Articolo
18 ott 2017

Autostrade Siciliane, 124 milioni dal Patto per il Sud: Regione e CAS si coordinano

di Mobilita Catania

Venerdì 20 ottobre, alle ore 11:30 il CAS e la Regione Siciliana sottoscriveranno la " Convenzione per regolare i rapporti tra Regione Siciliana e Consorzio per le Autostrade Siciliane per l'attuazione delle risorse finanziarie scaturite dal Patto per il Sud necessarie per gli interventi da eseguire nelle autostrade Messina-Palermo e Messina-Catania" per un importo complessivo €124.520.000,00. L’intera somma è stata stanziata dal Fondo Sviluppo Coesione 2014/2020, ed assegnata al CAS con delibera di Giunta di Governo n. 301/2016 e confermata con ulteriore provvedimento di Giunta del 21.01.2017 n.29. Alla firma saranno presenti il Presidente della Regione Siciliana on. Rosario Crocetta e l’attuale Assessore regionale alle Infrastrutture e Mobilità Ing. Luigi Bosco. Ad accoglierli il Presidente del Consorzio Dott. Rosario Faraci. Di seguito la tipologia dei lavori ed i rispettivi costi finanziati:     Per dare concreto avvio all’attuazione del programma degli interventi la Regione Siciliana ha facoltà di avvalersi anche della collaborazione delle amministrazioni pubbliche territorialmente competenti al fine di avviare una convergenza di intenti e sostenere un percorso unitario di intervento sul territorio, finalizzato allo sviluppo economico, produttivo ed occupazionale dell’area, nonché alla sostenibilità ambientale ed alla sicurezza del territorio. In termini pratici sarà cura del Consorzio autostradale: provvedere a redigere i progetti esecutivi, ad appaltare, realizzare e collaudare le opere e a renderle funzionanti (complete ed in uso) nei termini previsti dai relativi cronoprogrammi,; assicurarsi, prima di procedere all’appalto che non sussistano impedimenti alla loro esecuzione; farsi carico degli eventuali incrementi di spesa reperendo ulteriori risorse finanziarie necessarie per bandire le gare e rispettare il termine del 31.12.2019. nominare tutti i diversi Responsabili operativi previsti da norme e direttive in materia; trasmettere i progetti esecutivi approvati nonché il cronoprogramma della spesa; anticipare le risorse con fondi propri per la realizzazione degli interventi; rispettare la normativa comunitaria, nazionale e regionale applicabile sull’ammissibilità delle spese e in materia di lavori pubblici ed affidamento di servizi/forniture; rispettare le clausole del Protocollo di Legalità Carlo Alberto dalla Chiesa. Sarà cura della Regione Siciliana esercitare verifiche, accertamenti, controlli sull’avanzamento e sulla qualità esecutiva delle opere, sul rispetto applicativo della Convenzione stessa.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
12 ott 2017

Rotatoria ospedale Garibaldi, al vaglio soluzioni dopo la nuova chiusura

di Mobilita Catania

Il tratto di rotatoria della Circonvallazione aperto ieri si è dovuto chiudere nuovamente per ragioni di sicurezza, evidenziate dalle rilevazioni effettuate dalle strumentazioni tecniche della ditta appaltante. Nel contempo, su proposta dell'assessore alla Viabilità Rosario D'Agata, la ditta si sta prodigando per effettuare degli interventi strutturali lungo il tratto di circonvallazione che accede alla rotatoria per fare meglio defluire il traffico. L'assessore D'Agata ha anche chiesto all'azienda aggiudicataria dei lavori di costruzione della tratta Nesima-Monte-Po della metropolitana, qualora la situazione perduri con l'obbligata chiusura del tratto di rotatoria, di realizzare ex novo, al centro della rotatoria stessa, un'altra bretella di collegamento per snellire regolarmente il flusso dei veicoli. La situazione viene costantemente monitorata dai vertici dell'Ufficio Traffico Urbano e dal presidio costante di Polizia Municipale. L'interdizione alla circolazione era stata disposta la scorsa domenica mattina dopo la segnalazione da parte dell’impresa CMC, azienda aggiudicataria dei lavori della tratta metropolitana da Nesima a Monte Po, riguardo alcuni cambiamenti di pressione del terreno nei pressi dell’area di cantiere. Gli operai stanno lavorando no-stop per consolidare il terreno instabile tramite iniezione di boiacca, cemento liquido con additivi che viene colato ad alta pressione all’interno delle cavità. Dalla sala di controllo della TBM (fresa meccanica a piena sezione, comunemente chiamata “talpa”) dal diametro di 10 metri, con la quale si sta costruendo e rivestendo la galleria della nuova tratta Nesima-Monte Po, operai specializzati monitorano costantemente i lavori. Lo stop preventivo era stato quindi dettato da motivi precauzionali affinché ogni rischio di cedimento fosse escluso (e, allo stato, in effetti non vi è stato alcun cedimento). La grande talpa, battezzata Agata in onore della Santa patrona della città, si trova attualmente tra le costruende stazioni di Monte Po e Fontana. Nonostante l’imprevisto dovrebbe giungere presso la costruenda stazione Fontana tra qualche settimana per poi terminare la costruzione dell'intero tratto di galleria presumibilmente entro l’anno o le prime settimane del 2018; l’entrata in esercizio della nuova tratta è prevista nell’estate dell'anno venturo.  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
11 ott 2017

La rotatoria della circonvallazione di Catania è stata parzialmente riaperta

di Amedeo Paladino

A distanza di 72 ore dalla chiusura al transito, la rotonda in prossimità dell’ospedale Garibaldi-Nesima , è stata parzialmente riaperta: lo ha comunicato l'assessore alla Viabilità Rosario D'Agata, aggiungendo che la limitazione permarrà per i mezzi pesanti fino a nuova comunicazione. L'interdizione alla circolazione era stata disposta domenica mattina dopo la segnalazione da parte dell’impresa CMC, azienda aggiudicataria dei lavori della tratta metropolitana Nesima-Monte Po, riguardo dei cambiamenti di pressione del terreno nei pressi dell’area di cantiere. Gli operai hanno lavorato no-stop per consolidare il terreno instabile tramite iniezione di boiacca, cemento liquido con additivi che viene colato ad alta pressione all’interno delle cavità. Dalla sala di controllo della TBM (fresa meccanica a piena sezione, comunemente chiamata “talpa”) dal diametro di 10 metri, con la quale si sta costruendo e rivestendo la galleria della nuova tratta Nesima-Monte Po, operai specializzati monitorano costantemente i lavori. Lo stop preventivo era stato quindi dettato da motivi precauzionali affinché ogni rischio di cedimento fosse escluso. La grande talpa, battezzata Agata in onore della Santa patrona della città, si trova attualmente tra le costruende stazioni di Monte Po e Fontana. Nonostante l’imprevisto dovrebbe giungere a Fontana tra qualche settimana per poi terminare la costruzione della galleria presumibilmente entro l’anno; l’entrata in esercizio della nuova tratta è prevista nell’estate 2018.   Ti potrebbero interessare: Metropolitana di Catania | Scheda dell’opera Quale futuro per la metropolitana di Catania? Da Misterbianco a Fontanarossa entro il 2024 Metro, ecco dove saranno le stazioni della nuova tratta Stesicoro-Palestro Metro, tratta Misterbianco-Paternò: ecco dove sorgeranno le stazioni Viaggio nei cantieri metro | A breve completata la prima parte di galleria Nesima-Monte Po La metropolitana di Catania triplica gli utenti in attesa degli imminenti sviluppi della linea  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
08 ott 2017

Circonvallazione Catania: nessun crollo, solo precauzione: la rotonda ospedale Garibaldi resta chiusa per consolidamento

di Amedeo Paladino

La chiusura della rotonda all'altezza dell'ospedale Garibaldi-Nesima avvenuta stamane non è stata detta da crolli o cedimenti, come già scritto da noi di Mobilita Catania, ma è stata disposta sono precauzionalmente. La Polizia Municipale ha provveduto all'inibizione al transito dopo la segnalazione da parte dell’impresa CMC, azienda aggiudicataria dei lavori della tratta metropolitana Nesima-Monte Po, riguardo dei cambiamenti di pressione del terreno nei pressi dell'area di cantiere. Dalla sala di controllo della TBM (fresa meccanica a piena sezione, comunemente chiamata “talpa”) dal diametro di 10 metri, con la quale si sta costruendo e rivestendo la galleria della nuova tratta Nesima-Monte Po, operai specializzati monitorano costantemente i lavori. Lo stop preventivo è stato quindi dettato da motivi precauzionali. Dalla dirigenza Ferrovia Circumetnea, da noi contattata, arriva la conferma che si sta procedendo al consolidamento del terreno instabile tramite iniezione di boiacca, cemento liquido con additivi che viene colato ad alta pressione all'interno delle cavità. La grande talpa, battezzata Agata in onore della Santa patrona della città, si trova attualmente tra le costruende stazioni di Monte Po e Fontana. Nonostante l'imprevisto dovrebbe giungere a Fontana tra qualche settimana per poi terminare la costruzione della galleria presumibilmente entro l'anno; l’entrata in esercizio della nuova tratta è prevista nell’estate 2018. La rotonda in prossimità dell'ospedale Garibaldi-Nesima rimarrà interdetta fino al termine dei lavori di consolidamento che dovrebbero concludersi nella giornata di domani, lunedì 9 ottobre.   Ti potrebbero interessare: Metropolitana di Catania | Scheda dell’opera Quale futuro per la metropolitana di Catania? Da Misterbianco a Fontanarossa entro il 2024 Metro, ecco dove saranno le stazioni della nuova tratta Stesicoro-Palestro Metro, tratta Misterbianco-Paternò: ecco dove sorgeranno le stazioni Viaggio nei cantieri metro | A breve completata la prima parte di galleria Nesima-Monte Po La metropolitana di Catania triplica gli utenti in attesa degli imminenti sviluppi della linea

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
07 ott 2017

Direzione Marittima di Catania, l’ammiraglio Martinez prende il posto di Martello

di Mobilita Catania

Avvicendamento al vertice del Comando direzionale marittimo della Sicilia orientale. Il sindaco Enzo Bianco ha ricevuto nel Palazzo degli Elefanti gli ammiragli Nunzio Martello e Gaetano Martinez che si sono avvicendati al comando direzionale marittimo della Sicilia orientale. Martello lascia Catania per andare a ricoprire a Roma un importante incarico al comando generale.  L'ammiraglio Martinez, originario di Lentini, proviene da Palermo dove ha rivestito il ruolo di direttore marittimo della Sicilia occidentale. Nel corso della sua carriera è stato, fra l'altro, direttore marittimo della Calabria e Basilicata Tirrenica, vice comandante della direzione marittima della Sicilia orientale, comandante della Capitaneria di Porto di Siracusa, di quella di Augusta, dell'Ufficio circondariale marittimo di Riposto. Ringrazio l'ammiraglio Martello, ha detto il Sindaco - per il lavoro svolto in questi anni e in particolare per il contributo decisivo che ha dato per l'apertura del porto, oltre che per l'attività legata ai migranti e all'emergenza sbarchi. Allo stesso tempo ha continuato il primo cittadino do il benvenuto all'ammiraglio Martinez che saprà tenere alto il livello di gestione di un territorio che conosce bene.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
04 ott 2017

Controlli autovelox per il rispetto dei limiti di velocità, i presidî di Ottobre

di Mobilita Catania

La direzione del Corpo di Polizia Municipale informa di aver disposto presidî mobili di controllo con l’uso di Autovelox in vari siti della città, come previsto dal decr. pref. 45/2006 e successive integrazioni, per garantire la sicurezza della circolazione dei veicoli e dei pedoni attraverso il rispetto dei limiti di velocità. Inoltre dal 2015 è attivo il sistema di rilievo di infrazioni al codice della strada (soste irregolari) nelle strade del territorio comunale, con apparecchiatura “Street Control”, al fine di migliorare la circolazione e la tutela della sicurezza urbana; al seguente articolo potete consultare  l’elenco delle zone e degli itinerari che saranno periodicamente oggetto di controllo - Street Control: l’elenco delle strade in cui transiterà. I viali Lorenzo Bolano, Felice Fontana, Ruggero di Lauria, Odorico da Pordenone e via Don Minzoni sono quotidianamente presidiati da pattuglie di vigili urbani con turni che ricoprono l’intero arco della giornata. Ecco il calendario di ottobre dei controlli autovelox: Viale Artale Alagona (giorno  4 - 6 - 9 - 11 - 18 - 24 - 25 - 27) Viale Lorenzo Bolano (giorno  1 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7 - 8 - 10 - 11 - 12 - 13 - 14 - 15 - 16 - 17 - 18 - 19 - 20 - 21 - 22 - 23 - 24 - 25 - 26 - 27 - 28 - 29 - 30 - 31) Via Don Minzoni (giorno  3 - 5 - 12 - 17 - 19 - 26 - 31) Viale Ruggero di Lauria (giorno  2 - 10 - 13 - 20)

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
02 ott 2017

Misterbianco primo per raccolta differenziata tra i grandi comuni siciliani

di Mobilita Catania

I dati ufficiali della Regione Siciliana incoronano il comune etneo come il primo comune in Sicilia tra quelli con una popolazione superiore ai 48.000 abitanti, per raccolta differenziata nel primo quadrimestre del 2017 con una percentuale del 59,21%. Un dato più che soddisfacente che conferma quelli resi noti dal comune da oltre un anno a questa parte che adesso messi a confronto con i comuni siciliani di uguale grandezza o superiore; sui 390 comuni siciliani, sono 17 quelli che hanno una popolazione pari o superiore a 48 mila abitanti. Il comune di Misterbianco è il terzo comune per popolazione residente dopo Catania ed Acireale ma è l’unico ad avere anche un numero di frazioni elevato e con una densità abitativa per singola frazione altissima che aumenta le difficoltà della raccolta. “E’ un grande risultato – ha dichiarato il sindaco Di Guardo – che ci ripaga degli sforzi portati avanti in questi anni e che ci spinge a fare ancora meglio, non tanto per la difesa del primato che ci vede primi in tutta la regione, ma per rendere il nostro ambiente ancora più ecologico e vivibile. Noi per assurdo siamo quelli che contribuiamo di più a differenziare ed in cambio abbiamo una fonte inquinante da trenta anni a ridosso del nostro centro abitato. Abbiamo un territorio abitato vastissimo e frastagliato – continua il sindaco Di Guardo – che ci obbliga a raddoppiare gli sforzi, ma sono convinto che con l’aiuto dei cittadini che hanno compreso l’importanza di differenziare i rifiuti, andremo ancora avanti.”

Leggi tutto    Commenti 1

Ultimi commenti