Articolo
08 feb 2017

Due cantieri al via al tondo Gioeni: firmati i contratti per l’inizio dei lavori

di Amedeo Paladino

Il nodo Gioeni dopo quasi tre anni dalla demolizione del vecchio cavalcavia rimane un capitolo irrisolto per la viabilità di penetrazione in città. L'assessore ai Lavori Pubblici Luigi Bosco annuncia l'inizio dei lavori per l'abbellimento del muro del Tondo Gioeni e della bretella di via Roberto Giuffrida Castorina che dovrebbero essere completati in sei mesi Attraverso l'articolo de "La Sicilia" di oggi a firma di Cesare La Marca, l'assessore fa sapere che i contratti con le imprese aggiudicatarie sono stati firmati e con ogni probabilità partiranno la prossima settimana. I cantieri che partiranno contestualmente hanno però finalità diverse. La  progettazione della sistemazione artistico-architettonica della rotatoria del Tondo Gioeni è stata affidata all'architetto Francesco Ugo Mirone, lo stesso che ha curato la progettazione del verde e dell’arredo urbano dell’area di piazza Bellini,  Le risorse provengono da un residuo mutuo della Cassa Depositi e Prestiti, anni addietro destinato ai “Lavori di realizzazione di due tratti di piste ciclabili tra la piazza Stesicoro e la piazza Giovanni XXIII e tra la piazza Giovanni XXIII e la piazza Europa”, e da fondi comunali. Il cambiamento di destinazione del residuo disponibile del mutuo della Cassa Depositi e Prestiti è stato deliberato dalla Giunta Comunale ad agosto 2015, suscitando critiche: della vicenda anche noi di Mobilita Catania ce ne siamo occupati. Gli interventi non sono finalizzati al miglioramento della viabilità e della sicurezza del nodo Gioeni, per questo si dovrà attendere la costruzione della bretella di via Roberto Giuffrida Castorina, il cui inizio dei lavori è atteso per la prossima settimana. La nuova bretella sfrutterà il sottopassaggio mai utilizzato che si sviluppa ad ovest alla fine di via Roberto Giuffrida Castorina, e a est in via dei Salesiani vicino l’oratorio San Filippo Neri. L’intenzione è snellire la circolazione del Nodo Gioeni in direzione ovest-est: i veicoli da via Caronda potranno proseguire in direzione Vulcania attraverso via Rosso di San Secondo, via Torino e via Castorina, immettendosi in via dei Salesiani per raggiungere infine via Giuffrida, dove potranno scegliere se andare verso i paesi etnei o verso la circonvallazione. Noi di Mobilita Catania abbiamo filmato il percorso della futura bretella. Abbiamo constatato le maggiori criticità a ovest del sottopassaggio, dove sarà necessario dimensionare adeguatamente via dei Salesiani, in particolare in corrispondenza del piazzale antistante il Bingo dove vige ad ogni ora del giorno e della notte la sosta selvaggia. Ecco il video:

Leggi tutto    Commenti 0
Proposta
07 feb 2017

I quartieri sud di Catania connessi con un percorso ciclabile e pedonale immerso nel verde

di Annamaria Pace

Accogliamo sul nostro sito la proposta dell'associazione Mobilità sostenibile Catania in riferimento a un intervento di riqualificazione e riconessione di un grande polmone verde che si sviluppa tra alcuni quartieri molto popolosi della città. L'associazione Mobilità Sostenibile Catania intende elaborare un processo di  ricostruzione del bacino idrografico del Simeto e della città di Catania attraverso una visione condivisa del territorio, promuovendo il dialogo tra i soggetti  e l’integrazione dei diversi strumenti di programmazione, di pianificazione territoriale e di tutela ambientale.  Il territorio di Catania è interessato dalla presenza di corsi d'acqua e torrenti di grande importanza dal punto di vista ambientale e paesaggistico: il fiume Simeto, il fiume Dittaino e i torrenti che attraversano l'area sud della città possono essere considerati come elementi dal grande potenziale paesaggistico, economico, sociale e turistico. Partendo da questo principio intendiamo presentare alla città una proposta che si pone come obiettivo la valorizzazione, la tutela del territorio e la riduzione dell'inquinamento tramite la pianificazione strategica, l'uso sostenibile dell’ambiente e degli ecosistemi acquatici. La corretta gestione delle risorse idriche insieme alla valorizzazione dei territori fluviali unitamente alla salvaguardia dal rischio idraulico contribuirà soprattutto allo sviluppo locale della città di Catania. Tramite lo strumento legislativo del Contratto di Fiume, DLgs 152/2006 all'art. 68 bis, intendiamo definire il “Contratto di Fiume Simeto e torrente Acquicella”, come lo strumento per raggiungere l'obiettivo proposto. Il “Manifesto d'intenti” e la pianificazione del “Programma d’Azione” saranno condivisi con le associazioni di cittadini presenti nel territorio che parteciperanno attivamente alla definizione del progetto. Nell'ambito di questo visione proponiamo la creazione di un percorso ciclabile e pedonale di connessione tra il centro storico di Catania e i quartieri dell'area sud: Librino, San Giorgio, Nesima, Monte Po, Monte Palma e Villaggio Sant' Agata. Il punto di partenza potrebbe essere definito dall'area del faro della Plaia, da qui il percorso si snoderebbe lungo la via Acquicella Porto, piazza Stazione Acquicella, via Adamo, via della Concordia e proseguirebbe lungo il tracciato delineato dal torrente Acquicella sulla via Calliope, passando per via Via Fossa Creta fino a raggiungere la via del Falcetto. Qui un sentiero sarebbe inserito all'interno della grande area verde, denominata del ex Telegrafo, idonea alla realizzazione di un parco urbano : “Parco Torrente Acquicella”. Gli abitanti dei quartieri di Librino, San Giorgio, Nesima e Villaggio Sant'Agata potrebbero raggiungere, tramite il percorso ad anello inserito nel parco, sia il porto che l'ingresso al centro storico dalla Porta Uzeda. Lungo questo percorso naturalistico, unico e di grande attrazione, potrebbero nascere nuove attività culturali, commerciali e sociali. Dall'area del faro e dalla foce del torrente Acquicella il sentiero ciclabile e pedonabile sarebbe collegato a sud con il litorale della Plaia e con la foce del fiume Simeto, mentre a nord con il Porto e con la già esitente pista ciclabile del lungomare.

Leggi tutto    Commenti 0
Segnalazione
27 gen 2017

Pericoli in corso Sicilia: semaforo e percorribilità pedonale da ripristinare

di Alessio Marchetti

Da oltre 2 anni, i due semafori pedonali all'incrocio di corso Sicilia con via Giacomo Puccini sono stati rimossi. Questo comporta numerosi pericoli per i pedoni che non sanno quando è il momento di attraversare. Inoltre, da fine dicembre, proprio all'altezza di quell'incrocio, è in esercizio la nuova stazione della metropolitana Stesicoro: sono migliaia le persone che ogni giorno attraversano quell'incrocio e saranno ancora di più quando, tra qualche mese, verrà finalmente attivata la metropolitana fino a Nesima. A causa delle auto in sosta vietata proprio in quell'incrocio la visibilità è anche limitata ed il rischio incidenti molto elevato.  Per questo è necessario l'immediato ripristino del semaforo pedonale per evitare pericolosi incidenti. L'augurio è che tutta quella zona sia più attenzionata dal Comando di Polizia Municipale per garantire un regolare transito in sicurezza dei pedoni. Qui alcune foto del semaforo pedonale che era presente nel 2012 ma che oggi non è più presente. Qui un nostro video sulle difficoltà che incontrano i pedoni per attraversare Corso Sicilia: Ti potrebbe interessare: Abbiamo fatto la metro, facciamo i catanesi. Corso Sicilia inaccessibile, le difficoltà dei pedoni    

Leggi tutto    Commenti 0    Proposte 0
Articolo
25 gen 2017

INFO | SoStare, i metodi alternativi per pagare le strisce blu

di Mobilita Catania

Nel mese di dicembre sono state distrutte ben ventotto colonnine SoStare per il pagamento del ticket, con un danno stimato di 170 mila euro solo per le apparecchiature: un enorme danno per l'azienda e per i cittadini stessi. In questi giorni, la società della SoStare, a cominciare da dove sono avvenuti i danneggiamenti, sta installando la cartellonistica con le istruzioni indicanti i metodi di pagamento alternativi ai parcometri. A scopo informativo vi indichiamo di seguito le modalità per effettuare il pagamento delle strisce blu. La sosta tariffata (strisce blu) nel Comune di Catania è in vigore dalle ore 08.30 alle 13.30 e dalle ore 15.00 alle 20.00. La tariffa applicata per un’ora di sosta è pari a euro 0,87, ma è possibile acquistare anche quote di parcheggio di minuti e frazioni orarie in base alle proprie esigenze, a partire da 0,40 centesimi. Per soste prolungate è possibile acquistare il tagliando di € 2,90 per mezza giornata. Nel centro storico è in vigore, tutti i giorni, il Movida Park (sosta notturna a tempo e a pagamento dalle 21:00 alle 02:00 sia nei giorni feriali che festivi) che prevede una tariffa unica di € 1,00. Per la fruizione della sosta e per le modalità di pagamento è possibile consultare le illustrazioni dei relativi link. MODALITÀ DI PAGAMENTO PARCOMETRI. Sono 300: ubicati in tutte le zone di sosta tariffata, ad una distanza media – l’uno dall’altro – non superiore ai cento metri Sosta minima euro 0,40. Orari di assistenza: 8:30 – 13:00 AM / Tel. 346 8930558 15:30 – 20:00 PM / Tel. 346 8930888  CARTA PREPAGATA. È disponibile presso i rivenditori autorizzati e presso gli uffici direzionali di SoStare srl. Acquistabile al taglio unico di euro 25: sosta minima euro 0,40  NEOS PARK. È un “parcometro tascabile”: un modernissimo sistema di pagamento basato su un dispositivo elettronico ricaricabile grazie all’avanzata tecnologia contactless. In pratica funziona come un telepass: si acquista una volta sola (vedi elenco rivenditori), si ricarica in base alle proprie esigenze (max euro 75,00) e si attiva al momento della sosta, comodamente dalla propria autovettura. Grazie al Neos park è possibile pagare la tariffa nelle zone a strisce blu (non solo di Catania, ma di tutte le Città italiane che adottano il sistema) al minuto, evitando così gli sprechi ed eliminando definitivamente il rischio di multe. Per ulteriori informazioni visitare il sito. EASY PARK. Consente di pagare la sosta comodamente con il cellulare, con il vantaggio di poter prolungare ovunque ci si trovi – in caso di necessità o contrattempi non previsti – i tempi del parcheggio. Si attiva registrandosi all’App Easy Park, telefonando al numero 08-99260100; oppure tramite il sito (sosta minima euro 0,40). Codici area: – Sosta diurna: 1101 – Sosta notturna (Movida Park): 1102 DROP TICKET. Nel Comune di Catania, utilizzando il numero 4.855.855 si possono acquistare i ticket dei parcheggi su strisce blu con il credito telefonico. Per utilizzare il servizio basta un SMS, non occorrono registrazioni e carte di credito. Il servizio di mobile ticketing è realizzato da A-Tono con i quattro principali operatori di telecomunicazioni ed è disponibile per i clienti di TIM, Vodafone, Wind e 3 Italia. Agli automobilisti, dopo aver parcheggiato il proprio mezzo, basterà inviare un SMS con testo formattato come segue: SOSTA<spazio>TARGA (per il parcheggio di un’ora) al 4.855.855, a cui seguirà un SMS di risposta contenente gli estremi del biglietto. Ovviamente la convalida del ticket è contestuale all’acquisto e non è quindi necessaria alcuna ulteriore conferma rispetto al messaggio contenente gli estremi dello stesso. Il costo del biglietto di un’ora è di 0,87 € a cui si aggiunge il costo dell’SMS in base al piano tariffario del proprio operatore. È possibile acquistare il ticket valido per mezza giornata inviando un SMS con testo formattato come segue: AM<spazio>TARGA per la fascia oraria dalle 8:30 alle 13:30, oppure PM<spazio>TARGA per la fascia oraria dalle 15:00 alle 20:00, al numero 4.855.855. Il costo del biglietto per mezza giornata è di 2,90€ a cui si aggiunge il costo dell’SMS in base al piano tariffario del proprio operatore. Il biglietto elettronico del parcheggio avrà validità a partire dal momento stesso dell’acquisto ed il controllore avrà appositi mezzi per la verifica dell’avvenuto pagamento. Per i possessori di smartphone è possibile utilizzare l’App DROPTICKET disponibile per Android, Iphone e Windows phone. Si può scaricare il Modulo da esporre per la modalità di pagamento della sosta tramite SMS. ABBONAMENTO RESIDENTI Ogni famiglia residente in città può usufruire di un abbonamento a tariffa speciale con il quale potrà parcheggiare, senza limiti di tempo, all’interno delle strisce blu nella zona di residenza. L’abbonamento è consentito ad una sola auto per nucleo familiare, ha il costo di 18,56 Euro al mese (è possibile acquistare abbonamenti semestrali) e deve essere esposto sul cruscotto dell’auto corrispondente alla targa indicata sul tagliando in modo tale da essere visibile in maniera chiara dall’esterno. Ufficio Abbonamenti Via Aldebaran 11, Catania Tel. +39 095 3529 912 Tel. +39 095 3529 929 Gli orari di apertura dell’ufficio abbonamenti sono i seguenti: Lunedì – Martedì – Giovedì – Venerdì dalle ore 08:00 alle ore 14:00 Mercoledì dalle ore 08:00 alle ore 13:00 e dalle ore 14:00 alle ore 16:40 Allegati Moduli abbonamenti residenti Scarica pdf GRATUITÀ PER VEICOLI AD “EMISSIONE ZERO” In ottemperanza alla Determina Dirigenziale (n.366) dell’Ufficio Traffico Urbano del Comune di Catania dal 9 giugno 2015 sono esonerati dal pagamento della sosta tariffata nelle aree presenti nel territorio comunale i veicoli e mezzi elettrici, ibridi con alimentazione elettrica e comunque ad emissione zero I beneficiari del suddetto provvedimento sono solo i cittadini residenti nel Comune di Catania, i quali sono tenuti a ritirare (ed esporre nell’auto) l’apposito pass in distribuzione presso il Comando di Polizia municipale di Catania; la stessa Determina dispone anche il libero transito dei suddetti veicoli nelle Zone a Traffico Limitato (Ztl)

Leggi tutto    Commenti 1
Articolo
24 gen 2017

Toponomastica: Catania intitola viali a Ciampi e a Giovanni Paolo II

di Mobilita Catania

La commissione toponomastica ha deciso di intitolare al Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi e a Papa Giovanni Paolo II due strade: la circonvallazione ovest che conduce al nuovo ospedale San Marco si chiamerà viale presidente Ciampi, mentre l'asse attrezzato diventerà viale Papa Giovanni Paolo II «Abbiamo voluto ricordare un Presidente della Repubblica molto amato dagli italiani e un Papa che ha segnato con le sue scelte la storia della Chiesa. Due personalità di grande spessore e umanità che hanno dato tanto al nostro Paese. Sia il presidente Ciampi sia Papa Giovanni Paolo II onorarono la nostra città visitandola». Lo ha detto il sindaco di Catania, Enzo Bianco, annunciando, al termine di una riunione della Commissione toponomastica svoltasi presso Palazzo degli Elefanti alla presenza dei componenti - i docenti Antonio Di Grado e Lina Scalisi e il consigliere comunale Sebastiano Anastasi -, la scelta di dedicare a Carlo Azeglio Ciampi e a Karol Woytila due strade di Catania. La circonvallazione ovest che conduce al nuovo ospedale San Marco si chiamerà dunque viale presidente Ciampi, mentre l'asse attrezzato diventerà viale Papa Giovanni Paolo II.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
24 gen 2017

Piano per mettere in sicurezza le strade catanesi: ecco da dove si comincerà

di Roberto Lentini

Il Comune di Catania ha predisposto un piano di riqualificazione per sistemare settecento chilometri di strade danneggiate dalle recenti piogge. Si comincerà con la posa di  tappetini d'asfalto per colmare le buche per una spesa di 335 mila euro. Successivamente verrà predisposto un bando per tre milioni di euro per un innovativo contratto in global service affidando ad un unico soggetto tutte le operazioni di gestione e manutenzione delle strade cittadine. I tappetini verranno realizzati lungo le vie Etnea (tra piazza Cavour e il tondo Gioeni), Domenico Tempio, Cristoforo Colombo e Santa Sofia. Sarà riparata l'intera circonvallazione e anche i marciapiedi e la sede stradale di piazza Carlo Alberto. Anche le strade della Zona industriale saranno interessate  dall'intervento di riparazione dell'asfalto in attesa che si definisca, entro la Primavera, il bando per due milioni e quattrocentomila euro stanziati nel Patto per Catania e già disponibili per quest'area di interesse strategico per la città. Il programma di sistemazione delle strade cittadine prevede poi un rifacimento totale del manto stradale in via Caronda, tra le vie Francesco Fusco e Pier Maria Rosso di San Secondo, lo stradale Gravona e l'area della grande rotatoria del Nuovo ospedale Garibaldi. Saranno sistemati complessivamente oltre 25 mila metri quadrati di superficie stradale.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
19 gen 2017

VIDEO | Piazza Borsellino, la nuova area di sosta e il capolinea riqualificato

di Amedeo Paladino

L’area di sosta a pagamento di piazza Borsellino è entrata in funzione a dicembre: a disposizione 108 posti auto, i due accessi sotto gli Archi della Marina sono dotati di sbarre automatiche per permettere l’ingresso degli automobilisti. Il parcheggio è inoltre dotato di un sistema di videosorveglianza. Il costo del progetto è stato esiguo poiché facente parte di tre appalti preesistenti uno dei quali inerente ai lavori del parcheggio scambiatore Fontanarossa; la realizzazione del progetto ha consentito di procedere al riordino dell’area e all'eliminazione dei parcheggiatori abusivi che gestiscono la sosta. Le tariffe si differenziano tra sosta diurna (7/20) e notturna (20/7). In entrambi i casi la sosta sarà gratuita la prima mezz’ora; di giorno ogni ora di sosta costerà 50 centesimi, la sera si potrà anche optare per la tariffa unica di 2 euro per l’intero periodo notturno. Gli utenti per poter accedere devono ritirare il biglietto magnetico all'ingresso dell'area, il tagliando viene emesso solo se all'interno sono disponibili posti liberi, indicati nel tabellone luminoso. Le operazioni di pagamento della sosta si effettuano al termine della stessa, presso la cassa automatica posizionata sotto la pensilina dell'adiacente capolinea dei bus urbani AMT; dopo aver effettuato il pagamento gli utenti devono uscire dall'area di sosta entro 10 minuti, inserendo il biglietto nell'apposita bocchetta posizionata all'uscita. Nel video che noi di Mobilita Catania abbiamo realizzato vi mostriamo la nuova area di sosta e il capolinea AMTr iqualificato: Con l’apertura del parcheggio è stato inibito al transito ai veicoli motorizzati dalle 8 alle 21, l’ultimo tratto di via Dusmet, tra  la Porta Uzeda e il Giardino Pacini. Ti potrebbero interessare… Una nuova area pedonale tra la Villa Pacini e la Porta Uzeda; Via Dusmet chiusa al traffico, le ragioni del “sì”: pochi i rischi, tanti i vantaggi

Leggi tutto    Commenti 0

Ultimi commenti