Articolo
25 dic 2018

FOTO | Il presepe itinerante in autobus conclude il suo tour

di Amedeo Paladino

Si è concluso il tour natalizio organizzato da AMT ed AMAS (Associazione Mediterranea Autobus Storici) a bordo del Fiat 470, quest'anno allestito con un eccezionale presepe del signor Buscemi, con l’accompagnamento dei canti tradizionali siciliani dei "Nanareddi". Durante tutto il mese di dicembre l'autobus storico ha toccato le piazze delle sei circoscrizioni e del centro storico, visitando inoltre istituti scolastici e allietando i bambini malati del Policlinico e i figli dei detenuti della casa circondariale di Bicocca "Grazie alla collaborazione di AMT, che ha da sempre creduto nel progetto, l'iniziativa è arrivata alla decima edizione, riuscendo a coinvolgere tutti i quartieri di Catania, dalle piazze dei quartieri periferici fino al centro storico", afferma il presidente dell'associazione AMAS, avvocato Giuseppe Nicotra.  L'iniziativa natalizia è solo una parte del progetto più ambizioso che vuole far diventare questi vecchi bus contenitori di arte e cultura per la promozione della legalità e della mobilità sostenibile", conclude l'avvocato Nicotra. L'iniziativa fa parte della campagna di Natale 2018 dell'Azienda Metropolitana Trasporti per volontà del  presidente Giacomo Bellavia e dei consiglieri Serena Spoto e Agata Parisi.      

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
20 dic 2018

FOTO | Ecco la nuova fermata ferroviaria di Picanello: prende forma la seconda linea ferrata di tipo metropolitano

di Mobilita Catania

Stamattina il primo treno di prova si è fermato alla stazione di Catania Picanello: a bordo il Sindaco Salvo Pogliese, l'assessore regionale alle Infrastrutture e Mobilità Marco Falcone e Salvatore Leocata della Direzione Investimenti Area Sud di Rete Ferroviaria Italiana. Situata tra la stazione di Catania Ognina e la fermata di Catania Europa, si trova interamente in galleria. I due ingressi sono in via Libertini, dove è presente anche un piccolo parcheggio, e in via Timoleone; in futuro sarà aperto anche un collegamento pedonale tra l'accesso principale di via Libertini e via Messina. È inoltre dotata di un ascensore su via Libertini, di un totale di dieci scale mobili (sei in salita e quattro in discesa) e di un "Sistema di Supervisione Integrata" per la gestione degli impianti di sicurezza in galleria. Adesso, sulla carta, esiste una seconda linea ferrata che può offrire un servizio di tipo metropolitano lungo tutta la fascia orientale della città grazie alla recente riapertura della stazione di Cannizzaro (tre anni fa) e all’apertura delle nuove fermate di Catania Ognina e Catania Europa (l’anno scorso), a cui si aggiunge, per l’appunto, Catania Picanello che aprirà al pubblico domani, 21 dicembre. Ecco le attuali fermate nell’area compresa tra Acireale e Lentini: Acireale Cannizzaro CT Ognina CT Picanello CT Europa CT Centrale CT Acquicella Bicocca Lentini Ti potrebbero interessare… Passante Ferroviario di Catania | Scheda dell’opera Passante ferroviario, domani apre la nuova fermata di Picanello. Ma così servirà a poco… Apre la fermata FS “Picanello” del passante ferroviario urbano di Catania Stazione di Catania Picanello completa entro l’anno: il sopralluogo dell’assessore regionele Falcone Passante ferroviario di Catania, dallo sventramento alla ricucitura: il nuovo percorso urbano approvato dal Comune Metropolitana di Catania | Scheda dell’opera

Leggi tutto    Commenti 1
Articolo
24 nov 2018

Legambiente domani ripulisce la foce del fiume Simeto

di Mobilita Catania

A conclusione del corso di alfabetizzazione ambientale "Insieme per Ri-cucire" organizzato da Legambiente Catania con la collaborazione dell'ufficio Distrettuale di Esecuzione Penale Esterna (U.D.E.P.E) domenica 25 novembre il circolo catanese insieme ai cittadini che si vorranno aggregare e alle associazioni che hanno già aderito all'invito darà vita a un'azione di pulizia della Foce del fiume Simeto che a causa delle piogge di queste settimane è stata invasa dei rifiuti, danneggiando il complesso e delicato ecosistema dell'Oasi. La giornata di pulizia s'inserisce nelle iniziative dell'evento nazionale "Puliamo il Mondo dai pregiudizi" e avrà luogo con il seguente programma: 9,00 Piazza Michelangelo organizzazione del tragitto in carpooling. 9,45 : Foce del fiume Simeto ( ingresso da via Alicudi)- Dopo i saluti delle associazioni partecipanti, e la consegna del materiale per la raccolta(sacchi-guanti), verrà spiegato come e quali rifiuti raccogliere, salvaguardando la riserva. Ore 13.30 - Pranzo a sacco presso il Centro polifunzionale Torre allegra. Ore 15.00 - Conclusioni e consegna attestati di partecipazione da parte di Legambiente Ct ai partecipanti del progetto "Ricucire ". Chi vorrà partecipare all'evento successivamente all'orario d'inizio potrà raggiungere il gruppo direttamente presso la foce del fiume Simeto. Hanno aderito all'iniziativa Associazione Orione, Mobilità Sostenibile Catania, Africa Unita, Associazione Guide Turistiche Catanesi, Comunità di Sant' Egidio, Coop Alleanza 2.0, Dusty, Etnambiente, Regione siciliana Dipartimento Acque e Rifiuti, Comune di Catania- Assessorato Ecologia ed Ambiente, Ufficio Uepe- ufficio esecuzione penale esterna Ministero Grazia e Giustizia, AMT, Presidio Simeto. "La giornata organizzata insieme ad altre associazioni con il sostegno di alcuni enti pubblici rappresenta il momento conclusivo di un progetto di educazione ambientale che ha riscontrato un grande successo in termini di partecipazione, - dichiara la presidente di Legambiente Catania, avvocato Viola Sorbello. Nei due incontri che si sono svolti il 5 e il 19 novembre tecnici ed esperti hanno relazionato sulla salvaguardia ambientale, fornendo una formazione completa sui temi del risparmio energetico, della mobilità, del recupero delle materie prime, dell'ecosistema marino, degli ecoreati, della trasformazione dei rifiuti in energia, dei benefici del verde e del rischio idrogeologico. L'azione di pulizia della foce del Simeto si pone l'obiettivo di rispondere ad una funzione concreta: arginare il grave problema della presenza di rifiuti che sta mettendo a rischio il delicato ecosistema dell'oasi, con lo stesso spirito di partecipazione civica e convivialità che ha condotto il progetto in queste settimane." Il risultato atteso da noi volontari è che l'azione ponga l'attenzione sul deficit di pulizia dell'oasi che rimane esclusa dal contratto di gestione del servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti urbani; un'area come questa all'interno del territorio cittadino è una risorsa ambientale e turistica preziosa che merita più attenzione". - conclude il presidente Viola Sorbello.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
20 nov 2018

I luoghi del cuore del FAI: la Porta Garibaldi di Catania in rimonta

di Andrea Tartaglia

La campagna "I luoghi del cuore" 2018 del Fondo Ambiente Italiano sta per giungere a termine: ancora 10 giorni e si chiuderanno le votazioni per i numerosissimi siti di interesse storico e culturale italiani che concorrono: la Porta Garibaldi di Catania rientra nelle attuali prime 20 posizioni su oltre ventimila luoghi in competizione. La Campagna del FAI mira alla valorizzazione e riqualificazione dei luoghi più belli e significativi d'Italia spesso vittima di incuria o abbandono, proponendo progetti concreti di recupero anche con l'erogazione di contributi economici. Per selezionare i luoghi da riqualificare, vengono presi in considerazione quelli che ottengono più voti attraverso un censimento che si tiene negli anni pari e coinvolge tutti i cittadini, al quale, negli anni dispari, segue la fase degli interventi concreti nei luoghi scelti. Catania concorre con numerosi siti: oltre alla Porta Garibaldi, che fra tutti è quello più seguito e quindi con più probabilità di ottenere poi un riscontro in termini di reale valorizzazione e riqualificazione, quelli che godono delle migliori posizioni sono l'Aula Magna e la corte del Convitto Cutelli e il Fiume Amenano, molto distanti, però, dalla vetta della classifica. La votazione è multipla, quindi si possono votare più siti. Il prossimo 30 novembre si chiuderà la consultazione on line, estremamente semplice (basta un click) e realisticamente, tra i siti catanesi, quello che può ancora ragionevolmente ambire a ottenere poi un riscontro concreto è proprio la Porta Garibaldi/Ferdinandea, attualmente al 20° posto dopo aver scalato numerose posizioni nelle ultime settimane, oltretutto  a pochi voti di distanza dai siti che la precedono. Per questo è ancora importante votare e far votare questo sito storico del capoluogo etneo che ha certamente bisogno e merita la valorizzazione e la riqualificazione che le competono: QUI IL LINK ALLA PAGINA UFFICIALE PER LA VOTAZIONE. La Porta Ferdinandea, oggi intitolata a Giuseppe Garibaldi, è un arco di trionfo realizzato nel 1768, su progetto di Stefano Ittar e Francesco Battaglia, per commemorare le nozze di Ferdinando IV e Maria Carolina d'Asburgo-Lorena. Si trova tra piazza Palestro e piazza Crocifisso Majorana, alla fine di via Giuseppe Garibaldi, nel quartiere del Fortino, in dialetto catanese Futtinu. La zona è chiamata così in ricordo di un fortino costruito nelle vicinanze dal viceré principe di Ligne, dopo l'eruzione lavica del 1669 che colpì la città su tutto il lato occidentale, annullandone le difese medievali. Dell'opera di fortificazione avanzata, che sorgeva a sud di piazza Palestro, rimane una porta in via Sacchero. “Melior de cinere surgo” sono le parole di una celebre iscrizione sulla Porta Ferdinandea riferita alle molteplici distruzioni che ha subito Catania, a seguito delle quali è sempre rinata. Questa frase sintetizza la fierezza di una popolazione che, instancabile, continua a ricostruire sempre più bella la propria città sulle ceneri della precedente.  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
15 nov 2018

La musica classica in metropolitana in occasione del concorso musicale internazionale “Gianluca Campochiaro”

di Mobilita Catania

Un concorso musicale internazionale con settanta artisti provenienti dai conservatori di tutto il mondo, una competizione nazionale con cento studenti delle scuole a indirizzo musicale di tutta Italia, quattro giorni di masterclass, una tavola rotonda, concerti e performance musicali in un tempio della musica come il Teatro Massimo Bellini di Catania ma anche in luoghi inusuali come la stazione Stesicoro della metropolitana etnea.  È la 27ma edizione dell'“International Music Competition Gianluca Campochiaro” che si svolgerà a Catania sino al 18 novembre con il patrocinio e la collaborazione del Comune, organizzato dall'associazione musicale "Pedara per Gianluca Campochiaro”. Pianisti, violinisti, violisti, cantanti lirici e formazioni cameristiche di alto livello saranno impegnati in sessioni quotidiane tra il Palazzo della Cultura, il Liceo Musicale Angelo Musco, il Camplus d'Aragona e il Teatro Massimo Vincenzo Bellini. Il calendario della manifestazione prevede, già da ieri e sino a sabato 17, al Palazzo della Cultura le audizioni di canto lirico e musica da camera, al Camplus d'Aragona i "casting" di pianoforte, pianoforte quattro mani e violino, e al liceo Angelo Musco le prove riservate alle scuole a indirizzo musicale. Inoltre, sabato 17, alle ore 18, il concerto finale del concorso nazionale. Il concerto di gala e la cerimonia di premiazione del concorso internazionale si terranno domenica 18 novembre alle 18.30 presso il Teatro Massimo Bellini di Catania. Presidenti di giuria sono Roberto Cappello per la sezione pianoforte e Regina Brandstätter per il violino. Tra i premi, borse di studio e concerti nel Teatro Bellini e sul palco del teatro di Modica con il direttore artistico Giovanni Cultrera, componente del comitato scientifico del concorso. Nell'ambito del progetto sono previste anche la tavola rotonda “Musica e sviluppo economico nella città di Bellini”, organizzata con il dipartimento di scienze umanistiche dell'Università ai Benedettini per il 16 novembre alle 16.30, le performance musicali nella stazione Stesicoro della metropolitana, le masterclass nel Camplus d'Aragona dal 19 al 22 novembre. In particolare, al piano binari della stazione metropolitana Stesicoro, dalle 11:30 alle 14:00 e dalle 16:30 alle 19:00 di giovedì 15 e venerdì 16 alcuni musicisti allieteranno gli utenti, offrendo una serie di interpretazioni di brani di grandi compositori della musica classica: Vivaldi, Mozart, Bach, Beethoven e altri. La Ferrovia Circumetnea ha anche predisposto un titolo di viaggio speciale per i non residenti (un "miniabbonamento" metro). Il programma completo della manifestazione è disponibile sul sito concorsointernazionalegianlucacampochiaro.it Ti potrebbero interessare… Metropolitana di Catania | Scheda dell’opera FOTO | Dentro lenuove stazioni metro di Monte Po e Fontana, avanzano i lavori Metropolitana, a breve l’apertura domenicale e altre migliorie al servizio Metro, entro il primo semestre 2019 l’apertura delle stazioni di Fontana e di Monte Po FOTO | Metropolitana, si lavora nel cantiere base della Palestro-Stesicoro Metropolitana, aggiudicati i lavori per le nuove scale mobili nelle stazioni Italia e Borgo Metro Stesicoro-Palestro: al via lavori a traffico aperto in via Plebiscito Metropolitana. tratta Monte Po-Misterbianco: la Cmc di Ravenna si aggiudica il bando Lavori stazione metro Cibali, restringimenti e divieti in via Galermo

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
13 nov 2018

Il Natale a Catania (per ora senza addobbi) con una pista di pattinaggio su ghiaccio in piazza Università

di Mobilita Catania

“Non spegniamo le luci sulla città”: il Sindaco invita imprenditori e privati ad abbellire la città nel periodo natalizio. Dal 16 novembre una pista di pattinaggio su ghiaccio in piazza Università. “Non spegniamo le luci sulla città” risponde a questa sollecitazione, non solo simbolicamente, l’avviso sulla homepage del sito istituzionale del Comune di Catania in cui l’Amministrazione comunale invita il sistema produttivo e creativo del territorio a aderire attraverso una sponsorizzazione, all'abbellimento della città nel periodo natalizio. Gli interventi dovranno riguardare sia l’arredo urbano sia l’illuminazione di strade, piazze, spazi urbani in aggiunta a quelli già esistenti. “Sono note a tutti le condizioni finanziarie del Comune - ha detto il sindaco Salvo Pogliese- faccio appello al tessuto imprenditoriale cittadino invitandolo a mettersi al nostro fianco per far capire, alle tante forze sane di Catania, che il default che abbiamo trovato non è l’atto finale di questa città ma un nuovo inizio su cui la mia Amministrazione scommetterà con positività, visione obiettiva e entusiasmo”. Gli eventuali sponsor commerciali avranno la possibilità di poter legare la propria “immagine” o il loro messaggio commerciale all’iniziativa che avrà, molto ben identificato un suo logo e una denominazione. Con un modesto contributo quindi si otterrà il doppio risultato di abbellire e “accendere” la città nel periodo natalizio e aver una “ vetrina “ulteriore di comunicazione. L’Amministrazione comunale garantirà punti luce vicini ai luoghi prescelti e le varie autorizzazioni di suolo pubblico, che in questo caso sarà a titolo gratuito, transito mezzi ed altro. Possono chiedere di essere sponsor sia i privati che i soggetti pubblici che non siano in conflitto di interesse con l’attività pubblica. Le proposte di adesione, in carta libera e in busta chiusa , dovranno pervenire entro le ore 13 del 30 novembre, indirizzate al Comune di Catania - direzione Gabinetto del Sindaco, con consegna a mano attraverso il Protocollo Generale di piazza Duomo 3, o con una pec a: comune. catania@pec.it, o attraverso il servizio postale. Grazie all'iniziativa privata della società Sicilia Ice S.R.L.S alla quale la Direzione "Sviluppo Attività Produttive" ha concesso l'occupazione del suolo pubblico di piazza Università, verrà installata una pista da ghiaccio della grandezza di 200 mq. La struttura all'aperto sarà fruibile a pagamento dal 16 novembre fino al 28 dicemnbre dalle 8 alle  02.  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
07 nov 2018

Abbonamenti metro-bus per studenti: Catania premiata come esempio virtuoso a “Eco Mondo”

di Mobilita Catania

Abbonamenti gratuiti a metro e bus per tutti gli studenti dell’Ateneo di Catania: circa 45 mila universitari, da quest’anno accademico, viaggiano liberamente sui mezzi pubblici cittadini. L’iniziativa non è passata inosservata tanto da essere selezionata tra gli esempi virtuosi di sostenibilità ambientale che verranno premiati domani, 8 novembre, alla fiera internazionale “Eco Mondo” dedicata ai temi della ‘green’ e ‘circular economy’. «Catania è la prima città d’Italia a offrire questo servizio a tutti gli studenti dell’Università, mettendosi al passo con le più virtuose città europee», afferma la presidente del circolo di Legambiente Catania, avvocato Viola Sorbello. Una novità rilevante a livello nazionale, che migliora i servizi forniti agli studenti universitari e si pone l’obiettivo di incidere sulla mobilità del territorio catanese. «Si tratta, infatti, di un punto di partenza per risollevare la nostra città dalla situazione disastrosa fotografata dal rapporto annuale di Legambiente Ecosistema Urbano che vede Catania all'ultimo posto nella graduatoria delle città italiana -continua Sorbello- un ottimo esempio di sinergia tra enti e aziende di trasporto pubblico in netta contrapposizione con il frequente immobilismo della politica e della macchina amministrativa sulle politiche della mobilità» «Questo è l’ultimo risultato di un impegno di collaborazione attiva dell’Università di Catania con l’amministrazione comunale e con gli operatori di trasporto a Catania -afferma il delegato del Rettore alla mobilità, professore Giuseppe Inturri- La libera circolazione di oltre 40.000 studenti sui mezzi di trasporto pubblico diventa anche il primo passo verso una concreta adesione di UniCT ad Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile ed in particolare per un accesso a sistemi di trasporto sicuri, sostenibili e convenienti. La mobilità sostenibile diventa parte integrante del diritto allo studio, cresce il carattere “universitario” della nostra città, aumenta il benessere degli studenti e la sostenibilità del territorio nel quale vivono e studiano. Fattore determinante per l’attuazione di queste iniziative è stato un intenso lavoro di partecipazione pubblica, nel quale l’Università ha assunto spesso il ruolo di facilitatore per il coinvolgimento dei soggetti decisori della mobilità nel confronto con le istanze provenienti dai movimenti di cittadinanza attiva ed associazioni per la mobilità sostenibile come Legambiente e Mobilità Sostenibile Catania.» «Il ruolo delle associazioni e degli attivisti è stato fondamentale affinché i temi della mobilità sostenibile entrassero nell’agenda della politica e degli amministratori»- fa eco anche la presidente di Legambiente Catania- e, visti i risultati per cui dobbiamo principalmente ringraziare l’Università, continueremo in questa direzione. In questo senso si colloca anche il prossimo incontro richiesto al nuovo presidente di AMT, avvocato Bellavia, che spero porterà nuove iniziative a beneficio del trasporto pubblico offerto dall’azienda ma anche direttamente della mobilità di tutta la città». Ti potrebbero interessare… Metro e bus gratis per gli studenti dell’Università di Catania: servizio già attivo sui mezzi Amt Metropolitana gratuita per gli studenti universitari: le modalità di accesso   Metropolitana di Catania | Scheda dell’opera Catania prima città in Italia a offrire mezzi pubblici gratuiti a tutti gli studenti universitari

Leggi tutto    Commenti 0

Ultimi commenti