Articolo
09 mag 2017

Pulizia straordinaria e bonifica dei torrenti cittadini Acquicella, Arci, Forcile e Acqua Santa

di Mobilita Catania

È in corso da diversi giorni una bonifica di alcuni corsi d'acqua che attraversano il perimetro urbano di Catania per evitare allagamenti in caso di maltempo in particolare nella zona sud. L'assessore Di Salvo, "Gli interventi del 2016 determinanti nell'evitare grossi problemi durante le ondate di maltempo. Gli operatori della Direzione Manutenzione, conclusa la pulizia straordinaria delle spiagge libere, hanno avviato ormai da diversi giorni i lavori di bonifica degli alvei dei corsi d'acqua che attraversano il perimetro urbano di Catania. Questi interventi - effettuati con l'ausilio dei mezzi di movimento terra in dotazione dell'Amministrazione comunale - devono essere svolti periodicamente per evitare allagamenti in caso di maltempo in particolare nella zona sud di Catania. "L'operazione di pulizia ha ricordato l'assessore Salvo Di Salvo compiuta tra la fine di settembre e l'inizio di ottobre del 2016 fu determinante per evitare grossi problemi durante l'ondata di maltempo che colpì Catania il 25 gennaio scorso. Adesso ci stiamo muovendo con considerevole anticipo, ma non escludiamo nuovi interventi al termine della stagione balneare". I torrenti sui quali si sta intervenendo sono Acquicella, Arci, Forcile e Acqua Santa e i lavori proseguiranno per tutto il mese di maggio.

Leggi tutto    Commenti 0
Segnalazione
09 mag 2017

Aree di attesa in caso di terremoto utilizzate come parcheggi

di Annamaria Pace

Nel corso del convegno “La pianificazione urbanistica sostenibile in zone ad altissimo rischio sismico: idee per i Piani Regolatori Generali di nuova generazione”, organizzato dal Lions Club Catania, si è discusso di soluzioni che possano ridurre gli effetti disastrosi causati da un evento sismico a Catania. Gli studi sulla ciclicità dei terremoti affermano che in un prossimo futuro e con un'alta probabilità si verificherà a Catania un terremoto, di intensità simile a quello che la distrusse nel 1693, che provocherebbe la morte di oltre 150.000 abitanti. Il "sisma bonus", agevolazione fiscale inserita nel testo della Legge di Bilancio 2017, che prevede interventi di adeguamento sismico degli immobili e delle attività produttive, è un importante strumento di prevenzione la cui attuazione tuttavia dipende dalla scelta autonoma dei singoli privati. Nel corso del convegno si è discusso anche dell'importanza che i catanesi prendano coscienza del rischio reale che si verifichi un sisma. Ad esempio comprendendo l’importanza di non parcheggiare nelle “aree di emergenza e di attesa” . Aree individuate dalla Protezione Civile, situate in prossimità di luoghi molto frequentati (come scuole od uffici), sono dedicate alla raccolta dei cittadini in caso di sisma. Catania è la città italiana con il più alto numero di auto rispetto al numero di abitanti, ad aggravare la situazione è stato stimato che, nel solo centro storico sono parcheggiate circa 2000 auto abbandonate e che tutte le piazze del centro storico, e in generale della città, sono adibite a parcheggio. Liberare le aree di emergenza sarebbe un intervento doveroso, immediato ed a costo zero. Occorrerebbe un controllo maggiore delle forze dell'ordine, una campagna di informazione per sensibilizzare la popolazione ed una cartellonistica adeguata. Inoltre la creazione di una rete di percorsi ciclabili, potrebbe far comprendere che la bicicletta, oltre ai molti benefici che reca all'ambiente e alla salute, potrebbe essere anche l'unico mezzo utilizzabile in caso di sisma. Nel 2011 a Tokyo, dopo il terremoto era impossibile utilizzare auto, mezzi pubblici e treni, mentre la bicicletta si è rivelato l’unico mezzo di trasporto efficiente. L'amministrazione di Catania ha il dovere di mantenere libere le aree di emergenza, di creare una rete di percorsi ciclabili e di realizzare parcheggi per biciclette custoditi, che potrebbero essere associati all'abbonamento alla Fce, all'Amt e alla Sostare. Mobilità sostenibile Catania  

Leggi tutto    Commenti 0    Proposte 0
Articolo
06 mag 2017

Corso Martiri della Libertà: a tappe forzate verso l’inizio dei lavori di prima urbanizzazione

di Amedeo Paladino

Si definiscono le tappe che porteranno all'inizio dei lavori per uno dei progetti più attesi in città, e uno dei più rilevanti a livello nazionale per estensione e centralità dell'area, ovvero quello relativo alla riqualificazione del Corso Martiri della Libertà nel quartiere di San Berillo. A CHE PUNTO SIAMO? L'amministrazione comunale nelle figure del sindaco Enzo Bianco, dell’assessore Salvo Di Salvo e del direttore della direzione Urbanistica hanno svolto il ruolo di facilitazione e coordinamento dell'iter con i privati: nel 2014 è stato aumentato il verde pubblico del 30% rispetto al masterplan preventivo, nel 2016 è giunto il parere dell'autorità nazionale anti-corruzione, l’Anac. Nelle ultime settimane è giunta a conclusione la fase della conferenza dei servizi relativamente alle opere di urbanizzazione. Si procederà ora alle procedure per appaltare i lavori mediante gare di evidenza pubblica: se verranno rispettati i tempi tra la fine di quest'anno e l'inizio del 2018, tutto sarà pronto per la prima tranche di lavori. I PRIMI LAVORI Il primo step consisterà nelle opere di primaria urbanizzazione, nello specifico, comprenderanno il parcheggio sotterraneo a tre piani di Piazza della Repubblica, il parco urbano di superficie, entrambi per un costo complessivo di 14 milioni di euro; la sistemazione a verde intorno alla Chiesa del Santissimo Crocifisso della buona morte di Piazza Giovanni Falcone e intorno alla Scuola Media Statale Giovanni Pascoli, per un importo complessivo di 2 milioni di euro. In merito alla sostenibilità finanziaria dell'opera, motivi di fiducia derivano dalla presenza della società finanziaria Capital Development che fa riferimento a Unicredit. IL PROGETTO Corso Martiri della Libertà è un importante e ampio asse viario che collega la piazza dov’è sita la Stazione Centrale delle Ferrovie dello Stato al centro storico: negli anni '50 la Istituto Immobiliare di Catania (Istica) inizia lo sventramento secondo il progetto realizzato dall’architetto Brusa. Per decenni il progetto iniziale rimane in stallo a causa di un contenzioso tra Istica e Comune, che si concluderà solo nel 2008. Nel 2012 viene presentato il progetto firmato da Mario Cucinella Architects (MCA) prevede distinte destinazioni d’uso: residenziale, localizzata nei pressi di via Monsignor Ventimiglia; culturale (a sud) e commerciale (a nord) lungo il viale alberato (l’asse di Corso Martiri della Libertà), destinato a vasta area pedonale e ciclabile; ricettivo-alberghiera, che si affaccia su viale Libertà e piazza Papa Giovanni XXIII e, infine, verde pubblico attrezzato, lungo tutto il viale. Per approfondire la storia e il progetto di Corso Martiri dellà Libertà, vi consigliamo la nostra scheda dell'opera: Catania, il progetto di Corso Martiri della Libertà    

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
06 mag 2017

Lungomare Liberato: domani primo appuntamento di maggio

di Mobilita Catania

È fissato per questa domenica il primo appuntamento di maggio con il Lungomare Liberato. La grande isola pedonale tra le piazze Europa e Mancini Battaglia sarà nuovamente fruibile, dalle 10 alle 20. Per raggiungere il Lungomare sarà possibile parcheggiare l'auto gratuitamente nel piazzale Sanzio e da lì utilizzare le navette gratuite messe a disposizione dall'Amt. Nell'isola pedonale saranno presenti gli stand di numerose organizzazioni di solidarietà, a cominciare dalla Corri Catania, nell'imminenza della grande passeggiata di solidarietà. E ci saranno gruppi di Total Roller e Ruote Libere, anche perché in molte aree del Lungomare il tappeto d'asfalto è stato da poco sistemato e questo agevola soprattutto pattinatori e ciclisti. Inoltre, chi non possiede una propria bicicletta potrà noleggiarla, così come i risciò a pedali, in diversi punti dell'isola pedonale. Ci saranno inoltre, come sempre, i cinofili con i loro amici cani. Ci saranno diversi momenti d'attrazione, con numerosi artisti da strada, e l'Autobooks, la biblioteca ambulante del Comune sulla quale possibile è scambiare i libri: romanzi di autori italiani e stranieri, classici (edizioni non scolastiche), volumi per ragazzi e bambini saranno i benvenuti a bordo. Previsti anche, a partire dalle 11, alcuni momenti di spettacolo. Si esibiranno infatti Lidia Randis e Andrea Platania, dell'Istituto Musicale Vincenzo Bellini di Catania, che fanno parte della sezione dei primi violini dell'Orchestra Giovanile dell'Istituto (Ogib).

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
06 mag 2017

Inizia la stagione dei “caffè concerto” a Catania

di Mobilita Catania

Catania è conosciuta, a livello europeo, come una delle città più movimentate dal punto di vista del divertimento e dell'intrattenimento. E’ una città viva ad ogni ora del giorno grazie ai negozi, ai mercati all'aperto che ancora resistono alla grande distribuzione, una vivacità dovuta anche al fatto di essere una città universitaria. Una delle zone più “cool” nelle ore serali è sicuramente quella del centro storico, tra le pieghe delle artistiche espressioni  del Barocco, si trovano i locali notturni, sempre affollati, che in estate estendono la loro attività nello spazio aperto adiacente al loro locale e si trasformano nei  famosi "Caffè Concerto", con musica, proiezioni ed eventi multimediali.  Quest'anno la stagione dei Caffè concerto partirà il primo giugno e si concluderà il primo novembre e la nuova delibera, approvata dalla Giunta comunale, ricalca sostanzialmente quella dello scorso anno. Come nella precedente delibera, la musica all'esterno dei locali, con il divieto degli strumenti a percussione, dovrà rispettare i limiti previsti dalla legge e dal Regolamento comunale: dalle 20 alle 22 il limite è di 65 decibel, dalle 22 a mezzanotte e mezza, scende a 55. È ammessa l'amplificazione vocale e strumentale, purché con un unico impianto  e nel rispetto dei valori limite di rumorosità. Il vicesindaco Consoli ha riferito in Giunta che nei prossimi giorni sarà presentato il protocollo d'intesa che si sta mettendo a punto con l'Arpa in base al quale si darà vita a squadre miste di dipendenti dell'Agenzia regionale per l'ambiente e di Vigili urbani. Le squadre effettueranno numerosi controlli "outdoor", cioè all'aperto, in particolare nel weekend. Le verifiche "indoor", ossia all'interno dei locali, saranno invece svolti dalla Polizia municipale con i fonometri a disposizione del Comune. I controlli si svolgeranno ad ampio raggio ma i cittadini potranno anche segnalare i locali particolarmente rumorosi a un numero di telefono dedicato. Sul piano tecnico, l'orario della concessione del suolo pubblico per la stagione dei Caffè concerto è stato confermato dalle venti alle due del mattino. Tavoli, ombrelloni, fioriere, separazioni, recinzioni, dovranno essere del tipo previsto e dovranno essere rimossi al termine dell'orario di concessione. I rifiuti dovranno essere lasciati davanti ai locali negli orari stabiliti secondo le modalità della raccolta differenziata. Nelle aree Ztl dovrà essere garantita la possibilità di passaggio di mezzi di soccorso e di vigilanza, lasciando liberi almeno tre metri di carreggiata nelle strade a senso unico e cinque in quelle a doppio senso di circolazione. Dovrà inoltre essere garantito l'accesso dei residenti alle proprie abitazioni o garage e la piena disponibilità degli stalli riservati ai diversamente abili. La Giunta ha dunque dato mandato al Direttore delle Attività produttive di emanare il bando per la concessione del suolo pubblico. La delibera prevede poi l'istituzione di un Tavolo Tecnico tra le Direzioni Attività Produttive, Ecologia, Cultura e il Corpo della Polizia Municipale, per l'esame congiunto delle domande presentate. Per l'ampliamento stagionale di superficie concesso all'esterno dei locali, non ci sarà aumento di costi – canone Osap e Tari - rispetto allo scorso anno.    

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
05 mag 2017

Villaggio Dusmet, un nuovo parco giochi grazie all’associazione Addiopizzo

di Mobilita Catania

Un nuovo parco giochi è stato realizzato nel villaggio Dusmet per festeggiare il decimo anno di attività dell'associazione Addiopizzo Catania Onlus. "Ginestra", questo è il nome della bambinopoli, è nata dall'idea di Addio Pizzo e si è concretizzata stamattina, alla presenza del sindaco Enzo Bianco, tra le case del villaggio Dusmet. Si è trattato di una felice collaborazione tra pubblico e privato. Il Comune è intervenuto con la rimozione dei cespugli nel sito che era  completamente abbandonato all'incuria, e realizzando delle opere a supporto dei giochi, l'associazione Addiopizzo Catania Onlus attraverso la piattaforma Crowfunding ha raccolto i fondi. La realizzazione del parco giochi è stata infatti possibile grazie a una raccolta fondi che si  è positivamente conclusa con il raggiungimento dell'obiettivo prefissato di 3.000 euro che sono serviti ad acquistare i giochi da installare nel parco. L'obiettivo del progetto era quello di rigenerare una zona della città con particolare attenzione ai bambini che sempre più spesso non hanno aree di giochi belle, funzionali e sicure e nel frattempo avviare relazioni con gli abitanti del quartiere favorendo le dinamiche di comunità a partire dalla cura del parco giochi. I donatori, novanta circa, hanno ricevuto gadget dell'associazione e i loro nomi saranno citati in un pannello esposto nel parco. I lavori sono stati realizzati dell'azienda Lavori Verticali. Gli studenti della Parini si sono subito appropriati dei nuovi giochi:  un parco giochi con una torretta, un'altalena, uno scivolo, un bilico e un gioco per bambini disabili  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
05 mag 2017

Jane’s Walk Catania: una passeggiata di quartiere dal titolo “Tutto a posto?”

di Mobilita Catania

Nell'ambito del progetto internazionale Jane’s Walk, verrà realizzata una passeggiata di quartiere per evidenziare ciò che non va a Catania nel percorso stazione Centrale ferroviaria-piazza Duomo. La passeggiata dal titolo “Tutto a posto?”, è promossa da Manuele Gaetano G. D., “walk leader” per Catania del progetto Jane’s Walk, la cui sede organizzativa è a Toronto, in collaborazione con le associazioni CESPOS Scordia, Legambiente Catania, Mobilità Sostenibile Catania, Mobilita Catania, Guide Turistiche Catania, Facciamo Centro, Officine Culturali, Città Insieme, Controvento. La passeggiata si svolgerà giorno 07 Maggio 2017 con appuntamento alle ore 10.30 in piazza Papa Giovanni XXIII di fronte alla fontana di Proserpina (vicino stazione centrale FS). Il tragitto si snoderà per le vie VI Aprile, piazza Martiri della Libertà e Vittorio Emanuele per concludersi in piazza Duomo, e vedrà i partecipanti effettuare dirette video su Facebook, scattare foto e dibattere sui luoghi incontrati nei percorsi, evidenziando le criticità e facendo proposte su come li immaginerebbero. Tutti i video e le foto prodotti saranno caricati nel blog dell’iniziativa janeswalk-catania.blogspot.it e nel sito internazionale del progetto janeswalk.org/italy/catania/jane/, e diffusi dai partecipanti alla passeggiata tramite i social network utilizzando hashtag #janeswalkcatania. Jane’s Walk è un’iniziativa giunta alla XI edizione che vede nei giorni del 5-6-7 Maggio, realizzare, in tutto il mondo, passeggiate di quartiere in cui i cittadini scoprono e discutono i luoghi della propria città. La manifestazione è dedicata a Jane Jacobs che “è stata un'antropologa e attivista statunitense naturalizzata canadese. Le sue teorie hanno influito profondamente sui modelli di sviluppo urbano delle città nordamericane. Autrice del rivoluzionario Vita e morte delle grandi città. Saggio sulle metropoli americane (1961), criticò fermamente il modello di sviluppo delle città moderne e fu accesa sostenitrice del recupero a misura d'uomo dei nuclei urbani, enfatizzando il ruolo della strada, del distretto, dell'isolato, della vicinanza e della densità, della eterogeneità degli edifici.”

Leggi tutto    Commenti 0