Articolo
07 ott 2015

VIDEO | A19 Catania-Palermo, ecco come sarà

di Andrea Tartaglia

Ieri è stato presentato a Roma il piano dell'Anas di manutenzione dell'Autostrada A19 Catania-Palermo, nel corso di un convegno in Senato a cui ha preso parte il ministro delle infrastrutture e dei trasporti Graziano Del Rio. 842 i milioni di euro disposti per la manutenzione straordinaria dell'autostrada che collega ben due quinti dell'intera popolazione siciliana: ecco il video ufficiale che mostra tutti gli interventi previsti.     Degli 842 milioni di euro, 380 milioni serviranno per il ripristino e miglioramento di ponti e viadotti, 288 per la stesura di nuova pavimentazione stradale, la sostituzione e l'adeguamento delle barriere di sicurezza e 134 per l'adeguamento impiantistico delle gallerie e l'illuminazione dei 19 svincoli. Infine, 40 milioni per infomobilità e il monitoraggio del traffico. Circa il viadotto Himera, in particolare, saranno demolite le sei campate danneggiate dalla frana del 10 aprile scorso e 12,7 milioni serviranno per la costruzione del nuovo viadotto in acciaio, lungo 270 metri, con una campata centrale di 130 metri per scavalcare tutto il corpo di frana e dimensionato per resistere al quadro geomorfologico della zona. (foto: Riccardo Perissinotto)

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
07 ott 2015

Fontanarossa, oggi tavolo tecnico per localizzare la nuova fermata FS

di Andrea Tartaglia

Facendo seguito alla riunione svoltasi presso Palazzo degli Elefanti lo scorso 25 settembre, oggi si terrà un tavolo tecnico tra Comune di Catania, Società Aeroporto Catania e Rete Ferroviaria Italiana allo scopo di valutare le alternative di esatta ubicazione della nuova fermata FS di Fontanarossa. Tra le soluzioni al vaglio, anche una fermata non propriamente a fianco dell'aerostazione, ma in corrispondenza del parcheggio scambiatore di Fontanarossa dove, oltretutto, è anche prevista una fermata della metropolitana facente parte della prevista tratta (in attesa di finanziamento) Palestro-Aeroporto. Per la nuova infrastruttura, la cui valenza non sarà solo metropolitana bensì regionale, è disponibile un finanziamento di circa 4 milioni di euro.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
06 ott 2015

Doppio senso di circolazione per l’A18, la tempistica per ristabilire la normale viabilità

di Amedeo Paladino

Il Consorzio per le Autostrade Siciliane (CAS) concessionario per la gestione dell'A18 Messina-Catania  ha comunicato la riapertura del tratto autostradale interessato dalla frana di ieri notte: E’ stato ripristinato il doppio senso di circolazione nella carreggiata direzione nord lato mare della tratta Roccalumera-Giardini Naxos, pertanto tutti gli automezzi potranno circolare in entrambe le direzioni di marcia. La decisione - portata al tavolo del Comitato per la Viabilità della Prefettura di Messina riunitosi alle ore 9 - è scaturita dal sopralluogo effettuato (oggi tra le ore 6 e le 8) sul posto della frana a cui hanno partecipato il Presidente del Consorzio Dott. Rosario Faraci, il Direttore Generale ing. Salvatore Pirrone ed i tecnici preposti ai lavori ed alle manutenzioni. In tale incontro, considerata la assoluta necessità di garantire la sicurezza del transito all’utente, si è affrontata la modalità di sciogliere il nodo della circolazione che ha reso critica la viabilità della giornata di ieri in numerosi comuni e strade del messinese. Infine, il gruppo ha valutato le ipotesi di intervento per la eliminazione del materiale riversato copiosamente nel tracciato e, contestualmente, ha calcolato le soluzioni più adeguate per il contenimento del costone. Il Presidente dell'Ordine regionale dei geologi, Giuseppe Collura, in un'intervista di Daniele Billitteri al Giornale di Sicilia prova a tracciare la tempistica per ristabilire la normare viabilità dell'A18: " Se la frana si è fermata, basta il tempo per liberare l'autostrada; ma se i controlli stabiliranno è ancora in movimento bisognerà aspettare che si stabilizzi. Poi si cominceranno a studiare le migliori soluzioni di messa in sicurezza e di manutenzione". Il direttore generale del CAS Salvatore Pirrone rassicura: " sono stati appaltati i lavori per il consolidamento, entro un mese sarà riaperta anche l'altra carreggiata".      

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
05 ott 2015

Frana A18 Catania-Messina, riapre la carreggiata in direzione nord

di Amedeo Paladino

Al termine del vertice convocato in Prefettura a Messina che ha visto coinvolti il Consorzio per le Autostrade Siciliane, il genio civile, la protezione civile e la polizia stradale è stato predisposta la riapertura a partire dalle ore 22 della carreggiata direzione Messina dell'autostrada A18. Il transito era stato interdetto alle prime ore di oggi a causa del cedimento di parte del costone roccioso di una collina nel territorio di Letojanni, tra le contrade di S. Filippo e Fondaco Prete. I tecnici e gli operai del CAS sono subito intervenuti per consolidare la porzione di collina interessata dallo smottamento. Per il momento rimarrà in vigore l'uscita obbligatoria a Roccalumera per gli utenti provenienti da Messina e diretti a Catania, mentre la carreggiata direzione Messina, non interessata dalla frana, riaprirà a breve. Ecco il comunicato ufficiale del Consorzio per le Autostrade Siciliane: Dalle ore 22 la carreggiata lato mare della tratta Giardini Naxos-Roccalumera sarà aperta al traffico dei mezzi pesanti e leggeri e percorsa nella sola direzione di marcia da Catania a Messina. I mezzi pesanti provenienti da Messina e diretti a Catania continueranno ad utilizzare il percorso alternativo indicato dal Comitato Viabilità della Prefettura di Messina. I mezzi leggeri provenienti da Messina e diretti a Catania potranno utilizzare l’autostrada a18 ed uscire obbligatoriamente allo Svincolo di Roccalumera per, eventualmente, rientrare in autostrada usufruendo dello Svincolo di Taormina. Rimane chiusa la carreggiata lato monte (della tratta) in cui si è verificata la frana. Tale luogo sarà presidiata h24 da apposite squadre di vigilanza e pronto intervento. I lavori di stabilizzazione avanzeranno una volta che il pendio si sia, in qualche modo, assestato per poter operare di conseguenza. L'Assessore regionale ai Trasporti e alle Infrastrutture Giovanni Pizzo attraverso il proprio profilo Facebook ha reso noto che "le ditte sono già al lavoro per un piano di consolidamento e drenaggio approvato dal genio civile, la riapertura tra stanotte e domani", mostrando inoltre riprovazione riguardo le condizioni delle strade siciliane.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
05 ott 2015

FRANA A18 CATANIA-MESSINA | Foto e aggiornamenti viabilità alternativa

di Amedeo Paladino

Durante la notte una collina in territorio di Letojanni, tra le contrade di S. Filippo e Fondaco Prete, ha ceduto riversando  sulla carreggiata dell'autostrada Catania-Messina un'imponente quantità di detriti. Il transito è stato interdetto tra Roccalumera e Giardini Naxos: a seguito della chiusura della tratta sono stati istituite le uscite obbligatorie di Roccalumera, per gli utenti provenienti da Messina in direzione Catania, e allo svincolo di Giardini Naxos per quelli provenienti da Catania per Messina. Il Comitato Operativo Viabilità riunitosi in Prefettura ha disposto la deviazione del  traffico sulla statale 185 di Sella Mandrazzi, che collega Barcellona a Giardini Naxos: per i mezzi provenienti da Catania l’ingresso sarà a Giardini Naxos, mentre per i mezzi provenienti da Messina e Palermo l’ingresso previsto è allo svincolo di Barcellona. Il Consorzio per le Autostrade Siciliane (CAS) in un comunicato afferma che il primo scivolamento si era già manifestato lo scorso 2 ottobre con immediati interventi degli uffici tecnici per la messa in sicurezza della viabilità nonché per ogni prima azione utile alla eliminazione del materiale franoso ed al contenimento del costone. Gli operatori del CAS insieme al genio civile e della protezione civile stanno operando nel luogo della frana per verificare i tempi di attuazione degli interventi necessari a ripristinare il collegamento autostradale. I nostri lettori ci segnalano gravi disagi nel collegamento nelle direttrici alternative all'autostrada; i pullman dell'autolinea Sais partiti alle 5 del mattino da Catania in direzione Messina sono stati costretti ha invertire la marcia. Nella foto in alto e in quelle a seguire, le code formatesi sulla S.S.114 all'altezza di Letojanni e Giardini Naxos.

Leggi tutto    Commenti 2
Articolo
05 ott 2015

AMT | Mezzi fermi a causa di uno sciopero regionale

di Amedeo Paladino

L'AMT (Azienda Metropolitana Trasporti) informa che, a causa di uno sciopero regionale indetto dalle organizzazioni sindacali FILT – CGIL, FIT-CISL  e UIL Trasporti per il giorno di martedì 6 ottobre 2015, il  servizio potrà subire pesanti variazioni. Il personale viaggiante aderente all’ iniziativa si asterrà dal servizio dalle ore 09:30 alle ore 17:30 mentre quello tecnico e amministrativo per l’intera giornata.  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
04 ott 2015

Darinka, a piedi attraverso l’Italia carica di sogni e racconti: oggi a Catania

di Amedeo Paladino

«L’Italia senza la Sicilia, non lascia nello spirito immagine alcuna. È in Sicilia che si trova la chiave di tutto» […] «La purezza dei contorni, la morbidezza di ogni cosa, la cedevole scambievolezza delle tinte, l’unità armonica del cielo col mare e del mare con la terra…chi li ha visti una sola volta, li possederà per tutta la vita». (J.W.Goethe, “Viaggio in Italia”, 1817)   Catania è stata meta di viaggiatori di ogni tempo, semplici viandanti o grandi letterati. Oggi la nostra città è meta del turismo di massa, leva per l'economia locale, ma non di rado gli zaini e le bici di alcuni moderni avventurieri, carichi di fatica e sogni, giungono nelle nostre strade. I loro nomi sono Guilherme Gevaerd, ragazzo brasiliano di 28 anni in bici attraverso tutte le coste del Mondo per la salvaguardia dei mari, che abbiamo avuto il piacere di incontrare a maggio, e Darinka Montico, ragazza nata sul Lago Maggiore, viaggiatrice del mondo, che l'anno scorso ha percorso l'Italia a piedi per scoprirla con lentezza. Da Palermo a Baveno, un piccolo paese sul Lago Maggiore, 7 mesi in cui ha percorso 3 mila chilometri, e in cui i sogni delle persone che ha incontrato, insieme a tutti i suoi pensieri e le esperienze si sono trasformate in Walkabout Italia, un libro presentato al Salone di Torino. A maggio la sua avventura è ricominciata, stavolta in bici. Oggi Darinka percorrerà la pietra lava delle strade di Catania, le stesse che accolsero Goethe nel suo passaggio da Catania nel 1787, e racconterà i sogni raccolti e custoditi sky spy app nel suo libro. L'appuntamento è oggi alle 18 e 30 in piazza Federico di Svevia presso l'associazione Gammazita.

Leggi tutto    Commenti 0

Ultimi commenti