Articolo
10 nov 2017

VIDEO | La galleria della metropolitana arriva alla stazione Fontana

di Amedeo Paladino

Il 9 novembre 2017 la TBM “Agata”, la grande talpa che sta realizzando il nuovo tunnel della metro, ha abbattuto il diaframma che la separava dalla costruenda stazione di Fontana: tra la fine del 2017 e l'inizio del prossimo anno saranno completi i restanti 350 metri di galleria, mentre l’entrata in esercizio di questa tratta è prevista nella prima metà del 2018. Ecco il video dell’abbattimento del diaframma della costruenda stazione Fontana  La TBM proseguirà il suo percorso in direzione della stazione di Nesima fino ad intercettare il pozzo che si sta realizzando sul viale Felice Fontana, vicino alla via Pacinotti dal quale verrà estratta: si prevede che la grande talpa terminerà la realizzazione della galleria nel prossimo mese di gennaio. A conclusione dei lavori della tratta Nesima-Monte Po, la cui entrata in esercizio è prevista per metà 2018, la metropolitana si snoderà quindi lungo questo percorso di 10,5 km: Monte Po Fontana Nesima San Nullo Cibali (lavori in corso di completamento) Milo Borgo Giuffrida Italia Galatea Porto (momentaneamente chiusa) Giovanni XXIII Stesicoro Ti potrebbero interessare: Metropolitana di Catania | Scheda dell’opera Quale futuro per la metropolitana di Catania? Da Misterbianco a Fontanarossa entro il 2024 Metro, ecco dove saranno le stazioni della nuova tratta Stesicoro-Palestro Metro, tratta Misterbianco-Paternò: ecco dove sorgeranno le stazioni Metropolitana Misterbianco-Paternò: potenzialità e scenari futuri per lo sviluppo del territorio        

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
09 nov 2017

FOTO | Il tunnel della metropolitana arriva alla stazione Fontana: obiettivo metà 2018 per l’entrata in esercizio

di Amedeo Paladino

Stamattina la TBM “Agata”, la grande talpa che sta realizzando il nuovo tunnel della metro, ha abbattuto il diaframma che la separava dalla costruenda stazione di Fontana: l’entrata in esercizio di questa tratta è prevista entro la prima metà del 2018 Alla presenza del sindaco di Catania Enzo Bianco e del Commissario della Circumetnea Virginio Di Giambattista la grande talpa, entrata in funzione nel mese di gennaio di quest’anno, ha ultimato la seconda parte di galleria provenendo dal cantiere di Misterbianco; lo scorso 25 luglio, infatti, la TBM aveva raggiunto la stazione di Monte Po. La TBM proseguirà il suo percorso in direzione della stazione di Nesima fino ad intercettare il pozzo che si sta realizzando sul viale Felice Fontana, vicino alla via Pacinotti dal quale verrà estratta: si prevede che la grande talpa terminerà la realizzazione della galleria nel prossimo mese di gennaio. I lavori di realizzazione della tratta Nesima-Monte Po della metropolitana di Catania sono affidati alla CMC di Ravenna e costituiscono la prosecuzione della Borgo-Nesima entrata in esercizio a marzo 2017. L’impresa aggiudicataria sta realizzando una galleria lunga 1,7 km, conprese le due nuove stazioni: Fontana e Monte Po. La Tbm (Tunnel boring machine), una fresa meccanica a piena sezione, comunemente chiamata talpa, ha un diametro di dieci metri e 60 centimetri: è stata ribattezzata Agata in onore della Patrona di Catania. Essa lavora contestualmente allo scavo e al rivestimento della galleria, un punto di forza in termini di velocità di realizzazione rispetto alle tratte della metropolitana precedentemente realizzate a Catania. (qui un video esplicativo sul funzionamento della TBM). A conclusione dei lavori della tratta Nesima-Monte Po, la cui entrata in esercizio è prevista per metà 2018, la metropolitana si snoderà quindi lungo questo percorso di 10,5 km: Monte Po Fontana Nesima San Nullo Cibali (lavori in corso di completamento) Milo Borgo Giuffrida Italia Galatea Porto (momentaneamente chiusa) Giovanni XXIII Stesicoro La stessa impresa sta attualmente allestendo il cantiere per la realizzazione del nuovo tunnel da Stesicoro a Palestro, che rientra nella tratta più estesa Stesicoro-Aeroporto per la quale, entro i prossimi mesi, dovrebbero completarsi tutte le pratiche per poter accedere ai finanziamenti e, quindi, appaltare e poter completare l’intera tratta Stesicoro-Aeroporto, stazioni comprese, entro il 2024. Si procede a tappe forzate anche per i successivi sviluppi della linea. La tratta Monte Po-Misterbianco Centro ha ricevuto la totale copertura finanziaria per la realizzazione e, come riportato da noi di Mobilita Catania, gli scorsi giorni è stata pubblicata la delibera necessaria alla pubblicazione del bando di gara. Nel frattempo, la Ferrovia Circumetnea ha aperto la procedura per le indagini relative alla progettazione preliminare della tratta di metropolitana Misterbianco-Paternò (Ardizzone).   Vi consigliamo i nostri approfondimenti sulle costruende stazioni della tratta Nesima-Monte Po: Come sarà la stazione Fontana Come sarà la stazione Monte Po   Ti potrebbero interessare: Metropolitana di Catania | Scheda dell’opera Quale futuro per la metropolitana di Catania? Da Misterbianco a Fontanarossa entro il 2024 Metro, ecco dove saranno le stazioni della nuova tratta Stesicoro-Palestro Metro, tratta Misterbianco-Paternò: ecco dove sorgeranno le stazioni Metropolitana Misterbianco-Paternò: potenzialità e scenari futuri per lo sviluppo del territorio  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
18 ago 2017

Metropolitana, la TBM è pronta a riprendere lo scavo della galleria in direzione stazione Fontana

di Amedeo Paladino

Lo scorso 25 luglio la TBM “Agata”, la grande talpa che sta realizzando nuovo tunnel della metro, ha abbattuto il diaframma che la separava dalla costruenda stazione di Monte Po. I lavori di realizzazione della tratta Nesima-Monte Po della metropolitana di Catania sono stati aggiudicati alla CMC di Ravenna e costituiscono la prosecuzione della Borgo-Nesima entrata in esercizio a marzo 2017. L’impresa aggiudicataria sta realizzando una galleria lunga 1,7 km e due nuove stazioni, Fontana e Monte Po. Dopo una breve sosta per manutenzione la TBM ha percorso gli 84 metri della stazione Monte Po “a vuoto” per posizionarsi davanti all’altro fronte di scavo, direzione stazione Fontana: qui è stata posizionata una rampa di lancio che consentirà alla TBM di ripartire; la talpa giungerà entro la fine dell’estate a Fontana, dove verrà ripetuta la stessa procedura di Monte Po. Ad ottobre la grande talpa avrà terminato la realizzazione della galleria, successivamente la TBM verrà smontata ed estratta dal pozzo di estrazione che si sta realizzando sul viale Felice Fontana, vicino alla via Pacinotti. La TBM lavora contestualmente allo scavo e al rivestimento della galleria, un punto di forza in termini di velocità di realizzazione rispetto alle tratte della metropolitana attualmente in esercizio a Catania. A conclusione dei lavori della tratta Nesima-Monte Po, la cui entrata in esercizio è prevista entro la prima metà del 2018, la metropolitana si snoderà quindi lungo questo percorso di 10,5 km: Monte Po Fontana Nesima San Nullo Cibali (lavori in corso di completamento) Milo Borgo Giuffrida Italia Galatea Porto (momentaneamente chiusa) Giovanni XXIII Stesicoro La stessa impresa sta attualmente allestendo il cantiere per la realizzazione del nuovo tunnel da Stesicoro a Palestro, che rientra nella tratta più estesa Stesicoro-Aeroporto per la quale, entro quest’anno, dovrebbero completarsi tutte le pratiche per poter accedere ai finanziamenti e, quindi, appaltare e poter completare l’intera tratta Stesicoro-Aeroporto entro il 2024. Si procede a tappe forzate anche per i successivi sviluppi della linea. La tratta Monte Po-Misterbianco Centro ha ricevuto la totale copertura finanziaria per la realizzazione: a questo punto, non appena sarà pubblicata la delibera, la Ferrovia Circumetnea potrà procedere alla pubblicazione del bando di gara. Nel frattempo, la Ferrovia Circumetnea ha aperto la procedura per le indagini relative alla progettazione preliminare della tratta di metropolitana Misterbianco-Paternò (Ardizzone). Ti potrebbero interessare: Metropolitana di Catania | Scheda dell’opera Quale futuro per la metropolitana di Catania? Da Misterbianco a Fontanarossa entro il 2024 Metro, ecco dove saranno le stazioni della nuova tratta Stesicoro-Palestro Metro, tratta Misterbianco-Paternò: ecco dove sorgeranno le stazioni Viaggio nei cantieri metro | A breve completata la prima parte di galleria Nesima-Monte Po La metropolitana di Catania triplica gli utenti in attesa degli imminenti sviluppi della linea  

Leggi tutto    Commenti 2
Articolo
01 feb 2017

Metro fino a Monte Po, i lavori entrano nel vivo: obiettivo 2018

di Mobilita Catania

La metropolitana di Catania, a poco più di un mese dell'entrata in esercizio della nuova tratta Galatea-Stesicoro, è ormai entrata nel cuore dei catanesi. Imminente l'entrata in esercizio della tratta Borgo-Nesima, mentre i lavori per estenderla ancora sino a Monte Po entrano nel vivo Durante i giorni di gratuità del servizio, prima di Natale, nella metropolitana di Catania si sono registrate circa 6.000 utenze al giorno a fronte di una media di 1300 passeggeri con la vecchia tratta Borgo-Porto. Si prevede quindi un ulteriore incremento delle utenze con l'apertura della nuova tratta Borgo-Nesima prevista per questa primavera a cui si aggiungerà, nelle previsioni già l'anno prossimo, la tratta Nesima-Monte Po. Scendiamo nel dettaglio dei lavori che porteranno la metropolitana fino a Monte Po. La tratta Nesima-Monte Po si estenderà per 1,7 km e comprenderà due nuove stazioni in direzione Misterbianco: Fontana e Monte Po. Il completamento, se verranno rispettati i tempi contrattuali dei 600 giorni di lavori, avverrà nella seconda metà del 2017, con possibile apertura della tratta all'esercizio nel 2018, a fronte di un importo complessivo di 80.300.000 euro in appalto alla CMC di Ravenna. Con l'imminente completamento della tratta Nesima-Borgo e il successivo ramo fino a Monte Po, la metropolitana si snoderà lungo questo percorso lungo 10,5 km: Monte Po Fontana Nesima San Nullo Cibali Milo  Borgo Giuffrida Italia Galatea Porto Giovanni XXIII  Stesicoro Ecco un resoconto dai cantieri della tratta Nesima-Monte Po Cantiere di Misterbianco (pressi Torre Tabita) Lo scavo della tratta è effettuato con una TBM (fresa meccanica a piena sezione, comunemente chiamata “talpa”) dal diametro di 10 m. La “talpa”, battezzata Agata in onore della Santa patrona della città, ha richiesto molti mesi per il suo assemblaggio. I primi pezzi erano giunti a Catania nel mese di aprile scorso, come da noi documentato. Durante le scorse settimane sono stati portati a termine i lavori preliminari e in questi giorni la TBM ha già scavato 100 metri di galleria di raccordo tra l'area del cantiere e l'asse della galleria, ad una velocità di 8 metri al giorno, come segnalato dalla fanpage Facebook "Centro Storico Pedonale". La TBM montata nel cantiere di Misterbianco, nei pressi della Torre Tabita, è composta da due parti distinte: il sistema meccanizzato scudo-testa fresante (lungo circa 10 m), che scava sostenendo il fronte e che mette in opera il rivestimento; il back-up (lungo circa 150 m) composto da un sistema di carri agganciati alla testa, che trasporta tutti gli impianti di servizio. Ecco lo scudo, con la testa rotante, prima e dopo l'assemblaggio: Il back-up è composto da cinque carri mobili su rotaie, con i servizi e gli impianti principali, e da una piattaforma inferiore su ruote gommate, che costituisce la zona di arrivo dei mezzi per i rifornimenti. Il primo carro è quello dove sono concentrati gli elementi più importanti e indispensabili al funzionamento della macchina: la cabina di regia, dove si trovano i comandi ed i monitor di controllo di avanzamento e posizione della testa Stazione Monte Po     La stazione di Monte Po si troverà a destra del bivio della strada statale per Paternò e il Corso Carlo Marx, già all’interno del comune di Misterbianco. Anche in questa stazione i lavori procedono speditamente con grande impiego di uomini e mezzi. Lo scavo a cielo aperto è ormai terminato e adesso si sta procedendo alla realizzazione  dei solettoni di fondo con le predisposizioni di binari e selle per il passaggio della TBM. Quando la talpa arriverà nella stazione, la struttura di quest’ultima dovrà avere un grado di completamento tale da permettere il passaggio della TBM che avverrà “a vuoto”e a cielo aperto. La talpa continuerà ad avanzare verso la stazione Fontana. Risulta quindi importante realizzare lo scavo in tempo per non fermare la TBM. Stazione Fontana La stazione Fontana sorgerà nei pressi del nuovo Ospedale Garibaldi e avrà a disposizione il parcheggio scambiatore di Monte Po, capace di ospitare 850 auto e 30 bus. Ci sarà pure un ingresso, tramite un tunnel, direttamente all’interno del complesso ospedaliero Garibaldi nuovo. Per questa stazione è già iniziato lo scavo per realizzarla a cielo aperto.   Ti potrebbero interessare: Metropolitana di Catania | Storia e sviluppi futuri VIDEO | Nuove tratte metropolitana: come e dove verranno scavate RENDER| Metro Nesima-Monte Po: ecco come saranno le stazioni

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
06 set 2016

FOTO | Metro, tratta Nesima-Monte Po: si compone la talpa nel sottosuolo

di Mobilita Catania

Nel mega-cantiere di Misterbianco, a ridosso di Torre Tabita, nella grande area allestita a nord-ovest della futura stazione metro di Monte Po, procedono le imponenti operazioni propedeutiche all'inizio dello scavo del tunnel che da qui giungerà a Nesima, allungando di altri 1700 metri il percorso della metropolitana e a cui si aggiungerà, di fatto, anche la prima tranche di galleria per la futura prosecuzione verso Misterbianco, parallelamente al corso Carlo Marx. Sono infatti cominciate le operazioni di inserimento nel sottosuolo delle varie parti che compongono la grande TBM, la talpa che verrà assemblata, pezzo dopo pezzo, all'interno del primo tratto di galleria già scavato con metodo tradizionale. Nell'immagine soprastante si può apprezzare la cosiddetta sella di lancio della TBM all'interno del primo tratto della galleria. Su questa, dalla apposita forma curvilinea, vengono poggiati, sospinti e quindi assemblati i vari componenti della talpa, calati uno ad uno. Al termine delle operazioni di assemblaggio, della durata di diverse settimane, comincerà lo scavo vero e proprio che, grazie a questo mezzo, durerà l'arco di pochi mesi. 

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
28 lug 2016

Metropolitana, arrivata la TBM per la tratta Stesicoro-Palestro

di Roberto Lentini

È già arrivata a Catania la testa della TBM, la grande talpa che scaverà la galleria della tratta Stesicoro-Palestro. L'inizio dei lavori è previsto entro l'anno.   Come preannunciato, questa TBM verrà fatta entrare vicino al cavalcavia dell’asse attrezzato di via Palermo, dove sarà montata. Qui inizierà lo scavo in discesa fino ad intercettare il tracciato di progetto, direzione stazione Stesicoro; finito lo scavo la TBM verrà smontata ed estratta dai pozzi di aerazione, tranne lo scudo che rimarrà sepolto in galleria. La tratta Stesicoro-Palestro: comprenderà tre nuove stazioni e si estenderà per 2,2 km con un costo di 90 milioni di euro: San Domenico Vittorio Emanuele (Ospedale) Palestro   La tratta in questione ha un andamento planimetrico studiato per evitare, nei limiti del possibile, ogni tipo di interferenza con strutture e servizi esistenti nel sottosuolo e con eventuali parti del sottosuolo di particolare importanza ambientale ed archeologica. La realizzazione di questa tratta è stata appaltata e vinta dalla CMC. I lavori richiederanno 570 giorni ma va precisato che, allo stato attuale, il finanziamento copre solo le opere civili e non il completamento delle stazioni, delle rifiniture, degli impianti e dell’armamento. Nello specifico l'appalto prevede: la realizzazione di una galleria di linea della lunghezza di 2.177, 52 m. la realizzazione delle gallerie delle stazioni S.Domenico, Vittorio Emanuele e Palestro la realizzazione di 7 aperture equilibratrici Secondi i piani della Fce, si potrà comunque aprire questa tratta al pubblico nel 2019 se, durante la realizzazione del tunnel, la Ferrovia Circumetnea riceverà i fondi necessari per avere l’intera tratta funzionale e quindi bandire e aggiudicare la relativa gara d’appalto. In questo video, girato in occasione della consegna dell’area di cantiere presso Torre Tabita lo scorso luglio, la riproduzione in scala del funzionamento della TBM   Ti potrebbero interessare... Metropolitana di Catania | Scheda dell'opera “Agata” in cantiere per lo scavo della tratta metropolitana Nesima-Monte Po Metro, consegna del cantiere Stesicoro-Palestro imminente

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
18 apr 2016

“Agata” in cantiere per lo scavo della tratta metropolitana Nesima-Monte Po

di Amedeo Paladino

Continuano a Catania i lavori di realizzazione della tratta della metropolitana Nesima-Monte Po. La testa della Tbm è già in cantiere: si tratta della “talpa” dal diametro di scavo di 10,56 metri. Alla macchina sarà dato il nome di “Agata”, in onore – naturalmente – della Santa Patrona di Catania [foto in evidenza TBM "Agata" presso il cantiere nei pressi di Torre Tabita] Dopo l'arrivo della prima sezione della TBM al Porto di Catania, documentato da Mobilita Catania, anche gli altri pezzi stanno raggiungendo il cantiere allestito nei pressi di Torre Tabita.  Sono così due le Tbm della C.M.C. di Ravenna che operano in Sicilia. Oltre ad "Agata" a Caltanissetta, nei lavori di ammodernamento della S.S. 640, “Barbara” – diametro 15,08 metri – sta scavando il secondo tunnel della galleria di 4 chilometri. Entrano così nel vivo i lavori di realizzazione della tratta Nesima-Monte Po affidati da Ferrovia Circumetnea alla CMC di Ravenna, Cooperativa Muratori e Cementisti. Nel cantiere di Catania tutto è in fermento: i lavori prevedono la realizzazione di un tratto di galleria mono-canna a doppio binario di percorrenza, che si sviluppa per una lunghezza di circa 1.748,08 metri. La tratta Nesima-Monte Po comprenderà due nuove stazioni in direzione Misterbianco: Fontana e Monte Po. Il completamento, se verranno rispettati i tempi contrattuali dei 600 giorni, avverrà nell’estate 2017 per un importo complessivo di 80.300.000 euro. Vedi anche: FOTO | Metro Nesima- Monte Po: come saranno le stazioni     Nel frattempo nei lotti in via di completamento, Galatea-Stesicoro e Nesima-Borgo, i lavori sono ripresi a pieno ritmo: il commissario governativo Ferrovia Circumetnea, l’ingegnere Virginio Di Giambattista, ha comunicato le nuove scadenze per l'entrata in esercizio delle tratte.   Ti potrebbero interessare:  Metropolitana di Catania | Scheda dell’opera  Cantieri metropolitana, si torna a lavoro: ecco il nuovo cronoprogramma VIDEO | Nuove tratte metropolitana: come e dove verranno scavate FOTO | Metro Nesima-Monte Po, consegnate le aree di cantiere: ecco come saranno le stazioni

Leggi tutto    Commenti 0

Ultimi commenti