Articolo
02 nov 2018

Stazione metro Monte Po, nuovi lavori con microesplosioni sino al 31 dicembre

di Andrea Tartaglia

L'anno 2018, per la nuova stazione di Monte Po della metropolitana di Catania, in corso di realizzazione, si chiuderà "col botto". Ma non si tratta di fuochi d'artificio, naturalmente: nell'ambito dei lavori per la realizzazione dei sottopassaggi di accesso alla stazione, infatti, saranno esplose alcune microcariche di esplosivo. Già da questi giorni e sino al 31 dicembre 2018, saranno fatte detonare alcune microcariche di esplosivo tra le ore 7:30 e le 14:00 e dalle ore 15:30 alle 18:00 nell’ambito dei lavori, curati dalla C.M.C. di Ravenna, di completamento della nuova stazione metro di Monte Po, nella zona di Via Mezzocampo e Corso Carlo Marx di Misterbianco. Tali interventi sono stati autorizzati dall'Assessorato Regionale dell'Energia e dei Servizi di Pubblica Utilità - Distretto Minerario di Catania, con numero di protocollo 35194 del 25/09/2018. Gli abitanti della zona saranno preventivamente avvisati a mezzo di ronda con personale dotato di megafono, percorrendo per tre volte le vie principali del circondario e avvisati prima della «volata» a mezzo di segnalazione acustica effettuata da personale preposto in cantiere. Nessun pericolo, ad ogni modo, per la popolazione della zona. I lavori rientrano nell'ambito della realizzazione della tratta Nesima-Monte Po, che comprende anche la realizzazione della stazione intermedia "Fontana", sita nell'omonimo viale della Circonvallazione. Quest'ultima sarà anche direttamente collegata all'Ospedale Garibaldi "nuovo" di Nesima. La conclusione di tutte le opere della tratta, comprensive delle due nuove stazioni complete, è prevista entro l'estate dell'anno prossimo, con probabile apertura al pubblico per l'autunno del 2019.   Ti potrebbero interessare… Metropolitana di Catania | Scheda dell’opera FOTO | Dentro lenuove stazioni metro di Monte Po e Fontana, avanzano i lavori Metropolitana, a breve l’apertura domenicale e altre migliorie al servizio Metro, entro il primo semestre 2019 l’apertura delle stazioni di Fontana e di Monte Po FOTO | Metropolitana, si lavora nel cantiere base della Palestro-Stesicoro Metropolitana, aggiudicati i lavori per le nuove scale mobili nelle stazioni Italia e Borgo Metro Stesicoro-Palestro: al via lavori a traffico aperto in via Plebiscito Metropolitana. tratta Monte Po-Misterbianco: la Cmc di Ravenna si aggiudica il bando Lavori stazione metro Cibali, restringimenti e divieti in via Galermo

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
01 nov 2018

Ognina, lavori collettore fognario: mercoledì 6 novembre si ritorna alla viabilità originaria

di Mobilita Catania

I disagi per commercianti, automobilisti e residenti nella zona di Ognina termineranno tra pochi giorni. È l’esito della Conferenza dei Servizi promossa con urgenza dal sindaco Salvo Pogliese e dall’assessore Pippo Arcidiacono, per rappresentare i disagi causati nella zona dalla deviazione di via Messina, a seguito degli indifferibili lavori del collettore fognario di Aci Castello. Alla fine della riunione operativa, a cui sono intervenuti rappresentanti dell’impresa esecutrice, la Direzione Lavori  e i tecnici del Comune di Catania, è stato stabilito di ripristinare tutta la viabilità allo stato originario entro mercoledì 6 novembre,  fatti salvi slittamenti dovuti a eventuali condizioni meteo avverse. Dopo le festività natalizie, verrà realizzata un’ulteriore valida alternativa per consentire l’esecuzione degli altri lavori, cercando di limitare al mimino i disagi agli esercizi commerciali e agli automobilisti.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
01 nov 2018

Aeroporto di Catania, cresce il traffico aereo per il Ponte di Ognissanti: + 53% movimenti aerei da/per l’estero

di Mobilita Catania

Il Ponte di Ognissanti 2018 vedrà, per l'aeroporto di Fontanarossa, una crescita del 20% dei passeggeri in transito. L’Ufficio Dati Traffico della società di gestione dello scalo etneo, infatti, per il periodo compreso tra mercoledì 31 ottobre e domenica 4 novembre, ha stimato un traffico di 128.000 passeggeri (nel 2017 furono 102.871, quindi +20%), di cui ben 45.000 sono riconducibili a destinazioni internazionali. Crescono del 53%, inoltre, i movimenti aerei da/per l’estero: sempre nei cinque giorni in esame, saranno in totale oltre 100 i movimenti aerei in più rispetto allo stesso periodo del 2017. Le giornate più trafficate sono mercoledì 31 ottobre e domenica 4 novembre, con 26.000 passeggeri in transito nel singolo giorno (+23% rispetto alle stesse date clou del 2017). Con il mese di novembre – che a Catania vedrà una crescita stimata di circa il 15% di passeggeri - comincia negli aeroporti la stagione winter del traffico aereo. Al via alcuni collegamenti già annunciati, che ampliano e differenziano l’offerta di voli diretti per alcune destinazioni. Ryanair introduce Siviglia, Marrakech e Atene. Mentre a fine novembre sarà la volta del nuovo collegamento su Vienna operato da Wizzair. Air France, KLM e Flydubai confermano l’operativo per i prossimi mesi. Il diretto per Dubai collegherà quattro volte a settimana Catania con gli Emirati Arabi.   Ti potrebbero interessare… Aeroporto di Catania Fontanarossa | Storia e sviluppi futuri Aeroporto di Catania, primo passo verso il nuovo Terminal B: aggiudicati i lavori di demolizione e smaltimento FOTO | L’aeroporto di Catania si fa grande: apre il nuovo Terminal C Aeroporto di Catania, 95 milioni di investimenti per il più grande scalo del Sud Aeroporto di Fontanarossa, primo passo verso la riqualificazione del Terminal Morandi Fontanarossa record, estate strepitosa e quinto posto nazionale riconquistato Fontanarossa, superato il tetto di un milione di passeggeri anche a settembre  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
01 nov 2018

Commemorazione dei Defunti a Catania: viabilità e linee AMT

di Amedeo Paladino

Commemorazione defunti: nei giorni 1 e 2 novembre nuovo piano di circolazione nella zona di Acquicella e linee speciali AMT. In occasione della Commemorazione dei defunti, la zona del cimitero di Acquicella  sarà interessata da un nuovo piano di circolazione, necessario a garantire sicurezza e fluidità alla mobilità veicolare e pedonale. Queste le disposizioni per giovedì 1 e venerdì 2 novembre 2018, giornate che prevedono l'apertura del Cimitero e delle Confraternite dalle ore 7 alle  17: istituito il senso unico di marcia per tutti i veicoli nelle vie: Acquicella, carreggiata est, da via della Regione a via Zia Lisa; Zia Lisa, da via Acquicella a via Madonna del Divino Amore. Revocato in via Acquicella il senso unico di marcia nel tratto da piazza Palestro a viale Della Regione. disposto il divieto di transito per tutti i veicoli nelle vie: Calliope; viale della Regione nel tratto da via Calliope e via Acquicella. riservati ai veicoli di trasporto locale, dei servizi tecnici, ai taxi, ai mezzi di soccorso e delle forze dell’ordine, ai veicoli per il trasporto delle persone con disabilità, i tratti delle vie:  Acquicella, carreggiata ovest, da viale della Regione al quarto varco sud; Acquicella, varco centrale (secondo) e varco terzo. istituita la corsia riservata ai mezzi di trasporto pubblico locale, ai taxi, alle forze dell’ordine, ai mezzi di soccorso nelle vie: Aurora, carreggiata ovest, corsia est;  Acquicella, carreggiata est, lato ovest, dal secondo al terzo varco; Zia Lisa, da via del Divino Amore alla carreggiata ovest di via Acquicella; e inoltre in piazza Risorgimento, carreggiata sud, corsia nord, da carreggiata est della stessa piazza a carreggiata ovest, corsia est di via Aurora. disposto il divieto di fermata per tutti i veicoli nelle vie: Fossa Creta, ambo i lati; Aurora, carreggiata ovest, ambo i lati; Palermo, da piazza Palestro a via Fossa Creta, lato nord; Acquicella, lato est, da piazza Palestro a viale della Regione; Acquicella, carreggiata est, lato est, da viale della Regione al quarto varco; Acquicella, carreggiata est, lato ovest, da viale della Regione al primo varco; Adamo ambo i lati; Zia Lisa da via Dogali a via Acquicella, ambo i lati; Della Concordia, da via Adamo a via Acquicella, ambo i lati. adibiti alla sosta dei veicoli i tratti di: viale Della Regione, da via G. Missori a via Calliope; via Acquicella Porto, da via Officina Ferroviaria a piazza Stazione Acquicella; e inoltre piazza Stazione Acquicella, lato ovest e sud. Istituita la sosta riservata ai taxi in via Acquicella, nel primo varco (nord). disposta la regolamentazione della sosta oraria, di 15 minuti, in via Acquicella, carreggiata est, lato ovest, dal primo al secondo varco. vietato inoltre il transito ai veicoli di massa a pieno carico superiore a 3,5 t. e agli autobus, eccetto quelli di trasporto pubblico locale (Amt) nelle vie: stradale Gelso Bianco, carreggiata sud, direzione sud-nord da viale Vigo a via Zia Lisa; Zia Lisa, carreggiata sud, direzione sud-nord; Madonna del Divino Amore. L’ingresso all'area cimiteriale è consentito dalle ore 12 alle ore 15, attraverso l’ingresso sud (parcheggio di via Madonna del Divino Amore) a tutti i veicoli muniti di contrassegno speciale per le persone con invalidità. Sono sospesi invece tutti gli altri permessi per l’ingresso al cimitero. Inoltre, sino al 2 novembre, è istituito il senso unico di marcia nelle vie: Dogali, da via Zia Lisa a via Officina Feroviaria; Officina Ferroviaria, da via Dogali a via Acquicella Porto; Fenice, da via Dogali a via Amerigo Vespucci. Trasporto pubblico AMT Sempre  per giovedì 1 e venerdì 2 novembre, al fine di ridurre al minimo l'utilizzo dell'auto privata e di fluidificare il traffico nella zona del cimitero, l'Amt ha programmato l'attivazione di due linee speciali per giovedì 1 e venerdì 2 novembre: la F ovest Sanzio-Cimitero e la 448 F Cannizzaro/Via Caruso – Cimitero. Prevista la modifica dei percorsi delle linee  522, 925, 628 N, 628 R, circolare 902, che assicureranno il passaggio da via Acquicella. Il servizio dalla Stazione centrale al Cimitero sarà potenziato, oltre che con il transito delle linee 448F e F-ovest, anche con l'istituzione della navetta “Stazione Centrale - Cimitero” (calendari e percorsi sono disponibili sul sito istituzionale Amt). Nessun treno speciale, invece, per Catania Acquicella, nonostante potenzialmente raggiungibile in pochi minuti anche da Catania Ognina e Catania Europa, oltre che da Catania Centrale.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
30 ott 2018

San Giorgio, domani riapre al traffico veicolare via Carmelo Rosano

di Mobilita Catania

Mercoledì 31 ottobre alle ore 10,00 circa gli assessori ai lavori pubblici Pippo Arcidiacono e alla protezione civile Alessandro Porto saranno presenti alla riapertura al transito veicolare di Via Carmelo Rosano, chiusa venerdì scorso, in via precauzionale per uno stato di criticità dovuto a un movimento traslatorio di una delle carreggiate. I tecnici del Comune d’intesa con quelli del Genio Civile hanno infatti completato il riempimento del terrapieno sottostante la sede stradale in corrispondenza del collegamento con il ponte, che si era svuotato per via del processo di avvallamento registrato lungo la sede stradale all’altezza del torrente Acquicella. Domattina presto si dovrebbe provvedere all'installazione della nuova segnaletica e dopo l’ultima verifica, ci sarà la provvisoria riapertura del tratto al traffico veicolare di via Rosano, arteria di  notevole importanza per il deflusso viario della zona, soprattutto per le festività di Ognissanti e la commemorazione dei defunti.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
29 ott 2018

Catania città “insostenibile”: ultima in classifica nel rapporto Ecosistema Urbano di Legambiente

di Mobilita Catania

La fotografia scattata da Ecosistema Urbano, l’annuale rapporto di Legambiente presentato oggi a Milano è impietosa per la città di Catania: ultimo posto tra i 104 capoluoghi di provincia italiani. «Siamo all’anno zero su tutti i fronti - commenta l'avvocato Viola Sorbello, presidente del circolo di Catania di Legambiente- tutti gli indicatori presi in esame dal rapporto certificano il fallimento delle politiche ambientali urbane portati avanti nella nostra città. In questi anni di attivismo abbiamo costantemente indicato alle Amministrazioni le politiche da adottare per migliorare l’ambiente urbano, ma il più delle volte i nostri appelli sono rimasti inascoltati. Sulla mobilità, tema che ha il peso più rilevante nel rapporto, si fatica ad implementare politiche efficaci di riduzione della dipendenza dall’uso dell’auto: l’ampliamento delle zone a traffico limitato e delle isole pedonali, contestualmente al miglioramento delle infrastrutture ciclabili come strategie di mobilità sostenibile, attendono da anni la messa in opera a causa dell’evidente mancanza di volontà politica e dell’inefficienza della macchina amministrativa. Sul tema del verde urbano si attende da mesi l’approvazione del Regolamento del verde: il nostro circolo ha dato un apporto per la definizione delle linee guida, ma ad oggi questo strumento fondamentale per una corretta gestione del verde rimane chiuso nei cassetti degli uffici comunali. Per quanto concerne il consumo di suolo, l’abusivismo nel Parco dell'Etna, patrimonio dell' Umanità Unesco, e all’interno dell’Oasi del Simeto, sono un esempio lampante di immobilismo amministrativo. Le demolizioni sono in numero irrisorio. Risultati impietosi anche per la dispersione di acqua nella rete e per il livello di depurazione. Il paradigma della situazione disastrosa dell’ambiente urbano di Catania è la gestione dei rifiuti: mentre a livello nazionale la media di differenziata supera il 50%, la nostra città non arriva neanche al 10%. Questo quadro desolante, certificato dall’annuale rapporto di Legambiente, ci stimola a lavorare ancor più attivamente, ma l’attore determinante per invertire la rotta dovrà essere l’Amministrazione Comunale. Soprattutto in questi mesi in cui il rischio di default finanziario aleggia sul nostro Comune -commenta in conclusione la presidente- occorre investire proprio sull’ambiente urbano: molti dei costi a cui deve far fronte il Comune potrebbero essere notevolmente ridotti se ci fosse una corretta gestione di tutti gli aspetti dell’ecosistema ambientale della città.»

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
26 ott 2018

Lavori stazione metro Cibali: restringimenti e divieti in via Galermo

di Andrea Tartaglia

Proseguono i lavori per il completamento della stazione di Cibali della metropolitana di Catania. Per domenica prossima, 28 ottobre, e per domenica 11 novembre, alcuni interventi comporteranno l'istituzione di divieti di fermata e il restringimento della carreggiata in un tratto di via Galermo. Nelle domeniche 28 ottobre e 11 Novembre sono stati istituiti divieti di fermata in via Galermo, ambo i lati, dal civico 59 al civico 73, per consentire al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti - Gestione Governativa Ferrovia Circumetnea- di eseguire i lavori di installazione di una scala dei Vigili del Fuoco presso la stazione di Cibali, per consentire l’effettuazione di interventi particolarmente delicati. Nel tratto di strada interessato ai lavori sarà infatti posizionato un camion con gru per lo scarico dei materiali e dovrà essere assicurata una corsia di marcia per consentire il transito dei veicoli, a discapito delle auto solitamente in sosta in quel tratto. Per l'esecuzione dei lavori, il Comune di Catania e la Ferrovia Circumetnea hanno condiviso la scelta di eseguirli di domenica, quando il traffico è inferiore rispetto alle giornate lavorative, al fine di limitare al minimo le interferenze ai flussi viari. L'ultimazione della stazione è prevista entro l'anno, con probabile apertura all'utenza per l'inizio dell'anno venturo.   Ti potrebbero interessare… Metropolitana di Catania | Scheda dell’opera FOTO | Dentro le nuove stazioni metro di Monte Po e Fontana, avanzano i lavori Metropolitana, a breve l’apertura domenicale e altre migliorie al servizio Metro, entro il primo semestre 2019 l’apertura delle stazioni di Fontana e di Monte Po FOTO | Metropolitana, si lavora nel cantiere base della Palestro-Stesicoro Metropolitana, aggiudicati i lavori per le nuove scale mobili nelle stazioni Italia e Borgo Metro Stesicoro-Palestro: al via lavori a traffico aperto in via Plebiscito Metropolitana. tratta Monte Po-Misterbianco: la Cmc di Ravenna si aggiudica il bando

Leggi tutto    Commenti 0