Articolo
07 apr 2017

Lungomare Liberato, dopo il rinvio si recupera domenica: le iniziative e i provvedimenti di viabilità

di Mobilita Catania

Dopo il rinvio della scorsa settimana causato dal maltempo, domenica prossima, 9 aprile, torna il Lungomare liberato. La grande isola pedonale sarà nuovamente fruibile da pedoni e ciclisti dalle 10 alle 19 consentendo a tutti coloro i quali hanno contribuito ad animare e rendere viva la manifestazione di passeggiare e pedalare senza smog e rumori del traffico.   Nella mattinata l'associazione Atlas, già protagonista domenica scorsa di una grande operazione di pulizia della Scogliera, sarà ancora impegnata nella ripulitura con il supporto del Popup Market. L'obiettivo è quello di sensibilizzare i cittadini spiegando loro che tenere pulito è più facile che pulire. Altri volontari della Atlas intratterranno i bambini giocando con loro e distribuendo palloncini colorati, per parlare di importanti tematiche ambientaliste come il riciclaggio dei rifiuti e del rispetto dell'habitat naturale. Ci saranno poi molti altri momenti d'attrazione. Etna Music Festival, per esempio, farà da colonna sonora alla domenica e ha anche organizzato un contest per disk jockey: ogni dj avrà 30 minuti per dimostrare a una giuria di esperti e ai passanti, la propria bravura e i migliori potranno esibirsi in un importante competizione il prossimo 15 aprile. Il programma di domenica di Etna Music Festival prevede dalle 10 alle 15 musica da diffusione/ballo/ricreativa, dalle 15 alle ore 19 la competizione tra dj e, subito dopo, la proclamazione dei vincitori. Musica anche con l'Autobooks, la biblioteca ambulante del Comune sulla quale possibile è scambiare i libri: romanzi di autori italiani e stranieri, classici (edizioni non scolastiche), volumi per ragazzi e bambini saranno i benvenuti a bordo. Oltre ai libri l'Autobooks proporrà infatti, alle 11,30, un momento musicale con Luigi Luca, che approfondisce lo studio della Fisarmonica classica nel Conservatorio Corelli di Messina e, come musicista, è già noto e apprezzato. Si esibirà poi Giovanni Di Mare, baritono dalle grandi doti canore e vincitore di numerosi dopo essersi perfezionato con alcuni grandi della lirica, da Katia Ricciarelli, a Enzo Dara, a Simone Alaimo , solo per citarne alcuni. Saranno inoltre presenti gli stand di Corri Catania, Leo Club Catania est, Compagnia ferro e fuoco, Musica diffusione danzante, i gruppi di Total Roller e Ruote Libere e sarà possibile noleggiare bici e risciò in diversi punti dell'isola pedonale, dove ci sarà anche a disposizione un meccanico specializzato nei mezzi a due ruote; presenti inoltre, come sempre, i cinofili con i loro amici cani- In occasione dell'iniziativa sarà istituita dalle ore 10 alle 19 la chiusura al transito veicolare  di viale Ruggero Di Lauria, piazza Nettuno, viale Artale Alagona, via Testa e via Del Rotolo (nel tratto da piazza Sant'Agata al Rotolo a piazza  Nettuno). Il divieto di transito è riferito a tutti i veicoli eccetto quelli  delle forze dell'ordine, i mezzi di trasporto pubblico locale (Amt), i mezzi di servizio delle linee turistiche (Catania Acicastello e autobus scoperti Katane Live), i taxi, i velocipedi, i mezzi di soccorso in stato d'emergenza, i veicoli dei residenti diretti in autorimessa, quelli adibiti al trasporto di disabili (con disabile a bordo), i mezzi diretti al parcheggio Europa e al Porto Turistico Rossi (con ingresso e uscita esclusivamente dal varco di piazza Europa), e quelli diretti al porto di Ognina per le operazioni di rimessaggio (con ingresso da via Parrocchia e uscita da viale A. Alagona). Dalle ore 9 alle 19 è istituito inoltre il divieto di sosta con rimozione coatta per tutti i veicoli, eccetto quelli delle forze dell'ordine e i mezzi di soccorso in stato d'emergenza, su entrambi i lati dei viali Ruggero Di Lauria e Artale Alagona e su tutta l'area delle piazze Del Tricolore e Nettuno; disposto anche il doppio senso di circolazione nel tratto di via Messina compreso tra piazza Mancini Battaglia e via Acireale. Ti potrebbe interessare: Lungomare Liberato, raddoppiano gli appuntamenti primaverili

Leggi tutto    Commenti 0
Segnalazione
05 apr 2017

La stazione San Nullo della metropolitana inaccessibile dai pedoni: marciapiedi assenti e attraversamenti pericolosi

di Mobilita Catania

La messa in esercizio della nuova tratta Borgo-Nesima, comprendente le stazioni intermedie di Milo, Cibali e San Nullo riveste un importante chiave di volta per la mobilità catanese, perché costituisce un miglioramento dell’offerta di trasporto pubblico, invogliando molti cittadini-utenti a preferire il mezzo pubblico all'auto privata. Un elemento spesso sottaciuto è invece l’accessibilità al trasporto pubblico: il miglioramento dei percorsi pedonali di accesso ai nodi del trasporto pubblico ha l’effetto di aumentare la distanza che un utente è disposto a percorrere per raggiungere la fermata e dunque ha l’effetto di aumentare il bacino di copertura o area di influenza di ogni fermata. Dalla messa in esercizio della nuova tratta gli utenti si sono dovuti confrontare con le difficoltà nel raggiungere la nuova stazione San Nullo. La stazione che trae il nome dal quartiere in cui sorge: è ubicata lungo la circonvallazione, in particolare in viale Antoniotto Usodimare, ossia nel tratto compreso tra via Sebastiano Catania e via San Nullo. Gli utenti provenienti da nord e da sud devono percorrere via Sebastiano Catania, una strada a doppio senso priva di marciapiedi; raggiunta la circonvallazione il marciapiede si interrompe bruscamente, lasciando spazio alla vegetazione incolta. Anche l'attraversamento pedonale non è privo di pericoli: la velocità dei veicoli in transito e la segnaletica orizzontale ormai sbiadita rendono l'attraversamento pericoloso. Il successo della metropolitana dipenderà dagli interventi che il Comune di Catania vorrà implementare: sarà necessario rivedere la viabilità della zona e mettere in opera dei percorsi pedonali sicuri nel più breve tempo possibile. A corredo della nostra segnalazione due video che mostrano le difficoltà e i pericoli che corrono i pedoni giungendo da sud e da nord. Via Sebastiano Catania sud (video tratto da Lungomare Liberato) Via Sebastiano Catania nord (video di Davide D'Amico) Potete inviarci segnalazioni, proposte e articoli accedendo a questo link ⏩http://catania.mobilita.org/scrivi-un-post/

Leggi tutto    Commenti 0    Proposte 2
Articolo
05 apr 2017

Sosta notturna a pagamento: da ora si potrà acquistare il tagliando prima delle 20

di Amedeo Paladino

Dall'estate del 2015 è in vigore in un'ampia area del centro storico di Catania la sosta a pagamento negli stalli blu gestiti dalla società partecipata Sostare; lo scorso autunno le modalità del servizio sono state rimodulate. Il Movida Park prevede la sosta notturna a tempo e a pagamento dalle 21:00 alle 02:00 sia nei giorni feriali che festivi con una tariffa unica di un euro. Dall'implementazione del servizio sono state numerose le lamentele dei cittadini a causa dell'impossibilità di pagare il ticket per la sosta serale e notturna prima delle 20; l'inefficienza è stata risolta dalla dirigenza della Sostare attraverso la rimodulazione del software che gestisce i parcometri. Da ora si potrà acquistare il tagliando per la sosta notturna anche durante il giorno e non più solo dopo le 20; il problema fino ad oggi era limitato agli utenti che acquistavano il ticket attraverso i parcometri, mentre per gli automobilisti che utilizzano gli altri metodi di pagamento, Neos Park, Drop Ticket e Easy Park, era già possibile il pagamento anticipato della tariffa serale.   Ti potrebbe interessare: INFO | SoStare, i metodi alternativi per pagare le strisce blu

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
02 apr 2017

VIDEO | Parcheggio di interscambio AMT-Metro-Circum di Nesima: come funziona

di Amedeo Paladino

Dal 2013 è attivo e aperto al pubblico il parcheggio di interscambio Nesima, ubicato nell’omonimo quartiere in via Michele Amari. Funziona con le stesse modalità e tariffe del parcheggio Due Obelischi, ma a differenza di quest’ultimo non è ancora servito da alcuna linea di collegamento veloce BRT (Bus Rapid Transit), ma solo da linee bus tradizionali. Sorge, inoltre, accanto alla stazione FCE di superficie di Nesima e vicino all'omonima stazione della metropolitana. I posti disponibili sono poco più di 300, suddivisi in tre aree; la tariffa è agevolata per chi usufruisce del parcheggio e acquista il titolo di viaggio AMT; i residenti della zona possono usufruire del parcheggio con un canone annuo di 12 euro, i ciclomotori e motocicli possono sostare gratuitamente. Il parcheggio è funzionante 24 ore su 24, l’accesso alle aree di sosta prevede per l’utente la necessità di ritirare un biglietto a banda magnetica d’ingresso al parcheggio. I locali all'interno del parcheggio sono climatizzati, dotati di poltrone d’attesa, TV, display informativi e macchine emettitrici di biglietti del bus, oltre a servizi igienici e macchine erogatrici di caffè, altre bevande e vivande. Il polo di interscambio è capolinea delle linee AMT 628 nera, 628 rossa, 621 e 642; da esso transitano anche le linee 522, 702, 932; esso costituirà anche un polo fondamentale di tutti i servizi della Ferrovia Circumetnea (circumetnea, autolinee e metropolitana): a breve infatti ci si attende una rimodulazione generale del servizio FCE, alla luce della messa in esercizio della tratta Nesima-Borgo e delle successive espansioni della linea. Allo stato attuale il ticket parcheggio non permette di utilizzare la metropolitana: per poter viaggiare in metro occorre essere forniti del biglietto di viaggio. Le tariffe qui sotto riportate si riferiscono solamente ad AMT e non sono estese ai servizi metro, circum e autolinee di Ferrovia Circumetnea. Il parcheggio di via Michele Amari è collegato alla stazione Nesima della metropolitana attraverso una scalinata che conduce fino a via Antoniotto Usodimare (circonvallazione ovest) Ti potrebbe interessare: Il bglietto integrato AMT-Metro: come funziona  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
28 mar 2017

Metropolitana, non solo mobilità: in arrivo la nuova piazza Papa Giovanni XXIII

di Andrea Tartaglia

Giovedì 30 non sarà "solo" il giorno dell'inaugurazione della tratta Borgo-Nesima della metropolitana. Il primo viaggio da Nesima in direzione Stesicoro, infatti, con a bordo le autorità civili e i vertici della Ferrovia Circumetnea, fermerà a Giovanni XXIII (la stazione è aperta dal 20 dicembre scorso) dove verrà svelata la stazione nella sua interezza e il nuovo assetto della porzione di piazza interessata, cioè l'isolato compreso tra viale Libertà, via Archimede e viale Africa. Sino ad adesso è la prima stazione ad avere in superficie strutture architettoniche emergenti, oltre a scale e ascensori. L'accesso principale della stazione, infatti, finora chiuso al pubblico, è sormontato da una "scatola" di vetro e acciaio in cui si inserisce una lunga pensilina ondulata, a fianco della quale ne sorge un'altra, con l'intento di richiamare l'idea delle onde del mare, vicino in linea d'aria ma negato alla vista. Nella piazza, ancora, giochi d'acqua e aiuole dalla forma sinuosa, un piccolo filare di alberi e una sequenza di palme lungo il viale Africa. Non di poco conto è la scelta di aver inglobato anche quella che fino a qualche mese fa era una banale isola di traffico, dove sorgono da alcuni decenni degli ombrosi pini marittimi, sul lato sud. Insomma, uno spazio pubblico nuovo, contemporaneo, innovativo, originale a tutto vantaggio degli utenti della metropolitana ma anche di passanti e turisti (la piazza è a due passi dal complesso fieristico-culturale de Le Ciminiere, dalla Stazione Centrale FS e dal capolinea di numerose compagnie di bus extra-urbani). Ecco, nelle suggestive foto in notturna di Carmela Grasso, un'anteprima degli spazi di prossima consegna, progettati dall'Arch. Loredana Cucinotta e dall'Ing. Salvo Fiore: Un luogo così bello meriterà attenzione e cura. Speriamo sia potenziata l'illuminazione pubblica per scoraggiare atti vandalici o bivacchi "impropri". Rimane da definire, però, il futuro di una porzione dello stesso isolato, precisamente ad angolo con viale Libertà e via Archimede, che infatti non è al momento oggetto di alcun intervento di riqualificazione e che rischia, così, di dare l'idea di un'incompiuta.   Ti potrebbero interessare: Metropolitana di Catania | Scheda dell’opera Metro fino a Monte Po, i lavori entrano nel vivo: obiettivo 2018 Nuova tratta metropolitana Borgo-Nesima, ecco l’esatta ubicazione delle stazioni Metro, ecco dove saranno le stazioni della nuova tratta Stesicoro-Palestro: obiettivo 2019 Metro, tratta Misterbianco-Paternò: ecco dove sorgeranno le stazioni VIDEO | Metropolitana, iniziate le corse di prova: tratta Nesima-Borgo forse già a fine marzo FOTO | Scopriamo la stazione San Nullo della metropolitana FOTO | Scopriamo la stazione Milo della metropolitana di Catania FOTO | Piazza Papa Giovanni XXIII, i progressi del cantiere della metropolitana

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
28 mar 2017

Viabilità: istituito senso unico di marcia in via Messina

di Mobilita Catania

Al fine di migliorare la viabilità, è stato istituito il senso unico di marcia in via Messina, nel tratto e nella direzione da piazza Mancini Battaglia a via Acireale. La disposizione, in vigore dal momento della installazione della segnaletica, mira in particolare a favorire la fluidità del traffico in uscita da piazza Mancini Battaglia e a evitare i conflitti tra i flussi in entrata e quelli in uscita da via Messina. Nella nostra planimetria la nuova viabilità

Leggi tutto    Commenti 0
Segnalazione
27 mar 2017

Nuovi stalli per moto e scooter in via Vittorio Emanuele: in attesa della segnaletica orizzontale le auto sostano in divieto

di Mobilita Catania

In via Vittorio Emanuele nel tratto antistante Palazzo Pedagaggi, sede del dipartimento di Scienze Politiche e Sociali su richiesta dell'Associazione Universitaria Controcampus sono stati messi in opera nuovi stalli per ciclomotori. Tuttavia, in attesa che l'azienda Multiservizi allestisca la segnaletica orizzontale, molti veicoli sostano sugli stalli. Di seguito riportiamo il comunicato di Federico Scalisi vicepresidente dell'associazione universitaria Controcampus. A seguito di una richiesta da parte dell’Associazione Universitaria Controcampus all’Ufficio Traffico Urbano del Comune di Catania, grazie alla collaborazione del Consigliere Comunale Ludovico Balsamo, di un aumento degli stalli riservati ai ciclomotori e motocicli nei pressi del Dipartimento di  scienze politiche e sociali dell’Università degli Studi di Catania, è stata collocata la segnaletica verticale e cancellata la segnaletica orizzontale “blu” della sosta a pagamento, dal civico 43 di Via Vittorio Emanuele all’incrocio con via Calì. Dal Comune informano che a breve sarà predisposta la segnaletica orizzontale per la delimitazione degli stalli, ma la sosta riservata ai ciclomotori e motocicli è già stata istituita, con eventuale sanzione e rimozione delle auto in sosta. Soddisfazione per il risultato raggiunto è stata espressa dal Senatore Accademico Alessandro Lipera, dal Consigliere del Dipartimento di Scienze Politiche Livio Montemagno e dal Consigliere del Corso di Laurea in Sociologia Paola Rizza.

Leggi tutto    Commenti 0    Proposte 0

Ultimi commenti