Articolo
30 ago 2016

Cantiere via Sgroppillo, riaperta la via Nizzeti

di Roberto Lentini

Oggi è stata riaperta, con qualche mese di ritardo, la via Nizzeti di Catania. La chiusura si era resa necessaria ai primi di luglio per consentire la posa della condotta fognaria nel tratto compreso tra via Nizzeti e l’incrocio con via Sgroppillo. Il ritardo è stato causato dalle caratteristiche eterogenee del terreno che hanno reso particolarmente complesse le operazioni di scavo. In serata verrà ripristinata anche la segnaletica orizzontale.  Intanto, procedono i lavori in via Sgroppillo. La priorità è liberare lo spazio antistante le scuole prima dell'inizio dell'anno scolastico. Successivamente verrà chiuso il tratto di via Sgroppillo, da via Cristoforo Colombo (comune di San Gregorio di Catania) fino al viale delle Olimpiadi (comune di Catania) per consentire l’interramento della conduttura della fognatura. La via C. Colombo sarà accessibile ad una sola corsia da Ficarazzi verso via XX Settembre (comune di San Gregorio di Catania)/Convento del Carmine (Comune di Tremestieri Etneo). In senso inverso l’accesso sarà consentito ai soli residenti. In una fase successiva, via Cristoforo Colombo sarà a doppio senso di circolazione per consentire la chiusura ed il completamento del tratto di via Sgroppillo compreso tra via C. Colombo e viale delle Olimpiadi. Alla fine dei lavori, prevista per ottobre, la via Sgroppillo avrà una carreggiata della larghezza di circa 15 metri, dotata quattro corsie, due per ogni senso di marcia e comprenderà, nelle parti in cui la presenza dei fabbricati ivi prospicienti lo consentirà, parcheggi in linea o a spina di pesce e marciapiedi.  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
30 ago 2016

Ministro Delrio a Catania: avanti tutta per metro, porto e aeroporto

di Mobilita Catania

Ieri mattina, il sindaco di Catania, Enzo Bianco, e il Ministro delle Infrastrutture, Graziano Delrio, hanno effettuato due sopralluoghi nei cantieri della metropolitana di Monte Po e di Corso Sicilia, cui ha fatto seguito una riunione operativa presso Palazzo degli Elefanti sullo stato delle grandi infrastrutture in città: metropolitana, evidentemente, ma anche rete ferroviaria, tangenziale, porto e aeroporto. A Fontanarossa sono in ballo la ristrutturazione del terminal Morandi e la realizzazione della nuova stazione FS: in entrambi i casi si parla di 2018, se tutto procederà bene e speditamente. Il primo cantiere visitato è stato quello di Misterbianco, ossia il principale dei due aperti per la realizzazione della tratta Nesima-Monte Po, visto che è il sito dove si sta montando la grande 'talpa' che scaverà velocemente il tunnel. Il secondo, invece, è la stazione "Stesicoro", in avanzato stato di realizzazione come testimoniano le foto tratte da Catania Today: Così il ministro: «Catania è un esempio di come il Mezzogiorno d’Italia possa trovare la strada dello sviluppo anche attraverso la realizzazione concreta delle infrastrutture. Catania sarà la città metropolitana del Mezzogiorno con la maggiore qualità e incidenza delle reti metropolitane: un grande successo anche per il turismo locale. Credo che quello che stiamo facendo in questa città sia un grande segnale per il Mezzogiorno. C'è un piano complessivo di infrastrutturazione, insieme con una visione della logistica e dell'intermodalità, unica in Italia: sistema metropolitano, portuale, stradale e ferroviario, ossia tutto quello che abbiamo detto essere la chiave per far ripartire l’economia dei territori e l’occupazione. Al sud l'autostrada Salerno-Reggio Calabria è praticamente conclusa, abbiamo sbloccato adesso la Ragusa-Catania, abbiamo un piano organico per potenziare la Tangenziale di Catania per cui sono state già individuate le risorse finanziarie tra i nuovi fondi per lo sviluppo e la coesione. Da Catania un esempio concreto per l'Italia su cos’è la ‘cura del ferro'». Sulla metropolitana si è soffermato il sindaco Bianco: «Cercheremo di aprire la tratta Galatea-Stesicoro all'inizio di dicembre, possibilmente per la festa dell'Immacolata. Intanto stanno per essere consegnati e, quindi, partire i lavori per la realizzazione del tunnel Stesicoro-Palestro: in questo caso, il cantiere principale sarà localizzato nell'area di via Palermo». Ti potrebbero interessare… Metropolitana di Catania | Scheda dell’opera Metropolitana, arrivata la TBM per la tratta Stesicoro-Palestro Metropolitana, Di Giambattista: «Le due tratte aperte a dicembre e a febbraio»

Leggi tutto    Commenti 9
Proposta
29 ago 2016

Tondo Gioeni, nuova bretella non risolutiva: proposta per una nuova viabilità

di papocchioct

Il tondo Gioeni, dopo l’abbattimento del vecchio cavalcavia, rimane un capitolo irrisolto per la viabilità della città. In questi giorni l'assessore ai lavori pubblici Luigi Bosco ha presentato il progetto di un sottopassaggio in via Castorina per cercare di alleggerire il traffico che confluisce nella circonvallazione direzione Nesima-Ognina. A mio avviso un simile intervento non sarà risolutivo visto che il vero problema è il tornaindietro, posizionato davanti al giornale "La Sicilia", che causa forti rallentamenti lungo l'asse Nesima-Ognina. La mia proposta pertanto è di eliminare questo tornaindietro effettuando alcune modifiche alla circolazione, qui sotto specificate. I veicoli provenienti da via Etnea dovranno girare necessariamente a sinistra per via Ardizzone Gioeni e poi, in prossimità di via Passo Gravina, girare a sinistra o a destra. In quel tratto via Passo Gravina diventerà a doppio senso di circolazione. La nuova corsia, in direzione sud-nord, verrà ricavata eliminando gli stalli di parcheggio posti ai bordi della via Passo Gravina. Le auto, prima del sottopassaggio, dovranno girare subito a destra in una bretella di nuova realizzazione che immetterà direttamente nella circonvallazione. La nuova bretella si troverebbe su un terreno di rispetto della sede stradale quindi non occorrebbe procedere ad eventuali espropri. In questa maniera i veicoli provenienti da via Etnea potranno utilizzare  la rotatoia, attualmente esistente, per procedere in direzione Nesima o paesi etnei oppure procedere in direzione Ognina A mio avviso, altri interventi utili sono la creazione di sovrapassi pedonali e l'istituzione del divieto di fermata nella direzione Nesima-Ognina, nel tratto compreso tra il tondo Gioeni e l'innesto con il raccordo autostradale, in modo da evitare ulteriori rallentamenti nella circolazione.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
26 ago 2016

Riapre Via Nizzeti e si punta sulla viabilità alternativa di Via Cristoforo Colombo

di Mobilita Catania

Si è svolta mercoledì scorso, presso l'Ufficio Traffico Urbano del Comune di Catania, la riunione operativa sui lavori relativi al cantiere di via Sgroppillo. Molti i temi affrontati durante la riunione: dalla imminente riapertura al traffico veicolare della via Nizzeti, con ripristino della rotatoria e della segnaletica stradale, allo studio sulla viabilità alternativa al cantiere su via Cristoforo Colombo del Comune di San Gregorio ultimata di recente, ed aperta al traffico veicolare per i mezzi in provenienza da Ficarazzi. Si è parlato, inoltre, dello stato dell’arte dei tanti sottocantieri attivati negli ultimi due mesi di luglio ed agosto e che impegnano le lavorazioni per raggiungere i tempi prestabiliti dal cronoprogramma. «Mi sento soddisfatto – ha dichiarato il Vice Sindaco Albo dopo la riunione - perché ho ricevuto ferme rassicurazioni dalla direzione lavori e dalla impresa Girasole sui sottocantieri che impegnano attualmente la zona adiacente ai due plessi scolastici sangregoresi. «Priorità di questi giorni – ha continuato l’avv. Albo - sono la riapertura per lunedì o martedì prossimo al massimo della Via Nizzeti e della rotatoria con la Via Sgroppillo utilmente chiusa al traffico nel mese di agosto per eseguire operazioni di cantiere che non avremmo mai potuto realizzare durante i periodi di maggiore intensità di traffico veicolare». Sono otto, infatti, i sottocantieri attualmente operanti all’unisono sulla Via Sgroppillo e su Via Nizzeti. Uomini e mezzi sono impegnati nella realizzazione di marciapiedi e sottoservizi, posa in opera della conduttura della fognatura acque bianche nei tratti di maggiore aderenza con le abitazioni e vasche di disoleazione su tratti centrali rispetto all’asse stradale. L’obiettivo è quello di sfruttare al massimo i 15 giorni lavorativi prima dell’apertura delle scuole per completare le lavorazioni e non arrecare troppi disagi ai genitori degli alunni, docenti e residenti che affolleranno nelle prossime settimane queste strade. Altro tema affrontato il problema della viabilità alternativa su Via Colombo una volta chiuso al traffico il Viale delle Olimpiadi di Catania. «Stiamo emettendo due ordinanze contestuali sulla viabilità prevedendo la chiusura della Via Sgroppillo fino all’accesso con il Viale delle Olimpiadi, fino ad oggi arteria utile per il traffico veicolare in direzione e provenienza da e per Ficarazzi, e la contestuale apertura a doppio senso di circolazione della nuova via Colombo – ha concluso Albo - questo consentirà di ultimare l’allargamento della Via Sgroppillo anche su questo tratto. Ci siamo, tutto procede come atteso perché lavoriamo in costante sinergia guardando con grande emozione all’arrivo oramai visibile all’orizzonte».  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
26 ago 2016

VIDEO | Metro, stazione Giovanni XXIII: da Natale ci muoveremo così

di Andrea Tartaglia

In esclusiva per catania.mobilita.org, ecco un video realizzato prima di Ferragosto che mostra lo stato di avanzamento del cantiere della stazione metro "Giovanni XXIII", sita tra l'omonima piazza e via D'Amico, in corrispondenza dell'imbocco di viale Africa. La fine dei lavori è prevista in autunno, con inizio dell'esercizio pianificato, salvo imprevisti, entro Natale. Il video mostra il percorso attraverso il quale si giungerà al livello treni (ipotizzando di voler andare a Stesicoro), una volta entrati dall'ingresso pedonale di viale Africa (marciapiede est) e, successivamente, lo spostamento dal piano binari al mezzanino. Quest'ultimo, ovviamente, è ancora privo dei tornelli che sarà obbligatorio attraversare, convalidando il biglietto o l'abbonamento, per poter accedere al livello inferiore e per guadagnare l'uscita. Buona visione.   Ti potrebbero interessare... Metropolitana di Catania | Scheda dell’opera Metropolitana, arrivata la TBM per la tratta Stesicoro-Palestro Metropolitana, Di Giambattista: «Le due tratte aperte a dicembre e a febbraio»

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
25 ago 2016

VIDEO | Nodo Gioeni, ecco il percorso della bretella di via Castorina

di Amedeo Paladino

Il nodo Gioeni dopo quasi tre anni dall’abbattimento del vecchio cavalcavia rimane un capitolo irrisolto per la viabilità di penetrazione in città. Al momento di concreto c’è solo il progetto concernente il sottopassagio di via Castorina, per il quale l’iter è stato avviato. VIDEO | IL PERCORSO DELLA FUTURA BRETELLA  Nelle scorse settimane l'Assessore ai Lavori Pubblici, Luigi Bosco, ha fatto il punto sull'iter per la realizzazione della bretella di via Castorina. La spesa sarà di 860 mila euro, di cui 460 solo per gli espropri; i lavori dovrebbero partire nei primi mesi del 2017, in ritardo rispetto a quanto preventivato precedentemente dallo stesso assessore, e dovrebbero durare 5 mesi. La nuova bretella sfrutterà il sottopassaggio mai utilizzato che si sviluppa ad ovest alla fine di via Castorina, e a est in via dei Salesiani vicino l'oratorio San Filippo Neri. L'intenzione è snellire la circolazione del Nodo Gioeni in direzione ovest-est: i veicoli da via Caronda potranno proseguire in direzione Vulcania attraverso via Rosso di San Secondo, via Torino e via Castorina, immmettendosi in via dei Salesiani per raggiungere infine via Giuffrida, dove potranno scegliere se andare verso i paesi etnei o verso la circonvallazione. Per la realizzazione del bypass è stato necessario trovare un accordo per l'esproprio con i privati proprietari dei terreni; una volta appaltati i lavori si procederà alla bonifica del sottopassaggio di via Giuffrida, e al collegamento tra quest'ultimo e via Castorina. Noi di Mobilita Catania abbiamo filmato il percorso della futura bretella. Abbiamo constatato le maggiori criticità a ovest del sottopassaggio, dove sarà necessario dimensionare adeguatamente via dei Salesiani, in particolare in corrispondenza del piazzale antistante il Bingo dove vige ad ogni ora del giorno e della notte la sosta selvaggia. Ecco il video:

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
24 ago 2016

Aeroporto di Catania, novità per i passeggeri in partenza

di Roberto Lentini

La Sac, Società Aeroporto Catania, e l'Enac, Ente Nazionale Aviazione Civile, dallo scorso lunedì hanno iniziato una nuova campagna di sensibilizzazione sulle regole di trasporto del bagaglio a mano e dei controlli di sicurezza. Uno staff appositamente preposto di personale di terra accoglierà ai varchi i passeggeri per spiegare, tra gli altri aspetti, quali souvenir e quali dolciumi è possibile portare con sé senza temere di dovervi rinunciare all'ultimo momento.   Lo scopo è velocizzare i controlli di sicurezza e ridurre la quantità di oggetti proibiti. L'iniziativa è supportata pure da un dépliant bilingue che verrà distribuito ai passeggeri in partenza. Altra novità è la nuova area giochi per bimbi realizzata dopo i varchi di sicurezza, in prossimità del gate n°7.  

Leggi tutto    Commenti 0