Articolo
17 mar 2019

Autostrada CT-SR: programmate chiusure notturne per la manutenzione impianti tecnologici

di Mobilita Catania

Dalla prossima settimana, lungo l'autostrada Catania-Siracusa, saranno eseguiti alcuni interventi di manutenzione agli impianti tecnologici e, pertanto, si procederà a chiusure notturne dell'autostrada, in fascia oraria compresa tra le ore 21 e le ore 6 del mattino successivo, secondo il seguente calendario: - nella notte tra il 19 e il 20 marzo, in direzione Siracusa, da Passo Martino a Lentini; - nelle notti dal 20 al 23 marzo, in direzione Siracusa, da Lentini ad Augusta; - nella notte tra il 26 e il 27 marzo, in direzione Catania, da Lentini a Passo Martino; - nelle notti dal 27 al 30 marzo, in direzione Catania, da Augusta a Lentini. Il percorso alternativo è costituito dalla strada statale 114 "Orientale Sicula".    

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
16 mar 2019

Porto di Catania, stagione crocieristica da record: più di 200mila passeggeri fino a dicembre

di Roberto Lentini

Il 2019 sarà un anno da record per il traffico crocieristico nel porto di Catania. Secondo i dati forniti da Catania Cruise Terminal, ci saranno infatti 115 approdi con 205.880 croceristi, in aumento rispetto allo scorso anno quando gli approdi furono 75 e i passeggeri 131.656. I dati sono confermati anche dall'edizione 2019 dello short report Speciale Crociere, che viene realizzato e pubblicato ogni anno da Risposte Turismo, in cui si registra, per il porto di Catania, un aumento del traffico crocieristico dell'84% rispetto al 2018, grazie alla pianificazione degli anni scorsi. Quest’anno c’è stato il grande ritorno di MSC crociere, con un unico approdo avvenuto il 14 febbraio con MSC Sinfonia, e la conferma di Costa Crociere che per quest'anno garantirà 18 approdi di cui 10 con Costa Fascinosa (3800 pax). Il mese con più passeggeri (52.020 pax) e più approdi  (30) sarà ottobre. Sempre ad ottobre ci saranno tre approdi contemporaneamente. Il 20 ottobre arriveranno Noble Caledonia, Tui Cruiser e Marella Cruiser  con 3.590 passeggeri, il 22 ottobre previsti 7.500 passeggeri con Celebrity Cruiser (2500), Costa Crociere (3800) e Aida Cruiser (1200). Per la prima volta alcune navi da crociera stazioneranno anche di notte all'interno del porto e succederà con la "Serenissima" di Noble Caledonia  (1 approdo) e con "La Belle da L'Adriatique" di Croisi Europe (5 approdi). La nave più grande che approderà al porto di Catania sarà la Costa Fascinosa con 3800 passeggeri che farà ben 10 “toccate", mentre la nave più piccola sarà la Serenissima di Noble Caledonia con 90 passeggeri. L’ultima nave è invece prevista il 3 dicembre e sarà  la Pacific Princess di Princess Cruiser con 600 passeggeri. Ti potrebbe interessare: Porto di Catania

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
12 mar 2019

Verde in città, in programma nuove alberature e rimozione piante a rischio caduta

di Mobilita Catania

Consulta del Verde: aumento degli alberi in città e prioritaria sostituzione delle piante pericolose per la pubblica incolumità. Incremento delle alberature e sostituzione delle piante pericolose per la pubblica incolumità in diversi punti della città, compresi luoghi “storici” come il Giardino Bellini o il Passiatore; nuovo regolamento del verde pubblico e privato da sottoporre in tempi brevi al Consiglio comunale; cinque tavoli tecnici per il completamento delle linee guida comunali per la progettazione e la manutenzione del verde cittadino. Sono questi gli obiettivi prioritari stabiliti nel corso dell’ultima riunione della Consulta del Verde, l'organo di consultazione istituito dal Comune per promuovere la partecipazione attiva di enti, associazioni, cittadini alla tutela del verde pubblico, nell'ambito di un programma di gestione integrato che ha come obiettivo la valorizzazione dell'ambiente. Tre le primissime azioni che l'Amministrazione è stata chiamata a realizzare, la rimozione delle piante a rischio caduta, al fine di garantire la pubblica incolumità. A questo proposito, la Consulta del verde e i tecnici comunali diretti da Lara Riguccio dell’assessorato all’ambiente retto da Fabio Cantarella, hanno valutato prioritarie le criticità in diversi siti cittadini e condiviso la necessità che l'Amministrazione provveda all'eliminazione immediata degli esemplari senza alcuna possibilità di essere recuperati e valutati a rischio di caduta. Al Giardino Bellini, sono cinque gli alberi di platano (Platanus x acerifolia) valutati da ditte specialistiche come appartenenti alla "classe di propensione al cedimento D” e dunque da rimuovere. Ben 14, inoltre, le palme della specie Phoenix dactylifera da sradicare al Passiatore di via VI Aprile. A rischio caduta, seppure in assenza di sintomi esterni, sono stati classificati anche 6 palme in piazza Iolanda, giudicate pericolose dal dipartimento di Agricoltura, alimentazione e ambiente dell'Università di Catania non solo per il punteruolo rosso, ma soprattutto per la diffusione di un fungo, il Thielaviopsis paradoxa, in grado di causare lo schianto dello stipite della palma da dattero. Le piante pericolose, secondo il piano condiviso con la Consulta, saranno sostituite con la messa a dimora di 300 nuovi esemplari, al posto di quelli morti o non più idonei al contesto urbano. Interessate a questa necessaria opera di sostituzione delle alberature, le aiuole delle vie Fabio Filzi, Lavaggi, Androne, VI Aprile, Dusmet, Plebiscito, ma anche gli spazi a verde di viale Libertà, corso Italia, piazza Cavour. Nuove alberi saranno piantati, inoltre, nel torna indietro della circonvallazione lato mare (viale Ulisse e viale Marco Polo). Grazie a Legambiente che ne ha fatto donazione al Comune, il verde cittadino disporrà di nuovi alberi da posizionare nelle aiuole di via VI Aprile, viale Libertà e via Plebiscito, arteria stradale quest’ultima in cui la piantumazione è già stata avviata.  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
06 mar 2019

AMT Catania, entro l’anno trasferimento della sede a Pantano d’Arci: approvati i lavori

di Amedeo Paladino

Il Consiglio d'Amministrazione dell'Azienda Metropolitana Trasporti di Catania ha deliberato di procedere all'indizione delle procedure di gara per la realizzazione dei lavori, da eseguirsi presso la Rimessa 8 di Pantano d'Arci, nella periferia sud, che consentiranno il trasferimento entro l'anno degli uffici amministrativi dall'attuale sede centrale di via Sant'Euplio. I lavori necessari, attesi da diversi anni, saranno effettuati con fondi ministeriali del Programma aggiuntivo del P.T.O. Catania Sud e del relativo accordo stipulato nel 2011 tra Ministero Sviluppo Economico, Comune di Catania, AMT e InvestiaCatania, fondi destinati e già disponibili presso InvestiaCatania. L'operazione consentirà di dismettere l'attuale sede di via S. Euplio e così di produrre risparmi su fitti passivi per circa 180.000 €/anno. Verrà in ogni caso previsto un ufficio abbonamenti e relazioni con il pubblico presso la sede di via Plebiscito, di proprietà dell'Azienda. «Stiamo intraprendendo, insieme alle colleghe Parisi e Spoto, un serio e rigoroso percorso di risanamento e razionalizzazione che consentirà di mettere in sicurezza il futuro dei lavoratori e della stessa Azienda - dichiara il presidente Giacomo Bellavia - Certamente il trasferimento degli uffici presso immobili di proprietà aziendale consentirà, da un lato, di risparmiare quasi 200 mila euro l'anno e, dall'altro, di ricongiungere l'intero personale in un'unica sede operativa, così da ottimizzare i processi decisionali e produttivi e migliorare il servizio al cittadino».

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
06 mar 2019

Tangenziale ovest di Catania, lavori notturni su due cavalcavia e sulla galleria Circumetnea

di Mobilita Catania

Manutenzione di due cavalcavia e della galleria circumetnea sulla tangenziale ovest di Catania: restringimenti di carreggiata in fascia oraria notturna tra le ore 22 e le ore 5, esclusi giorni festivi e prefestivi. Sono stati avviati gli interventi di ripristino corticale di due cavalcavia che sovrastano la Tangenziale Ovest di Catania, nonché della galleria “Circumetnea”. Gli interventi, che saranno eseguiti in fascia oraria notturna compresa tra le ore 22 e le ore 6 del mattino successivo, ad eccezione delle notti di sabato e domenica, comporteranno il restringimento delle carreggiate con chiusura della corsia di marcia o di sorpasso, dal km 1,700 al km 1,820, relativamente al cavalcavia n.4, e dal km 8,400 al km 9,100, relativamente agli interventi sul cavalcavia n. 17 e della galleria “Circumetnea”. All’approssimarsi delle aree di cantiere, tutti i veicoli dovranno rispettare il limite di 60 km/h e il divieto di sorpasso. Anas, società del Gruppo FS Italiane, raccomanda prudenza nella guida e ricorda che l`evoluzione della situazione del traffico in tempo reale è consultabile sul sito web www.stradeanas.it oppure su tutti gli smartphone e i tablet, grazie all`applicazione “VAI” di Anas, disponibile gratuitamente in “App store” e in “Play store”. Inoltre si ricorda che il servizio clienti "Pronto Anas" è raggiungibile chiamando il numero verde gratuito, 800 841 148.    

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
03 mar 2019

Tangenziale ovest Catania: chiude la rampa connessione A19 per interventi di sostituzione barriere danneggiate

di Mobilita Catania

Proseguono gli interventi di sostituzione barriere danneggiate lungo la rampa di connessione tra la Tangenziale ovest di Catania e l’autostrada A19 Palermo-Catania: la rampa in uscita per i veicoli provenienti da Siracusa e diretti a Palermo sarà chiusa al traffico da lunedì 4 a venerdì 15 marzo, tra le ore 8 e le ore 17. Dal 4 marzo proseguiranno gli interventi di sostituzione delle barriere laterali danneggiate presenti sulla rampa di connessione tra la Tangenziale Ovest di Catania, carreggiata direzione nord, e l’Autostrada A19 “Palermo-Catania”. I lavori, che prevedono la chiusura al traffico della rampa di svincolo al km 15,530, saranno eseguiti nella fascia oraria compresa tra le ore 8:00 e le ore 17:00, dal lunedì al venerdì, fino al 15 marzo. I veicoli provenienti da Siracusa e diretti a Palermo dovranno uscire alla precedente uscita denominata “Catania Zia Lisa”, percorrere l’A19 “Palermo-Catania” in direzione Catania e, alla rotatoria presente al termine dell’autostrada, dovranno invertire la direzione di marcia e dirigersi verso Palermo.  

Leggi tutto    Commenti 0

Ultimi commenti