Articolo
13 dic 2015

“Prove” di passante urbano metropolitano a Catania. Le nuove corse da/per Cannizzaro

di Andrea Tartaglia

Con l'avvento dell'apertura ai viaggiatori della stazione FS di Cannizzaro, possono timidamente cominciare a delinearsi le opportunità di mobilità metropolitana che un'infrastruttura come il passante ferroviario fornisce. L'avverbio è dovuto al fatto che siamo ancora al di sotto delle potenzialità, essendo la frequenza dei treni piuttosto bassa e non essendo ancora state completate e aperte le stazioni di Catania Ognina, Picanello ed Europa, in grado di servire capillarmente la zona costiera di Catania est e di collegarla al centro città attraverso la stazione centrale, da dove -oltretutto- è possibile scambiare con bus e metropolitana. Anche la stazione di Catania Acquicella, aperta e funzionante, rimane ancora decisamente sottoutilizzata, mentre in attesa della nuova stazione di Ognina viene utilizzata quella già esistente, posta però in posizione meno favorevole per l'accesso da parte di un'utenza ampia. Tuttavia i primi benefici possibili grazie all'incremento delle fermate in ambito urbano saranno già possibili da oggi pomeriggio e, a regime, da domani, lunedì 14 dicembre. Ecco le corse, dal lunedì al venerdì, da Catania Centrale per Cannizzaro, con orari di partenza e arrivo. In grassetto le corse con fermata intermedia a Catania Ognina. Essendo Cannizzaro compresa nella tariffazione urbana, il costo di tutte le corse è di 1,50 euro. * corsa disponibile anche il sabato; ** corsa disponibile anche sabato e domenica 5:40 - 5:47 * 6:45 - 6:51 - 6:55 8:00 - 8:05 * 9:10 - 9:16 - 9:19 10:40 - 10:46 - 10:50 12:20 - 12:25 - 12:28 * 12:40 - 12:46 - 12:50  13:05 - 13:10 - 13:13 14:22 - 14:28 * 14:45 - 14:50 - 14:53 ** 16:32 - 16:36 (non ferma a Cannizzaro) * 17:45 - 17:50 ** 18:36 - 1840 - 18:43 * 19:40 - 19:47 ** 21:27 - 21:33 * Ed ecco le corse feriali in senso opposto, dal lunedì al venerdì, da Cannizzaro per Catania Centrale, con orari di partenza e arrivo. In grassetto le corse con fermata intermedia a Catania Ognina (e relativo orario di transito). Tutte le corse sono disponibili alla tariffa individuale di 1,50 euro. * corsa disponibile anche il sabato; ** corsa disponibile anche sabato e domenica 7:03 - 7:06 - 7:11 7:35 - 7:38 - 7:46 * 7:49 - 7:58 * 9:16 - 9:19 - 9:25 10:07 - 10:15 11:12 - 11:16 - 11:22 13:17 - 13:20 - 13:27 13:59 - 14:08 * 15:04 - 15:07 - 15:14 15:28 - 15:36 * 15:50 - 16:01 16:20 - 16:28 * 16:58 - 17:03 - 17:10 ** 17:59 - 18:08 19:30 - 19:37 * 20:06 - 20:14 ** 22:02 - 22:13 ** 23:11 -23:20 ** Per quanto riguarda la Catania Acquicella - Catania Centrale, ad oggi c'è solo un treno giornaliero disponibile: il regionale 8578 con partenza da Bicocca alle 8:02, transito da Acquicella alle 8:05 e arrivo a Centrale alle 8:11, al costo di 1,50 euro. Tuttavia, se si vuole effettuare lo stesso percorso in direzione opposta, sul sito di Trenitalia non appare alcuna opzione disponibile.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
11 dic 2015

Cannizzaro, domenica 13 riapre la stazione FS: passo avanti per il futuro Passante Ferroviario

di Andrea Tartaglia

Come già annunciato precedentemente da catania.mobilita.org, riaprirà a giorni la stazione ferroviaria di Cannizzaro, la prima in direzione Messina che si trova superando i confini del Comune di Catania, in piena area metropolitana. Sul sito di Trenitalia sono già in vendita i biglietti del tragitto urbano da/per la stazione centrale del capoluogo etneo, la cui durata varia dagli 8 ai 12 minuti, per un costo di 1,50 euro. Ecco l'elenco dei treni regionali che da lunedì 14 collegheranno Cannizzaro con Catania. Il primo treno partirà da Catania Centrale alla volta di Cannizzaro domenica 13 dicembre, alle ore 14:45, con arrivo alle 14:53. Dalla frazione della riviera, invece, il primo treno per Catania partirà alle 16:58 con arrivo previsto 12 minuti dopo, alle 17:10, dopo la fermata presso Catania Ognina delle 17:03 (ripartenza alle 17:04). Il sindaco del comune castellese arriverà a Cannizzaro alle 16:55 sullo stesso treno, il regionale 8597 proveniente da Acireale, per celebrare la storicità della circostanza, poiché da oltre 20 anni i treni passeggeri non fermavano a Cannizzaro. La riapertura dello scalo ferroviario è resa possibile dall'imminente firma del nuovo contratto di servizio, stipulato tra la Regione Siciliana e Trenitalia.  In un futuro prossimo il servizio non potrà che accrescere la sua utilità e l'utenza servita quando, oltre alle fermate di Catania Ognina e Catania Centrale, il servizio del passante ferroviario includerà anche le fermate di Catania Picanello, Catania Europa, Catania Acquicella e Catania Fontanarossa. Quest'ultima è la sola stazione a dover ancora essere realizzata. A partire da lunedì 14 dicembre, ogni giorno fermeranno a Cannizzaro diciotto treni in direzione Catania Centrale, dalle 7:03 alle 23:11. Sette di questi treni prevedono la fermata intermedia di Catania Ognina. Da Catania Centrale per Cannizzaro, invece, i treni partiranno dalle 5:40 (prima corsa) alle 19:40 (ultima corsa); 10 viaggi con fermata intermedia a Catania Ognina. [foto di copertina David Miuzzo] Ti potrebbe interessare: Passante Ferroviario di Catania

Leggi tutto    Commenti 1
Articolo
17 nov 2015

Catania – Palermo, ritornano le 14 corse dei treni giornaliere

di Roberto Lentini

Ieri sono tornati a correre i 14 treni che collegano Palermo con Catania in 2 ore e 47 minuti.Un mese dopo i rallentamenti e le interruzioni sulla linea, causate dai devastanti effetti del maltempo, i siciliani possono di nuovo contare su un servizio ferroviario efficace, rapido, confortevole e conveniente. Rete Ferroviaria Italiana ha completato gli interventi necessari a eliminare le criticità che ancora impedivano ai treni di percorrere a pieno regime alcuni tratti di linea, dopo gli ingenti danni causati dall’eccezionale ondata di maltempo del mese scorso. In particolare, sono stati realizzati consolidamenti della massicciata tra Caltanissetta, Roccapalumba e Catania, restituendo così piena funzionalità all’intera linea. Il ritorno alle normali condizioni di traffico ferroviario comporta l’automatica cessazione dei servizi sostitutivi con autobus, attivati per i collegamenti con Caltanissetta. Ti potrebbero interessare: Tratta ferroviaria Catania Palermo: cronoprogramma del potenziamento Nuovi treni per il trasporto ferroviario siciliano, i risultati della gara d’appalto FOTO | Ferrovie Siciliane: ecco i nuovi treni attesi a fine anno  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
07 ott 2015

Fontanarossa, oggi tavolo tecnico per localizzare la nuova fermata FS

di Andrea Tartaglia

Facendo seguito alla riunione svoltasi presso Palazzo degli Elefanti lo scorso 25 settembre, oggi si terrà un tavolo tecnico tra Comune di Catania, Società Aeroporto Catania e Rete Ferroviaria Italiana allo scopo di valutare le alternative di esatta ubicazione della nuova fermata FS di Fontanarossa. Tra le soluzioni al vaglio, anche una fermata non propriamente a fianco dell'aerostazione, ma in corrispondenza del parcheggio scambiatore di Fontanarossa dove, oltretutto, è anche prevista una fermata della metropolitana facente parte della prevista tratta (in attesa di finanziamento) Palestro-Aeroporto. Per la nuova infrastruttura, la cui valenza non sarà solo metropolitana bensì regionale, è disponibile un finanziamento di circa 4 milioni di euro.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
12 set 2015

“Il treno del cioccolato”: l’iniziativa della Fondazione FS Italiane |INFO E PRENOTAZIONI

di Roberto Lentini

Domenica 27 settembre, sull’itinerario Catania – Siracusa – Modica, viaggerà il “Treno del cioccolato”. Un percorso che, attraverso il Val di Noto le cui bellezze paesaggistiche potranno essere ammirate dai finestrini delle carrozze “centoporte”, condurrà i viaggiatori nella città simbolo del cioccolato siciliano. A Modica, visite al Museo del Cioccolato e a due laboratori di produzione del tipico prodotto locale, uno dei quali, il “Dammusu ro ciucculattaru”, risalente al 1746, con annesse degustazioni del tradizionale dolce modicano. La giornata prevede, inoltre, una passeggiata con guida tra le antiche architetture tardo barocco del centro storico, dichiarato Patrimonio dell’Unesco. A tutti i partecipanti, infine, sarà fatto dono di una barretta del rinomato cioccolato di Modica. Prosegue così l’iniziativa della Fondazione FS Italiane “Le strade ferrate del gusto”: una serie di eventi speciali, da nord a sud del Belpaese, con itinerari che coniugano il fascino di un viaggio nel tempo a bordo di carrozze d’epoca, volutamente lento per apprezzare i suggestivi paesaggi attraversati, con manifestazioni e degustazioni di prodotti enogastronomici tipici dei luoghi dove il treno arriverà. VIAGGIO D’ANDATA • Catania Centrale (7.45) • Lentini (8.17) • Augusta (8.38) • Siracusa (9.15) • Fontane Bianche (9.30) • Avola (9.45) • Noto (9.54) • Ispica (10.16) • Scicli (10.41) • Modica (10.55) arr. VIAGGIO DI RITORNO • Modica (17.00) • Scicli (17.11) • Ispica (17.40) • Noto (18.00) • Avola (18.08) • Fontane Bianche (18.20) • Siracusa (18.45) • Augusta (19.09) • Lentini (19.43) • Catania Centrale (20.10) arr TARIFFE • da Catania, Lentini, Augusta: adulti Euro 25,00 (andata e ritorno) ragazzi 4-12 anni non compiuti Euro 12,50 (andata e ritorno) • da Siracusa e le altre stazioni fino a Scicli: adulti Euro 20,00 (andata e ritorno) ragazzi 4-12 anni non compiuti Euro 10,00 (andata e ritorno) • gratuità per bambini 0-4 anni non compiuti non occupanti posto a sedere • bicicletta al seguito (con obbligo di prenotazione al tel. 329 3377576) Euro 5,00 • biglietti su www.trenitalia.com e biglietterie e self service Trenitalia • per informazioni e prenotazioni gruppi: [email protected] / tel. 329 3377576 • nel prezzo del biglietto FS è inclusa la visita guidata sugli itinerari cittadini del barocco • nel prezzo del biglietto FS non sono inclusi il costo della visita con degustazione al Museo del Cioccolato e Laboratorio di Produzione (opzionale al costo di € 10,00) e la ristorazione Informazioni dettagliate sul programma dell’evento, modalità di partecipazione, orari e costi, sono disponibili pure su www.fondazionefs.it. I biglietti sono acquistabili presso i canali di vendita Trenitalia.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
21 lug 2015

Catania-Palermo: il caldo blocca i collegamenti ferroviari

di Roberto Lentini

Problemi tecnici hanno interrotto i collegamenti ferroviari tra Catania e Palermo: le elevate temperature hanno infatti provocato un disallineamento dei binari tra Enna e Leonforte-Pirato (linea Bicocca – Caltanissetta Xirbi). La circolazione ferroviaria fra le due stazioni è stata sospesa dalle 17 di ieri e contestualmente è stato attivato un servizio di autobus sostitutivi fra Dittaino e Caltanissetta Xirbi. Alle 21:30 la linea è stata riattivata, ma la situazione continua a essere costantemente monitorata.

Leggi tutto    Commenti 2
Articolo
09 lug 2015

Nuova fermata ferroviaria di Fontanarossa pronta entro tre anni

di Roberto Lentini

Tra tre anni la futura stazione ferroviaria di Fontanarossa, a servizio dello scalo aeroportuale, potrebbe essere pronta, con un investimento di circa 4,5 milioni di euro messi a disposizione dalle Ferrovie di Stato che cureranno la progettazione. Una prima intesa tra Rete Ferroviaria Italiana e la Regione Siciliana era stata annunciata alcune settimane fa. «Questo intervento permetterà al nostro aeroporto di assumere valore europeo – ha detto il sindaco Bianco - ambito in cui sono di rilievo solo le infrastrutture ben collegate con il resto delle reti di trasporto. Il ministro Delrio ha annunciato di voler spingere Catania verso un posizionamento all'interno della Ten-T». Attualmente, infatti, l’assenza di un collegamento tra l’aeroporto e la rete ferroviaria è una delle ragioni principali del declassamento dello scalo di Fontanarossa in ambito europeo. Qui il progetto di massima della nuova stazione di Fontanarossa.   Il collegamento tra la futura stazione dei treni e l’attuale aerostazione sarà a carico della Sac  e avverrà tramite tapis roulant coperti simili a quelli dell’aeroporto di Fiumicino. La futura stazione si troverà comunque in una posizione che non interferirà con l’abbassamento della linea ferrata, propedeutica  per l’allungamento della pista dell’aeroporto. La procedura di interramento della linea ferroviaria Catania-Siracusa potrebbe avviarsi entro due  anni; spesa per l'opera prevista di circa  180 milioni di euro. La nuova pista, lunga 3100 m, passerà sopra i binari interrati con una coda lievemente rialzata per dare più aerodinamicità alla struttura. Nel 2020 potremmo quindi avere un aeroporto con una nuova pista di circa 3100 metri, capace di poter ospitare i voli intercontinentali, e una stazione ferroviaria che collegherà l’aeroporto con la nostra città e con tutto il territorio della Sicilia centrale e orientale. Ti potrebbe interessare: Aeroporto di Catania | Scheda dell'opera

Leggi tutto    Commenti 3