Ultimi post
  • 14 ago 2018

    Sant'Agata d'estate: i provvedimenti di circolazione per le celebrazioni

    di Mobilita Catania

    In occasione delle celebrazioni Agatine di mezz’estate che, nei il 16 e 17 agosto, ricordano l’892° anno dalla traslazione delle reliquie di Sant’Agata dalla città di Costantinopoli a Catania, la direzione di Polizia Urbana ha disposto dei provvedimenti provvisori del transito veicolare per assicurare la sicurezza di chi assisterà alla festa e rendere più agevole la circolazione dei veicoli. In particolare: dalle ore 14 alle ore 22 di giorno 16 agosto è istituito il divieto di transito per tutti i veicoli, eccetto mezzi delle forze dell’ordine e di soccorso in emergenza, nelle vie e piazze: Duomo, Vittorio Emanuele II, nel tratto compreso tra le piazze Duomo e San Placido e nel tratto dalle piazze Cutelli a San Placido, San Placido, Porticello, Cardinale Benedetto Dusmet, da via Porticello a porta Uzeda, Mancini, Euplio Reina, Della Loggetta, Santa Maria del Rosario, Raddusa, Etnea, da via Antonino di Sangiuliano a piazza Duomo, Museo Biscari. Inoltre è istituito divieto di transito per tutti i veicoli dalle ore 8 alle ore 24 di giorno 17 agosto, nelle seguenti vie e piazze: Duomo, Vittorio Emanuele II, nel tratto compreso tra le piazze San Francesco e San Placido e nel tratto dalle piazze Cutelli a San Placido, San Placido, Porticello, Cardinale Benedetto Dusmet, da via Porticello a Porta Uzeda, Etnea, da via Antonino di Sangiuliano a piazza Duomo, Mancini, Euplio Reina, Della Loggetta, Santa Maria del Rosario, Raddusa, Giuseppe Garibaldi, dalle piazze Mazzini a Duomo, Erasmo Merletta, Sant’Agata, Mazza, Leonardi, Museo Biscari. Infine, per ambo i lati nelle stesse piazze e vie sopracitate e nelle fasce orarie e nei giorni indicati, è istituito il divieto di sosta con rimozione coatta per tutti i veicoli ad eccezione del Posto medico avanzato CMR itinerante. Pattuglie della polizia Municipale vigileranno sull’osservanza delle disposizioni.

    Leggi tutto
  • 13 ago 2018

    Legambiente: "una scelta dannosa riaprire al traffico via Dusmet"

    di mobilita

    In merito alla paventata riapertura al traffico di via Cardinale Dusmet, -su cui Mobilita Catania nei giorni scorsi ha espresso la propria opinione-, arriva la dura posizione di Legambiente.   Nei giorni scorsi il neo Assessore alle Attività Produttive del Comune di Catania, Ludovico Balsamo, ha manifestato la volontà di riaprire al traffico motorizzato via Cardinale Dusmet. Questo breve tratto di strada era stato inibito al transito e alla sosta in orario diurno dalla precedente amministrazione comunale parallelamente all’istituzione di un nuovo parcheggio in piazza Borsellino. “Sono stupito dalle dichiarazioni dell’assessore – dichiara Gianfranco Zanna, presidente di Legambiente Sicilia – secondo il quale la riapertura al traffico di via Dusmet non solo contribuirebbe a diminuire il diossido di azoto nell’aria, ma rappresenterebbe anche la soluzione alla crisi commerciale della Pescheria di Catania. La crisi del mercato storico viene da lontano ed è da addebitarsi soprattutto alla scelta scellerata di aver consentito l’apertura di un numero esorbitante di centri commerciali nell’hinterland cittadino. Incentivare l’utilizzo dell’auto nel centro storico – continua – oltre che una scelta dannosa per il futuro della città, è in assoluta controtendenza rispetto alle politiche adottate nei comuni più virtuosi, come certifica l’annuale rapporto “Ecosistema Urbano” di Legambiente. Catania è ormai una metropoli, una città importante, e non si può permettere scelte urbanistiche e di mobilità che rispondano non a dati scientifici comprovati ma a promesse pre-elettorali o a logiche para clientelari”. “Se la paventata riapertura di via Cardinale Dusmet dovesse concretizzarsi, Catania farebbe un passo indietro in tema di mobilità sostenibile – dichiara Viola Sorbello, presidente del circolo Legambiente di Catania -. Il risultato immediato sarebbe l’aumento dell’inquinamento atmosferico, acustico e visivo proprio a ridosso dei banchi di cibo della Pescheria. La chiusura al traffico di questo tratto di strada, sostenuta da Legambiente insieme a circa quaranta associazioni e da tanti cittadini, ha avuto come effetto positivo la valorizzazione di una via dall’enorme valenza turistica ed ha costituito, quindi, un valore aggiunto anche per lo storico mercato del pesce. Se i parcheggi selvaggi e gli ingorghi di auto che si creavano prima della pedonalizzazione dovessero ricominciare non si avrebbe la certezza di un ritorno economico in favore della Pescheria ma, quella sì, di un danno al comparto del turismo, cresciuto nell’ultimo anno in maniera straordinaria con l’incremento dei posti di lavoro e gli evidenti benefici per l’economia di tutta la città”. “Una mobilità più efficiente e una corretta gestione degli spazi pubblici – concludono Zanna e Sorbello – sono gli obiettivi che auspichiamo l’Amministrazione comunale persegua, con rigore e serietà, nei prossimi anni per migliorare la qualità della vita e l’economia della città. Legambiente è disponibile al dialogo e, soprattutto, alla collaborazione fattiva con gli attori istituzionali”. Ti potrebbe interessare: In auto, sempre e comunque, dappertutto: segnali preoccupanti a Catania

    Leggi tutto

Leggi tutti

17 mag 2018

L'asfalto è nuovo, ma la segnaletica è assente: via Matteo Renato Imbriani pericolosa per gli utenti

Il programma di riqualificazione di strade e piazze ha interessato negli ultimi mesi molte zone della città che da decenni attendevano una seria manutenzione: a fine marzo è toccato a via Matteo Renato Imbriani. Una strada che si sviluppa in una zona densamente popolata e caratterizzata dalla presenza di molti servizi, in particolare scuole ed esercizi commerciali. L’intervento ha riguardato il rifacimento del manto stradale per un totale di diecimila metri quadrati per una spesa di novantamila euro. A distanza di due mesi dalla conclusione si attende il rifacimento della segnaletica, oggi assente: le linee di separazione della carreggiata, i segnali di precedenza e di stop, ma soprattutto gli attraversamenti pedonali. La situazione diventa ancora più paradossale in corrispondenza degli stalli sosta a pagamento che sono stati collocati laddove prima era presente l'attraversamento pedonale di piazza Abramo Lincoln. Le foto mostrano lo stato attuale della strada.

Leggi tutto
19 apr 2018

Qualche stallo in meno per le auto per riqualificare Largo Paisiello

Per una riqualificazione almeno parziale di Largo Paisiello sarebbe opportuna l'eliminazione di cinque stalli a pagamento gestiti dall'azienda partecipata"Sostare" che si trovano proprio davanti la piazza: "chiudono" la piazza e la isolano, facilitandone il degrado di quello che potrebbe essere un bel boulevard con una vista sulla via Pacini e sul prospetto della Chiesa della Madonna del Carmine. Senza auto parcheggiate sul prospetto la piazza si "aprirebbe" alla vista. La fontana, appena ristrutturata, sarebbe visibile anche dalla via Etnea e tutta la zona sarebbe più elegante; le attivita' commerciali presenti acquisterebbero valore e farebbero acquistare valore alla piazza stessa ad esempio facendola fruire a catanesi e turisti con tavolini ed ombrelloni. L'intervento sarebbe a "costo zero" perché basterebbe spostare i pesanti vasi che attualmente si trovano inutilmente sopra la piazza e collocarli in strada in modo da impedire il parcheggio in modo sostanziale. La perdita di cinque posti auto, - che si potrebbero recuperare nelle strade limitrofe-, non sarebbe un fatto grave sia per la esiguità del numero, sia perché nella zona ci sono già molte opportunità di parcheggio. Inoltre le più moderne strategie di mobilità sostenibile hanno dimostrato che il degrado ed il traffico dei centri storici va calmierato anche attraverso la riduzione delle opportunità di parcheggio.

Leggi tutto
  • Enrico Belfiore
    Un altra idea per la metro di catania sarebbe adeguare tutte le stazioni con un unico stile ed inoltre come ho già scritto per Lauretta lungomare una possibile tratta con delle fermate intermedie come piazza Roma piazza vergata leopardi insomma cosicché nel giro di qualche anno si possa collegare tutta la città con la metropolitana e in modo che la macchina verrebbe sostituita
    LEGGI Commenti 1
    26 apr 2017 18:30
  • Enrico Belfiore
    La metropolitana in fase di sviluppo e una grande risorsa per la città di catania e per questo che sarebbe di di maggiore priorità estenderà in tutta la città. La mia idea era di fare una tratta che abbraccia il lungomare di Catania con delle fermate strategiche che sarebbero abbruzzi Bordighera Europa nautico ed in seguito agganciare le località nimotrofe come acicastello accarezza etc.. Così dare nere accessibile tutti i posti con un mezzo ecosostenibile ed efficiente
    LEGGI Commenti 1
    26 apr 2017 18:15
  • Riccardo Sciuto
    Dopo 11 anni di lavori viene fissata una data per l'apetura del passante ferroviario e subito si scopre che sarà monca delle parte più importante e cioè la stazione di Picanello. Vero è che si dice che la stazione sarà aperta dopo l'estate 2017, ma a parte il fatto che in genere in Italia nulla è più definitivo del provvisorio, c'è il discorso dei problemi ad un palazzo vicino ( ma se comunque passeranno i treni questo non dovrebbe comunque incidere sulla stabilità del palazzo a prescindere dalla apertura della stazione di Picanello? Spero proprio che non si tratti di un rinvio sine die. Oltre a questo problema pongo anche una domanda, non sarebbe più opportuno che le FS affidassero alla Circum la gestione dei treni urbani per consentire una frequenza di passaggi pari a quella della metropolitana e una più agevole gestione della biglietteria all'utenza?
    La metro e il passante ferroviario sono un'occasione irripetibile per il rilancio di una città per il resto alla deriva e non possiamo permetterci di sprecarla! Attendo fiducioso risposte e notizie positive.
    Riccardo Sciuto
    LEGGI Commenti 0
    05 mar 2017 11:51
  • peppe2994
    La circumetnea è consigliata per i turisti?
    Con i nuovi treni la visibilità rimane comunque buona?

    Altra cosa, se lascio la macchina a Riposto od a Catania, c'è qualche linea ferroviaria che colleghi le due località?
    LEGGI Commenti 4
    06 feb 2016 10:05
  • metrolavico
    Complimenti per il sito, bella grafica e ben fornito di informazioni. Ottimo lavoro!
    LEGGI Commenti 1
    13 lug 2015 13:24
Ultimi commenti