Articolo
13 ago 2018

27 nuovi treni per la metro di Catania: pubblicato il bando

di Roberto Lentini

È stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il Bando di Gara per la fornitura di n. 54 unità di trazione per la tratta metropolitana della Ferrovia Circumetnea, a Catania, per un importo di Euro 219.780.000,00. I nuovi treni avranno la stessa conformazione degli attuali e saranno quindi composti da due unità di trazione identiche e funzionalmente autonome con cabina di guida alle due estremità. Il bando di gara prevede infatti un veicolo costituito da due casse a composizione bloccata intercomunicante di grandi dimensioni in modo da consentire una buona visuale dell'intero convoglio e provvisto di quattro porte di accesso per fiancata per ogni cassa. All'interno i treni avranno una configurazione dei sedili analoga a quella dei veicoli esistenti, ovvero con disposizione longitudinale lungo le pareti del veicolo e saranno realizzati in resina poliestere colorata rinforzata con fibra di vetro. I convogli saranno attrezzati per il trasporto delle biciclette con gli attacchi idonei per alloggiare due biciclette, anche del tipo a pedalata assistita, in prossimità di ciascun estremo del convoglio. Saranno inoltre dotati di segnalatore di fermata con l'emissione di messaggi di alta qualità che dovranno essere trasmessi alcuni secondi prima che il convoglio si arresti in stazione e di almeno due pannelli luminosi per cassa che, all'uscita di ciascuna stazione, indichino il nome della stazione successiva ed il lato di apertura porte ed eventuali altri messaggi. Secondo la dirigenza delle Ferrovia Circumetnea, i primi dieci convogli a due casse arriveranno entro il primo semestre del 2022, mentre i restanti diciassette entro il primo semestre dell'anno successivo.  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
04 gen 2018

Finanziato l’acquisto di nuovi convogli: la metropolitana di Catania potrà contare su ventisette nuovi treni

di Roberto Lentini

Il 2018 sarà un altro anno ricco di importanti novità per la Ferrovia Circumetnea, grazie al grande impegno che l'azienda stanno profondendo per migliorare la mobilità nella città metropolitana di Catania. Proprio in questi giorni è giunta la notizia di un nuovo finanziamento statale per l'acquisto di altri diciassette treni per la metropolitana, che si aggiunge al precedente finanziamento della comunità europea per l'acquisto di dieci unità, portando complessivamente a ventisette il numero dei nuovi convogli della metropolitana etnea. Numero che adesso può sembrare notevole, ma che sarà invece essenziale con il completamento dell'intera linea metropolitana Paternò-Aeroporto, previsto entro i prossimi sei anni. Il primo bando per la fornitura di dieci treni dovrebbe partire nel prossimo mese di marzo e quindi già entro l'anno venturo dovrebbero arrivare i primi convogli da aggiungere agli otto elettrotreni Firema già in esercizio: i nuovi treni avranno la stessa conformazione degli attuali e saranno quindi composti da due unità di trazione identiche e funzionalmente autonome con cabina di guida alle due estremità. Alla luce dell'arrivo del nuovo materiale rotabile, assume un ruolo fondamentale la già importante messa in esercizio della tratta metropolitana Misterbianco-Paternò, ancora da realizzare, per poter raggiungere il nuovo deposito e officina dei treni previsto presso la stazione Ardizzone a Paternò. Su questo fronte, il CIPE (Comitato Interministeriale per la Programmazione Economica) ha intanto prodotto un’integrazione a una delibera del 2016 con cui assegna ulteriori 115 milioni di euro per la realizzazione della prima tranche, ossia la tratta Misterbianco-Belpasso. Si tratta della fase preliminare per la redazione del progetto esecutivo ai fini di ottenere, successivamente, il finanziamento per il bando di gara. I tempi non sono brevi ma certamente entro il medio termine. Per quanto riguarda la tratta Monte Po-Misterbianco, nello scorso mese di novembre è stata pubblicata in Gazzetta Ufficiale la delibera riguardante il 2° lotto (Monte Po-Misterbianco Centro) della tratta Nesima-Misterbianco Centro. Entro i prossimi mesi sarà pubblicato il relativo bando di gara. foto di copertina relativa agli elettrotreni Firema attualmente in servizio per la metropolitana di Catania. Fonte Ferrovie.it Ti potrebbero interessare: Metropolitana di Catania | Scheda dell’opera Quale futuro per la metropolitana di Catania? Da Misterbianco a Fontanarossa entro il 2024 Metro, ecco dove saranno le stazioni della nuova tratta Stesicoro-Palestro Metro, tratta Misterbianco-Paternò: ecco dove sorgeranno le stazioni Metropolitana Misterbianco-Paternò: potenzialità e scenari futuri per lo sviluppo del territorio

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
21 set 2016

FOTO | Trenitalia Regionale: musica nuova per i pendolari siciliani. Arriva Jazz

di Mobilita Catania

Ieri è stato consegnato il nuovo treno Jazz per i pendolari della Sicilia. Il tradizionale taglio del nastro al binario 10 della stazione centrale di Palermo, seguito dal viaggio inaugurale - sul percorso Palermo Centrale - Bagheria e ritorno - per la presentazione del moderno convoglio agli ospiti e alla stampa. A bordo, per la Regione, l’Assessore Infrastrutture e Mobilità, Giovanni Pistorio, per Trenitalia, il Direttore della Divisione Passeggeri Regionale, Orazio Iacono e il Direttore Regionale Sicilia, Maurizio Mancarella. Il treno consegnato oggi è il primo dei sei esemplari destinati alla Sicilia entro il 2016 e che già a ottobre avranno raggiunto le quattro unità per essere utilizzati prevalentemente nel Nodo di Palermo. I nuovi convogli inizieranno a circolare sulla rete siciliana a partire da lunedì 26 settembre inizialmente per la tratta Messina-Palermo per poi essere dirottati per il passante di Palermo. I treni Jazz sono un ulteriore tassello per il rinnovo della flotta regionale che Trenitalia sta dedicando ai pendolari attraverso un programma nazionale che ha richiesto un investimento di circa 4,5 miliardi di euro. Caratteristiche principali Lungo 67,5 metri e largo 2,9 metri, il nuovo treno è in grado di viaggiare a una velocità massima di 160 km orari. Progettato secondo nuovi standard di comfort, sicurezza e accessibilità, conta 292 posti a sedere, più due per disabili in carrozzella. L’ingresso alle carrozze “a raso” del marciapiede facilita la salita dei passeggeri, mentre le pedane retrattili permettono un accesso agevole anche alle persone a ridotta capacità motoria. Molti i servizi a bordo: impianto di videosorveglianza, schermi luminosi interni visibili da ogni punto del treno per le informazioni, impianto di sonorizzazione, scritte in braille, prese di corrente a 220 V per l’alimentazione di cellulari e PC portatili. https://youtu.be/n1hWP5JbHTs https://youtu.be/8wHw70yTYjw   Ti potrebbe interessare... Nuovi treni per le ferrovie siciliane: a fornirli sarà la svizzera Stadler

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
05 set 2016

Nuovi treni per il trasporto ferroviario siciliano

di Roberto Lentini

Come già annunciato in questo articolo, sono arrivati in Sicilia i primi due treni ETR 425 n°093 e n°094 a 5 casse grazie ad un accordo previsto nel Contratto Ponte di servizio per il trasporto ferroviario con il quale Trenitalia si impegna di acquistare, per il servizio regionale entro dicembre 2016, sei nuovi treni Jazz per un importo di 40 milioni di euro. Nel prossimo futuro è previsto l'arrivo di altri due treni a ottobre e altri due a novembre, per un totale di sei nuovi treni a servizio regionale. I nuovi treni verranno utilizzati nelle tratte Messina-Palermo e Siracusa-Messina ed entreranno in esercizio con il nuovo orario invernale di dicembre. Per il 2017, inoltre, sono previsti altri cinque treni a 4 casse con aggiudicazione provvisoria a Stadler . Si tratta della prima tranche di un finanziamento di 190 milioni di euro previsto nel Contratto di Servizio stipulato dalla Regione Siciliana con le Ferrovie dello Stato.  I nuovi treni Alstom Jazz dispongono di quattro motori, 160 km/h di velocità massima e possono disporsi con configurazioni differenziate: la composizione può infatti variare da 4 a 5 vetture (casse), per una lunghezza massima di 82,2 metri, offrire un numero variabile di posti a sedere fino a un massimo di 292 (+2 per persone con disabilità) e, se necessario, viaggiare in composizione doppia, aumentando così la capacità di trasporto. Ecco un video dei nuovi treni ETR 425 n°093 e n°094 in transito, destinati rispettivamente ai depositi di Palermo e Messina. (Fonte Cosma Proto) https://youtu.be/54XyJL-jWcA   Ti potrebbero interessare... FOTO | Ferrovie Siciliane: ecco i nuovi treni attesi a settembre 2016 Nuovi treni per le ferrovie siciliane: a fornirli sarà la svizzera Stadler Firmato il contratto di servizio Trenitalia – Regione: durata biennale e 190 milioni per nuovi treni I punti cardine del nuovo contratto di servizio Trenitalia – Regione Siciliana  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
31 mag 2016

VIDEO | Ferrovia Circumetnea: viaggio dentro la cabina macchinista del treno Vulcano

di Amedeo Paladino

Mobilita Catania vi porta dentro la cabina del macchinista in occasione del viaggio inaugurale del nuovo treno Ferrovia Circumetnea  Il video è girato tra la fermata di Adrano Centro, la stazione di Adrano Nord e Passo Zingaro.    Ti potrebbero interessare: VIDEO | Ferrovia Circumetnea: dentro “Vulcano” per il suo storico primo viaggio VIDEO | I 120 anni di Circumetnea e i nuovi treni Vulcano ESCLUSIVA VIDEO | Vulcano si posa per la prima volta sui binari della circumetnea FOTO | La Circumetnea festeggia 120 anni e presenta i nuovi Vulcano La storia dei treni della Ferrovia Circumetnea: da 120 anni attorno all’Etna Le novità Ferrovia Circumetnea per il 2016: metro, circum e autolinee Ferrovia Circumetnea apre alle bici sui treni: passo avanti per il trasporto intermodale

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
18 apr 2016

Nuovi treni per le ferrovie siciliane: a fornirli sarà la svizzera Stadler

di Roberto Lentini

E' stato vinto dalla società svizzera Stadler il ricorso contro le polacche Pesa e NewAg per la fornitura di cinque nuovi treni che andranno a rinnovare i convogli delle ferrovie siciliane probabilmente entro il 2017 La gara d'appalto di 43,9 milioni di euro era stata inizialmente vinta dalla società polacca Pesa, ma dopo il ricorso da parte della società svizzera, è stata esclusa per l’assenza di alcuni requisiti tecnici. I treni utilizzati saranno a 4 casse e probabilmente sarà utilizzato il Flirt (Fast Light Innovative Regional Train) di prima generazione essendo già in uso in altre regioni italiane e quindi testato sulla rete RFI. I Flirt sono dei treni a trazione elettrica e raggiungono una velocità massima di 160 Km l'ora con più di 200 comodi posti a sedere disponibili per i passeggeri in veicoli completamente climatizzati. Inoltre essi hanno una concezione modulare e la caratteristica maggiore è la silenziosità e la fruibilità da parte di persone con disabilità, essendo dotati di ampie portiere a doppia anta swin-plug con piattaforme estensibili e,  grazie ai carrelli portanti JACOBS, l’interno del FLIRT può essere percorso in tutta la sua lunghezza senza differenze di livello. Inoltre, in collaborazione con il BÖV (Centro svizzero per i disabili e i trasporti pubblici) è stata anche progettata una nuova toilette attrezzata per i disabili. A questi treni si aggiungeranno a fine anno sei nuovi treni tipo " Jazz" dell'Alstom, comprati da Trenitalia per le ferrovie siciliane di cui  Mobilita Catania vi aveva già dato notizia. Nel video sottostante i nuovi treni che saranno utilizzati all'inizio del prossimo anno sulle nostre tratte.   Ti potrebbero interessare:  FOTO | Ferrovie Siciliane: ecco i nuovi treni attesi a settembre 2016 Tratta ferroviaria Catania Palermo: cronoprogramma del potenziamento

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
21 gen 2016

VIDEO | Vulcano tra i binari innevati: per la prima volta va oltre Randazzo

di Vincenzo La Rosa

Il primo treno Newag consegnato alla Ferrovia Circumetnea, numerato DMU 001 e denominato Vulcano, in occasione della sua dodicesima corsa di prova, che ha avuto inizio da Catania Borgo alle 8:15 circa di ieri, si è spinto oltre la stazione di Randazzo, che aveva raggiunto ben due volte nella quinta e settima corsa di prova rispettivamente. Questa volta ha trovato la neve! Come ci mostra questo video Al ritorno, il nuovo treno ha sostato presso stazione di Randazzo, per poi ripartire alle 13:40 circa, completando la sua corsa a Catania Borgo alle 16:20 circa. Per gli altri due convogli arrivati a dicembre non sono ancora iniziati i collaudi, ma è molto probabile che le corse di prova per il secondo convoglio, ossia il DMU 002, inizino non appena terminano quelle del primo convoglio, ossia il DMU 001: così accadrà per lo 003 e per il quarto treno commissionato alla'azienda polacca Newag ma ancora non arrivato a Catania. La tratta Linguaglossa - Riposto è ancora chiusa, ma si confida nei lavori di ripristino affinché i nuovi treni Vulcano possano arrivare fino a Riposto. Queste di seguito sono alcune foto scattate a Randazzo prima del ritorno per la stazione Borgo.   Ti potrebbero interessare: FOTO | La Circumetnea festeggia 120 anni e presenta i nuovi Vulcano; ESCLUSIVA VIDEO | Vulcano si posa per la prima volta sui binari della circumetnea    

Leggi tutto    Commenti 0

Ultimi commenti