Articolo
24 mag 2017

Tangenziale di Catania, chiuso lo svincolo per Aeroporto provenendo da Siracusa

di Mobilita Catania

Anas comunica che per consentire gli interventi di sfalcio erba sulla Tangenziale Ovest di Catania, nella giornata di oggi, mercoledì 24 maggio, a partire dalle ore 7:30 sarà chiusa al traffico la rampa di uscita verso l’aeroporto per i veicoli provenienti da Siracusa. Durante la chiusura, i veicoli provenienti da Siracusa e diretti in aeroporto potranno utilizzare il successivo svincolo denominato “Zia Lisa”. Inoltre, per lavori di rifacimento della segnaletica orizzontale - in seguito ai lavori di ripavimentazione, che però avranno luogo nelle ore notturne - sempre nella giornata di domani la circolazione potrebbe subire rallentamenti tra gli svincoli di San Giorgio e connessione con A19, in direzione Siracusa, e in prossimità dello svincolo di Gravina di Catania, in direzione Messina.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
23 mag 2017

Aeroporto di Catania, 95 milioni di investimenti per il più grande scalo del Sud

di Mobilita Catania

SAC informa che oggi, con la formalizzazione del Contratto di Programma fra SAC ed ENAC, si da il via nell’Aeroporto di Catania a strategici investimenti infrastrutturali del valore di 95 milioni di euro pianificati per il quadriennio 2017-2020. Alla stipula del Contratto di Programma sono presenti: Roberto Vergari (Direzione Centrale ENAC, Vigilanza Tecnica), Vincenzo Fusco (Direttore ENAC Aeroporto di Catania), Daniela Baglieri (Presidente SAC spa) e Nico Torrisi (Amministratore Delegato SAC Spa) con l’intero cda e i rappresentanti dell’assemblea dei soci. Sono tre le priorità concordate fra SAC ed ENAC: realizzazione dei Terminal B (vecchia Morandi) e C (ex padiglione Norma); riqualificazione Air Side e piano parcheggi. Si tratta di interventi funzionali che garantiranno un miglioramento sensibile nella qualità dei servizi offerti sia al crescente numero dei passeggeri (il 2017 segnerà un sensibile record di traffico per Catania) sia alle oltre 70 compagnie aeree partner dello scalo. Proprio nei giorni scorsi, ENAC ha diffuso il rapporto trimestrale sul traffico negli aeroporti italiani che documenta come Catania Fontanarossa, con il +16% di crescita registrato nei primi tre mesi del 2017, sia lo scalo con la più alta percentuale di sviluppo. Ecco la lista degli interventi: LAND SIDE TERMINAL (circa 35 milioni euro) Valorizzazione e potenziamento aerostazione (vecchia Morandi): il progetto prevede la ristrutturazione del vecchio terminal Morandi e la sua integrazione con l’attuale Terminal. La ex Morandi diventerà il Terminal B e sarà destinato, verosimilmente, ai varchi di sicurezza. Mentre il Terminal A potrà aumentare la disponibilità dei banchi check-in. Conversione Terminal C (ex Norma). Diventerà un terminal Partenze (voli Schengen) con 4 check-in, 4 varchi di sicurezza e 4 gate con percorsi tattili per non vedenti e la predisposizione per la chiamata dell’assistenza da parte dei Prm, Passeggeri a Ridotta Mobilità. Gara d’appalto pubblicata Riqualifica uffici direzionali (Torre Uffici). Il 6° piano della Torre Uffici sarà ristrutturato. Oltre a ospitare la Direzione Sac, avrà al suo interno il Coe. SI tratta della sala riunioni del Centro Operativo Emergenze: una sorta di “sala dei bottoni” per i vertici fra i massimi enti istituzionali e aeronautici in caso di stati di crisi. Progetto approvato da Enac, in attesa di pubblicazione del bando Riqualifica tetto Aerostazione (Terminal A) AIR SIDE (ca. 11 milioni euro) Si tratta di lavori che prevedono la riqualifica e l’ampliamento delle infrastrutture dei piazzali Turn Pad. Sono delle apposite aree a fianco della pista di volo che consentono l’inversione (back-track) di aeromobili di grandi dimensioni (come gli airbus 330) per i quali arrivano sempre maggiori richieste di atterrare a Catania da parte dei vettori. La realizzazione di queste due aree di manovra consentirà a SAC di ospitare in pista aeromobili più grandi da sempre interessati ad operare su Catania. Taxiway Alfa. Lavori di riqualifica strutturale del raccordo Alfa, una bretella di servizio della pista interessata da cedimenti dello strato profondo del terreno per infiltrazioni di acqua. I lavori prevedono la realizzazione di un sistema di captazione delle acque per proteggere l’infrastruttura. Nuovo Piazzale Est Apron. Sarà a disposizione della cosiddetta Aviazione Generale (ovvero i voli privati, per i quali negli anni si è registrata un’impennata di richieste per la sosta dei velivoli nel piazzale), ma anche a disposizione degli elicotteri per i quali sono previsti appositi stand. Drenaggio pista. Interventi di riqualifica del sistema di drenaggio per lo smaltimento delle acque superficiali si rende LAND SIDE VIABILITA’ e PARCHEGGI (circa 14 milioni di euro) Utilizzo anticipato ex campo sportivo. Consentirà di incrementare la capacità di posti auto sinora a disposizione degli utenti. Gli stalli a raso saranno 433. Entro il mese, progetto inviato a Enac per approvazione Sopraelevazione parcheggio P4. La sopraelevazione, con struttura prefabbricata, porterà a 2.800 stalli gli attuali 1394. Appalti per riqualificazione della viabilità aeroportuale ALTRI INVESTIMENTI (circa 33 milioni di euro) Efficientamento energetico Manutenzioni straordinarie varie Acquisto macchinari radiogeni di nuova generazione (bagagli).

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
23 mag 2017

Si definisce il futuro sviluppo dell’aeroporto di Catania: oggi la firma tra SAC ed ENAC per gli investimenti infrastrutturali

di Mobilita Catania

Quest'oggi presso l'aeroporto di Catania sarà formalizzato tra SAC ed ENAC  il Contratto di Programma, documento che definisce e pianifica gli investimenti infrastrutturali strategici nell'Aeroporto di Catania per il periodo 2017-2020. Alla conferenza stampa dedicata al CdP, del quale saranno ampiamente illustrati alla stampa azioni e obiettivi, interverranno: Roberto Vergari (Direzione Centrale ENAC, Vigilanza Tecnica), Vincenzo Fusco (Direttore ENAC Aeroporto di Catania), Daniela Baglieri (Presidente SAC spa), Nico Torrisi (Amministratore Delegato SAC Spa) con l'intero cda e i rappresentanti dell'assemblea dei soci SAC. L'accordo darà il via a interventi, fra i quali l'ampliamento della capacità aeroportuale, tramite la realizzazione di due nuovi terminal: il C nell'ex padiglione Norma e il B nella storica aerostazione Morandi - che garantiranno un miglioramento sensibile nella qualità dei servizi offerti sia al crescente numero dei passeggeri (il 2017 segnerà un sensibile record di traffico per Catania) sia alle oltre 70 compagnie aeree partner dello scalo. Proprio nei giorni scorsi, ENAC ha diffuso il rapporto trimestrale sul traffico negli aeroporti italiani che documenta come Catania Fontanarossa, con il +16% di crescita registrato nei primi tre mesi del 2017, sia lo scalo con la più alta percentuale di sviluppo.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
23 mag 2017

Servizio straordinario della metropolitana per EtnaComics: consigli utili per raggiungere il Festival Internazionale del Fumetto e della Cultura Pop

di Roberto Lentini

La Ferrovia Circumetnea comunica che in occasione della 7^ edizione del Festival Internazionale del Fumetto e della Cultura Pop, ETNA COMICS™, la Metropolitana di Catania rimarrà attiva giovedì 1 giugno e sabato 3 giugno fino a mezzanotte e sarà aperta eccezionalmente domenica 4 giugno dalle ore 7:00 fino a mezzanotte. Mostrando il braccialetto di Etna Comics ai tornelli della stazione Giovanni XXIII, il viaggio di ritorno sarà gratuito. Inoltre acquistando l'abbonamento per il festival nel punto vendita Etna Comics Shop & Coffeehouse di Borghetto Europa Catania, il biglietto giornaliero della metro nei giorni dell'evento costerà la metà. Come raggiungere il Festival? Per chi proviene dai paesi Etnei consigliamo di lasciare la macchina al parcheggio di viale Raffaello Sanzio e prendere la metropolitana alla stazione Giuffrida, o in alternativa lasciare la macchina al parcheggio Due Obelischi, utilizzare il BRT1 e scambiare con la metro alla stazione Borgo. Vi ricordiamo che la stazione più vicina per accedere alla manifestazione è quella di Giovanni XXIII. Per chi proviene dalla parte ovest della città consigliamo di lasciare la macchina al parcheggio Nesima e prendere la metropolitana alla stazione Nesima poco distante. Per chi abita nelle zone di Monte Palma e Lineri potete utilizzare il bus navetta (escluso la domenica) che vi porta direttamente  alla stazione della metropolitana Nesima utilizzando lo stesso biglietto o abbonamento. Per chi proviene dalla parte sud della città consigliamo di lasciare la macchina al parcheggio Fontanarossa e utilizzare il Librino Express e scendere alla fermata di Giovanni XXIII   Come ogni anno Etna Comics riserverà ampio spazio anche ai più piccoli, coinvolgendoli in un vortice di attività tutte da scoprire! L’Area Junior sarà infatti un mix perfetto di comics, games e palco, studiato e pensato per rendere ancora più divertente e costruttiva l’esperienza in fiera dei vostri bambini. Saranno tantissimi gli spettacoli che renderanno davvero “magica” l’edizione 2017 di Etna Comics Junior. Ti potrebbero interessare: VIDEO | Navetta metro per Montepalma e Lineri: un servizio impeccabile VIDEO | Parcheggio di interscambio AMT-Metro-Circum di Nesima: come funziona Parcheggio AMT Fontanarossa, sosta low-cost per l’aeroporto: 2200 posti al servizio della città e dello scalo etneo

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
23 mag 2017

La fontana di Sant’Agata strettamente legata alla storia di Catania

di Roberto Lentini

Dopo l'ennesimo sfregio subito dalla Fontana Sant'Agata di via Dusmet, probabilmente avvenuto con una mazza o con un piccone, ieri è stato effettuato un sopralluogo in cui erano presenti, oltre al primo cittadino, il presidente del Comitato per i festeggiamenti Agatini Francesco Marano, l'architetto Nicola Neri per la Soprintendenza, il direttore dell'Accademia di Belle Arti Virgilio Piccari, Grazia Spampinato, direttrice del Museo Diocesano, altri tecnici e rappresentanti della Polizia municipale. La fontana con il bassorilievo della Patrona era stata fatta realizzare nel 1621 per l'iniziativa di Francesco Lanario, duca di Carpignano e governatore della città, che aveva aperto l'attuale via Dusmet, allora strada Lanaria, e che inaugurò la fonte il 4 ottobre di quell'anno, denominandola, Fonte Lanaria. La dedica a S. Agata è legata alla tradizione secondo la quale questa fontana segna il punto da dove partirono le reliquie della patrona quando vennero portate a Bisanzio per ordine del generale Giorgio Maniace. Oggi la fontana è meta di pellegrinaggi durante i giorni della festa di S. Agata. Il giorno 4 febbraio, che precede la ricorrenza del martirio di S. Agata, il simulacro della santa percorre l’antico tratto delle mura; tra ali di folla festante ha inizio il cosiddetto "Giro esterno" delle reliquie contenute all'interno di preziosi scrigni racchiusi nel grande fercolo d’argento. Il fercolo attraversa la porta Uzeda e imbocca la via Dusmet dove, all'incrocio con la via Porticello, davanti all’icona della Madonna della Lettera, l’Arcivescovo offre un cero alla patrona. Nel corso del sopralluogo sono state valutate le varie tipologie di restauro e le soluzioni tecniche più appropriate, in particolare riguardo alla possibilità di effettuare o meno l'intervento sullo stesso luogo. Alla fine di un serrato confronto è stato deciso un restauro in loco del bassorilievo, chiudendo la fontana e dotandola di altre misure di sicurezza. I lavori di realizzazione della struttura che consentirà ai restauratori di intervenire in sicurezza sono stati già avviati. Si stava già lavorando per mettere a punto il sistema di videosorveglianza del monumento, i cui componenti sono stati messi a disposizione da una ditta privata. foto di copertina: Wikipedia    

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
22 mag 2017

La storia rossazzurra sulle pareti dello stadio di Catania: il murale con i 50 volti sarà pronto in 3 mesi

di Amedeo Paladino

Un murale per la salvaguardia della memoria storica e calcistica della città e per liberare dall’incuria l’esterno dello stadio Angelo Massimino: è la proposta avanzata nel 2015 da un comitato di tifosi del Calcio Catania composto dalla redazione di Quelli del ’46, programma di Radio Lab sulla storia del Catania, dagli autori del libro Tutto il Catania minuto per minuto e da alcuni componenti del Comitato Géza Kertész.   L'iter, iniziato nell'ottobre 2015, ha visto l'effettuazione di un sondaggio online per la scelta dei nomi. L’iniziativa è stata poi accolta dal Comune di Catania che il 17 maggio del 2016 con apposita delibera della Giunta Comunale, a cui è seguita la pubblicazione dei bandi per lo sponsor e il concorso per la scelta dell'artista. Stamattina presso lo stadio Angelo Massimino è stato presentato il progetto "50 volti per il Cibali" alla presenza del sindaco di Catania, Enzo Bianco, del questore di Catania, Giuseppe Gualtieri, sono intervenuti l'assessore al Decoro Urbano,  Salvo Di Salvo, l'assessore allo Sport, Valentina Scialfa, i promotori dell'iniziativa Emanuele Rizzo e Filippo Solarino, l'artista che realizzerà l'opera, Andrea Marusic e l'ingegnere Antonio Pulejo della CMC , sponsor dell'iniziativa, il presidente dell'Assostampa Daniele Lo Porto; presenti anche gli ex calciatori Jonatha Spinesi, Davide Baiocco, Gigi Chiavaro, Nino Cantone e Nino Leonardi e il giornalista Giacomo Cagnes. L'artista che realizzerà l'opera sarà Andrea Marusic: per la realizzazione saranno necessari circa tre mesi di lavori e il murale si estenderà per 240 metri lungo le pareti esterne della Curva Sud e della Tribuna B, su via Cifali; i portoni e i tornelli saranno ridipinti. All'opera selezionata è andato  un finanziamento di 16.500 euro tramite lo sponsor di CMC, la cooperativa che sta realizzando la tratta Nesima- Monte  Po della metropolitana, per coprire il costo dei materiali e della manodopera. Il progetto di Marusic è stato scelto da una giuria di esperti tra i sei presentati da importanti artisti di Urban Art. La giuria che ha operato a titolo gratuito - era composta, oltre che da Biagio Bisignani, direttore dell'Urbanistica del Comune, da Santo Buccheri per l'Ordine degli Architetti, dal giornalista Daniele Lo Porto, segretario provinciale dell'Assostampa, da Virgilio Piccari, direttore dell'Accademia di Belle Arti e da Filippo Fabio Solarino, curatore di "Tutto il Catania minuto per minuto". Ecco i 50 volti della storia del Calcio Catania che si staglieranno sui muri dello stadio: "Il nostro merito - ha detto il sindaco Bianco -, in questo caso anche di Salvo Di Salvo e Valentina Scialfa, è quello di avere prestato attenzione e avere capito che si trattava di una bella idea e ci siamo messi al lavoro per realizzarla. In questa iniziativa, unica nel suo genere in Italia, c'è un grande valore sportivo ma non è il solo. C'è anche un importante valore civile che dimostra l'amore nei confronti di questa città". "Catania ancora una volta dimostra di essere all'avanguardia ha dichiarato il questore Gualtieri - perché ha compreso che lo stadio deve essere un luogo di cultura e di valori. Il disagio, la violenza e l'insicurezza ci sono dove l'ambiente è degradato. Dobbiamo mettercela tutta, insieme, per creare il clima giusto affinché ci sia un clima sereno e lo stadio sia frequentato dalle famiglie d ai bambini". "I lavori del murale cominceranno tra dieci giorni - ha annunciato l'assessore Di Salvo - ma non finisce qui: come ci è stato proposto andremo avanti in altri parti dello stadio. Grande partecipazione all'insegna del senso della legalità, della civiltà e del recupero del luogo più importante dove si celebra lo sport che deve essere momento aggregazione e divertimento". "Iniziativa di grandissima importanza - ha affermato Valentina Scialfa - perché lo sport deve riuscire a diffondere la giusta cultura ai giovani e alla famiglie. Attraverso le migliori tradizioni dello sport possiamo fare diventare lo stadio un luogo magico dove ritrovarsi la domenica per fare festa tutti insieme".

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
22 mag 2017

Tangenziale di Catania, domani chiusura svincoli “Zia Lisa” e da A19 verso Siracusa

di Mobilita Catania

Anas comunica che nell’ambito degli interventi di sfalcio erba, nella giornata di domani, martedì 23 maggio, a partire dalle ore 7:30 sarà necessario procedere alla chiusura delle rampe di alcuni svincoli. In particolare, sarà chiusa la rampa dello svincolo di immissione in Tangenziale per i veicoli provenienti dal quartiere “Zia Lisa” e la rampa di immissione verso Siracusa per i veicoli provenienti da Palermo. Gli interventi di sfalcio erba saranno eseguiti anche sulle rampe dello svincolo denominato Asse dei Servizi. In quest’ultimo caso, tuttavia, le lavorazioni si eseguiranno con restringimenti della sede stradale, senza procedere a chiusure totali. Anas raccomanda prudenza nella guida e ricorda che levoluzione della situazione del traffico in tempo reale è consultabile sul sito web www.stradeanas.it oppure su tutti gli smartphone e i tablet, grazie all`applicazione `VAI Anas Plus`, disponibile gratuitamente in “App store” e in “Play store”. Inoltre si ricorda che il servizio clienti "Pronto Anas" è raggiungibile chiamando il nuovo numero verde, gratuito, 800 841 148.

Leggi tutto    Commenti 0