Articolo
16 set 2021

Amts, partita operazione “Bus sicuri”: controlli frequenti su tutte le linee

di Mobilita Catania

Cinquanta operatori (tra personale aziendale, vigilantes e volontari di protezione civile) sono già a bordo di tutti gli autobus dell’Azienda Metropolitana Trasporti e Sosta di Catania, a turno, per verificare che gli utenti siano in possesso del biglietto, indossino correttamente la mascherina anticontagio e non siano in numero superiore rispetto alla capienza massima dell’80% attualmente consentita dalla normativa anti-Covid19. È così ufficialmente partita l’operazione “Bus sicuri”, promossa da Comune di Catania e Amts e denominata così proprio per porre l’accento sull’obiettivo di garantire la sicurezza anche sui mezzi Amts; condizione importante affinché si possa tornare presto alla normalità della vita “ante-pandemia”. Nelle prime 24 ore dell'operazione sono stati già condotti oltre mille controlli. «Catania -ha dichiarato il sindaco Pogliese- è tra le prime città in Italia ad aver attuato il progetto e questo ci rende particolarmente orgogliosi, convinti che la città saprà apprezzarlo dimostrando grande senso civico e attenzione verso il prossimo. Voglio complimentarmi con l’amministratore unico di Amts Bellavia che, insieme all’Amministrazione comunale, ha realizzato questa iniziativa di grande valenza che permette di far percepire la sicurezza all’interno degli autobus Amts, con 50 operatori professionali che controllano sia il rispetto delle misure anti-Covid, sia il regolare possesso del biglietto o altro titolo di viaggio idoneo». «Oltre a rendere più sicuri operatori e cittadini -ha spiegato l’amministratore unico di Amts, Bellavia- cercheremo di eliminare l’annoso problema dell’evasione, recuperando anche le perdite avute nel periodo ante-covid, sensibilizzando gli utenti al pagamento di appena 1 euro a biglietto; affinché la nostra azienda possa offrire un servizio pubblico con qualità sempre migliore, sia per coloro che non hanno a disposizione un’auto privata sia per coloro che vogliono muoversi liberamente, senza problemi di parcheggio e contribuendo a diminuire il traffico in città. Attendiamo con ansia l’arrivo dell’aiuto anche dalla protezione civile della Regione, ancora non attivo, affinché questa iniziativa possa giungere a pieno compimento». L’attività è stata predisposta per il momento in via straordinaria e sperimentale, a seguito degli incontri degli scorsi giorni in Prefettura e alla luce dell'apertura degli istituti scolastici, nonché in concomitanza con l’entrata in vigore del servizio invernale. Gli operatori saranno facilmente riconoscibili da divise di ordinanza, pettorine e da una fascia al braccio con la dicitura “Amts controllo”. Il numero di capienza massimo in ogni autobus è di circa 80 passeggeri per i mezzi di 12 metri e di circa 50 per quelli di 8 metri, a seconda dei modelli delle vetture.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
01 lug 2021

Amt, nuova veste grafica per paline e pensiline

di Mobilita Catania

Arrivano le nuove paline e pensiline dell'Azienda Metropolitana Trasporti e Sosta di Catania che, entro pochi mesi, sostituiranno le precedenti in tutta la città, con una veste grafica aggiornata, più chiara e intuitiva sia per i cittadini che per i turisti. I lavori di manutenzione straordinaria e di installazione del nuovo allestimento grafico hanno preso il via in piazza Papa Giovanni XXIII, presso il capolinea Amts ribattezzato "Terminal Stazione Centrale". «Prosegue l’opera di modernizzazione della nostra azienda che aggiunge un altro tassello verso il miglioramento dei servizi all’utenza -ha dichiarato il presidente dell'azienda Giacomo Bellavia-. Dopo numerosi anni, le pensiline e le paline saranno ristrutturate e rese più chiare per il cittadino con un nuovo tipo di comunicazione più veloce. Una rivoluzione che sembrava impossibile solo qualche anno fa e adesso è finalmente realtà. I lavori stanno procedendo celermente e saranno completati nel giro di qualche settimana». Nei prossimi tre mesi, quindi, ogni palina segnalerà e descriverà anche i siti di interesse storico e turistico, anche in lingua inglese, oltre a presentare un QR Code che, scannerizzato tramite smartphone, farà accedere direttamente al sito e all’App di Amt, permettendo di consultare gli orari degli autobus, anche in tempo reale. Ogni palina presenterà anche un colore diverso per ogni fermata, a seconda dei capilinea a cui sono collegate. Sono state rinominate le fermate di tutta la città, al fine di renderle più riconoscibili agli utenti, tutte con un numero di riferimento che permetterà di avere informazioni istantanee sui tempi di attesa direttamente tramite app aziendale. Ciò è stato possibile anche grazie anche alle segnalazioni e all’apporto del personale aziendale e di alcuni cittadini, tra cui corre l'obbligo di citare, in particolare, il giovane studente universitario Sevy Vallarelli, che di sua iniziativa -pur non vivendo a Catania ma a Firenze- ha profuso straordinario impegno e dedizione a servizio dell'azienda, animato da tanta passione e amore per il settore dei trasporti e la qualità del servizio all'utenza. «È stata una bellissima esperienza -ha dichiarato Sevy Vallarelli-, voglio ringraziare il Presidente dell'Azienda Giacomo Bellavia e, particolarmente, la consigliera di amministrazione Agata Parisi per la fiducia e per il supporto: senza di lei non avrei avuto la possibilità di collaborare. Ma anche l'Ing. Salvatore Caprì, Responsabile dei servizi informatici Piani di Rete Amts, per la disponibilità e per il tempo che mi ha dedicato in questi mesi. In questo lasso di tempo -ha proseguito il giovane volontario- abbiamo visto e rivisto la nomenclatura di tutte le fermate, tantissime volte: si è trattato di un lavoro molto accurato e particolare, in quanto abbiamo cercato di valorizzare, nel minimo dettaglio, anche la presenza delle stazioni metro, del passante ferroviario e dei numerosi siti culturali della città di Catania, come ad esempio il Palazzo Platamone di via Vittorio Emanuele II. L'impegno da parte di tutti noi -ha concluso lo studente- è stato grande per consegnare alla città un lavoro come Catania merita: pulito e preciso. Dietro a una semplice scritta vi sono mesi e mesi di lavoro: bisogna averne cura e rispetto.» L’intervento di manutenzione straordinaria e del nuovo allestimento, partito dal capolinea "4" dell'Amts (Terminal Stazione Centrale), interesserà dunque via via tutte le paline e pensiline della città, anche fuori dei confini municipali. In particolare, l’attività di rinnovamento riguarda 668 paline grandi, 505 paline piccole,  250 paline elettroniche e 300 pensiline. Di fianco all'indicazione di ogni fermata, si trovano nuovi simboli intuitivi per segnalare, come visto, la presenza di una fermata della metropolitana, di una stazione del passante ma anche, ad esempio, i cicloparcheggi del bike sharing o i parcheggi taxi. Un'altra novità riguarda il raggruppamento di tutte le fermate in una stessa via o piazza dietro un'unica nomenclatura in palina, per velocizzare e semplificarne la lettura. Foto di Andrea Petralia Ti potrebbero interessare: “Ricicla e viaggia”, conferendo plastiche ‘Pet’ si ottengono titoli di viaggio Amts a Catania Al debutto il noleggio biciclette di AmiGO a Catania Monopattini condivisi a Catania, tredici le aziende presentatesi: al via quest’estate Catania, nuove piste ciclabili: pubblicato il bando del concorso di progettazione  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
26 giu 2021

Abbonamenti metro-bus per studenti, rinnovata la convenzione con l’Università

di Mobilita Catania

Ancora prezzi vantaggiosissimi per gli studenti dell'Università degli Studi di Catania che, con l'iscrizione all'Ateneo, potranno avere, anche per il prossimo anno accademico, un conveniente abbonamento per utilizzare metropolitana e autobus urbani. Di seguito il comunicato di Mariano Campo per il Bolletino d'Ateneo: Servizi per gli studenti, diritto allo studio e promozione dell’uso del trasporto pubblico per l’accessibilità alle sedi universitarie. È dalla combinazione di questi tre obiettivi strategici e fondamentali dell’Università di Catania che scaturisce, anche per il nuovo anno accademico, un importante accordo con l’Azienda metropolitana trasporti e con la Ferrovia Circumetnea che permetterà a tutti i suoi iscritti di poter acquistare abbonamenti integrati per viaggiare in metropolitana e sui bus cittadini con tariffe assolutamente vantaggiose. Nella seduta odierna, il Consiglio di amministrazione dell’Ateneo ha dato mandato al direttore generale, prof. Giovanni La Via, di stipulare la nuova intesa con Fce e Amt che, tra le altre cose, riconosceranno all’Università delle tariffe integrate per la circolazione su tutte le linee della metropolitana e su tutte le linee di bus urbano, incluse quelle operate in convenzione con i comuni limitrofi. L’accordo prevede anche l’accesso gratuito nei parcheggi scambiatori Due Obelischi, Nesima e Sanzio. Per quest’anno, quindi, gli studenti regolarmente iscritti ai corsi di studio dell’Ateneo che avranno fatto espressa richiesta per via telematica, al momento dell’immatricolazione al primo anno o dell’iscrizione ad anni successivi al primo, potranno acquistare l’abbonamento annuale a Fce e ad Amt al costo di 20 euro, e sarà utilizzabile poi tramite la carta CrevalPrepaid Card Unict o un’apposita card che permetterà l’accesso dai tornelli delle stazioni. È prevista anche la tariffa trimestrale pari a 15 euro per gli studenti del progetto Erasmus ospiti nell’Ateneo catanese, e inoltre il personale dell’Università potrà acquistare un abbonamento annuale Amt o Fce al costo di 90 euro ciascuno. La collaborazione a tre però non si ferma qui. Utilizzando il patrimonio di conoscenze e professionalità dell’Università e delle aziende, saranno messe in campo iniziative quali l’organizzazione di attività di stage per gli studenti dei corsi di laurea e di laurea magistrale, dottorati di ricerca, scuole o corsi di perfezionamento e specializzazione, master, seminari, workshop e convegni, con il comune traguardo della promozione, dello sviluppo e della diffusione di una cultura della sostenibilità ambientale dell’uso del trasporto pubblico. Ti potrebbero interessare: Metropolitana di Catania Passante Ferroviario di Catania Metropolitana, torna l'apertura nei giorni festivi Al debutto il Bike Renting di AmiGo a Catania Monopattini condivisi, al via quest'estate a Catania  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
16 giu 2021

Mobilità, finanziato il parcheggio scambiatore Sanzio con zona a verde e nuova viabilità

di Mobilita Catania

Con circa un anno e mezzo di ritardo rispetto ai tempi previsti, è stato finalmente finanziato il primo dei tre parcheggi scambiatori inseriti nella programmazione della Giunta Pogliese: si tratta del parcheggio scambiatore compreso tra viale Raffaello Sanzio e via Imperia, per il quale sono stati assegnati i fondi con decreto dell’assessorato regionale alle infrastrutture, retto da Marco Falcone. Completando l'iter, il progetto del parcheggio scambiatore “Sanzio”, con 315 stalli per auto e 12 per autobus, con annessi parco a verde e nuova viabilità circostante, il direttore Generale del Dipartimento Regionale Infrastrutture, Fulvio Bellomo, ha emanato il decreto di finanziamento di 8,32 milioni di euro, certificando l’ammissibilità della progettazione elaborata dai tecnici del Comune di Catania all'utilizzo delle risorse. Il nuovo parcheggio pubblico, assieme al quale sorgerà una nuova area a verde attrezzata insieme con il riordino del capolinea Amt n°2, è inteso a determinare un incisivo impatto sulla mobilità e avrà effetti anche sulla viabilità della zona, alla luce delle diverse opere viarie accessorie previste. È prevista l’esecuzione di una nuova grande rotatoria nella confluenza dell'omonimo viale con via Vincenzo Giuffrida, con l'eliminazione del semaforo, ma anche la realizzazione di un torna indietro in piazza Abramo Lincoln e un altro in via Imperia. «Un fatto concreto di straordinaria importanza per Catania, di cui ringrazio l’assessore regionale Marco Falcone che riqualifica un’intera zona cittadina. Un provvedimento che conferma l'impegno del governo regionale verso la città di Catania -ha affermato il sindaco Salvo Pogliese-. L'area compresa tra via Imperia, viale Raffaello Sanzio e Largo Serafino Famà, infatti, è ottimale per intercettare il traffico veicolare privato sia perché è situata in corrispondenza dei principali assi di accesso urbano sia perché offre ai cittadini la possibilità di lasciare il proprio mezzo a favore di quello pubblico, bus o metropolitana. Un progetto destinato a diventare realtà, che coniuga efficienza con vivibilità sia per il grande spazio a verde a specchio con il parco Giovanni Falcone, sia per il nuovo assetto viario che elimina situazioni di pericolosità per automobilisti e pedoni». Il progetto prevede anche due ampi spazi con copertura "a vela” per garantire zone ombreggiate e di riparo dalle piogge, in grado di resistere ai venti più forti: una verrà posizionata nella zona del capolinea Amt e un'altra nello spazio giochi attrezzato per bambini. «Il Governo Musumeci -ha aggiunto l’assessore regionale Marco Falcone- prosegue nel dare impulso alle infrastrutture in Sicilia come non si vedeva da anni e, proprio in questo senso, Catania può apprezzare lo sblocco di oltre otto milioni per il parcheggio Sanzio, parte fondamentale del “Piano parcheggi” che abbiamo voluto per le tre città metropolitane dell'isola. Da quest'opera, il capoluogo etneo trarrà quei benefici da tempo attesi sul riassetto della mobilità e l'abbattimento dei volumi di traffico che intasano il centro città». Secondo le previsioni dei tecnici comunali dell’assessorato comunale ai lavori pubblici retto da Enrico Trantino, il bando verrà pubblicato dall’Urega a luglio e, se non sorgeranno particolari intoppi, il cantiere aprirà a fine anno, con la conclusione dei lavori segnata diciotto mesi dopo l’avvio. «Nei prossimi giorni dovrebbe arrivare anche l'altro decreto di finanziamento per il parcheggio scambiatore di via Aci Castello inserito nel piano presentato alla Regione nel 2019 -ha dichiarato l'assessore comunale alla Mobilità Pippo Arcidiacono- per intercettare altri flussi viari in una visione intermodale di cui Catania ha urgente bisogno»

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
23 feb 2021

Cinque nuovi autobus per il parco mezzi Ferrovia Circumetnea

di Amedeo Paladino

Ferrovia Circumetnea ha inaugurato oggi, presso il deposito e officina FCE Adrano-Nord, la messa in esercizio dei cinque nuovi autobus modello "Citymood", che arricchiscono il parco mezzi su gomma FCE, potenziandone la capacità di trasporto e contribuendo così anche all’attuazione delle misure di contrasto alla diffusione del virus COVID-19. I cinque autobus cominceranno il loro esercizio da domani e, pur nel rispetto della vigente normativa, offriranno un contributo significativo al servizio di trasporto della nostra linea extraurbana. La dirigenza FCe ha colto l'occasione per ringraziare il personale dell'azienda impegnato alla guida dei mezzi, che ormai da un anno è in prima linea per garantire un servizio essenziale.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
28 dic 2020

La solidarietà a Natale viaggia in bus: Amas ed AMT consegnano doni ai bambini degenti degli ospedali catanesi

di Mobilita Catania

Il tour del bus storico di Amas (Associazione Mediterranea Autobus Storici) e dell'Autobooks del Comune di Catania si è concluso stamattina, simbolicamente proprio alla vigilia di Natale, con la consegna di libri e giocattoli, donati dalle aziende partecipate del Comune di Catania e dai cittadini, ai bambini degenti nei reparti di pediatria degli ospedali Cannizzaro, Garibaldi Nesima e Policlinico San Marco. Gli ideatori dell'iniziativa, l'avvocato Giuseppe Nicotra, presidente di Amas, e la consigliera C.d.A. di A.M.T. Catania S.p.A, la dott.ssa Agata Parisi,  hanno ringraziato i volontari della Fondazione Misericordia di Catania per il supporto nella realizzazione dell'evento, nonché le direzioni sanitarie ed i primari dei reparti di pediatria per aver accolto con favore i doni. L'evento s'inserisce nell'ambito di un più ampio progetto culturale, solidale e sociale proposto da Amas e sposato da AMT Catania, nonché da altre aziende di trasporto pubblico locale di altre province siciliane, volto alla conservazione ed al restauro dei vecchi autobus che hanno fatto la storia del trasporto pubblico e che oggi possono vivere una seconda vita attraverso iniziative di grande valenza sociale e culturale. Un ulteriore impulso sarà possibile con una sempre crescente adesione e collaborazione delle istituzioni regionali e locali.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
14 apr 2020

Coronavirus, limitazioni e modifiche al servizio di trasporto pubblico della Ferrovia Circumetnea prorogate sino al 3 maggio

di Andrea Tartaglia

A seguito del prolungamento delle restrizioni ad attività e spostamenti su tutto il territorio nazionale per l'emergenza sanitaria in atto, con l'odierna entrata in vigore del DPCM del 10 aprile 2020, l'azienda di trasporto pubblico della Ferrovia Circumetnea ha deciso di prolungare le limitazioni e modifiche ai servizi su ferro e gomma già messe in atto nei giorni scorsi. Pertanto, il servizio della metropolitana continuerà a essere sostituito da un bus navetta mentre quello dei treni extraurbani sarà ridotto e in parte sostituito da speciali linee bus. Di seguito si riportano i link per consultare le relative tabelle degli orari: Servizio sostitutivo metropolitana di Catania Autolinea Randazzo-Riposto A/R Autolinea Randazzo-Catania A/R via A18 Treni/bus Randazzo-Catania Treni/bus Catania-Randazzo Tali orari e servizi saranno in vigore, salvo nuove disposizioni, sino a domenica 3 maggio 2020. Foto di copertina di Vincenzo La Rosa - Ferroviere Reporter Ti potrebbero interessare: Metropolitana di Catania Passante Ferroviario di Catania Parcheggio Scambiatore "Santa Sofia"

Leggi tutto    Commenti 1

Ultimi commenti