Ultimi post
  • 22 gen 2017

    Peggioramento delle condizioni meteo, domani scuole chiuse a Catania e Acireale

    di Mobilita Catania

    Peggioramento delle condizioni meteo sulle province di Siracusa e Catania, con piogge e rovesci diffusi nelle ultime ore anche a Catania Il Dipartimento Regionale della Protezione Civile ha reso noto che dalla mezzanotte di oggi, domenica 22 gennaio 2017, fino alle 24,00 di lunedì 23 gennaio 2017, sul territorio del Comune di Catania scatterà l'allerta meteo "rosso". Si prevedono forti piogge e temporali, raffiche di vento, fulmini e locali grandinate e mare mosso. Il sindaco di Catania Enzo Bianco, dopo una consultazione con gli esperti della Protezione civile, ha confermato l'ordinanza che prevede che l'attività didattica nelle scuole di Catania domani sarà sospesa a scopo precauzionale. Nell'ordinanza si dispone anche il divieto di circolazione dei mezzi a due ruote, che non potranno dunque circolare fino alle 24 di domani. Sono ancora attive tutte le procedure previste in questi casi: mantenuti i presidi operativi ed è in funzione il Centro operativo comunale (Coc) che, secondo quanto prevede il Piano di emergenza della città di Catania, sta coordinando tutte le operazioni di Protezione civile. A partire da alla mezzanotte di oggi, e per tutta la giornata di lunedì, i cittadini catanesi sono invitati alla massima prudenza, a uscire di casa il meno possibile, a non sostare nei piani al di sotto della sede stradale e a utilizzare solo in caso di estrema necessità i mezzi privati e di conseguenza a preferire quelli pubblici. Per ogni segnalazione si potrà chiamare il numero 095/484000, che corrisponde al Centro segnalazione emergenze, attivo 24 ore su 24, oppure ai numeri 095/7101148-49-50-55. Si potranno inviare anche email all'indirizzo mailto:protezionecivile@comune.catania.it">protezionecivile@comune.catania.it Anche il sindaco di Acireale ha predisposto per domani la chiusura di strutture sportive, parchi, cimitero e scuole e  raccomanda a tutti la massima prudenza negli spostamenti evitando le strade vicino ai torrenti. AGGIORNAMENTO: Il sindaco di Calatabiano ha predisposto, per domani 23 gennaio, la chiusura di tutte le scuole di ogni ordine  e grado aventi sede nel territorio di Calatabiano. Il sindaco di Adrano Pippo Ferrante ha annunciato di aver disposto la chiusura del cimitero, della villa comunale e delle scuole di ogni ordine e grado presenti sul territorio comunale a causa dell’allerta meteo di colore rosso diramato dal Dipartimento Regionale di Protezione Civile. Il sindaco di Piedimonte Etneo ha disposto la chiusura di tutte le scuole, di ogni ordine e grado. Altri comuni interessati alla chiusura delle scuole sono: Aci Catena, Belpasso, Paternò, Aci Sant'Antonio, Mascalucia, Misterbianco e San Gregorio. L'Università di Catania, in una nota, comunica la sospensione  a titolo precauzionale  di tutte le attività didattiche (lezioni, esami, esercitazioni e altro) previste nei dipartimenti dell'Università di Catania e nella Scuola Superiore di Catania. Per chi deve prendere un aereo consigliamo di recarsi in aeroporto con largo anticipo (almeno due ore prima).

    Leggi tutto
  • 21 gen 2017

    Allerta meteo con codice rosso da mezzanotte a Catania

    di Mobilita Catania

    Il Dipartimento Regionale della Protezione Civile ha reso noto che dalla mezzanotte di oggi, sabato 21 gennaio 2017, sul territorio del Comune di Catania scatterà l'allerta meteo "rosso" Si prevedono forti piogge e temporali, raffiche di vento, fulmini e locali grandinate e mare mosso. Il pericolo sarà rappresentato, a Catania, anche dal riversarsi a valle dell'acqua piovana e da quella dello scioglimento della neve proveniente dall'Etna. Sono quindi state attivate tutte le procedure previste in questi casi. Sono già stati attivati i presidi operativi ed è entrato in funzione il Centro operativo comunale (Coc) che, secondo quanto prevede il Piano di emergenza della città di Catania, coordinerà tutte le operazioni di Protezione civile. A partire dalla mezzanotte di oggi, e per tutta la giornata di domenica, i cittadini catanesi sono invitati alla massima prudenza, a uscire di casa il meno possibile, a non sostare nei piani al di sotto della sede stradale e a utilizzare solo in caso di estrema necessità i mezzi privati e di conseguenza a preferire quelli pubblici, evitare di utilizzare i mezzi a due ruote. Per ogni segnalazione si potrà chiamare il numero 095/484000, che corrisponde al Centro segnalazione emergenze, attivo 24 ore su 24, oppure ai numeri 095/7101148-49-50-55. Si potranno inviare anche email all'indirizzo protezionecivile@comune.catania.it. Annullata l'apertura di Palazzo degli Elefanti come pure tutte le iniziative organizzate Comune previste per domani, domenica 22 gennaio 2017. Ecco quanto è stato riportato dalla protezione civile: AVVISO RISCHIO IDROGEOLOGICO E IDRAULICO - VALIDITA': dalle ore 16:00 di oggi 21 gennaio fino alle ore 24:00 di domani 22 gennaio 2017CONDI-METEO AVVERSE: SI PREVEDE IL PERSISTERE DI VENTI DI BURRASCA O BURRASCA FORTE DAI QUADRANTI ORIENTALI, IN RAPIDA ESTENSIONE. PRECIPITAZIONI SPARSE, TENDENTI A DIFFUSE CON FENOMENI A PREVALENTE CARATTERE DI ROVESCIO O TEMPORALE. I FENOMENI SARANNO ACCOMPAGNATI DA ROVESCI DI FORTE INTENSITA’, FREQUENTE ATTIVITA’ ELETTRICA EFORTI RAFFICHE DI VENTOAl seguente link potete consultare, giornalmente, gli Avvisi regionali di protezione civile http://bit.ly/1YM8d9pLa SORIS (Sala Operativa Regionale Integrata Siciliana) della Protezione Civile della Regione Siciliana risponde H24 al numero verde 800 40 40 40

    Leggi tutto

Leggi tutti

03 gen 2017

Microdiscariche e incendi: in via Umberto un altro episodio

Il rapporto tra i catanesi e i rifiuti urbani rimane difficile. La raccolta differenziata avviata nell'autunno del 2015 è ormai giunta al sesto step, interessando tutta l'area in cui la gestione è di competenza diretta degli operatori comunali e non dell'azienda Ipi-Oikos. Le modalità di implementazione della raccolta differenziata porta a porta solo a una porzione della città sta comportando molte criticità: sono i frequenti i casi in cui nello stesso isolato convive il nuovo sistema di conferimento e ritiro e i vecchi cassonetti. È la situazione di via Umberto nel tratto compreso tra piazza Principessa Iolanda e il viale Africa in cui una parte dei cittadini è passata al nuovo sistema, mentre la restante conferisce i rifiuti nel cassonetto. Nel mese di novembre, proprio in coincidenza con il sesto step della differenziata, i cassonetti di via Umberto all'incrocio con via Calatafimi sono stati presi d'assalto dai domiciliati nella zona del conferimento porta a porta, comportando un esubero di rifiuti nei cassonetti. La notte del 16 novembre dei vandali hanno dato alle fiamme i cassonetti, provocando un incendio che data l'enorme quantità di rifiuti ha raggiunto il primo e bruciato le saracinesche degli uffici della Prefettura. Il Comune ha quindi eliminato i cassonetti in via Umberto, aumentandone il numero in via Pietro Mascagni, ad appena 100 metri. Purtroppo l'inciviltà di alcuni catanesi ha avuto la meglio, trasformando il marciapiede dove erano collocati precedentemente i cassonetti in una discarica abusiva che pochi giorni fa è stata nuovamente incendiata. Le responsabilità sono in primis degli stessi cittadini che non hanno adempiuto alle regole del nuovo sistema di raccolta e per di più hanno trasformato il marciapiede in una microdiscarica abusiva, e a nulla sono valsi gli avvisi, che invitano a non gettare i rifiuti, affissi da altri catanesi più rispettosi delle regole della convivenza civile. Le inefficienze sono causate anche dalle modalità d'implementazione del nuovo sistema di raccolta che ha creato queste "zone spartiacque": un problema che si risolverà solo con il passaggio al porta a porta su tutto il territorio comunale. Ti potrebbe interessare: Raccolta differenziata: lunedi altro step | INFO E DETTAGLI  

Leggi tutto
17 gen 2017

Lungomare Liberato in occasione del Carnevale: richiesta del comitato all'amministrazione

Pochi giorni fa, è stato comunicato il calendario del Lungomare Liberato per il 2017 di cui vi abbiamo messo al corrente; tra queste date non è presente un'edizione coincidente con il carnevale come invece è avvenuto negli anni passati. Per questo motivo il comitato Lungomare Liberato, consultandosi con gli iscritti alla pagina, ha deciso di fare una richiesta all'amministrazione comunale chiedendo la possibilità di spostare la data di Febbraio, prevista per giorno 12 al giorno 26, ovvero la domenica di carnevale. Gli anni passati le edizioni di carnevale sono state molto allegre e partecipate, diventando una tradizione nella nostra città: sarebbe un peccato perdere dopo averla coltivata riscontrando successo. Qui un video dell'edizione del 2015: Secondo i promotori dell'evento, sposato poi dall'amministrazione, il calendario per il 2017 potrebbe quindi diventare il seguente con anche la data dei primi di marzo (troppo vicina a carnevale) spostata a maggio: Domenica 26 febbraio dalle ore 10 alle ore 18  (carnevale)Domenica 2 aprile  dalle ore 10 alle ore 20Domenica 7 maggio dalle ore 10 alle ore 20Domenica 21 maggio dalle ore 10 alle ore 21 Domenica 4 giugno dalle ore 10 alle ore 21Domenica 2 luglio dalle ore 10 alle ore 22Domenica 6 agosto dalle ore 10 alle ore 22Domenica 17 settembre dalle ore 10 alle ore 20Domenica 1 ottobre dalle ore 10 alle ore 20Domenica 5 novembre dalle ore 10 alle ore 18Domenica 3 dicembre dalle ore 10 alle ore 18 L'augurio è che questa proposta venga accettata per dare un'ulteriore punto di ritrovo e divertimento per le maschere di carnevale alla città di Catania.

Leggi tutto
  • peppe2994
    La circumetnea è consigliata per i turisti?
    Con i nuovi treni la visibilità rimane comunque buona?

    Altra cosa, se lascio la macchina a Riposto od a Catania, c'è qualche linea ferroviaria che colleghi le due località?
    LEGGI Commenti 4
    06 feb 2016 10:05
  • metrolavico
    Complimenti per il sito, bella grafica e ben fornito di informazioni. Ottimo lavoro!
    LEGGI Commenti 1
    13 lug 2015 13:24
  • Chiara Paparo
    Complimenti per l'iniziativa e buon lavoro!!! :)
    (l'idea di uno "spazio di partecipazione", mi fa pensare a Gaber... mi piace!!!)
    LEGGI Commenti 1
    06 mag 2015 12:49
  • Giulio Di Chiara
    LEGGI Commenti 0
    06 mag 2015 09:45
  • lucastop
    Ciao a tutti.
    Ho letto la vostra storia e mi chiedevo: ma a Catania c'è mai stata una riunione di tutte le associazioni attive sul territorio? Esiste una lista aggiornata?
    ;)
    LEGGI Commenti 1
    03 mag 2015 11:44