Articolo
16 giu 2020

Catania, arriva la seconda chance per il Car Sharing

di davidevillaggio

Un anno fa, di questi tempi, a Catania si disquisiva sul flop del progetto di Car Sharing portato avanti dal gruppo Eni. Un'iniziativa protrattasi per tre anni ma che, come specificato da Enjoy, aveva tradito le aspettative sia per il basso numero di clienti in rapporto al numero della popolazione catanese, che per i numerosi atti vandalici alle "celebri" Fiat 500 rosse. Furti, smantellamenti e veri e propri sequestri rispetto al termine stabilito al momento del noleggio, non hanno permesso al gruppo promotore del progetto di ottenere i ricavi necessari per portare avanti l'iniziativa nella città dell'elefante. Tuttavia, a distanza di quattordici mesi, Catania vuole concedersi una seconda chance, riproponendo il servizio di Car Sharing ma, rispetto alla prima esperienza, apportando numerose novità. Dai prossimi giorni, infatti, sarà possibile noleggiare 50 macchine (Lancia Y e Toyota Yaris) alcune delle quali anche ibride elettriche, grazie alla convenzione tra l'Amt di Catania e l'Amat di Palermo per una flotta di mezzi della piattaforma Amigo che opera nel settore del noleggio nel capoluogo siciliano da 11 anni. Il servizio riguarderà inizialmente soltanto le aree centrali della città escludendo le zone periferiche, seguendo l'esempio di Palermo, ove il servizio Amigo è già attivo da anni, producendo ottimi risultati. Oltre che nel capoluogo siciliano, il progetto è stato già lanciato pure in altre città siciliane, da Trapani e provincia fino ad Enna. Ma come funzionerà il servizio? Quali saranno le tariffe? Fin dove sarà possibile spostarsi una volta noleggiata l'auto? Il mezzo sarà possibile prenotarlo tramite il sito, ma anche tramite smartphone con l'app messa a disposizione. I costi del servizio si dividono in quota fissa, quota proporzionale e l'innovativa tariffa free floating: nel primo caso si tratta di un abbonamento annuale pari alla somma di 25 € nel secondo caso, invece, la tariffa dipende dall'ammontare di tempo e di chilometri percorsi durante tutto il noleggio mentre nel caso della nuova tariffa a flusso libero, ogni minuto costerà 0,24 € dalle 7 alle 22 e 0,17 € dalle 22 alle 7. In questo frangente, non sarà possibile percorrere oltre i 50 km, altrimenti una volta superati ogni km in più vedrà un aumento di 0,35 €. Altra novità importante riguarda gli spostamenti: se con la Enjoy bisognava lasciare l'auto nella stessa città in cui veniva fatto il noleggio, adesso sarà possibile spostarsi anche altrove recandosi nelle città che già effettuano questo servizio. Insomma, le numerose richieste dei cittadini che hanno apprezzato la prima esperienza di Car Sharing nel capoluogo etneo, hanno indotto il presidente dell'Azienda Municipale Trasporti di Catania, Giacomo Bellavia, ad accelerare i tempi per evitare che la città perdesse l'abitudine dopo il primo esperimento non andato a buon fine con Enjoy.  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
06 mar 2020

Coronavirus, Aeroporto di Catania: pochi passeggeri, chiude il Terminal C

di Mobilita Catania

SAC comunica che, a partire dalla mattina di domenica 8 marzo 2020, le attività operative all'interno del Terminal C – dedicato alle partenze della compagnia aerea easyJet verso destinazioni Schengen - saranno momentaneamente trasferite al Terminal A. La decisione è stata presa a seguito della flessione del traffico aereo dovuto all'emergenza “Coronavirus”, al fine di ottimizzare le risorse di tutti gli operatori. Nel dettaglio, il Terminal C chiuderà dopo la partenza del volo EC 3340 per Venezia, schedulato alle 18:50 di sabato 7 marzo, per riaprire lunedì 16 marzo, con il volo EC 2845 in partenza per Malpensa e schedulato per le 7 del mattino. Tutte le partenze di voli easyJet inizialmente previste dal Terminal C, dunque, dalla mattina di domenica 8 marzo alla sera di domenica 15 marzo, saranno regolarmente operate dal Terminal A. In tutto l’aeroporto, intanto, proseguono le attività di sanificazione profonda delle aree interessate dal flusso di passeggeri, operatori ed Enti di Stato. Sono stati montati i termoscanner per la misurazione della temperatura e istallati 15 dispenser di liquido antibatterico nelle zone partenze e arrivi. Inoltre, durante le ore notturne, viene effettuata un’azione di sanificazione nel terminal con l’utilizzo di un atomizzatore ad ampio spettro, oltre alla pulizia delle superfici a contatto con i passeggeri. Qualsiasi novità sarà tempestivamente comunicata agli utenti sul sito ufficiale dello scalo, www.aeroporto.catania.it e sui profili Facebook e Twitter dell’aeroporto.

Leggi tutto    Commenti 1
Articolo
03 feb 2020

Aeroporto di Catania, crescono dell’11% i passeggeri internazionali per le festività agatine

di Mobilita Catania

Cresce quasi del 3% il numero complessivo di passeggeri in transito all’Aeroporto di Catania in occasione delle festività agatine del 2020. La SAC, società di gestione dell’Aeroporto di Catania, rende note le previsioni elaborate dall’Ufficio Dati nel periodo 2 – 6 febbraio di quest’anno, che vedono un incremento di passeggeri, in particolare di provenienza internazionale, rispetto al 2019, oltre il consolidamento di quelli nazionali. Nel dettaglio, sono previsti, tra arrivi e partenze, circa 98.600 transiti, +2,8% rispetto all’anno precedente quando furono 95.945; in particolare saranno 49.100 i passeggeri in arrivo (+2,7% rispetto all’anno precedente): tra questi, ben l’11,2% sono di provenienza internazionale.  Anche in partenza si prevede una crescita di traffico di circa il + 2,85% rispetto allo scorso anno. La giornata più trafficata cadrà anche quest’anno di domenica, 2 febbraio, con 81 movimenti e circa 24.500 passeggeri, +10,6% rispetto all’anno precedente; di questi, circa 16.000 saranno dati dal volato nazionale (+9,1% rispetto al 2019), e 8.500 di tipo internazionale (+13,5%). Soddisfatti il presidente e l’amministratore delegato di SAC, Sandro Gambuzza e Nico Torrisi. “Le festività agatine si confermano ancora una volta incredibile richiamo per turisti, in particolare internazionali che, anche quest’anno registrano una crescita significativa - affermano. Numeri che dimostrano come Catania e, in generale la Sicilia, siano mete appetibili anche “fuori stagione” e che, nonostante la contrazione del mercato, riescano ad attirare importanti flussi turistici, confermando come la destagionalizzazione Ti potrebbero interessare: Aeroporto di Catania Fontanarossa | Storia e sviluppi futuri  Fontanarossa a doppia cifra: l’aeroporto di Catania raggiunge i 10 milioni di passeggeri annuali

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
27 dic 2019

Spettacoli e concerti in centro storico: metro aperta sino a notte inoltrata nei giorni 30 e 31 dicembre

di Andrea Tartaglia

Dopo gli ottimi risultati, in termini di affluenza di utenza, dell'apertura serale della metropolitana (sino a mezzanotte) negli ultimi due fine settimana che hanno preceduto il giorno di Natale, anche per gli ultimi giorni dell'anno la metro di Catania prolungherà gli orari di esercizio, stavolta di ben quattro ore e mezza oltre gli orari canonici: lunedì 30 e martedì 31 dicembre, infatti, la metropolitana sarà aperta sino alle 2:30 del mattino seguente. Il servizio tornerà particolarmente utile a chi vorrà seguire le performance canore in piazza Duomo di Roy Paci (lunedì 30 dicembre) e Max Gazzè (la sera di San Silvestro) che si esibiranno, insieme con altri artisti, in due pregevoli concerti organizzati dal Comune di Catania. Le frequenze dei treni rispetteranno quelle dei giorni feriali, con treni ogni 10 minuti, in entrambe le direzioni della linea, sino alle ore 15:10 e, quindi, ogni quarto d'ora sino alla fine dell'esercizio. Al termine di lunedì 30 e di martedì 31 gli ultimi treni partiranno alle 2:00 del mattino (ultima corsa in partenza da Nesima e diretta a Stesicoro) e alle 2:30 (ultima corsa in partenza da Stesicoro e diretta a Nesima). Nel giorno di capodanno, invece, la metropolitana rimarrà chiusa e riaprirà regolarmente alle 6:40 di giovedì 2 gennaio.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
12 dic 2019

Metro, corse fino a mezzanotte nei finesettimana prenatalizi

di Andrea Tartaglia

Buone notizie per gli utenti della metropolitana di Catania e per quanti potranno maggiormente approfittare di questo servizio di trasporto pubblico. Nei prossimi due fine settimana che precedono il Natale, infatti, la metropolitana in servizio nel capoluogo etneo prolungherà di due ore il suo orario di esercizio con corse fino a mezzanotte, dando così modo ai frequentatori, in particolare, del centro storico, di poter raggiungere e allontanarsi dal centro comodamente, senza dover ricorrere al mezzo privato in un periodo in cui il traffico è particolarmente intenso. Nel dettaglio, il servizio metro sarà esteso nei giorni 14, 15, 21 e 22 dicembre (sabati e domeniche), con ultime corse in partenza da Nesima in direzione Stesicoro alle 23:30 e in partenza da Stesicoro in direzione Nesima a mezzanotte in punto. Le buone notizie non terminano qui: anche per gli ultimi giorni dell'anno orari ulteriormente prolungati: lunedì 30 e martedì 31 dicembre, la metropolitana sarà aperta sino alle 2:30 del mattino seguente: in questo caso, il servizio tornerà particolarmente utile a chi vorrà seguire gli spettacoli in piazza Duomo con i concerti di Roy Paci, Max Gazzè e altri artisti organizzati dal Comune di Catania.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
27 nov 2019

Il Metrobus Christmas funziona solo ampliando ZTL e aree pedonali

di Mobilita Catania

Finalmente una card unica per il trasposto pubblico. Il circolo Legambiente di Catania plaude all’iniziativa promossa da AMT ed FCE che prevede la possibilità di viaggiare per un mese, in occasione delle festività natalizia, su bus e metropolitana con la Christmas Card dal costo di 15 euro. «E’ una iniziativa che aspettavamo da tempo – afferma la presidente del circolo di Legambiente Catania, Viola Sorbello - e che va nelle giusta direzione di incentivare l’uso del trasporto pubblico integrato e lasciare l’auto a casa o nei parcheggi scambiatori. Un altro tassello sulla strada della mobilità sostenibile, non certo “inventato” a Catania, ma senz’altro atteso da tempo. Ci auguriamo adesso che questa “sperimentazione” possa avere applicazione anche in tutti gli altri periodi dell’anno». Il Metrobus Christmas è una «goccia nel deserto della mobilità sostenibile catanese – aggiunge Legambiente– che adesso non va vanificata. Per questo chiediamo all’amministrazione comunale ed in particolare all’assessore alla Mobilità, Giuseppe Arcidiacono e a quello alle Attività Produttive, Ludovico Balsamo, di attuare politiche effettive di disincentivo all’ingresso e all’uso delle auto in città per rendere efficace lo sforzo delle aziende del trasporto pubblico locale. Siamo un po’ preoccupati, infatti, sul permissivismo e il lassismo in tema di sosta selvaggia e violazione di Ztl ed aree pedonali che già viviamo durante tutto l’anno e che nel periodo natalizio, senza una seria e forte azione di contrasto, rischia di trasformare il centro città in un caos di automobili dannoso sia per il commercio che per la possibilitá di fruire in serenità, da parte di cittadini e turisti degli eventi programmati per le festivitá natalizie. É risaputo come l'incentivazione del trasporto pubblico senza la contemporanea adozione di misure di disincentivazione del trasporto privato rischiano di non produrre gli effetti sperati ». Legambiente ricorda che «serve una seria politica di creazione di Ztl, tema su cui possiamo prendere l’esempio anche da Palermo, dove l’Amministrazione comunale difende con forza le scelte anche sulle zone a traffico limitato notturne. Serve il Piano Urbano della Mobilità Sostenibile, utile anche per progettare una rete di piste ciclabili inserite dentro un contesto integrato. Insomma, la Christmas Card va nella giusta direzione, ma sul fronte della mobilità sostenibile c’è ancora tanto da fare per far sì che Catania perda il triste primato dell’uso dell’auto privata». Ti potrebbe interessare: Il centro di Catania è più comodo ed economico da raggiungere in bus e metro: arriva il Metrobus Christmas  

Leggi tutto    Commenti 1
Articolo
24 nov 2019

Il centro di Catania è più comodo ed economico da raggiungere in bus e metro: arriva il Metrobus Christmas

di Mobilita Catania

Comune di Catania, Azienda Metropolitana Trasporti e Ferrovia Circumetnea presentano il MetroBus Christmas, un abbonamento mensile molto conveniente per consentire a catanesi e turisti di godersi le festività natalizie e lo shopping in città muovendosi con i mezzi pubblici con puntualità e senza stress da traffico automobilistico. Il costo dell'abbonamento è di 15 euro. Utilizzabile dal 6 dicembre al 5 gennaio, consentirà di viaggiare su tutte le linee AMT e in metropolitana, nonché di utilizzare i parcheggi scambiatori "Due Obelischi", "Nesima" e "Santa Sofia". L'iniziativa sarà presentata lunedì 25 novembre nella Sala Giunta di Palazzo degli Elefanti, dal sindaco di Catania, Salvo Pogliese, dall'assessore alla Mobilità, Giuseppe Arcidiacono, in presenza del presidente dell'Azienda Metropolitana Trasporti di Catania, Giacomo Bellavia, e del direttore generale della Ferrovia Circumetnea, Salvo Fiore.

Leggi tutto    Commenti 2