Articolo
24 apr 2017

I musei e gli infopoint aperti il 25 aprile, anniversario della liberazione d’Italia

di Mobilita Catania

Per la festività del 25 aprile, anniversario della liberazione d'Italia, alcuni siti museali saranno aperti. Lo comunica la direzione Cultura che precisa gli orari di apertura al pubblico: per catanesi e i turisti l'opportunità di fruire di scelte culturali di vario tipo ed arricchire i giorni di festa. In occasione della festività del 25 Aprile, i siti museali e gli infopoint turistici del Comune di Catania saranno aperti al pubblico con la seguente articolazione oraria: Castello Ursino, dalle ore 9 alle 19 (emissione ultimo biglietto ore 18); Palazzo della Cultura, dalle ore 10 alle 20 (ultimo biglietto ore 19); Museo Emilio Greco e Museo Belliniano, dalle ore 9 alle 13 (ultimo biglietto ore 12.30); Info Point Bureau di via Vittorio Emanuele e Info Point Aeroporto, dalle ore 8.30 alle 13.30. La chiesa di San Nicolò l'Arena rimarrà aperta dalle 9 alle 13 e potranno essere effettuate visite sul camminamento di gronda che offre una straordinaria visione della città. Alla decisione di mantenere aperto anche domani il tempio monumentale si è giunti perché le associazioni delle guide turistiche avevano segnalato all'Assessorato alla Cultura che vi erano molte richieste di gruppi interessati alla visita nella giornata festiva. Già oggi sulla cupola della chiesa sono saliti centinaia di visitatori. La chiesa della Badia di sant'Agata, in collaborazione con l’Associazione Etna ‘ngeniousa aderisce alle Invasioni Digitali 2017 offrendo a tutti la possibilità di ammirare lo straordinario panorama che si apre dalla nostra cupola e diffonderlo in rete. Il 25 Aprile la Badia di Sant’Agata sarà così parte del progetto #invasionidigitali, rete di eventi nazionali rivolti alla diffusione e valorizzazione del nostro patrimonio artistico-culturale attraverso l’utilizzo di internet e dei social media. Accendete i vostri smartphone, i vostri tablet, le vostre fotocamere e videocamere e condividete la vostra esperienza . Vi ricordiamo di utilizzare gli hashtag ufficiali #invasionidigitali #siciliainvasa2017 #cupolainvasa per condividere le vostre immagini. In occasione del 25 aprile per i Musei e le mostre delle Ciminiere è stata disposta l'apertura straordinari con i consueti orari di visita.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
13 apr 2017

I siti museali aperti in occasione delle festività di Pasqua

di Mobilita Catania

Per le festività pasquali alcuni siti museali saranno aperti. Lo comunica la direzione Cultura  che precisa gli orari di apertura al pubblico per le giornate di Domenica 16 e Lunedì 17. Per catanesi e i turisti l'opportunità di fruire di scelte culturali di vario tipo ed arricchire i giorni di festa. Domenica 16 Aprile Castello Ursino, dalle ore 9 alle 20, ultimo biglietto ore  19 Palazzo della Cultura, dalle ore 10 alle 20, ultimo biglietto ore 19 Museo Emilio Greco, dalle ore 9 alle 13, ultimo biglietto ore 12.30 Museo  Belliniano, dalle ore 9 alle 13, ultimo biglietto ore 12.30 Chiesa Monumentale di S. Nicolò l'Arena dalle ore 9 alle 13, ultimo biglietto ore 12.30 Bureau dell'ufficio turismo dalle ore 8,30 alle ore 13,30 Lunedi dell'Angelo 17 Aprile Castello Ursino,  dalle ore 9 alle 20, ultimo biglietto ore  19 Palazzo della Cultura, dalle ore 10 alle 20, ultimo biglietto ore 19 Museo Emilio Greco, dalle ore 9 alle ore 13, ultimo biglietto ore 12.30 Museo  Belliniano, dalle ore 9 alle 13, ultimo biglietto ore 12.30 Bureau dell'ufficio turismo dalle ore 8,30 alle 13,30. A Pasqua i Musei e le mostre delle Ciminiere resteranno chiusi, così come a Pasquetta e il Primo Maggio che quest’anno capitano di lunedì, giorno ordinario di chiusura della rete museale della Città Metropolitana di Catania; disposta invece l'apertura straordinaria il 25 aprile, Anniversario della Liberazione d’Italia, con i consueti orari di visita.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
08 ott 2016

Da stasera la “Notte della Follia” al Castello Ursino: 24 ore no stop di eventi culturali

di Mobilita Catania

La “Notte della Follia” rientra nell’ambito della settimana della Bellezza promossa in sinergia dal Comune di Catania e dal Corriere della Sera. Cornice dell’evento proprio il Castello Ursino che ospita la mostra curata da Vittorio Sgarbi e che sarà anche palcoscenico di diversi eventi culturali, musicali e teatrali. Per assistere alla 24 ore no stop di cultura, musica e teatro e per ammirare le opere in mostra sarà possibile acquistare al botteghino un braccialetto (7 euro) che permetterà l’accesso al castello. Ecco il programma completo della manifestazione: Tra i tantissimi eventi in programma spiccano le presenze degli attori Flavio Bucci e Tiziana Foschi, dello scrittore e regista Federico Moccia e di Vittorio Sgarbi. Bucci terrà domenica 9 ottobre (dalle 10.00 alle 11:30) una performance su Ligabue, da lui magistralmente interpretato in una produzione Rai del 1977. Sempre domenica (dalle 10 alle 12), Moccia, oltre a fornire alcune basi e suggerimenti per sviluppare soggetti attinenti al cinema ed alla tv, porterà le sue esperienze. Dalle 15 alle 16 di domenica 9 ottobre Tiziana Foschi, attrice nota per la sua appartenenza alla "Premiata Ditta", terrà una performance dal titolo "La cuoca" di Cinzia Villari, tratto dallo spettacolo "Cibami".Dalle 18 alle 20 di domenica 9 ottobre, spazio ad un approfondimento tematico di Vittorio Sgarbi sul genio e la follia. Il Museo Tattile sarà presente nella piazza antistante il castello con il Polo Tattile Itinerante dalle ore 20.00 alle 02.00. Il costo del biglietto è di 1,50 € a persona. Il Polo Tattile Itinerante offre la cultura porta a porta su quattro ruote con l’ausilio di un moderno autobus appositamente realizzato e progettato dalla Stamperia Regionale Braille. Il pullman, che rappresenta una sintesi delle attività e dei servizi offerti dal Polo, messo a disposizione di comuni e scuole di tutta Italia, dà la possibilità di vivere l’esperienza ad occhi chiusi e sperimentare, conoscere il mondo dell’arte a portata di mano dove è “vietato non toccare”. Il museo sarà altresì presente all’interno del castello dalle 23.00 alle 00.30. I visitatori potranno effettuare un percorso sensoriale grazie alla collaborazione con l’associazione guide turistiche di Catania che accompagneranno quanti vorranno intraprendere questa esperienza e sperimentare, conoscere e “toccare con mano” forme, volumi e materiali dei due plastici che il museo mette a disposizione dei visitatori: il plastico architettonico del castello Ursino e l’opera pittorica in rilievo della “Medusa” di Caravaggio. Con l’integrazione al prezzo del biglietto di 3,50 € sarà possibile immergersi in questa realtà sensoriale. ► Cos'è la Notte della Follia?24 h no stop di eventi, spettacoli, workshop, stage e un sacco di sorprese► Dove si svolge? In tutte le sale interne del Castello Ursino e sulla parte esterna di Piazza Federico II di Svevia ► Da che ora a che ora? Dalle 20.00 di giorno 8 ottobre alle 20.00 di giorno 9 ottobre. 24 h no stop ► Quanto costa partecipare? A partire da 7 euro. Agevolazioni per le famiglie³. Integrazioni ad eventi a numero chiuso con obbligo di prenotazione. ► Dove si acquista il biglietto? Direttamente al Castello Ursino e negli appositi rivenditori che saranno comunicati al più presto Per evitare lunghe attese si invita ad acquistare in anticipo il braccialetto. ★ BENEFIT 1. Sconto del 20% presentando il braccialetto presso il Cavaliere Roxy 2. Chiosco "In 68" aperto 24 ore 3. sconto biglietto famiglie (2 adulti + un massimo di due bambini fino a 12 anni) solo 15 euro. ► Info e prenotazioni: nottedellafollia@gmal.com // infoline: 3663766765 La Notte della Follia "Fenice Company Ideas"

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
27 apr 2016

Oggi misure straordinarie di viabilità in centro storico

di Mobilita Catania

Oggi si svolgerà l'inaugurazione della sede Frontex,  programma europeo per la gestione dei migranti,  presso l'ex Monastero Santa Chiara. Nell'area saranno adottate alcune misure straordinarie di viabilità. Dalle 8 e fino al termine della manifestazione, sarà in vigore il divieto di sosta con rimozione delle auto ferme su tutti i lati delle vie Naumachia (tra via Castello Ursino e via Santa Chiara), Transito; Castello Ursino e delle piazzea Federico Di Svevia e Maravigna. Dalle 14, poi, nessun veicolo (eccetto mezzi di soccorso, Forze dell’Ordine e autorizzati) potrà passare dalle vie Naumachia (tra via Castello Ursino e via Santa Chiara), Transito; Castello Ursino e dalle piazze Federico Di Svevia e Maravigna.  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
14 nov 2015

Via San Calogero si anima di arte e biciclette: domenica CICLOSTREETART

di Mobilita Catania

Domenica 15 novembre dalle 10 del mattino alle 20,00 il vicolo San Calogero si animerà di arte e di biciclette. Un connubio originale ma simbolico di come l’arte, la bellezza e l’attenzione per l’ambiente possono salvare la città oggi troppo spesso aggredita da bruttezze, inquinamento, abusivismo. Officina GammaZ insieme a Salvaiciclisti Ct e Move in Sicily, con il sostegno di decine di associazioni riunite nella “Fabbrica del decoro” e con il patrocinio del Comune di Catania attraverso una grande istallazione di quadri, fotografie, biciclette e cortometraggi che si dispiegherà lungo il vicolo, intendono richiamare l’attenzione della città sul centro storico e su alcuni dei suoi angoli suggestivi. Il vicolo San Calogero, valorizzato attraverso l’arte e la cultura, potrebbe essere sottratto all’oblio ed al degrado e costituire un polo di attrazione anche turistica in quanto, se pedonalizzato, potrebbe fungere da anello di congiunzione di un ideale passaggio ciclopedonale fra la caratteristica pescheria, la via Dusmet e il Castello Ursino. L’arte, liberata dal formalismo, domenica uscirà da contenitori riservati di mostre ed esposizioni ufficiali e verrà messa in strada con il compito di avviare un percorso di rigenerazione urbana per allontanare il pericolo che il quartiere sia teatro di attività illegali o abusive. La partecipazione, oltre che garantire la fruizione dell’evento creato a titolo volontaristico dalla cittadinanza attiva, costituisce anche un importante atto di sostegno al progetto.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
02 nov 2015

Piazza Federico di Svevia, spazio pubblico o parcheggio?

di Amedeo Paladino

La creazione dell'area pedonale antistante il prospetto del Castello Ursino e la Chiesa di San Sebastiano ha suscitato ferventi proteste da parte dei commercianti e alcuni residenti, secondo cui la limitazione del transito e della sosta ha provocato un calo degli incassi e problemi alla viabilità. La pedonalizzazione era stata proposta dal movimento Salvaiciclisti e appoggiata da altri comitati e associazioni cittadine, a seguito della quale l'Amministrazione aveva avviato l'iter per la sua implementazione. Alle proteste di coloro che vorrebbero ripristinata la situazione precedente Salvaiciclisti risponde con una nota. Nel dibattito non c'è in gioco una semplice area pedonale, ma il volto che si vuole dare a Catania. Il successo della mostra di Chagall lo sta dimostrando: il Castello Ursino può diventare il simbolo ed il contenitore dell’offerta culturale di Catania. Anche se, di fatto, è già un elemento distintivo ed identitario della nostra città. La potenza architettonica che emerge dalla sua posizione in una delle piazze più belle del centro storico di Catania, e che la rende come un cammeo nel barocco, è completamente oscurata dal disordine urbanistico delle auto in sosta. Quando poi la sosta è gestita in modo illegale, risulta del tutto incompatibile con la forza evocativa di un edificio che emana cultura e storia da ogni pietra. Il messaggio importante e la sfida che il movimento Salvaiciclisti ha lanciato alla città quando ha chiesto la piccola pedonalizzazione è che il pregio di spazi urbani come piazza Federico di Svevia ed il suo castello devono diventare la vera arma di competizione per attrarre cittadini e turisti. E proprio il senso di questo messaggio che ci aspettiamo sia colto e rilanciato dalla città, dalla sua Amministrazione, dai residenti e dalle attività commerciali che insistono sulla piazza e che, in caso di riqualificazione, ne avrebbero un indubbio e diretto beneficio. Abbiamo appreso della richiesta di alcuni commercianti di riapertura dello spazio. Certamente sotto il profilo tecnico e della circolazione l’intervento può essere migliorato, ma non si cada nell’errore di pensare che il modo migliore di utilizzare una piazza come quella, nell’interesse dei cittadini e delle loro attività economiche, sia destinarla alla sosta e al transito di automobili. Non occorre aver viaggiato e visto il Louvre o il Castello Sforzesco per comprendere che l’occupazione delle aree adiacenti con un parcheggio crea degrado e ne riduce le potenzialità di risorsa culturale e turistica. Al fine, dunque, di mantenerne l'integrità visiva, prendendo atto che in tutti i musei più importanti del mondo lo spazio esterno è pedonale, chiediamo che gli spazi che circondano il Castello siano oggetto di un progetto di riqualificazione che parta nell’immediato con il ripristino della legalità dei parcheggi, nel breve periodo con il ripensamento di alcune aree già destinate a parcheggio. Mentre nel medio periodo si può iniziare a pensare ad un concorso di idee affidato alle migliori competenze professionali per il ridisegno della piazza e della regolamentazione del traffico adiacente. Confidiamo pertanto nella pronta e coraggiosa azione della Amministrazione Comunale, della Soprintendenza e di tutte le istituzioni preposte alla legalità ed alla salvaguardia del nostro patrimonio storico ed artistico.

Leggi tutto    Commenti 0

Ultimi commenti