Articolo
01 gen 2021

Rifiuti, apre l’isola ecologica di via Generale Ameglio

di Mobilita Catania

Finalmente attiva l'isola ecologica di via Generale Ameglio, un’area all'interno della quale i cittadini potranno quotidianamente conferire i propri rifiuti. Non si tratta, tuttavia, di un'isola ecologica attrezzata come quelle di Picanello e di San Giovanni Galermo, ma di un punto di riaccolta. Sarà aperto ai cittadini dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 14.30. Al suo interno sono posizionati tre contenitori scarrabili, ciascuno per le tipologie di rifiuti che qui è possibile conferire: sfalci di potatura (erba da giardino, piccole potature di siepi, rami secchi, residui vegetali da pulizia dell'orto e fiori recisi), rifiuti ingombranti voluminosi (come divani, poltrone, materassi, etc.) e piccoli scarti edili dovuti a costruzione o demolizione. Solo nelle giornate di martedì e giovedì sarà possibile conferire anche carta, plastica e vetro. Il sindaco Salvo Pogliese e l’assessore all’ecologia Fabio Cantarella, con l’amministratore di Dusty Rossella Pezzino de Geronimo, hanno presenziato all'attivazione dell'eco punto mobile, nella zona di viale Mario Rapisardi alto, che si aggiunge ai siti di viale Tirreno (San Giovanni Galermo) e via Maria Gianni (Picanello). Il nuovo punto di conferimento rientra nell’ambito di una transazione sottoscritta tra il Comune di Catania e la Dusty che attribuisce all’azienda della raccolta rifiuti il compito di realizzare quattro Eco punti mobili. “Mentre prima le isole ecologiche si inauguravano per essere abbandonate al loro destino - ha detto il sindaco Salvo Pogliese – adesso le apriamo già funzionanti, pronte per accogliere i rifiuti dei cittadini con le stesse modalità di quelle fisse. Abbiamo applicato costose penali per carenza nell’esecuzione del capitolato e grazie a una transazione economica, a Catania ci ritroveremo prestissimo con altri tre punti di ritiro dei rifiuti. Ringrazio per questo risultato l’assessore Fabio Cantarella e il funzionario comunale Salvo Fiscella della direzione Ecologia che hanno lavorato d’intesa con tutta l’amministrazione per raggiungere un obiettivo importante nell’interesse dei cittadini di Catania che è quello di aumentare i livelli di raccolta differenziata”. Particolarmente soddisfatto per l’obiettivo raggiunto l’assessore all’ecologia Fabio Cantarella: “Il sito di via Generale Ameglio era diventato una discarica abusiva, proprio il contrario del motivo per cui era stato realizzato - ha commentato Cantarella -. Entro fine gennaio, in sinergia con la Dusty, in virtù di un accordo raggiunto con la dirigenza comunale, di punti eco mobili ne apriremo altre tre: una in via Ala, l'altra all'ex mercato ortofrutticolo di San Giuseppe La Rena e, infine, una in via Santa Maria della Catena e saranno tutte dotate di personale presente. Tutto ciò, nell'attesa che si concluda l'importante iter regionale per il finanziamento di ulteriori quattro centri di raccolta comunale che nelle prossime settimane speriamo ci veda premiati per realizzare i nostri progetti esecutivi che abbiamo presentato al bando di cui come Amministrazione Comunale abbiamo già superato il primo step”. "Abbiamo convenuto con l'Amministrazione Comunale di Catania – ha affermato in una nota l’amministratore Dusty Rossella Pezzino de Geronimo – che occorrono azioni ulteriori per aiutare i cittadini virtuosi nella raccolta differenziata, soprattutto nel corretto smaltimento di quei rifiuti che maggiormente vengono abbandonati sulle strade, come gli ingombranti, gli inerti e gli sfalci di potatura. L'apertura del punto di ritiro mobile di via Ameglio, a cui seguirà quella di altri tre eco punti in diversi quartieri della città, ha proprio questa finalità. Un obiettivo che si traduce anche nel contrasto alle micro discariche che proliferano nelle vie cittadine ad opera di <<ladri di bellezza>>. Da un lato agevoliamo quindi gli utenti che contribuiscono con impegno e consapevolezza a mantenere il decoro della città; dall'altro incrementeremo nei prossimi mesi il controllo contro i gesti di inciviltà, grazie al supporto dei vigili urbani, alle telecamere di videosorveglianza e ad altre attività su cui stiamo lavorando in sinergia con il Comune".  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
10 gen 2019

Isole ecologiche mobili a Librino e al centro storico di Catania

di Mobilita Catania

Isole ecologiche mobili a Catania per implementare il servizio della raccolta differenziata. È questa l’iniziativa messa in campo da Dusty e condivisa con l’Amministrazione Comunale, in fase di sperimentazione, mai avviata in precedenza a Catania. Nel mese di gennaio sarà operativa nel quartiere di Librino, il più vasto e popolato della città, e successivamente sarà estesa anche a parte del centro storico.   Una soluzione pensata da Dusty, che sarà da stimolo per gli utenti e che contribuirà a far aumentare la percentuale della differenziata: un progetto “pilota” avviato, appunto, col duplice scopo di sensibilizzare e informare ulteriormente i catanesi sulla corretta differenziata e, al contempo, venire incontro alle difficoltà degli utenti che si trovano logisticamente lontano dai due Centri di Raccolta Comunali (CCR), siti nei quartieri di Picanello e di San Giovanni Galermo. L’isola ecologica mobile seguirà una specifica programmazione di postazione e orari, e seguendo il progetto di educazione ambientale avviato nei mesi scorsi da Dusty di concerto con l’assessorato comunale alla Pubblica Istruzione (“Dusty Educational”) che ha coinvolto molte scuole comunali e che si è concluso prima della pausa natalizia, gli “stazionamenti” saranno sempre in prossimità di alcuni plessi scolastici. Una scelta non casuale e volta, anzi, all’obiettivo di far capire alle nuove generazioni l’importanza della raccolta differenziata: come farla, le conseguenze ambientali, i costi affrontati dalla collettività. Potranno essere portati all’isola ecologica mobile carta e cartone, plastica, vetro e piccoli RAEE (ovvero i rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche) in queste modalità: Fino al 10/01/2019 dalle 7:30 alle 14:30 l’isola sarà collocata di fronte l’Istituto Comprensivo Statale “Vitaliano Brancati” (Viale Biagio Pecorino); dal 14/01/2019 al 16/01/2019 (stessi orari 7:30/14:30) di fronte l’Istituto Comprensivo Statale “Campanella Sturzo” (Viale Bummacaro). Il progetto, esteso anche ad altri quartieri di Catania, prevederà l’isola ecologica mobile in Piazza Dante, di fronte la Chiesa di San Nicolò l’Arena dal 21/01/2019 al 23/01/2019 (dalle 7:30 alle 14:30) e in Piazza Federico di Svevia antistante il Castello Ursino dal 28/01/2019 al 30/01/2019 (stesso orario delle precedenti postazioni dalle 7:30 alle 14:30). Un tipo di servizio finora mai avviato a Catania, che sottolinea l’impegno di Dusty e la volontà di riportare il decoro e la bellezza nella città dell’Elefante.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
21 feb 2018

Approvato dalla giunta comunale di Misterbianco il piano triennale delle opere pubbliche

di Mobilita Catania

La giunta comunale di Misterbianco ha approvato il piano triennale delle opere pubbliche per il triennio 20187/2020 che adesso passa all’esame del consiglio comunale. Diverse le opere previste nel lungo elenco che ne prevede 69 per una previsione di spesa di oltre 144 milioni di euro. Tra le opere previste con priorità per il 2018 spicca la realizzazione di una scuola innovativa per l’infanzia con una spesa di € 3.751.000 e la costruzione di un parcheggio interrato in via Gramsci, tra le vie Garibaldi e dei Vespri, dove dovrà sboccare una delle uscite della metropolitana per una spesa di € 2.300.000. Sempre nel 2018 previsto il parcheggio interscambio in via Madonna degli Ammalati per € 650 mila e l’allargamento di via S. Giovanni Bosco in zona Toscano per € 493 mila euro con fondi della protezione civile e di via Viola che collega le vie S. Margherita e Madonna degli Ammalati. Oltre agli interventi sulla sistemazione della rete idrica e dell’impianto di illuminazione il piano prevede la realizzazione della seconda isola ecologica già annunciata in contrada Serra per € 794 mila ed interventi negli impianti sportivi per la ristrutturazione del Palatenda per € 600.000 ed altrettanti per il rifacimento in erba sintetica del campo di Calcio Valentino Mazzola. Il piano prevede, sempre con priorità “1” interventi per la salvaguardia del patrimonio culturale con la valorizzazione delle vestigia dell’acquedotto di epoca romana in via Garibaldi ed il relativo innasto per il bagno termale con la realizzazione di una piazza per € 350.000 ed il consolidamento dell’antica ciminiera dello Stabilimento di Monaco e della porzione di immobile ancora da ristrutturare per oltre 2 milioni e 200 mila euro e la riqualificazione dell’ex Ospizio che ospita la Biblioteca comunale. “Un piano che tiene conto delle varie necessità del territorio – ha dichiarato il sindaco Di Guardo – guardando con attenzione al futuro in considerazione del fatto che il territorio ospiterà la stazione della metropolitana in centro storico dove abbiamo previsto una piazzetta tra le vie Matteotti e F.lli Cairoli e dei parcheggi.” Il piano prevede anche interventi per gli adeguamenti energetici degli edifici scolastici e l’ammodernamento, nel triennio, di arterie viarie e strade di collegamento.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
16 nov 2017

Misterbianco, 830 mila euro per la seconda isola ecologica: servirà la periferia del Comune

di Mobilita Catania

Sono 830 mila gli euro messi a disposizione dell’amministrazione comunale di Misterbianco per la realizzazione della seconda isola ecologica nel territorio del comune. Un impegno quello della seconda isola ecologica, che l’amministrazione aveva preso con i cittadini residenti in periferia, dal momento che la prima è operante da oltre un decennio in via Garibaldi all’ingresso del centro storico con ottimi risultati per raccolta di vetro, plastica, carta, elettrodomestici e legno. L’isola ecologia sorgerà all’incrocio tra via Puglia e la ex provinciale per San Giovanni Galermo, dove attualmente il comune ha recintato l’area di quasi 5.000 metri quadri, mettendola a disposizione per la sgambatura dei cani che, una volta iniziati i lavori sarà spostata in altro luogo. “Avvieremo da subito le procedure di gara – ha detto il sindaco Di Guardo – affinché entro breve tempo i cittadini possano usufruire di questo servizio per la periferia, dal momento che l’area su cui sorgerà è stata già individuata ed è di proprietà del comune. E’ – continua il sindaco - una delle poche isole ecologiche finanziate in provincia e questo ci rende orgogliosi che la strada intrapresa è quella giusta.” “L’ampiezza dell’area su cui sorgerà l’isola ecologica – ha continuato Di Guardo – ci consentirà di realizzare all’interno tutte le piattaforme per la raccolta dei rifiuti differenziati e questo , contribuirà ancora di più ad innalzare la percentuale di riciclo, poiché abbraccia un territorio popolato che fino ad oggi era rimasto privo di questo servizio.” L’ubicazione della seconda isola ecologica ne favorirà l’utilizzo ai cittadini residenti nei quartieri di Lineri, Monte Palma, Belsito e Poggio Lupo.

Leggi tutto    Commenti 0