXIII, presso il capolinea Amts ribattezzato "Terminal Stazione Centrale". «Prosegue l’opera di modernizzazione della nostra azienda che aggiunge un altro tassello verso il miglioramento dei servizi all’utenza -ha dichiarato il presidente dell'azienda Giacomo Bellavia-. Dopo numerosi anni, le pensiline e le paline saranno ristrutturate e rese più chiare per il cittadino con un nuovo tipo di comunicazione più veloce. Una rivoluzione che sembrava impossibile solo qualche anno fa e adesso è finalmente realtà. I lavori stanno procedendo celermente e saranno completati nel giro di qualche settimana». Nei prossimi tre mesi, quindi, ogni palina segnalerà e descriverà anche i siti di interesse storico e turistico, anche in lingua inglese, oltre a presentare un QR Code che, scannerizzato tramite smartphone, farà accedere direttamente al sito e all’App di Amt, permettendo di consultare gli orari degli autobus, anche in tempo reale. Ogni palina presenterà anche un colore diverso per ogni fermata, a seconda dei capilinea a cui sono collegate. Sono state rinominate le fermate di tutta la città, al fine di renderle più riconoscibili agli utenti, tutte con un numero di riferimento che permetterà di avere informazioni istantanee sui tempi di attesa direttamente tramite app aziendale. Ciò è stato possibile anche grazie anche alle segnalazioni e all’apporto del personale aziendale e di alcuni cittadini, tra cui corre l'obbligo di citare, in particolare, il giovane studente universitario Sevy Vallarelli, che di sua iniziativa -pur non vivendo a Catania ma a Firenze- ha profuso straordinario impegno e dedizione a servizio dell'azienda, animato da tanta passione e amore per il settore dei trasporti e la qualità del servizio all'utenza. «È stata una bellissima esperienza -ha dichiarato Sevy Vallarelli-, voglio ringraziare il Presidente dell'Azienda Giacomo Bellavia e, particolarmente, la consigliera di amministrazione Agata Parisi per la fiducia e per il supporto: senza di lei non avrei avuto la possibilità di collaborare. Ma anche l'Ing. Salvatore Caprì, Responsabile dei servizi informatici Piani di Rete Amts, per la disponibilità e per il tempo che mi ha dedicato in questi mesi. In questo lasso di tempo -ha proseguito il giovane volontario- abbiamo visto e rivisto la nomenclatura di tutte le fermate, tantissime volte: si è trattato di un lavoro molto accurato e particolare, in quanto abbiamo cercato di valorizzare, nel minimo dettaglio, anche la presenza delle stazioni metro, del passante ferroviario e dei numerosi siti culturali della città di Catania, come ad esempio il Palazzo Platamone di via Vittorio Emanuele II. L'impegno da parte di tutti noi -ha concluso lo studente- è stato grande per consegnare alla città un lavoro come Catania merita: pulito e preciso. Dietro a una semplice scritta vi sono mesi e mesi di lavoro: bisogna averne cura e rispetto.» L’intervento di manutenzione straordinaria e del nuovo allestimento, partito dal capolinea "4" dell'Amts (Terminal Stazione Centrale), interesserà dunque via via tutte le paline e pensiline della città, anche fuori dei confini municipali. In particolare, l’attività di rinnovamento riguarda 668 paline grandi, 505 paline piccole,  250 paline elettroniche e 300 pensiline. Di fianco all'indicazione di ogni fermata, si trovano nuovi simboli intuitivi per segnalare, come visto, la presenza di una fermata della metropolitana, di una stazione del passante ma anche, ad esempio, i cicloparcheggi del bike sharing o i parcheggi taxi. Un'altra novità riguarda il raggruppamento di tutte le fermate in una stessa via o piazza dietro un'unica nomenclatura in palina, per velocizzare e semplificarne la lettura. Foto di Andrea Petralia Ti potrebbero interessare: “Ricicla e viaggia”, conferendo plastiche ‘Pet’ si ottengono titoli di viaggio Amts a Catania Al debutto il noleggio biciclette di AmiGO a Catania Monopattini condivisi a Catania, tredici le aziende presentatesi: al via quest’estate Catania, nuove piste ciclabili: pubblicato il bando del concorso di progettazione  

Leggi tutto    Commenti 0

Ultimi commenti