Articolo
16 feb 2018

Abbonamento Metro-Bus: a breve per la comunità universitaria. Primi passi verso l’integrazione tariffaria

di Amedeo Paladino

Ha esordito lunedì la nuova linea di autobus denominata 504M al servizio del Centro storico  con partenze ogni dieci minuti: uno dei tasselli adottati dall’Amministrazione e da AMT per decongestionare il centro, creando un collegamento rapido, con frequenza di dieci minuti, tra il parcheggio R1 via Plebiscito 747 e la stazione Stesicoro della metropolitana. La nuova linea rientra in un piano di mobilità più ampio frutto di un accordo condiviso tra Comune, Università di Catania, AMT e Ferrovia Circumetnea, gestore del servizio della metropolitana, che prevede anche tariffe speciali rivolte a studenti, docenti e personale tecnico-amministrativo per l'utilizzo del parcheggio AMT di via Plebiscito. Tra alcune settimane saranno inoltre istituite tariffe speciali riservate alla comunità universitaria per l'utilizzo della combinazione Metro+Bus con un abbonamento integrato mensile di 15 euro che include l’uso della metro FCE e della linea AMT 504M. È comunque già disponibile per tutti gli utenti l’opzione del singolo biglietto integrato di 1,20 euro per 90 minuti. Le politiche di sinergia tra AMT e il servizio della metropolitana gestita da Ferrovia Circumetnea avranno un ulteriore sviluppo tra febbraio e marzo con l’istituzione della linea 613M che collegherà alle stazioni metro Nesima e San Nullo i residenti di questi quartieri. Si fanno finalmente i primi concreti passi verso l'integrazione tra servizio bus, fornito da AMT e il servizio della metropolitana gestito da Ferrovia Circumetnea: due mezzi di trasporto complementari e non concorrenti. In tutte le città europee, infatti, ormai da diverso tempo è in vigore un sistema di “abbonamento integrato” fra diversi servizi di trasporto pubblico. Tale facilitazione si è rivelata determinante per spingere i cittadini ad abbandonare il trasporto privato a favore di quello pubblico. Il nuovo abbonamento metro-bus riservato alla comunità universitaria, che sarà a breve disponibile, segnerà il primo passo in questa direzione, ma per modificare le abitudini dei cittadini sarà necessaria l'estensione di questa facilitazione a tutte le categorie di utenti. Ti potrebbero interessare: AMT, esordisce la linea 504M del centro storico: parcheggio R1- p.zza Dante- Stesicoro Metro Nesima e San Nullo a breve collegati alla metropolitana da una navetta AMT  

Leggi tutto    Commenti 1
Articolo
15 feb 2018

Al via otto cantieri per un importo di 11 milioni di euro: il dettaglio dei lavori

di Amedeo Paladino

Sono otto gli interventi finanziati  dal 'Patto per Catania' che sono stati formalizzati oggi al Palazzo degli Elefanti alla presenza del Presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni, dal sindaco Enzo Bianco con i responsabili delle ditte aggiudicatarie dei lavori, per un importo complessivo di 11 milioni di euro. Gli interventi riguardano le infrastrutture stradali relative alle vie di fuga Rotolo-Ognina, la caserma dei Carabinieri nella zona Asi, la riqualificazione del piazzale delle Carrozze del Giardino Bellini, la realizzazione delle piste ciclabili nel Parco urbano di Librino. Nell'ambito del progetto Cta Mover, inoltre, siglata la consegna dei lavori per la messa in sicurezza e innovazione delle strade della zona industriale commerciale, del Lungomare, di via Dusmet, di viale Mario Rapisardi. Nell’area della zona industriale di Catania al via i lavori di ristrutturazione dell’edificio denominato ‘Centro Culturale Aldo Moro’ per la realizzazione di una Caserma dei Carabinieri da adibire ad “Area Operativa” con annessa area esterna come parcheggio per i visitatori. L'appalto è stato affidato alla ditta  Damiga srl di Alcamo per un importo complessivo di 1.249.685 euro. I fondi del Patto per Catania finanziano anche i lavori del cosiddetto Cta-Mover, per la messa in sicurezza e l’innovazione e che prevede il rifacimento dell’intero manto stradale delle arterie stradali principali della città: gli interventi i cui contratti sono stati firmati oggi riguardano gli interventi delle strade 8 e 15 della Zona Industriale, viale Mario Rapisardi e Lungomare. Pronti a partire anche i lavori delle piste ciclabili nel quartiere di Librino: i percorsi saranno lunghi 8 chilometri e rientrano nell’ambito del Parco urbano del quartiere, suddiviso in due lotti, il secondo dei quali è in corso di progettazione con un costo finale previsto di 4 milioni di euro. Al via i lavori della rampa di collegamento alla viabilità esistente nonché la via di fuga Rotolo-Ognina. Questa parte dei lavori avrà un costo totale finale di 8 milioni di euro; il secondo blocco che riguarderà un’ulteriore via di fuga Europa- Rotolo, è in corso di progettazione e prevede una spesa finale di 16 milioni di euro. Gli interventi di riqualificazione del Giardino Bellini riguarderanno il Piazzale delle Carrozze: i lavori per un importo di 370 mila euro consisteranno nell'eliminazione dell'attuale pavimentazione in sabbia e ghiaia e scarificazione, poi si passerà alla realizzazione di una struttura drenante composta da rami laterali che confluiscono in un collettore centrale. Sarà poi realizzata, utilizzando le ultime tecnologie a disposizione, una pavimentazione naturale drenante. L’intervento prevede anche la manutenzione delle parti meccaniche ed elettriche del sistema antincendio dell’intero Giardino attraverso la sostituzione delle pompe non funzionanti e del quadro elettrico. Per il "Cantiere Catania"  l’investimento totale, tra pubblico e privato, è di 2 miliardi e 448 milioni di euro. Il complesso dell’ammontare degli investimenti è di € 1.362.000.000 che derivano da: Patto per il Sud (€ 289.000.000), Patto per lo Sviluppo della Citta di Catania (€ 654.000.000), Programma Operativo Nazionale Città Metropolitane 2014-2020 (€ 92.000.000), PON METRO 2014-2020 (€ 25.000.000), Programma Operativo Regionale FESR 2014-2020 (Agenda Regionale) (€ 42.000.000), Programma Sport e Periferie (€ 4.000.000), Programma Straordinario Interventi Periferie (€ 16.000.000), Piano di recupero di Corso Martiri della Libertà (€ 240.000.000). Vanno aggiunte le risorse per la realizzazione della metropolitana: 60 milioni per la tratta Nesima-Monte Po e 90 milioni per quella Stesicoro-Palestro (cantieri già aperti), 124 per Monte Po-Misterbianco e 402 da Stesicoro-Palestro verso l’aeroporto, passando da Librino.  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
14 feb 2018

Ryanair collegherà Catania a Siviglia dal prossimo inverno

di Roberto Lentini

Sono state presentate ieri le novità della compagnia aerea irlandese: con l’inizio della programmazione invernale 2018/2019 Ryanair lancia un nuovo volo Catania-Siviglia con due frequenze settimanali, il mercoledi e la domenica a partire dal 28 ottobre. Ecco gli operativi del volo: CTA 19:10 → SVQ 22:10   – 3—7– SVQ 15:45 → CTA 18:45   – 3—7– Sempre per la Spagna Ryanair ha introdotto nuovi voli in connessione da Catania per:  Alicante, Barcellona El Prat, Ibiza, Lanzarote, Malaga, Tenerife (Sud), Valencia I voli per Siviglia saranno prenotabili dal prossimo mese di marzo sul sito di Ryanair: atterrerà all'aeroporto di Siviglia situato a 10 km da Siviglia, nella regione dell'Andalusia, in Spagna.  Dall'aeroporto di Siviglia potete raggiungere il centro città con l’autobus dalle 5:20 all’01:15 tutti i giorni. Il biglietto si acquista a bordo e il tragitto dura circa 30 minuti. La fermata dell’autobus è, invece, in prossimità del terminal. Cosa vedere a Siviglia La città di Siviglia è ricca di cultura, storia e monumenti. Vi consigliamo di visitare la Cattedrale una delle più grandi del mondo e la Giralda, simbolo della città e ricca di storia e influenza araba e all’interno vi si trova la tomba di Cristoforo Colombo. Nei giorni più caldi vi consigliamo di passare dal Metropol Parasol, una costruzione in legno bizzarra costruita per fare ombra; molto interessante la Piazza di Spagna che fu sede della Expo del 1929 e il Parco Maria Luisa, dove troverete il Museo Archeologico e della tradizione andalusa. Se volete osservare la città di Siviglia da un punto di vista diverso, vi consigliamo la Ruota panoramica, situata nei giardini del Prado de San Sebastian, e non perdete uno o più spettacoli di flamenco.  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
12 feb 2018

Nuova illuminazione per il lungomare di Catania: iniziati i lavori che dureranno 3 mesi

di Mobilita Catania

Lungomare, iniziati i lavori per la nuova illuminazione: saranno rimossi 95 vecchi pali, sostituiti da 95 di 12 metri e 80 di 6 metri con, rispettivamente, 95 e 174 corpi illuminanti. L'intervento, che è stato studiato tenendo conto della recente realizzazione della pista ciclabile e pedonale lato mare, avrà la durata di 3 mesi. Su precisa disposizione del sindaco Enzo Bianco, con la supervisione dell'assessore alle Manutenzioni Salvo Di Salvo, i tecnici della Gemmo, hanno iniziato questa mattina i lavori di riqualificazione dell'impianto di pubblica illuminazione di viale Artale Aragona e di viale Ruggero di Lauria sul lungomare di Catania. L'intervento, che è stato studiato tenendo conto della recente realizzazione della pista ciclabile e pedonale lato mare, prevede la rimozione dei sostegni esistenti danneggiati alla base dalla corrosione per la salsedine; la fornitura e la posa di nuovi sostegni posti ogni 25 metri di altezza fuori terra di 12 e 6 metri in modo alternato; il riutilizzo degli apparecchi di illuminazione esistenti per l'illuminazione stradale sui pali da 12 metri; la fornitura e la posa di apparecchi per illuminazione stradale su pali da 6 metri ambo i lati; la fornitura e la posa di apparecchi per illuminazione dedicati alla zona pedonale e ciclabile per il solo lato mare. Saranno rimossi 95 vecchi pali, sostituiti da 95 di 12 metri e 80 di 6 metri con, rispettivamente, 95 e 174 corpi illuminanti. I nuovi impianti saranno interamente realizzati in classe II, con linea interrata  e collegati ai quadri di alimentazione esistenti, i cavi saranno del tipo FG7R 600/1000V (doppio isolamento) in esecuzione unipolare o multipolare secondo le Norme CEI 20-22 II e 20.37. Per le derivazioni dalla linea principale ai singoli apparecchi illuminanti saranno utilizzati cavi multipolari del tipo FG7(O)R 600/1000V sempre in esecuzione interrata o entro tubazioni e palificazioni. Tutti gli apparecchi illuminanti impiegati rispondono alle Norme CEI 34.21 ed avranno un grado di protezione minimo IP55/IP65, certificati al fine della prevenzione dell'inquinamento luminoso ed in particolare avranno le seguenti caratteristiche costruttive: corpo in fusione di alluminio con grado di protezione IP55; ottica in alluminio purissimo cut-off anabbagliante con rendimento non inferiore al 75% con diffusione prevalentemente trasversale; certificato in classe II d'isolamento; vetro di chiusura piano in grado di assicurare al gruppo ottico un grado di protezione IP66. I pali sono del tipo: tronco conico curvo a sezione circolare modello Campion e modello Valsugana. Saranno in acciaio zincato e conformi alle Norme CEI 7.6 ricavati in unica lastra di acciaio e saldate longitudinalmente esterno con  misure standard prefissate dalle Norme EN 40. La durata dei lavori sarà di 3 mesi per un importo totale dell'intervento di 400.000 euro.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
12 feb 2018

Nesima e San Nullo a breve collegati alla metropolitana da una navetta AMT

di Amedeo Paladino

Ha esordito oggi la nuova linea di autobus denominata 504M al servizio del Centro storico con partenze ogni dieci minuti: uno dei tasselli adottati dall'Amministrazione e da AMT per decongestionare il centro, creando un collegamento rapido, con frequenza di dieci minuti, tra il parcheggio R1 via Plebiscito 747 e la stazione Stesicoro della metropolitana. Le politiche di sinergia tra AMT e il servizio della metropolitana gestita da Ferrovia Circumetnea avranno un ulteriore sviluppo a fine febbraio con l'istituzione della linea 613M che servirà a collegare i residenti della zona alle stazioni metro Nesima e San Nullo. I dettagli nella nostra intervista al presidente AMT, Puccio La Rosa, e a Giuseppe Nicotra di AMAS Associazione Mediterranea Autobus Storici).

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
10 feb 2018

Aeroporto di Catania, chiude la rampa Partenze per lavori di manutenzione fino al 28 febbraio

di Mobilita Catania

Per lavori di manutenzione, dal 13 al 28 febbraio modifiche alla viabilità presso l'aerostazione di Catania: stop ai mezzi privati sulla rampa partenze. SAC informa che, dal 13 al 28 febbraio, la rampa partenze dell’Aeroporto di Catania sarà chiusa al traffico dei mezzi privati e temporaneamente dedicata a tutto il trasporto pubblico su gomma: autobus interprovinciali, Alibus (da/per Catania centro), navetta da/per parcheggio Fontanarossa, servizi charter. La temporanea modifica alla viabilità si rende necessaria per consentire la realizzazione di alcuni lavori di manutenzione straordinaria calendarizzati in questo periodo dell’anno che coincide con la bassa stagione e con una minore affluenza di passeggeri. Come previsto da un’apposita ordinanza ENAC, potranno avere accesso alla rampa partenze solo i mezzi di servizio delle forze dell’Ordine, ambulanze, taxi, Ncc (noleggio con conducente) e pullman di dimensioni maggiori di 6,5 metri. L’accesso sarà consentito anche alle auto con passeggeri a ridotta mobilità (PRM) che al piano partenze trovano i totem dedicati per chiamare l’assistenza specializzata. Modifiche temporanee anche agli arrivi, dove non sarà possibile il transito di autobus, camion e mezzi pesanti. Invariata la collocazione delle biglietterie per i bus interprovinciali, mente il Terminal Bus – come annunciato - sarà temporaneamente trasferito sulla rampa partenze. Gli accompagnatori dei passeggeri in partenza avranno a disposizione i parcheggi SAC vicinissimi al terminal e con i primi 15 minuti gratuiti. Scaricati i bagagli dai mezzi privati, i passeggeri potranno come di consueto accedere all’aerostazione dal piano arrivi (piano terra) e raggiungere il piano partenze attraverso ascensore o scale mobili. La nuova viabilità, che ricordiamo è temporanea e legata a lavori straordinari di manutenzione, sarà segnalata da appositi cartelli e presidiata da agenti della Polizia Municipale e addetti SAC Service.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
10 feb 2018

Aeroporto di Fontanarossa, pubblicato bando per nuovo parcheggio e viabilità

di Andrea Tartaglia

La S.A.C. – Società Aeroporto Catania S.p.A., ha reso noto che sulla G.U.R.I. n. 17, 5^Serie Speciale Contratti Pubblici del 09/02/2018, è stato pubblicato il bando di gara a procedura aperta per l’affidamento dei lavori per “Utilizzo anticipato area ex-campo sportivo e riqualifica viabilità di accesso: Lavori di realizzazione di un parcheggio a raso provvisorio c/o l’ex-campo sportivo e riqualifica viabilità di accesso". I lavori oggetto del presente appalto consisteranno nell’esecuzione dei lavori necessari per la realizzazione di un parcheggio temporaneo a raso e la riqualificazione della viabilità di accesso aeroportuale, attraverso l’utilizzo anticipato dell’area dell’ex-campo sportivo presso l’Aeroporto di Fontanarossa. La zona d’intervento si estende su una superficie di circa 11.000,00 m² che ricade all'interno di un’area di pertinenza del sedime aeroportuale ed il fine dell’opera è quello di incrementare il numero dei parcheggi destinati al pubblico, prevedendo di ottenere nuovi 433 posti auto più dieci per utenti disabili. Inoltre, il progetto prevede anche una modifica dell’attuale viabilità, allo scopo di dare inizio all'uniformità viaria prevista sia nella configurazione attuale, sia nel nuovo masterplan dell’Aeroporto di Catania. In prossimità del lato sud del lotto interessato ai lavori, sarà soppressa la corsia di marcia (in uscita) che costeggia l’attuale ex campo sportivo e sarà mantenuta solo la corsia di marcia (in ingresso) che da ovest transita verso est del sedime aeroportuale. Si tratta del parcheggio P6 già previsto dal contratto di programma sottoscritto da Sac ed Enac, ovvero l'ultimo (meramente in ordine numerico) dei sei parcheggi individuati nel masterplan in corso di attuazione. L'importo a base di gara è di € 978.901,66 di cui € 24.403,30 per oneri di sicurezza non soggetti a ribasso. Il termine è fissato per le ore 13:00 del 19 marzo 2018. La prima seduta di gara è prevista per l'inizio della primavera il 21 marzo. La documentazione di gara e gli elaborati tecnici sono disponibili sul sito ufficiale dell'aeroporto di Catania alla sezione bandi. Ti potrebbe interessare: Aeroporto di Catania Fontanarossa | Storia e sviluppi futuri Aeroporto di Catania, 95 milioni di investimenti per il più grande scalo del Sud L’aeroporto di Catania si fa grande: aggiudicati i lavori per il nuovo terminal

Leggi tutto    Commenti 0