Articolo
14 giu 2018

Ferrovia Circumetnea: nuovi orari estivi per il servizio ferroviario e le autolinee

di Mobilita Catania

La Ferrovia CircumEtnea ha comunicato e pubblicato i nuovi orari estivi del servizio ferroviario e dei servizi autolinee in vigore dal 12 giugno al 10 settembre 2018. Ferrovia Linea Catania-Paternò-Adrano-Randazzo-Riposto: consultabile a questo link orario estivo 2018 Metropolitana: i treni partono tutti i giorni feriali dai capilinea Nesima e Stesicoro. Le prime corse sono, da lunedì a sabato, alle ore 6:40 da Nesima e alle ore 7:00 da Stesicoro; le ultime, da lunedì a venerdì, alle ore 20:45 da Nesima e alle ore 21:10 da Stesicoro (rispettivamente alle 00:00 e alle 00:30 il sabato notte). La frequenza è di una corsa ogni 10 minuti fino alle ore 15:10 e, quindi, di una corsa ogni 15 minuti fino a termine esercizio. Qui potete consultare gli Orari metropolitana di Catania. Autolinee  Autolinea Randazzo-Bronte-Adrano-Paterno'-Belpasso-Misterbianco-Catania: consultabili a questo link 1A- ORARIO RAND. AD. BELPASSO. CATANIA estivo 2018 Autolinea Randazzo-Castiglione-Linguaglossa-Catania: consultabili a questo link 2 ORARIO. RANDAZZO - CASTIGLIONE - GIARRE - CATANIA ESTIVO 2018 Autolinea Paternò-Belpasso: consultabili a questo link 3 ORARIO. PATERNO' - BELPASSO ESTIVO 2018 Autolinea Lineri-Catania: consultabili a questo link 4 ORARIO LINERI - CATANIA ESTIVO 2018 Navetta Belpasso-Camporotondo Piano Tavola-Misterbianco Centro-Parcheggio Scambiatore Nesima: consultabili a questo link 7 ORARIO ESTIVO 2018 - NAVETTA - STAZIONE METRO NESIMA - PIANO TAVOLA - BELPASSO Navetta Bus/Metro Stazione Metro Nesima-Centro Commerciale Centro Sicilia: consultabili a questo link 8 ORARIO ESTIVO 2018 NAVETTA METRO NESIMA CENTRO SICILIA Autolinea Randazzo-Linguaglossa-Piedimonte-Marina Di Cottone-Mascali (Via Spiaggia)-Riposto: consultabili a questo link 8 ORARIO ESTIVO 2018 NAVETTA METRO NESIMA CENTRO SICILIA Metro Shuttle: consultabili a questo link ORARIO METRO SHUTTLE

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
20 feb 2018

“M’illumino di meno” a Catania: tour pedonale e servizi metro e 504M gratuiti

di Amedeo Paladino

Torna venerdì a Catania "M'illumino di meno": il comune aderisce alla XIV campagna nazionale ideata da "Caterpillar" di Rai Radio2 per sensibilizzare su risparmio energetico ed ecosostenibilità. Tra le iniziative della manifestazione, realizzata anche con la collaborazione di Amt, Ferrovia Circumetnea e varie associazioni, è previsto un itinerario pedonale lungo siti e piazze del centro storico che per l'occasione spegneranno le loro luci. La manifestazione nazionale "M'illumino di meno" torna a Catania venerdì 23 febbraio. Il Comune ha aderito alla XIV edizione della campagna ideata dalla trasmissione "Caterpillar" di Rai Radio2 e realizzata in collaborazione con il Fai (Fondo ambiente italiano) per sensibilizzare su risparmio energetico e stili di vita sostenibili. Molteplici le iniziative che l'Amministrazione comunale ha promosso, in linea con il tema di quest'anno incentrato sulla mobilità sostenibile, e in particolare sulla necessità del camminare "perché sotto i nostri piedi c'è la Terra e per salvarla bisogna cambiare passo". Il cuore dell'evento è un tour pedonale del centro storico che nel pomeriggio attraverserà le piazze dell'Università, del Duomo - con il monumento dell'Elefante-, e Dante. In quest'occasione nelle tre piazze le luci si spegneranno.  Il tour include anche la Chiesa di San Nicolò l'Arena con un itinerario al buio, curato dal personale della direzione Cultura, al termine del quale è previsto un momento musicale sottolineato dalle note dell'organo di Donato del Piano. Ma sono diverse le attività di mobilità sostenibile in programma, realizzate anche con la collaborazione di Amt e Fce, che mettono a disposizione dei partecipanti alcuni servizi gratuiti, e di associazioni di categoria e operatori del settore. Si inizia alle 16.30, con un raduno di ciclisti in piazza Europa (presso la Torretta saracena) per un itinerario con tappa al parcheggio R1 di via Plebiscito dove, dalle 17.30 alle 17.45, è prevista una sosta dedicata alle opere di Street Art  realizzate nella rimessa degli autobus. Alle ore 17.45 partirà la navetta gratuita dell'Amt, n.504,  alla volta di Piazza Stesicoro (sarà comunque possibile usufruire del trasporto gratuito con il 504 dalle 16.30 alle 20.30, ogni 10 minuti). I ciclisti potranno lasciare le loro bici gratuitamente nella rimessa. Per l'occasione inoltre, a partire dalle 17 e sino a fine turno, la Fce metterà a disposizione, sempre gratuitamente, i servizi della metropolitana. Il calendario del pomeriggio prosegue con il raduno in piazza Stesicoro, alle ore 18, di tutti i partecipanti alla manifestazione, arrivati sia con il bus navetta che a piedi,  in bici o con mezzi propri, per un tour pedonale che partirà alle  18.15 per raggiungere piazza Dante, attraverso le piazza Università e Duomo e le Terme della Rotonda. Durante il tragitto verranno "oscurati" alcuni monumenti di particolare valenza storico-culturale e cioè: i candelabri di piazza Università, alle ore 18.45, il monumento dell'Elefante in piazza Duomo, alle 19. Da Piazza Duomo, alle ore 19.15,  il tour continuerà lungo via San Giuseppe al Duomo, via e Scalinata Alessi, via Crociferi, via dei Gesuiti, e Terme della Rotonda, dove si farà una breve sosta per poi proseguire per piazza Dante. Alle 19.40 è prevista la visita guidata della Chiesa San Nicolò l'Arena, con un itinerario in penombra e alle 20 saranno eseguiti da due musicisti alcuni brani all'organo di Donato del Piano. In occasione dell'evento, come ricordato, al fine di  incentivare l'utilizzo del trasporto pubblico, la Fce metterà a disposizione gratuitamente il servizio della metropolitana dalle ore 17 sino a fine turno, mentre, dalle ore 16.30 alle ore 20.30 sarà possibile utilizzare, sempre gratuitamente, il bus navetta 504 dell'Amt che collega, con frequenza ogni 10 minuti, piazza Stesicoro con il parcheggio R1 "Plebiscito" di via Plebiscito n.747, dove i ciclisti potranno anche lasciare le loro bici. La manifestazione è realizzata con la collaborazione di Amt, Fce e di varie associazioni che inoltre parteciperanno alle attività programmate: Legambiente, Mobilita Catania, Mobilità Sostenibile Catania, FIAB Catania, MontainBike Sicilia, Cittadinanza Attiva, Etna Viva in Bici, FIAB Sicilia Coordinamento Regionale, Mongibello Team FIE, BradipiOnBike, Etna e Dintorni, Catania in Bici, Etna Free Bike, WWF.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
13 dic 2017

Metropolitana di Catania, un questionario di gradimento per migliorare il servizio

di Andrea Tartaglia

Solo un anno fa, la metropolitana di Catania era un mezzo di trasporto per pochi intimi, complice l'esiguità del tracciato, con solo alcune centinaia di migliaia di utenti nel corso di tutto il 2016. Quest'anno, nel solo mese di ottobre è stato eguagliato il dato dei passeggeri di tutto l'anno precedente e il 2017 si appresta a concludersi con oltre tre milioni di utenti: un numero che si prevede di raddoppiare già dall'anno prossimo. D'altra parte, i catanesi ci hanno messo poco, adesso che il tracciato è più esteso e collega il centro con la periferia, a scoprire la comodità di quella che è la più efficiente tipologia di mezzo pubblico: la metropolitana è il mezzo più veloce, più puntuale e con maggiore capacità di trasporto passeggeri. Ma non basta: gli aspetti da migliorare sono tanti e alcuni ve li avevamo già proposti con quest'articolo. Tra questi, rientrano sicuramente temi come l'orario di esercizio e l'apertura nei giorni festivi, nonché la possibilità di tornare a poter usufruire della fermata Porto, chiusa da un anno. Per questo, la Ferrovia Circumetnea, che gestisce la metropolitana di Catania, ha predisposto un questionario di gradimento da sottoporre all'utenza, reperibile anche in formato cartaceo nelle stazioni metro, del quale qui vi forniamo il link per poter procedere alla compilazione direttamente on line. Partecipare in modo sincero e costruttivo significa contribuire a migliorare il servizio: gli utenti della metropolitana etnea non si faranno sfuggire questa utilissima occasione. Foto di copertina di Sevy Vallarelli Ti potrebbero interessare: Metropolitana di Catania | Scheda dell’opera Quale futuro per la metropolitana di Catania? Da Misterbianco a Fontanarossa entro il 2024 Metro, ecco dove saranno le stazioni della nuova tratta Stesicoro-Palestro Metro, tratta Misterbianco-Paternò: ecco dove sorgeranno le stazioni Metropolitana Misterbianco-Paternò: potenzialità e scenari futuri per lo sviluppo del territorio  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
08 dic 2017

Il 2017 terminerà con la metropolitana aperta e tre milioni di passeggeri: quale sarà il futuro prossimo?

di Mobilita Catania

Oggi, 8 dicembre, festa dell'Immacolata Concezione, la metropolitana di Catania sarà aperta dalle 8:30 (prima corsa in partenza da Nesima) fino alle 21:00 (ultima corsa in partenza da Stesicoro) con frequenza delle corse di 15 minuti; con le stesse modalità, la metropolitana sarà aperta anche nelle domeniche 10, 17 e 24 dicembre. Anche per San Silvestro, domenica 31 dicembre, verrà eccezionalmente svolto il servizio viaggiatori della metro dalle 8:30 (prima corsa in partenza da Nesima) fino alle 2:00 del mattino di capodanno (ultima corsa in partenza da Stesicoro), anche in questo caso con frequenza delle corse di 15 minuti. Eccezion fatta, dunque, per Natale e Santo Stefano, il 2017 si chiuderà con la metropolitana aperta tutti i giorni (i sabati fino a mezzanotte e mezza). Si può già affermare che l'anno che sta per concludersi sia il migliore nella storia della metro etnea, e non poteva essere altrimenti grazie ai nuovi km di linea aperti al pubblico tra dicembre 2016 e il marzo scorso. La Ferrovia Circumetnea ha infatti fornito alcuni dati sul numero di viaggiatori che nel corso di quest'anno ha preferito la metropolitana come mezzo per muoversi in città: nel solo mese di ottobre si sono registrati seicentomila passeggeri, raggiungendo complessivamente il numero dei viaggiatori dell’intero anno 2016. Il 2017, inoltre, si chiuderà con 3.000.000 di passeggeri, un record per la metropolitana e dato assai significativo nell'ambito di tutti i servizi offerti dalla Circumetnea: basti pensare che il 2016 si era chiuso con 3.500.000 di viaggiatori spalmati su tutte le tipologie di trasporto Fce: autobus, metropolitana leggera di superficie (la cosiddetta "littorina") e metropolitana. Il grande merito dello sviluppo della metropolitana è certamente derivato, come detto, dall'apertura delle nuove tratte: la Galatea-Stesicoro, in funzione dal 20 dicembre 2016, e la tratta Borgo-Nesima, aperta al pubblico dal 31 marzo di quest'anno. Un altro importante impulso è stato dato anche dall'attivazione, il 25 settembre scorso, del metro Shuttle, ossia la navetta della Circumetnea che collega la stazione della metropolitana Milo (con annesso parcheggio) al parcheggio scambiatore Santa Sofia, servendo lungo il tragitto la cittadella universitaria. Un numero di viaggiatori che sarà sicuramente incrementato il prossimo anno con l'apertura di tre nuove stazioni: Cibali, Fontana e Monte Po, a cui potrebbe aggiungersi anche la stazione del Porto, ex capolinea sud, chiusa ormai da quasi un anno. La stazione di Cibali è l’unica ancora da completare lungo la linea attuale Nesima-Stesicoro. I lavori sono attualmente fermi per la crisi che sta attraversando l’impresa appaltatrice Tecnis; restano da ultimare i lavori di rifinitura del mezzanino e delle discenderie. La stazione di Cibali ha un’importanza notevole nell’ambito della mobilità catanese: a poca distanza da essa si trovano, infatti, lo stadio Angelo Massimino, la sede storica della Facoltà di Agraria dell’Università di Catania (in via Valdisavoia) e il Liceo Scientifico “Principe Umberto”, sito in largo Filippo Raciti. La stazione del Porto, invece, è stata provvisoriamente chiusa con l'attivazione della tratta Galatea-Stesicoro, per permettere alcuni lavori di manutenzione sulla linea ferroviara di superficie ancora, in parte, da eseguirsi. È intenzione della Fce riaprire la stazione alla luce della posizione strategica in cui si trova, a servizio del porto che è sempre più meta cittadina di svago oltre che scalo marittimo, nonché di siti di interesse come la facoltà di Scienze Politiche e il Convitto Cutelli. Nel frattempo, procedono i lavori di realizzazione della tratta Nesima-Monte Po, con la stazione intermedia Fontana che sarà direttamente collegata all'Ospedale Garibaldi nuovo: la conclusione dei lavori e l’entrata in esercizio sono previste per l'inizio dell'estate dell'anno venturo. Ma il grande obiettivo, ormai a medio temine, che rivoluzionerà la metropolitana catanese è fissato tra il 2023 e il 2024, quando si prevede di poter andare in metro da Misterbianco all’aeroporto di Fontanarossa, passando per il centro di Catania: per raggiungere questo scopo la Fce metterà sul piatto 600 milioni di investimenti e conta di trasportare, con quest'assetto, circa 40 milioni di passeggeri annui. Ti potrebbero interessare: Metropolitana di Catania | Scheda dell’opera Quale futuro per la metropolitana di Catania? Da Misterbianco a Fontanarossa entro il 2024 Metro, ecco dove saranno le stazioni della nuova tratta Stesicoro-Palestro Metro, tratta Misterbianco-Paternò: ecco dove sorgeranno le stazioni Metropolitana Misterbianco-Paternò: potenzialità e scenari futuri per lo sviluppo del territorio  

Leggi tutto    Commenti 3
Articolo
04 dic 2017

La metropolitana di Catania aperta le domeniche natalizie contro il traffico cittadino

di Mobilita Catania

Il Direttore Generale della Ferrovia Circumetnea Alessandro Di Graziano, intervenuto questa mattina al convegno "Crescere con le infrastrutture in Sicilia", organizzato dal dipartimento di Ingegneria Civile e Architettura dell'Università di Catania, ha confermato l'apertura straordinaria della metropolitana per le tre domeniche prima di Natale nonché per la Festa dell'Immacolata Concezione. I giorni interessati, dunque, saranno venerdì 8 dicembre e le domeniche 10, 17 e 24 dicembre. La richiesta era stata avanzata nelle scorse settimane dal Sindaco di Catania Enzo Bianco ed è stata accolta dal Commissario della Ferrovia Circumetnea, Virginio Di Giambattista: questo permetterà di raggiungere più facilmente il centro storico, senza la difficoltà di affrontare il traffico cittadino e la ricerca del parcheggio, valorizzando inoltre la sua offerta commerciale. Nei giorni festivi, la prima corsa sarà alle 8:30 da Nesima e l'ultima alle 21:00 da Stesicoro. Nei giorni feriali, la fascia di esercizio sarà quella canonica con prima corsa da Nesima alle 6:40 e ultima corsa da Stesicoro alle 21:10 (00:30 il sabato notte). Ti potrebbe interessare: Metropolitana di Catania | Storia e sviluppi futuri    

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
16 nov 2017

Una nuova fermata per Metro Shuttle: da oggi servito l’ospedale San Luigi

di Amedeo Paladino

Il servizio Metro Shuttle, ossia la navetta della Circumetnea che collega la stazione della metropolitana Milo (con annesso parcheggio) al parcheggio scambiatore Santa Sofia, servendo lungo il tragitto la cittadella universitaria, cresce ogni giorno di più dal suo esordio a fine settembre, modificando le abitudini di spostamento di molti cittadini e studenti fuorisede. La Ferrovia Circumetnea, dando seguito alle richieste degli utenti, informa che da oggi, giovedì 16 novembre, sarà attivata la fermata San Luigi, sita in corrispondenza dell’omonima struttura, per le corse in partenza dalla stazione metropolitana Milo con destinazione il parcheggio Santa Sofia. La fermata, inoltre, permette anche di scambiare agevolmente col BRT1 diretto al Parcheggio Scambiatore Due Obelischi. Il percorso del mezzo prevede 10 fermate, coprendo due ampie fasce orarie: dalle ore 07:00 alle ore 15:00 con frequenza di 10 minuti e dalle ore 15:00 alle ore 19:20 con frequenza di 20 minuti. stazione metropolitana MILO (capolinea) Ospedale San Luigi / Fermata BRT1 viale Andrea Doria Cittadella Universitaria est Policlinico est Dipartimento di Agricoltura Parcheggio SANTA SOFIA Policlinico ovest Cittadella Universitaria ovest stazione metropolitana MILO (capolinea) Il servizio è disponibile tutti i giorni feriali ed è gratuito per tutti i possessori di un qualsiasi biglietto valido per l’utilizzo della Metropolitana di Catania. Il servizio Metro Shuttle è pensato per  gli studenti e lavoratori della Cittadella Universitaria e del Policlinico, ma è senz’altro utile a coloro che provengono dai paesi della fascia nord di Catania come San Giovanni Galermo, Gravina di Catania, Mascalucia, Nicolosi che potranno utilizzare il parcheggio gratuito (solo se si utilizza la navetta) di via Santa Sofia al solo costo di un titolo di viaggio FCE (biglietto o abbonamento). I tempi di percorrenza, dal Parcheggio di Santa Sofia alla stazione Milo sono di circa 10 minuti, 25 se si considera il tratto fino al centro con la metropolitana.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
08 nov 2017

AMT Catania, superare i confini comunali e offrire un servizio complementare alla metro: gli obiettivi della nuova Presidenza

di Mobilita Catania

Sono stati messi in strada oggi i primi 3 autobus Iveco Cityclass, acquistati di seconda mano dall'ATM di Milano. I mezzi andranno a migliorare la frequenza di alcune linee portanti del servizio fornito  dell'AMT, rafforzando il 2-5, il BRT1, il Librino Express e l'830 che negli scorsi mesi sono state fortemente penalizzate dalla carenza di autobus in uscita dalla rimessa. Noi di Mobilita Catania abbiamo incontrato l'avvocato Puccio La Rosa, alla sua seconda esperienza al vertice dell'AMT, per fare il punto sugli obiettivi di rilancio dell'azienda. Secondo il presidente AMT l'acquisto dei mezzi di seconda mano costituisce una politica tampone per poter garantire ai cittadini/utenti un servizio sufficiente: sono nelle ultime settimane dalla rimessa di Pantano D'Arci escono quotidianamente più di 100 autobus contro i 73 autobus che circolavano ad inizio settembre. Entro il periodo pre-natalizio, ci saranno circa a 120/130 bus circolanti, questo grazie al lavoro effettuato dal settore Officina e Movimento di AMT; il più consistente miglioramento del parco mezzi dell'azienda avverrà a partire dal primo semestre quando verranno progressivamente forniti e messi in esercizio 42 nuovi autobus, per i quali è stato già pubblicato il bando di gara. La volontà della dirigenza AMT è fornire un servizio complementare a quello fornito dalla Ferrovia Circumetnea attraverso la metropolitana, per questo motivo sono allo studio delle soluzioni per collegare alcuni quartieri con le stazioni metro. Su questo aspetto, a nostro avviso, non è più rinviabile un'integrazione degli abbonamenti AMT e metropolitana, che vada ad aggiungersi al biglietto integrato già disponibile per gli utenti. Il presidente La Rosa ha espresso l'intenzione di far diventare metropolitano il servizio fornito dall'azienda, superando i confini del comune di Catania per creare progressivamente nuovi collegamenti con l'hinterland; il progetto dovrà prevedere una rimodulazione e riordino delle linee attualmente in vigore. L'azienda potrà sfruttare le risorse provenienti dal Programma Operativo Nazionale (PON) “Città Metropolitane 2014 – 2020": nel 2018 attraverso un investimento di circa un milione e mezzo verrà potenziata infrastrutturalmente la linea BRT1 che allo stato attuale non riesce più a garantire l’efficienza che la aveva caratterizzata nella prima fase dopo il suo esordio. Lo sviluppo della linea metropolitana e l'auspicabile miglioramento del servizio di passante ferroviario,  può -e deve- essere l’occasione propizia per un riordino del trasporto pubblico sul gommato da riorganizzare come servizio complementare, integrato, efficiente e sostenibile da un punto di vista economico, ambientale e sociale. L’Azienda Metropolitana Trasporti finora è risultata la grande assente di questa rivoluzione dei trasporti. A nostro avviso la riorganizzazione dei servizi è quindi inderogabile e va effettuata tenendo conto della minore disponibilità di finanziamenti da investire sul servizio.

Leggi tutto    Commenti 0

Ultimi commenti