Articolo
17 ott 2020

Domani ritorna l’evento “Domenica senza auto” ma con la metro ancora chiusa

di Mobilita Catania

Dopo il positivo esperimento di domenica scorsa, con l'apprezzamento dei cittadini per l'iniziativa, torna domenica 18 ottobre la pedonalizzazione  del centro storico per rendere più vivibile la parte più antica della città densa di beni culturali. Così come per tutte le domeniche di ottobre, cittadini e turisti potranno visitare con maggiore libertà e in tutta sicurezza i numerosi siti storico-artistici aperti al pubblico anche in occasione della manifestazione "Le vie dei Tesori", con percorsi tra anfiteatro, giardini, chiese, cupole, edifici nobiliari e istituzionali. Tra questi, Palazzo degli Elefanti che aprirà le sue sale ricche di opere d’arte dalla 9.30 alle 13. L’area pedonale è istituita dalle ore 9,00 alle ore 13:00 nelle seguenti vie e piazze: piazza Giuseppe Mazzini; via Auteri; via Madonna Della Lettera; via Giuseppe Garibaldi, da via Spadaro Grassi a piazza Giuseppe Mazzini; via Vittorio Emanuele II, da via Erasmo Merletta a piazza San Francesco; via Erasmo Merletta; via San Giuseppe al Duomo; piazza San Francesco d’Assisi (carreggiata est); via Crociferi, da via Teatro Greco a piazza San Francesco d’Assisi; via Teatro Greco, da via Ospizio di Beneficenza a via Crociferi; via San Francesco; via Alessi; via Bicocca; via Roccaforte; via Collegiata; piazza San Nicolella; via Alessandro Manzoni; via Biscari; via Vasta; via Fragalà; via Antonino di Sangiuliano (da piazza Manganelli a via Manzoni); salita San Camillo; via Del Colosseo; via Etnea (da via Fragalà a piazza Stesicoro); via Penninello; via Neve; via Carcaci, via San Michele. Nell’area pedonale  è vietata la circolazione dei veicoli a eccezione dei mezzi in servizio di emergenza, delle biciclette, dei veicoli al servizio di persone con limitate o impedite capacità motorie, dei residenti diretti a garage od aree scoperte adibite a parcheggio, dei mezzi preventivamente autorizzati dal Comando di Polizia Municipale, dei taxi per il raggiungimento delle strutture alberghiere e dei mezzi di trasporto turistico. La metropolitana rimarrà ancora chiusa, con inevitabili disagi per coloro che non potranno usufruirne per raggiungere il centro storico.  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
02 ott 2020

Galleria d’arte moderna: dal 3 ottobre la mostra “Feeling Home. Sentirsi a Casa”

di Mobilita Catania

“Feeling Home. Sentirsi a Casa” è il tema della mostra fotografica itinerante che da Milano approderà a Catania, nella Galleria d'Arte moderna di via Castello Ursino 32, sabato 3 ottobre con inaugurazione alle ore 18. L'esposizione, promossa dall'Amministrazione comunale con l'assessorato alla Cultura, è ideata da GT Art Photo Agency Milano e co-organizzata con l’associazione F2 Progetti per la Fotografia di Catania. Curatrice della rassegna è Giusy Tigano. In vetrina, sino al 30 ottobre, 90 fotografie di nove autori chiamati a raccontare il "senso di casa" come specchio del tempo interiore, declinato in funzione di differenti sensibilità, linguaggi, poetiche. Questi gli artisti: Isabella Balena, Franco Carlisi, Francesco Cito, Luca Cortese, Pierfranco Fornasieri, Gianni Maffi, Carlo Riggi, Pio Tarantini, Daniele Vita Le fotografie saranno accompagnate da estratti bibliografici e introduzioni personali degli autori, oltre che da recensioni di professionisti del settore. La mostra proporrà inoltre due eventi collaterali. Il primo è uno spazio dedicato all'esposizione di immagini tratte dal contest fotografico “Lockdown. Sospesi in casa”, realizzato nel periodo di confinamento causato dall'emergenza Covid. Il secondo, in occasione dell’inaugurazione di sabato 3, è la performance "Feeling Home Social Video", ideata da Alessandro Vicario e aperta alla partecipazione attiva dei visitatori con interviste e riprese video incentrate sull'interpretazione del concetto “sentirsi a casa". La mostra sarà aperta al pubblico, con ingresso libero, dal lunedì al sabato, dalle ore 9 alle 19.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
19 set 2020

Settimana della mobilità sostenibile: domani centro storico chiuso al traffico ma la metro rimane chiusa

di mobilita

Domenica 20 settembre, in occasione della Settimana della mobilità sostenibile, diverse aree del centro storico saranno chiuse al traffico dalle 8 alle 14, dalla zona di piazza Carlo Alberto a quella di piazza Federico II di Svevia e via Dusmet, dall'area di via Monsignor Ventimiglia a quella di via Teatro Greco.  Ci saranno servizi e linee del trasporto pubblico su gomma a disposizione dei cittadini per consentire il raggiungimento delle isole pedonali e per gli spostamenti all'interno delle stesse aree. La metropolita, tuttavia, rimarrà inopinatamente chiusa con disagi per coloro che vorranno raggiungere il centro storico dai quartieri periferici. La linea Librino Express sarà gratuita dalle ore 8 alle ore 14; il servizio BiCT sarà attivo per l’intera giornata, con utilizzo gratuito delle bici tradizionali disponibili sia al parcheggio R1 (via Plebiscito) che al parcheggio Borsellino (piazza Borsellino). Bici e mezzi elettrici potranno transitare all'interno dell'area chiusa ad auto e moto (eccetto che per residenti e autorizzati). Il programma: in piazza Università, dalle ore 8 alle ore 14, un minibus elettrico Amt ospiterà le iniziative di divulgazione ambientale dell’Ufficio del Mobility Manager di Area; l' Amt promuoverà il servizio di car sharig Amigo recentemente attivato nel territorio della città di Catania; uno stand di Fiab Catania MontainBike Sicilia Asd proporrà minicorsi dedicati all'uso della bicicletta in sicurezza. Tour culturali e naturalistici a piedi e in bici sono previsti sia di mattina che di pomeriggio. Dalle ore 9.30 alle ore 11,30 con partenza da piazza Roma, passeggiata "La Grande Catania, l'arte al di là del regime", a cura dell’Associazione regionale Guide Sicilia; dalle ore 9,30 alle ore 17, con raduno iniziale in piazza Università, pedalata ciclo-culturale e paesaggistico-ambientale “Life Sic2Sic” alla scoperta dell’Oasi del Simeto, a cura di Fiab Catania MontaInBike Sicilia Asd in collaborazione con Ispra e Wwf Catania. Per raggiungere il parco i partecipanti potranno anche utilizzare un Bus di linea, messo a disposizione gratuitamente dall’Amt, che da piazza Borsellino raggiungerà l’ingresso dell’Oasi. Dalle ore 17,30 alle ore 19,30, con partenza da piazza Bellini, passeggiata culturale guidata lungo un percorso che comprende il teatro Massimo, i teatro Sangiorgi,  via di Sangiuliano, piazza Manganelli, piazza delle Belle e dintorni, a cura della presidente dell’Associazione Guide Turistiche Catania.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
17 set 2020

Settimana della mobilità, le vie Sant’Anna e Guardo diventano aree pedonali

di Mobilita Catania

Via Sant'Anna, la strada del centro storico sede della casa-museo di Giovanni Verga e via Guardo, spazio antistante la scuola XX settembre nei pressi della stazione Borgo della Metropolitana, sono state sperimentalmente trasformate in aree pedonali fino al prossimo 22 settembre. L’iniziativa rientra nell'ambito delle iniziative promosse per la settimana per la mobilità sostenibile che si sta svolgendo a Catania, sulla base di un programma redatto dall’assessorato comunale alla mobilità retto da Giuseppe Arcidiacono, dalla mobility manager Patrizia Giacalone, altri enti come Amt e Fce e da numerose associazioni ambientaliste. Nei programmi del Comune, sia via Sant'Anna che via Guardo, considerate la valenza degli spazi pubblici interessati, potrebbero rimanere stabilmente chiuse al traffico, in virtù del piano varato dall’Amministrazione a favore della pedonalizzazione di porzioni dell’area urbana che viene gradualmente reso effettivo. Domenica mattina, inoltre, un'ampia area del centro storico sarà chiusa al traffico, dalla zona di piazza Carlo Alberto a quella di piazza Federico di Svevia e via Dusmet; dall'area di via Ventimiglia a quella di via Teatro Greco.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
16 giu 2020

Catania, arriva la seconda chance per il Car Sharing

di davidevillaggio

Un anno fa, di questi tempi, a Catania si disquisiva sul flop del progetto di Car Sharing portato avanti dal gruppo Eni. Un'iniziativa protrattasi per tre anni ma che, come specificato da Enjoy, aveva tradito le aspettative sia per il basso numero di clienti in rapporto al numero della popolazione catanese, che per i numerosi atti vandalici alle "celebri" Fiat 500 rosse. Furti, smantellamenti e veri e propri sequestri rispetto al termine stabilito al momento del noleggio, non hanno permesso al gruppo promotore del progetto di ottenere i ricavi necessari per portare avanti l'iniziativa nella città dell'elefante. Tuttavia, a distanza di quattordici mesi, Catania vuole concedersi una seconda chance, riproponendo il servizio di Car Sharing ma, rispetto alla prima esperienza, apportando numerose novità. Dai prossimi giorni, infatti, sarà possibile noleggiare 50 macchine (Lancia Y e Toyota Yaris) alcune delle quali anche ibride elettriche, grazie alla convenzione tra l'Amt di Catania e l'Amat di Palermo per una flotta di mezzi della piattaforma Amigo che opera nel settore del noleggio nel capoluogo siciliano da 11 anni. Il servizio riguarderà inizialmente soltanto le aree centrali della città escludendo le zone periferiche, seguendo l'esempio di Palermo, ove il servizio Amigo è già attivo da anni, producendo ottimi risultati. Oltre che nel capoluogo siciliano, il progetto è stato già lanciato pure in altre città siciliane, da Trapani e provincia fino ad Enna. Ma come funzionerà il servizio? Quali saranno le tariffe? Fin dove sarà possibile spostarsi una volta noleggiata l'auto? Il mezzo sarà possibile prenotarlo tramite il sito, ma anche tramite smartphone con l'app messa a disposizione. I costi del servizio si dividono in quota fissa, quota proporzionale e l'innovativa tariffa free floating: nel primo caso si tratta di un abbonamento annuale pari alla somma di 25 € nel secondo caso, invece, la tariffa dipende dall'ammontare di tempo e di chilometri percorsi durante tutto il noleggio mentre nel caso della nuova tariffa a flusso libero, ogni minuto costerà 0,24 € dalle 7 alle 22 e 0,17 € dalle 22 alle 7. In questo frangente, non sarà possibile percorrere oltre i 50 km, altrimenti una volta superati ogni km in più vedrà un aumento di 0,35 €. Altra novità importante riguarda gli spostamenti: se con la Enjoy bisognava lasciare l'auto nella stessa città in cui veniva fatto il noleggio, adesso sarà possibile spostarsi anche altrove recandosi nelle città che già effettuano questo servizio. Insomma, le numerose richieste dei cittadini che hanno apprezzato la prima esperienza di Car Sharing nel capoluogo etneo, hanno indotto il presidente dell'Azienda Municipale Trasporti di Catania, Giacomo Bellavia, ad accelerare i tempi per evitare che la città perdesse l'abitudine dopo il primo esperimento non andato a buon fine con Enjoy.  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
06 mar 2020

Coronavirus, Aeroporto di Catania: pochi passeggeri, chiude il Terminal C

di Mobilita Catania

SAC comunica che, a partire dalla mattina di domenica 8 marzo 2020, le attività operative all'interno del Terminal C – dedicato alle partenze della compagnia aerea easyJet verso destinazioni Schengen - saranno momentaneamente trasferite al Terminal A. La decisione è stata presa a seguito della flessione del traffico aereo dovuto all'emergenza “Coronavirus”, al fine di ottimizzare le risorse di tutti gli operatori. Nel dettaglio, il Terminal C chiuderà dopo la partenza del volo EC 3340 per Venezia, schedulato alle 18:50 di sabato 7 marzo, per riaprire lunedì 16 marzo, con il volo EC 2845 in partenza per Malpensa e schedulato per le 7 del mattino. Tutte le partenze di voli easyJet inizialmente previste dal Terminal C, dunque, dalla mattina di domenica 8 marzo alla sera di domenica 15 marzo, saranno regolarmente operate dal Terminal A. In tutto l’aeroporto, intanto, proseguono le attività di sanificazione profonda delle aree interessate dal flusso di passeggeri, operatori ed Enti di Stato. Sono stati montati i termoscanner per la misurazione della temperatura e istallati 15 dispenser di liquido antibatterico nelle zone partenze e arrivi. Inoltre, durante le ore notturne, viene effettuata un’azione di sanificazione nel terminal con l’utilizzo di un atomizzatore ad ampio spettro, oltre alla pulizia delle superfici a contatto con i passeggeri. Qualsiasi novità sarà tempestivamente comunicata agli utenti sul sito ufficiale dello scalo, www.aeroporto.catania.it e sui profili Facebook e Twitter dell’aeroporto.

Leggi tutto    Commenti 1
Articolo
03 feb 2020

Aeroporto di Catania, crescono dell’11% i passeggeri internazionali per le festività agatine

di Mobilita Catania

Cresce quasi del 3% il numero complessivo di passeggeri in transito all’Aeroporto di Catania in occasione delle festività agatine del 2020. La SAC, società di gestione dell’Aeroporto di Catania, rende note le previsioni elaborate dall’Ufficio Dati nel periodo 2 – 6 febbraio di quest’anno, che vedono un incremento di passeggeri, in particolare di provenienza internazionale, rispetto al 2019, oltre il consolidamento di quelli nazionali. Nel dettaglio, sono previsti, tra arrivi e partenze, circa 98.600 transiti, +2,8% rispetto all’anno precedente quando furono 95.945; in particolare saranno 49.100 i passeggeri in arrivo (+2,7% rispetto all’anno precedente): tra questi, ben l’11,2% sono di provenienza internazionale.  Anche in partenza si prevede una crescita di traffico di circa il + 2,85% rispetto allo scorso anno. La giornata più trafficata cadrà anche quest’anno di domenica, 2 febbraio, con 81 movimenti e circa 24.500 passeggeri, +10,6% rispetto all’anno precedente; di questi, circa 16.000 saranno dati dal volato nazionale (+9,1% rispetto al 2019), e 8.500 di tipo internazionale (+13,5%). Soddisfatti il presidente e l’amministratore delegato di SAC, Sandro Gambuzza e Nico Torrisi. “Le festività agatine si confermano ancora una volta incredibile richiamo per turisti, in particolare internazionali che, anche quest’anno registrano una crescita significativa - affermano. Numeri che dimostrano come Catania e, in generale la Sicilia, siano mete appetibili anche “fuori stagione” e che, nonostante la contrazione del mercato, riescano ad attirare importanti flussi turistici, confermando come la destagionalizzazione Ti potrebbero interessare: Aeroporto di Catania Fontanarossa | Storia e sviluppi futuri  Fontanarossa a doppia cifra: l’aeroporto di Catania raggiunge i 10 milioni di passeggeri annuali

Leggi tutto    Commenti 0