Articolo
06 mag 2017

Lungomare Liberato: domani primo appuntamento di maggio

di Mobilita Catania

È fissato per questa domenica il primo appuntamento di maggio con il Lungomare Liberato. La grande isola pedonale tra le piazze Europa e Mancini Battaglia sarà nuovamente fruibile, dalle 10 alle 20. Per raggiungere il Lungomare sarà possibile parcheggiare l'auto gratuitamente nel piazzale Sanzio e da lì utilizzare le navette gratuite messe a disposizione dall'Amt. Nell'isola pedonale saranno presenti gli stand di numerose organizzazioni di solidarietà, a cominciare dalla Corri Catania, nell'imminenza della grande passeggiata di solidarietà. E ci saranno gruppi di Total Roller e Ruote Libere, anche perché in molte aree del Lungomare il tappeto d'asfalto è stato da poco sistemato e questo agevola soprattutto pattinatori e ciclisti. Inoltre, chi non possiede una propria bicicletta potrà noleggiarla, così come i risciò a pedali, in diversi punti dell'isola pedonale. Ci saranno inoltre, come sempre, i cinofili con i loro amici cani. Ci saranno diversi momenti d'attrazione, con numerosi artisti da strada, e l'Autobooks, la biblioteca ambulante del Comune sulla quale possibile è scambiare i libri: romanzi di autori italiani e stranieri, classici (edizioni non scolastiche), volumi per ragazzi e bambini saranno i benvenuti a bordo. Previsti anche, a partire dalle 11, alcuni momenti di spettacolo. Si esibiranno infatti Lidia Randis e Andrea Platania, dell'Istituto Musicale Vincenzo Bellini di Catania, che fanno parte della sezione dei primi violini dell'Orchestra Giovanile dell'Istituto (Ogib).

Leggi tutto    Commenti 0
Proposta
03 mag 2017

Navette bus gestite dai lidi Playa per raggiungere il litorale senza auto e caos

di Viola Sorbello

Per il "One Day Music Festival”, un evento organizzato per l’uno maggio alla Playa di Catania, gli organizzatori si aspettavano una grande affluenza.  Hanno così previsto delle navette da e per il centro di Catania, con una frequenza oraria. Assodato che l’AMT o l'Amministrazione comunale non riescono a programmare una piano di mobilità sostenibile o anche solo dei microprogetti che possano agevolare una mobilità più intelligente in città ci chiedevamo se non fosse il caso che l’iniziativa venga presa a questo punto dalla imprenditoria privata. I gestori dei lidi della Playa non potrebbero organizzare ad esempio per il periodo estivo delle navette per portare i catanesi a mare ed evitare lo scempio dei parcheggi abusivi ed il tappeto di auto che si crea nei torridi mesi estivi? Le navette potrebbero partire dal parcheggio scambiatore di piazza Borsellino (già Alcalà) ed anche da diversi punti della città (dal parcheggio Sanzio ad esempio). Nell'operazione ci guadagnerebbero tutti. I lidi che, a fronte di una spesa contenuta (che comunque verrebbe divisa fra tutti), porterebbero tanta gente alla Playa; gli utenti che non vivrebbero l'incubo di fare code nel traffico sotto il sole rovente. La dignità di una città che a causa della propria inefficienza è costretta a tollerare, chiudendo gli occhi, parcheggi abusivi gestiti dalla mafia. L'ambiente che non verrebbe saturato di smog per un percorso in fondo assai breve. I ciclisti e chi decide di raggiungere la Playa in modo sostenibile (con i mezzi pubblici ad esempio). Il decoro della Playa che potrebbe essere restituito a cittadini ma soprattutto a turisti che potrebbero essere attratti dalla originalità di un bel litorale sabbioso in città. L'economia del comparto dell'accoglienza del turismo che (magari partecipando alla spesa insieme ai lidi) potrebbe "vendersi" il mare in città. Senza contare poi che la attività, gestita da una impresa privata, farebbe nascere posti di lavoro legali che andrebbero a sostituirsi a quelli illegali dei parcheggi gestiti da parcheggiatori abusivi. Che ne pensate? Mobilità sostenibile Catania

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
29 apr 2017

Verso la costituzione dell’Ecomuseo “Riviera dei Ciclopi”: firmato il protocollo d’intesa partnership

di Mobilita Catania

La scorsa settimana è stato firmato nel Municipio di Acicastello, il protocollo d'intesa per la partnership dei soggetti aderenti all'Ecomuseo "Riviera dei Ciclopi". L’istituzione dell’Ecomuseo “Riviera dei Ciclopi” mira alla creazione di un vero e proprio scrigno dei tesori architettonici, etnoantropologici e culturali del territorio castellese e sarà il primo della riviera jonica per diventare un vero e proprio punto di riferimento per l’intera Sicilia Orientale. L’Ecomuseo interesserà le quattro frazioni del comune rivierasco e servirà a tutelare e valorizzare luoghi come il megapillows dell’ex stazione di Aci Castello, i basalti colonnari di Aci Trezza, il Sentiero delle fate di Ficarazzi, l’antica fontana di via Stazione, le grotte di Ulisse di Cannizzaro, oltre alla promozione dei luoghi storici e culturali di Aci Castello. Superata la prima fase di istituzione dell'Ecomuseo con l'approvazione dello Statuto e del Regolamento da parte del Consiglio comunale, l'assessorato alla Cultura guidato da Gisella Patanè ha avviato le procedure per la costituzione degli organismi che dovranno sviluppare il progetto messo a punto dal Comitato tecnico scientifico presieduto dal professor Salvo Cannizzaro, secondo i dettami e le linee guida della Legge regionale in materia di Ecomusei. A sottoscrivere il documento sono state oltre 10 realtà associative locali, cui si aggiungono l'Area Marina Protetta "Isole Ciclopi" ed altri enti che sono pronti a fornire apporto partecipativo al progetto ecomuseale. Prossima tappa, adesso, sarà la trasmissione alla Soprintendenza dei Beni culturali ed ambientali di Catania per l'avvio del procedimento di riconoscimento formale dell'Ecomuseo da parte dell'Assessorato regionale del Beni culturali.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
29 apr 2017

“Un abbraccio attorno all’Etna”: convenzione tra Ente Parco e 15 Leo Club dell’area etnea

di Mobilita Catania

Siglato un protocollo di collaborazione tra l'Ente Parco ed i quindici Leo Club dell'area etnea del Distretto Leo 108YB-Sicilia Una convenzione per collaborare per il bene dell'Etna. I Leo Club Acicastello Riviera dei Ciclopi, Acireale, Adrano-Bronte-Biancavilla, Catania Bellini, Catania Est, Catania Gioeni, Catania Host, Catania Mediterraneo, Catania Nord, Catania Riviera dello Ionio, Giardini Naxos Valle dell'Alcantara, Giarre-Riposto, Paternò, Randazzo, Trecastagni uniscono le forze con il Parco dell'Etna per promuovere la cultura del rispetto dell'ambiente tra i giovani e per attivare iniziative che portino le nuove generazioni a riconoscere l'Etna come "bene comune". Il vulcano più alto d'Europa, dichiarato dall'Unesco "Patrimonio Mondiale dell'Umanità", sarà oggetto di attenzione da parte dei quindici Club etnei appartenenti al Distretto Leo 108YB-Sicilia per organizzare insieme all'Ente Parco attività ed eventi comuni di rilevanza naturalistica, ambientale, culturale, tecnologica, anche per il rilancio turistico dell'area e per l'attrazione di nuove forme di imprenditorialità, oltre che per la promozione dello sviluppo delle attività sociali e lavorative tradizionali. Cultura del rispetto e responsabilità sociale, ambientale e naturalistica, sarà il leitmotiv delle attività che giovani Leo ed Ente Parco promuoveranno  insieme nei prossimi tre anni, anche attraverso il coinvolgimento delle altre Istituzioni ed organizzazioni locali, per premere il pedale sull'acceleratore della tutela e valorizzazione delle tipicità naturali e culturali dell'Etna e del territorio circostante.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
28 apr 2017

I lavori del collettore fognario si spostano al confine di Catania: disposizioni di viabilità

di Roberto Lentini

Procedono i lavori del collettore fognario, iniziati nel mese di gennaio, che collegherà la condotta di Capomulini, passando per Acitrezza e Acicastello, fino all’innesto con il vecchio allacciante di Catania situato a Picanello e convogliarlo al depuratore di Pantano d’Arci Dal 3 maggio al 15 di giugno i lavori interesseranno la via Aci Castello, nel tratto da via Angelo Musco (Aci Castello) all'incrocio con via Antonino Caruso. Nei giorni in cui saranno svolti i lavori, il transito veicolare si svolgerà a senso unico nel  primo tratto, da via Angelo Musco (Aci Castello) e fino a via Teseo. Nel tratto successivo, da via Teseo all'incrocio con via Antonino Caruso, il traffico proveniente da Aci Castello e diretto a Catania, sarà deviato lungo la via Teseo dove si potrà raggiungere facilmente qualsiasi direzione. Nessun provvedimento o deviazione è prevista per il flusso veicolare  proveniente da Catania e diretto ad Aci Castello. Apposita segnaletica evidenzierà i percorsi stradali consentiti come previsto dal  D.P.R. 495/92 e pattuglie della Polizia municipale, dislocate in loco, assicureranno fluidità al transito dei veicoli.  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
24 apr 2017

FOTO | Tra piazza Carlo Alberto e via Etnea uno spazio pubblico riqualificato

di Amedeo Paladino

Nel mese di settembre dello scorso anno sono cominciati i lavori di riqualificazione di Piazza Giuseppe Sciuti e del quadrilatero di strade, compreso tra le vie Gemellaro, Andrea Viglia, Buccheri: si tratta di un intervento che cambierà notevolmente il volto di un'area del centro storico a pochi passi da piazza Carlo Alberto e via Etnea e non distante da via Umberto e corso Sicilia. La prima tranche di lavori è stata portata a termine gli scorsi giorni: è stata creata una piazzetta pedonale  nello slargo lungo la via Giovanni Pacini, alla confluenza con la via Gemmellaro. Al centro è stata messa a dimora una grande palma washingtonia, posta all'interno di un'aiuola ornata da una siepe e circondata da panchine. Già completata anche la riqualificazione delle vie Buccheri, Andrea Viglia e il marciapiede lato ovest della via Al Carmine. Si proseguirà adesso fino alla via San Gaetano alle Grotte e naturalmente con la conclusione dei lavori sulla piazza Sciuti, destinata a diventare un autentico giardino. Nella giornata di sabato è stato effettuato un sopralluogo alla presenza del Sindaco del progettista, Ugo Mirone, insieme agli assessori ai Lavori pubblici Luigi Bosco e al Bilancio Salvatore Andò, il capo di Gabinetto Beppe Spampinato, il suo vice Gianluca Emmi, il vicecomandante dei Vigili Urbani Stefano Sorbino, il consulente del Sindaco Francesco Marano e il responsabile per gli interventi speciali Rosario Marino e il responsabile tecnico del cantiere, Antonio Vullo. A completamento dei lavori, previsto per l'autunno di quest'anno l'area diventerà una Zona a Traffico Limitato con arredi urbani e verde. Gli interventi sono in corso in piazza Sciuti dove è prevista la sistemazione di dissuasori in pietra chiara che impediranno l’accesso alle auto e la piazza sarà riportata tutta all'altezza degli attuali marciapiedi, nonché ripavimentata in basole di pietra lavica, creando così un unico piano privo di discontinuità. È inoltre prevista la risistemazione dell’impianto di smaltimento delle acque piovane e fognarie. Al centro della piazza nascerà un’ampia aiuola con prato all'inglese e grandi piante di ulivi, albero dei rosari, mirto crespo, arbusti ornamentali e siepi. Gli alberi saranno piantati in modo da garantire l’ombra in corrispondenza dei sedili, i quali saranno in ghisa e listelli di legno e costituiranno l’arredo della piazza. Sui marciapiedi a margine delle vie Al Carmine e Galvagna saranno piantati alberi di arancio amaro. In tutta l’area, che comprende le vie Gemmellaro, Al Carmine, Galvagna, Sciuto, Candio, Buccheri, Andrea Viglia e il vico Falcata, saranno sistemate panchine in ferro e ghisa e cestini metallici portarifiuti e sarà realizzato un nuovo impianto di illuminazione. Lo spazio pubblico è un luogo fisico in cui la fruizione è collettiva: è lo spazio della comunità e delle relazioni sociali. Gli interventi di riqualificazione degli spazi pubblici determinano un beneficio alla collettività, migliorando la qualità della vita; i vantaggi sono anche economici se vengono inquadrati in un processo virtuoso che determina la nascita nuove attività commerciali e artigianali. Il piano di interventi darà vita a un'area che darà continuità a Via Pacini, Piazza Carlo Alberto e a via Santa Filomena, quest'ultima, negli ultimi anni per iniziativa di alcuni imprenditori è diventata tappa obbligata per catanesi e turisti.

Leggi tutto    Commenti 1
Articolo
22 apr 2017

Catania pedonale: Lungomare Liberato e Pop-UP Market in via Dusmet

di Amedeo Paladino

Il fine settimana di Catania riserverà due appuntamenti improntati sulla fruizione pedonale delle strade cittadine: oltre al tradizionale Lungomare Liberato, anche via Dusmet, chiusa al traffico da novembre dello scorso anno, ospiterà il Pop-Up Market. Il secondo appuntamento di aprile con il Lungomare Liberato vedrà chiusa al traffico motorizzato dalle 10 alle 20 l'area tra le piazze Europa e Mancini Battaglia, che sarà nuovamente fruibile da pedoni e ciclisti consentendo a tutti di passeggiare e pedalare senza smog e rumori del traffico. Ricordiamo che, per raggiungere il Lungomare, sarà possibile parcheggiare l'auto gratuitamente nel piazzale Sanzio e da lì utilizzare le navette gratuite messe a disposizione dall'Amt. Nella mattinata si svolgerà un'altra grande operazione di pulizia della Scogliera, con i volontari dell'associazione Atlas - che aveva già cominciato in due precedenti domeniche -, il Lions Club, i militari americani della base di Sigonella, la Catania Sub e l'AssoUtenti. L'obiettivo è quello di sensibilizzare i cittadini spiegando loro che tenere pulito è più facile che pulire. Altri volontari della Atlas intratterranno i bambini giocando con loro e distribuendo palloncini colorati, per parlare di importanti tematiche ambientaliste come il riciclaggio dei rifiuti e del rispetto dell'habitat naturale. Ci saranno poi molti altri momenti d'attrazione, con numerosi artisti da strada, e l'Autobooks, la biblioteca ambulante del Comune sulla quale possibile è scambiare i libri: romanzi di autori italiani e stranieri, classici (edizioni non scolastiche), volumi per ragazzi e bambini saranno i benvenuti a bordo. Previsti anche, a partire dalle 11, alcuni momenti di spettacolo con letture da parte degli attori della Fita (Federazione italiana teatro amatoriale). Saranno inoltre presenti gli stand di numerose organizzazioni di solidarietà, tra cui la Corri Catania, i gruppi di Total Roller e Ruote Libere e, come sempre, i cinofili con i loro amici cani. In via Dusmet, nel tratto compreso tra piazza Borsellino- già Alcalà- Porta Uzeda,  il mercato storico della Pescheria e la Villa Pacini, nelle giornate di sabato e domenica avrà luogo il Pop-Up Market:  handmade, vintage e buon cibo made in Sicily sono gli ingredienti dell'iniziativa. Ci sarà un'area dedicata alla musica con due concerti live, Twisted Head Chaps e La Mente Locale, ben dodici deejay a rotazione per tutta la durata dell'evento e il progetto musicale Jam in collaborazione con Popupmarketsicily. Al buon cibo sarà dedicata la sezione PopUpArt, con le mostre di Tiziana Alberghina in Beauty Food, Luca Guarneri in Catania Srilankan Cricket Stadium, Antonio Licari in Trachic© e Carolina Pappalardo in Metamorfosi. L'ospite d'onore di questa imperdibile edizione sarà Veg Sicilia, l'Associazione Vegetariani e Vegani Siciliani, partner dell'evento, che domenica 23 aprile proporrà ben due momenti d'incontro con introduzione all'alimentazione vegana e due showcooking. Uno spazio speciale sarà dedicato come sempre ai più piccini con "Favole a bordo" e laboratori e workshop a cura di Libraio Matto e Guide Turistiche Catania; da non perdere poi il concorso fotografico organizzato da Foodda Communication dal titolo "Cogli l'attimo", con la possibilità di fotografare e condividere su Instagram gli scatti con l'hashtag #panzaeprisenza. Non mancherà infine l'area dedicata alle Onlus che giorno dopo giorno si impegnano per migliorare la nostra città. Questa edizione speciale è caratterizzata da una new entry: oltre a Io guido e basta, L'altra Zampa, onlus Unhcr, Teg 4 friends, ci sarà anche Legambiente.  

Leggi tutto    Commenti 0