Articolo
28 giu 2021

Un nuovo, grande Museo dell’Etna sorgerà nei locali dell’ex ospedale Vittorio Emanuele II

di Mobilita Catania

L’Etna avrà un suo grande museo permanente. Sarà realizzato nella città etnea per eccellenza, Catania, nei locali dell'ex ospedale Vittorio Emanuele II, secondo i più moderni standard museali, suddiviso in sei diversi settori, con installazioni e tecnologie interattive e spazi didattici. La struttura, su una superficie di ottomila metri quadrati, consentirà un'immersione a 360 gradi nel mondo del vulcano più alto d'Europa e tra i più attivi al mondo. Questa mattina, al PalaRegione di Catania, il presidente della Regione Nello Musumeci ha presentato il progetto vincitore della procedura pubblica curata dal Dipartimento regionale tecnico tramite il Genio civile etneo. L'elaborato selezionato è firmato dallo studio Guicciardini & Magni di Firenze, che vanta un'ampia esperienza nella progettazione museale.   Alla presentazione hanno partecipato il sindaco di Catania, Salvo Pogliese, il direttore del dipartimento regionale Tecnico, Salvatore Lizzio e i progettisti Piero Guicciardini, Marco Magni  e Giuseppe Lo Presti, associati dello Studio che ha redatto il progetto. «Il museo dell'Etna – detto il presidente Musumeci - è l’infrastruttura culturale più importante per la città da vent'anni a questa parte, da quando nel 2001 furono realizzati il museo dello Sbarco e il museo del Cinema. L'idea di realizzare un grande museo dedicato al vulcano rientra nella programmazione di nuovi spazi museali della Regione Siciliana. Abbiamo deciso di ospitarlo, d'accordo con il Comune di Catania, nel luogo che ci sembrava più adatto non solo dal punto di vista architettonico ma anche filologico, perché lambito dalla colata lavica del 1669: l’ex nosocomio Vittorio Emanuele II. La struttura, dismessa da un anno, sarebbe potuta diventare un luogo di degrado e, invece, abbiamo subito deciso di destinarlo a spazio culturale e luogo di aggregazione per visitatori e per la città. A questo obiettivo - ha aggiunto Musumeci - abbiamo lavorato con l'assessore comunale all'Urbanistica, Enrico Trantino, con la commissione consiliare Urbanistica, con i nostri tecnici del Genio civile e con l'assessorato regionale ai Beni culturali, guidato da Alberto Samonà». Il governo regionale ha destinato 13 milioni di euro per la realizzazione del museo dell'Etna nella parte centrale dell'edificio prospiciente la via Plebiscito. Altri 12 milioni sono destinati ai due corpi laterali, che saranno destinati a campus universitario e laboratori dell’Accademia di Belle Arti. Lo studio di architettura vincitore della procedura, entro novembre, dovrà consegnare il progetto esecutivo, così da bandire e aggiudicare la gara entro la primavera 2022. Da allora si prevede di avviare i lavori e completare l'opera in circa due anni.  «Per la città - ha aggiunto il sindaco di Catania, Salvo Pogliese - si avvia un percorso di eccezionale valenza. Voglio ringraziare il presidente Musumeci per avere fortemente voluto la realizzazione del Museo dell'Etna, che potrà determinare nuovi flussi turistici. Questa nuova realtà sarà motivo per valorizzare ulteriormente l'incredibile patrimonio Unesco di Catania, col suo barocco, e lo stesso vulcano».  Il Museo dell'Etna, concepito come spazio di conoscenza e di socialità, sarà un unicum irripetibile, un viaggio affascinante alla scoperta del territorio del vulcano. Il percorso espositivo sviscera i diversi aspetti legati alla ‘Muntagna’, da quelli scientifici a quelli mitologici, artistici e antropologici e prevede sei settori: L’Etna tra scienza e mito; L'uomo e il vulcano; Musica, letteratura e cinema; Osservando il vulcano; Usi e costumi del territorio etneo.  Le due corti interne, "La corte del Vulcano" nell'ala Est e la "Corte dei Liotri" nell'ala Ovest, costituiranno i fulcri espositivi del museo. Nella prima verrà realizzato un modello sospeso del vulcano, videomapping e giochi di luce mostreranno i processi che avvengono all'interno dei condotti magmatici, mentre tappeti interattivi riprodurranno lo scorrimento di un fiume lavico; la seconda corte vedrà l'installazione interattiva "In volo sul paesaggio etneo": un pavimento con video led simulerà un volo sopra l’Etna, in alto ci sarà un'installazione con piccoli liotri sospesi, sulle pareti multi proiezioni immersive con immagini del paesaggio etneo. La grande corte interna del Museo, con una copertura leggera in acciaio e vetro, sarà uno spazio aperto alla città. L'edificio, al piano più alto, sarà rivestito da una nuova "pelle" che si ispira alla muratura a vista in mattoni e pietra lavica dell'ex Monastero dei Benedettini. Nelle ore serali, il rivestimento sarà illuminato con una luce calda e morbida, dall’intensità regolabile a seconda degli eventi, diventando una lanterna che irradia la propria luce sulla città.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
01 apr 2021

ERUZIONE ETNA | La situazione LIVE dell’Aeroporto di Catania

di Mobilita Catania

AGGIORNAMENTO ORE 16, 1 APRILE 2021 La società di gestione dell’aeroporto di Catania comunica che, in seguito alla fine dell’emergenza legata all’attività dell’Etna, lo spazio aereo è stato riaperto e lo scalo è tornato operativo. Potrebbero comunque verificarsi ritardi. I passeggeri sono pregati di informarsi sullo stato del proprio volo con le compagnie aeree. Informazioni sull’operatività generale dell’aeroporto sono disponibili sul sito ufficiale dello scalo, www.aeroporto.catania.it   La società di gestione dell’aeroporto di Catania comunica che, a causa dell’attività eruttiva dell’Etna lo spazio aereo è al momento inibito al traffico. Nessun volo, quindi, potrà atterrare o decollare. Per info sui voli dirottati o cancellati si prega di rivolgersi alle compagnie aeree o verificare la situazione in tempo reale sul sito dell'Aeroporto www.aeroporto.catania.it. Seguiranno nuovi aggiornamenti. foto di copertina di repertorio  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
16 feb 2021

Eruzione Etna, la situazione dell’Aeroporto di Catania

di Mobilita Catania

AGGIORNAMENTO ORE 8 17 FEBBRAIO 2021 La società di gestione dell’aeroporto di Catania comunica che lo scalo tornerà operativo a partire dalle ore 9,00, consentendo l’arrivo del volo easyJet proveniente da Milano Malpensa. Le operazioni di pulizia della pista sono andate avanti per tutta la notte con l’impiego di sei spazzatrici e di due mezzi per il supporto tecnico, oltre che di dieci unità che hanno operato incessantemente per rimuovere la grande quantità di cenere vulcanica dalla pista, dalla via di rullaggio, dai piazzali e da tutta la viabilità perimetrale.   A causa dell'attività di fontana di lava dal Cratere di Sud-est e l'emissione lavica lungo la parete occidentale della Valle del Bove, la società di gestione dell’aeroporto di Catania comunica che la pista dello scalo aeroportuale è al momento chiusa perché contaminata ed è in corso l’attività di pulizia e bonifica. Cinque i voli, tra arrivi e partenze, previsti per oggi, cancellati o dirottati. Per info sui voli dirottati o cancellati si prega di rivolgersi alle compagnie aeree o verificare la situazione in tempo reale sul sito dell'Aeroporto www.aeroporto.catania.it e sui profili Facebook e Twitter dell’aeroporto. Nuovi aggiornamenti seguiranno domattina, dopo la riunione dell’Unità di crisi. foto di repertorio  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
23 ott 2020

Aeroporto di Catania, limitazione spazio aereo per emissione di cenere vulcanica

di Mobilita Catania

Aggiornamento ore 11 La società di gestione dell’aeroporto di Catania comunica che, dalle ore 11, è stata disposta la riapertura del settore dello spazio aereo chiuso in precedenza. Pertanto, l’Aeroporto torna pienamente operativo.   La società di gestione dell’aeroporto di Catania comunica che, a causa dell’attività eruttiva dell’Etna e contestuale emissione di cenere vulcanica in atmosfera, l’Unità di crisi ha disposto la chiusura di un settore dello spazio aereo a partire dalle 9,30. Sarà consentito l’arrivo di 5 aeromobili ogni ora, mentre le partenze non subiranno limitazioni, ma potranno essere comunque soggette a ritardi e disagi. Ogni eventuale aggiornamento sarà tempestivamente comunicato. I passeggeri sono pregati di verificare lo stato del proprio volo con le compagnie aeree. Informazioni sull’operatività generale dell’aeroporto sono disponibili sul sito ufficiale dello scalo, www.aeroporto.catania.it e sui profili Facebook e Twitter dell’aeroporto.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
04 feb 2020

Termina il “caldo anomalo”: irruzione artica in arrivo con neve sull’Etna a quote collinari

di centrometeosicilia

Siamo alle porte di un drastico cambiamento delle condizioni meteo-climatiche sulla nostra isola; tutto ciò a causa di un'irruzione di aria artica che favorirà un autentico tracollo termico con l'arrivo di precipitazioni per lo più confinate sul settore centro-settentrionale della nostra isola, e neve a quote collinari. Scendiamo quindi nel dettaglio e scopriamo insieme cosa ci riserverà il tempo per le giornate di mercoledì 5 febbraio e giovedì 6 febbraio. Mercoledì 5 febbraio Al mattino avremo cielo nuvoloso o molto nuvoloso sul versante nord dell'Etna con fenomeni sparsi, poco o parzialmente nuvoloso sui restanti settori della provincia. Fra il pomeriggio e la sera instabile su gran parte del comprensorio etneo, specie settore settentrionale con fenomeni sparsi, altrove nubi sparse ma con bassa probabilità di fenomeni. Neve fra il pomeriggio e la sera sopra i 600/700 metri su comprensorio etneo, specie in serata. In caso di forti rovesci non escludiamo fioccate a quote più basse, anche di 100-200 metri. Le Temperature saranno in forte calo con freddo intenso dal pomeriggio/sera. I venti soffieranno molto forti da nord-ovest tendenti a tramontana in serata. Possibili raffiche fino a 80-90 km/h. Mari: molto mosso lo Ionio, agitati i restanti mari con mareggiate lungo le coste esposte. Giovedì 6 febbraio Nelle prime ore della notte ancora instabile sul settore tirrenico con piogge e rovesci sparsi, la neve potrà cadere fra Madonie, Nebrodi e comprensorio etneo a partire dai 400 metri, con fioccate sopra i 300 metri in caso di rovesci. Altrove nuvolosità sparsa ma senza fenomeni significativi ad eccezione di maggiore nuvolosità sugli Iblei che potrà dare origine ad isolate fioccate a quote collinari. Durante la giornata generale attenuazione dei fenomeni con le ultime deboli nevicate a partire dai 500 metri su Madonie, Nebordi e area etnea. Le temperature saranno in ulteriore calo con massime che non supereranno gli +11 °C, mentre i venti soffieranno forti di tramontana con locale componente da nord-nord-est. Mari generalmente agitati.   Questo è un bollettino previsionale in collaborazione col Centro Meteorologico Siciliano portale di divulgazione e condivisione di fatti meteorologici. La sua attendibilità è pari al 85% Per rimanere sempre aggiornato sulla viabilità dell’area metropolitana di Palermo, puoi ricevere notifiche sull’info mobilità unendoti al canale Telegram https://t.me/trafficoemobilitacatania

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
11 ott 2019

Aeroporto di Catania, spazio aereo parzialmente chiuso per emissione cenere vulcanica

di Mobilita Catania

Aggiornamento ore 19:00. Cessata emergenza: riapre settore spazio aereo. La società di gestione dell’aeroporto di Catania comunica che è stata disposta la riapertura del settore dello spazio aereo chiuso in precedenza dalle ore 19. Pertanto, l’Aeroporto torna pienamente operativo. I passeggeri sono pregati di verificare lo stato del proprio volo con le compagnie aeree. I passeggeri sono pregati di informarsi sullo stato del proprio volo con le compagnie aeree. I   Aggiornamento ore 9:00: la società di gestione dell’aeroporto di Catania comunica che, a causa dell’attività eruttiva dell’Etna e contestuale emissione di cenere vulcanica in atmosfera, l’Unità di crisi ha disposto la chiusura di un settore dello spazio aereo. Sarà consentito l’arrivo di 4 aeromobili ogni ora, mentre le partenze non subiranno limitazioni, ma potranno essere comunque soggette a ritardi e disagi. Ogni eventuale aggiornamento sarà tempestivamente comunicato. I passeggeri sono pregati di verificare lo stato del proprio volo con le compagnie aeree. Informazioni sull’operatività generale dell’aeroporto sono disponibili sul sito ufficiale dello scalo, www.aeroporto.catania.ite sui profili Facebook e Twitter dell’aeroporto. Voli dirottati o cancellati, conseguenza dell’emissione di cenere vulcanica - V7 1264/1702     VCE/CTA/VCE – dirottato su Comiso - EW 2818/2819    STR/CTA/STR - cancellato - V7 1227/1834     GOA/CTA/NAP – dirottato su Comiso - DX 1842/1841     LMP/CTA/LMP – dirottato su Palermo - LH1964 proveniente da MUC    -    dirottato a Palermo  -  LH1965  CTA/MUC              - CANCELLATO -  FR4852 proveniente da FCO     dirottato a Comiso; volo ritornato su CTA come FR52P      -    EVE7161/7162      SLM/CTA/VLL      -       CANCELLATO -    AF1290/1291         CDG/CTA/CDG   -       CANCELLATO -    VOE1743/1742       VRN/CTA/VRN       -   CANCELLATO -     AZ 1721/1704     MXP/CTA/MXP - CANCELLATO

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
20 lug 2019

ETNA | La situazione live dell’Aeroporto di Catania

di Mobilita Catania

Durante la notte tra il 19 e il 20 di luglio 2019 si è verificata un'intensificazione dell'emissione di cenere vulcanica dell'Etna. Gli aggiornamenti sull'attività dell'aeroporto di Catania. ORE 11:00 Situazione in via di normalizzazione.  Dalle 11 di oggi, è stata disposta la riapertura di tutti i settori dello spazio aereo. Potranno comunque verificarsi ritardi e disagi, ma la situazione dovrebbe presto tornare alla normalità. I passeggeri sono pregati di verificare lo stato del proprio volo con le compagnie aeree. Informazioni sull’operatività generale dell’aeroporto sono disponibili sul sito ufficiale dello scalo, www.aeroporto.catania.it e sui profili Facebook e Twitter dell’aeroporto. ORE  6:45 La società di gestione dell’aeroporto di Catania comunica che, vista la diminuzione dell’emissione di cenere vulcanica in atmosfera emessa dall'Etna, l’Unità di crisi ha disposto la parziale riapertura dello spazio aereo. Fino alle 11 sarà consentito l’arrivo di 6 aeromobili ogni ora, mentre le partenze non subiranno limitazioni, ma potranno essere comunque soggette a ritardi e disagi. L’aeroporto di Comiso è invece pienamente  operativo. Ogni eventuale aggiornamento sarà tempestivamente comunicato. I passeggeri sono pregati di verificare lo stato del proprio volo con le compagnie aeree. Informazioni sull’operatività generale dell’aeroporto sono disponibili sul sito ufficiale dello scalo, www.aeroporto.catania.it e sui profili Facebook e Twitter dell’aeroporto foto di copertina di repertorio  

Leggi tutto    Commenti 0

Ultimi commenti