Articolo
02 nov 2018

Stazione metro Monte Po, nuovi lavori con microesplosioni sino al 31 dicembre

di Andrea Tartaglia

L'anno 2018, per la nuova stazione di Monte Po della metropolitana di Catania, in corso di realizzazione, si chiuderà "col botto". Ma non si tratta di fuochi d'artificio, naturalmente: nell'ambito dei lavori per la realizzazione dei sottopassaggi di accesso alla stazione, infatti, saranno esplose alcune microcariche di esplosivo. Già da questi giorni e sino al 31 dicembre 2018, saranno fatte detonare alcune microcariche di esplosivo tra le ore 7:30 e le 14:00 e dalle ore 15:30 alle 18:00 nell’ambito dei lavori, curati dalla C.M.C. di Ravenna, di completamento della nuova stazione metro di Monte Po, nella zona di Via Mezzocampo e Corso Carlo Marx di Misterbianco. Tali interventi sono stati autorizzati dall'Assessorato Regionale dell'Energia e dei Servizi di Pubblica Utilità - Distretto Minerario di Catania, con numero di protocollo 35194 del 25/09/2018. Gli abitanti della zona saranno preventivamente avvisati a mezzo di ronda con personale dotato di megafono, percorrendo per tre volte le vie principali del circondario e avvisati prima della «volata» a mezzo di segnalazione acustica effettuata da personale preposto in cantiere. Nessun pericolo, ad ogni modo, per la popolazione della zona. I lavori rientrano nell'ambito della realizzazione della tratta Nesima-Monte Po, che comprende anche la realizzazione della stazione intermedia "Fontana", sita nell'omonimo viale della Circonvallazione. Quest'ultima sarà anche direttamente collegata all'Ospedale Garibaldi "nuovo" di Nesima. La conclusione di tutte le opere della tratta, comprensive delle due nuove stazioni complete, è prevista entro l'estate dell'anno prossimo, con probabile apertura al pubblico per l'autunno del 2019.   Ti potrebbero interessare… Metropolitana di Catania | Scheda dell’opera FOTO | Dentro lenuove stazioni metro di Monte Po e Fontana, avanzano i lavori Metropolitana, a breve l’apertura domenicale e altre migliorie al servizio Metro, entro il primo semestre 2019 l’apertura delle stazioni di Fontana e di Monte Po FOTO | Metropolitana, si lavora nel cantiere base della Palestro-Stesicoro Metropolitana, aggiudicati i lavori per le nuove scale mobili nelle stazioni Italia e Borgo Metro Stesicoro-Palestro: al via lavori a traffico aperto in via Plebiscito Metropolitana. tratta Monte Po-Misterbianco: la Cmc di Ravenna si aggiudica il bando Lavori stazione metro Cibali, restringimenti e divieti in via Galermo

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
12 lug 2018

Metropolitana, al via cantieri Enel propedeutici alla realizzazione della tratta Stesicoro-Palestro

di Andrea Tartaglia

Mentre i lavori sulla tratta Nesima-Monte Po della metropolitana di Catania si apprestano ad entrare nella fase conclusiva, con l'ultimazione delle due nuove stazioni di Monte Po e Fontana e la realizzazione delle opere ferroviarie nel sottosuolo, dove il tunnel è completo, cominciano a intensificarsi quelli per la realizzazione dell'altra tratta in corso d'opera, cioè la Stesicoro-Palestro, che finora aveva interessato solo il cantiere base dell'impresa Cmc sito in prossimità di via Palermo. In particolare, l’ufficio sottosuolo della direzione Lavori Pubblici del Comune di Catania ha comunicato che dal 16 luglio al 10 agosto, approfittando del ridotto traffico estivo, sarà effettuato lo spostamento della linea Enel-distribuzione che si trova in via Sant’Euplio, nel tratto in prossimità del Monte dei Pegni (piazza della Borsa): qui, infatti, sarà realizzata una nuova apertura equilibratrice della linea metropolitana. Altri scavi per la posa di cavi Enel saranno realizzati, dal 10 al 20 settembre, in via Palermo, dal cantiere base della metropolitana della Cmc, e in via Fossa della Creta, via Missori, viale della Regione, via Calliope, via della Concordia, piazza Caduti del Mare, via Santissima Assunta e via Domenico Tempio nella sede di E- distribuzione. Si tratta di lavori che serviranno a potenziare la cabina Enel esistente in modo da poter avviare la fresa meccanica della Tunnel Boring Machine, la "talpa" che la Cmc impiegherà per la realizzazione del tunnel della metropolitana, come avevamo annunciato in quest'articolo. Ti potrebbero interessare: Metropolitana di Catania | Storia e sviluppi futuri Metropolitana di Catania, da “Stesicoro” all’aeroporto: dove sorgeranno le stazioni FOTO | Metropolitana, si lavora nel cantiere base della Palestro-Stesicoro: tunnel pronto a metà 2019

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
28 apr 2018

FOTO | Dentro la stazione Monte Po della metropolitana di Catania

di Mobilita Catania

Proseguono spediti i lavori per la realizzazione della tratta metropolitana Nesima-Monte Po della Ferrovia Circumetnea con le due nuove stazioni "Fontana" e "Monte Po" in appalto alla CMC di Ravenna. All'interno della galleria, completata dalla TBM lo scorso 1 marzo, si comincia a lavorare per realizzare i solettoni di posa dei binari. Noi di Mobilita Catania vi mostriamo lo stato di avanzamento dei lavori della stazione Monte Po; potete consultare anche l'approfondimento sul cantiere della costruenda stazione Fontana e sui lavori del nuovo tunnel Stesicoro-Palestro. La stazione di Monte Po è collocata nei pressi del termine occidentale della circonvallazione di Catania, tra via Lineri e il Corso Carlo Marx, quest’ultimo già nel Comune di Misterbianco. Sarà a servizio dell’omonimo quartiere di Monte Po, collegandosi ad esso tramite due sottopassaggi pedonali (non ancora realizzati) con accesso sia da largo Alberto Favara (uscita A) che da piazza Maria Luisa di Gesù (uscita B). Inoltre, nella nuova piazza soprastante la nuova stazione, ci saranno due uscite (uscita B1 e B2) mentre un’ulteriore uscita sarà collocata in corrispondenza del centro commerciale Scaringi (uscita C), in Corso Carlo Marx. La stazione di Monte Po si trova in una fase avanzata di realizzazione. Sono state già completate tutte le solette di copertura e il rustico del cemento armato è completo al 90%. All'interno si è cominciato a lavorare agli impianti. Per le stazioni di questa nuova tratta sarà ancor di più curato l’aspetto estetico: la caratteristica principale di questa stazione sarà la luce naturale che penetrerà all'interno grazie ad una serie di doppie altezze, cavedi e vetrate. Molte della partizioni interne saranno anch'esse in vetro, permettendo l’affaccio sui livelli inferiori e alla luce naturale di diffondersi nei vari ambienti; inoltre, a differenza dalle altre attualmente in esercizio, avranno ben due piani intermedi tra la quota stradale e il piano binari. La prima impressione che si riceve, entrando in questa stazione, è certamente la grandiosità degli spazi alla quale contribuiscono proprio queste caratteristiche. Da una scala in posizione piuttosto centrale, posizionata nella futura piazza soprastante, si accede al primo mezzanino che avrà la funzione di collegamento tra il quartiere di Monte Po e le zone commerciali di Corso Carlo Marx e a monte della rotatoria di Monte Po. Da questo piano infatti è possibile accedere, tramite i due sottopassaggi che saranno aperti al pubblico a prescindere dall'utilizzo della metro, alle due piazze del popoloso quartiere prima citate. I due sottopassaggi verranno realizzati con delle paratie di sostegno e l'utilizzo degli "spingi tubo", previa risoluzione delle interferenze. Lo spingi tubo è una tecnologia no dig che consiste in una trivellazione orizzontale non guidata con successiva infissione di tubi (controtubo o tubo camicia) senza eseguire scavi a cielo aperto. Il collegamento tra i mezzanini superiore e inferiore è assicurato da due ampie scale situate a nord e a sud della stazione, entrambe affiancate da scale mobili (ancora da installare) sia in salita che in discesa. Anche il mezzanino inferiore è dotato di ampi spazi. Qui si troveranno i tornelli e l'utente sceglierà la direzione da prendere: per l'aeroporto o per Paternò (inizialmente le destinazioni raggiungibili saranno rispettivamente Stesicoro/Palestro e Misterbianco). Nel piano binari è stata già realizzata la soletta per accogliere i futuri binari. La galleria, come detto, è completa, a meno di un tratto di volta lasciato per il momento a cielo aperto per facilitare le operazioni di trasferimento dei materiali. I tecnici della CMC di Ravenna prevedono di completare tutte le opere della tratta Nesima-Monte Po entro la fine dell'anno in corso. A questo link puoi consultare il nostro approfondimento sulla costruenda stazione Fontana. A conclusione dei lavori della tratta Nesima-Monte Po la metropolitana di Catania si snoderà quindi lungo questo percorso di 10,5 km: Monte Po Fontana Nesima San Nullo Cibali (lavori in corso di completamento) Milo Borgo Giuffrida Italia Galatea Porto (momentaneamente chiusa) Giovanni XXIII Stesicoro Sono attualmente in corso anche i lavori di realizzazione del nuovo tunnel da Stesicoro a Palestro, in appalto alla CMC di Ravenna, che rientra nella tratta più estesa Stesicoro-Aeroporto per la quale, entro i prossimi mesi, dovrebbero completarsi tutte le pratiche per poter accedere ai finanziamenti e, quindi, appaltare e poter completare l’intera tratta Stesicoro-Aeroporto, stazioni comprese, entro il 2024. Nei prossimi giorni pubblicheremo sulle nostre pagine un approfondimento sul cantiere del lotto Stesicoro-Palestro. Ti potrebbero interessare: Metropolitana di Catania | Storia e sviluppi futuri Metropolitana di Catania, da “Stesicoro” all’aeroporto: dove sorgeranno le stazioni FOTO | Metropolitana, giù il diaframma: completa la galleria Nesima-Monte Po

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
21 apr 2018

Metropolitana, nuova viabilità in circonvallazione per avanzamento lavori tratta Nesima-Monte Po

di Amedeo Paladino

Parziale ripristino viabilità per avanzamento lavori metropolitana viale Bolano: completati gli interventi relativi all'estrazione e al trasporto della Talpa (Tbm) dal pozzo di viale Bolano al cantiere di via Palermo.  La viabilità nei luoghi degli interventi è in parte ripristinata e prevede la deviazione del traffico nella bretella creata per i veicoli provenienti da Misterbianco e diretti a Catania con proseguimento su via Leopoldo Nobili, via San Pio X, via Miceli, viale Lorenzo Bolano. Il traffico interno alla zona interessata dai lavori sarà regolato in questo modo: via Ibm Hadmis, da via Leopordo Nobili a viale Felice Fontana; via Luigi Schiapparelli, da viale Felice Fontana a via Leopoldo Nobili; via Padre Angelo Secchi, a doppio senso di circolazione; via Riccardo Felici, da via Leopoldo Nobili a viale Felice Fontana; via Guglielmo Mengarini, da viale Felice Fontana a via Leopoldo Nobili; via Antonio Pacinotti, da viale Felice Fontana a via Leopoldo Nobili; Consentito inoltre il transito attraverso una corsia di marcia in direzione Ognina nel tratto di viale Lorenzo Bolano dove insiste il pozzo di estrazione. I lavori proseguiranno con la costruzione del pozzo di aerazione che richiederanno le modifiche alla viabilità sopra indicate: la durata degli interventi è prevista dal 23 aprile al 20 giugno. La viabilità sarà comunque garantita per l'istituto scolastico e gli esercizi commerciali che si trovano in viale Felice Fontana; i lavori saranno indicati dalla segnaletica, la Polizia municipale vigilerà per alleviare i disagi alla circolazione. I lavori di realizzazione della tratta Nesima-Monte Po della metropolitana di Catania, affidati alla CMC di Ravenna procedono a pieno ritmo: restano da completare le due nuove stazioni di Fontana e Monte Po, quest’ultima strutturalmente ormai quasi completa, e l’armamento della galleria con l’installazione delle infrastrutture ferroviarie. A lavori completati, secondo cronoprogramma in autunno, seguirà poi il pre-esercizio e, quindi, l’apertura al servizio della nuova estensione di 1,7 km, comprese le due nuove stazioni che permetteranno di raggiungere comodamente l’ospedale Garibaldi di Nesima e il quartiere più nord-occidentale del Comune di Catania. Ti potrebbero interessare: FOTO | Metropolitana, giù il diaframma: completa la galleria Nesima-Monte Po VIDEO | Metropolitana di Catania, in volo sul cantiere Nesima-Monte Po Metropolitana di Catania | Storia e sviluppi futuri

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
27 mar 2018

Si comincia a lavorare al pozzo di aerazione della stazione San Domenico della metropolitana

di Mobilita Catania

A poche settimane dall'ultimazione del tunnel della nuova tratta della metropolitana di Catania Nesima-Monte-Po, da una settimana sono in corso i lavori di estrazione della TBM, la grande talpa adoperata per la costruzione della galleria. Tutte le componenti della talpa sono in corso di trasferimento al cantiere di via Palermo, che si concluderà entro i primi giorni di aprile, dove verranno riassemblate per poi procedere alla realizzazione del tunnel della tratta Stesicoro-Palestro. Ci vorranno alcuni mesi però, per vedere la TBM denominata "Agata" in azione lungo la nuova galleria in direzione Stesicoro. In attesa che la talpa inizi effettivamente a lavorare alla realizzazione del nuovo tunnel, si è cominciato a lavorare alla realizzazione delle sette aperture equilibratrici che sorgeranno lungo la tratta, cioè i pozzi d'aria con la funzione di attenuazione degli effetti aerodinamici dovuti al transito dei convogli. La realizzazione delle aperture equilibratrici avverrà in diverse fasi: la prima riguarderà l'eliminazione delle interferenze dei sottoservizi. Nella seconda fase si passerà alla palificazione dell'area per proteggere la zona di scavo e nella terza fase si realizzerà lo scavo vero e proprio. Si è cominciato con la prima fase in via Nino Martoglio, nel tratto che va da via del Plebiscito a via Reclusorio del Lume, dove un'impresa, per conto di Enel, sta intervenendo nell'eliminazione delle interferenze dei sottoservizi con le future aree di cantiere di un'apertura di equilibratrice della futura stazione San Domenico; successivamente la CMC di Ravenna potrà procedere alla costruzione del pozzo di aerazione di collegamento con la galleria di linea. La stazione San Domenico, la prima in direzione Palestro partendo da Stesicoro, disporrà di accessi in via Ughetti, via Santa Maddalena, via Lago di Nicito e via Orto di San Clemente, angolo via Plebiscito. A differenza della tratta Nesima-Monte Po, lungo la Stesicoro-Palestro le stazioni non verranno realizzate a cielo aperto ma tramite scavo in tradizionale di allargo all'interno della galleria scavata dalla Tunnel Boring Machine. Al termine dello scavo, la talpa farà marcia indietro e verrà fatta uscire dallo stesso pozzo di lancio di via Palermo, ad eccezione della testa che verrà tombata sotto terra. La tratta Stesicoro-Palestro si estenderà per 2,2 km, ha un costo di circa novanta milioni di euro e comprenderà tre nuove stazioni. Potrebbe entrare in esercizio già nel 2020: Stesicoro San Domenico Vittorio Emanuele (Ospedale) Palestro La tratta in questione ha un andamento planimetrico studiato per evitare, nei limiti del possibile, ogni tipo di interferenza con strutture e servizi esistenti nel sottosuolo e con eventuali parti del sottosuolo di particolare importanza ambientale ed archeologica. Allo stato attuale, il finanziamento copre solo le opere civili e non il completamento delle stazioni, delle rifiniture, degli impianti e dell’armamento, per il quale sono in corso le procedure per l'accesso al finanziamento di circa 400 milioni e per il successivo bando di gara per i lavori che porteranno la metro fino all'Aeroporto di Catania Fontanarossa. Mobilita Catania ha dedicato un approfondimento alla collocazione delle future stazioni metro fino all'aeroporto: potete consultarlo attraverso questo link. Ti potrebbero interessare: Metropolitana di Catania | Storia e sviluppi futuri Metropolitana di Catania da “Stesicoro” all’Aeroporto: dove saranno le stazioni FOTO | Metropolitana, giù il diaframma: completa la galleria Nesima-Monte Po VIDEO | Metropolitana di Catania, in volo sul cantiere Nesima-Monte Po VIDEO | L’estrazione e il trasporto della talpa che ha scavato la galleria metropolitana      

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
20 feb 2018

VIDEO | Metropolitana di Catania, in volo sul cantiere Nesima-Monte Po

di Mobilita Catania

I lavori della tratta Nesima-Monte Po, con la stazione intermedia Fontana, della metropolitana di Catania si avviano verso la fase di completamento: mancano pochi metri alla conclusione dello scavo della galleria, in totale lunga quasi due chilometri. A breve quindi la galleria della metropolitana di Catania si presenterà senza soluzione di continuità da Stesicoro a Monte Po: la distanza ancora da percorrere della tunnel boring machine, la grande “talpa” battezzata Agata in onore della Santa patrona della città, che sta realizzando la galleria della tratta Nesima-Monte Po, partita dall’estremità ovest, infatti, è ormai ridotta a pochi metri che saranno coperti in breve tempo. Al completamento della galleria, la talpa sarà estratta dall’apposito pozzo realizzato all’innesto tra viale Felice Fontana, via Antonio Pacinotti e viale Lorenzo Bolano. La CMC di Ravenna, azienda che ha in appalto i lavori della tratta Nesima-Monte Po, ha diffuso un video che mostra l'avanzamento dei lavori. Ti potrebbero interessare: Metropolitana di Catania | Scheda dell’opera Quale futuro per la metropolitana di Catania? Da Misterbianco a Fontanarossa entro il 2024 Metro, ecco dove saranno le stazioni della nuova tratta Stesicoro-Palestro Metro, tratta Misterbianco-Paternò: ecco dove sorgeranno le stazioni Metropolitana Misterbianco-Paternò: potenzialità e scenari futuri per lo sviluppo del territorio

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
10 nov 2017

VIDEO | La galleria della metropolitana arriva alla stazione Fontana

di Amedeo Paladino

Il 9 novembre 2017 la TBM “Agata”, la grande talpa che sta realizzando il nuovo tunnel della metro, ha abbattuto il diaframma che la separava dalla costruenda stazione di Fontana: tra la fine del 2017 e l'inizio del prossimo anno saranno completi i restanti 350 metri di galleria, mentre l’entrata in esercizio di questa tratta è prevista nella prima metà del 2018. Ecco il video dell’abbattimento del diaframma della costruenda stazione Fontana  La TBM proseguirà il suo percorso in direzione della stazione di Nesima fino ad intercettare il pozzo che si sta realizzando sul viale Felice Fontana, vicino alla via Pacinotti dal quale verrà estratta: si prevede che la grande talpa terminerà la realizzazione della galleria nel prossimo mese di gennaio. A conclusione dei lavori della tratta Nesima-Monte Po, la cui entrata in esercizio è prevista per metà 2018, la metropolitana si snoderà quindi lungo questo percorso di 10,5 km: Monte Po Fontana Nesima San Nullo Cibali (lavori in corso di completamento) Milo Borgo Giuffrida Italia Galatea Porto (momentaneamente chiusa) Giovanni XXIII Stesicoro Ti potrebbero interessare: Metropolitana di Catania | Scheda dell’opera Quale futuro per la metropolitana di Catania? Da Misterbianco a Fontanarossa entro il 2024 Metro, ecco dove saranno le stazioni della nuova tratta Stesicoro-Palestro Metro, tratta Misterbianco-Paternò: ecco dove sorgeranno le stazioni Metropolitana Misterbianco-Paternò: potenzialità e scenari futuri per lo sviluppo del territorio        

Leggi tutto    Commenti 0