Articolo
12 nov 2020

Verde pubblico, sponsor privati riqualificano le rotatorie della circonvallazione di Catania

di Mobilita Catania

Da anonime rotatorie a complesso viario abbellito da opere scultoree ispirate alle piante della tradizione arborea siciliana. Stanno cambiando volto, grazie agli interventi di riqualificazione avviati dallo sponsor privato “Automobile di Alì & C.”, le tre rotatorie tra viale Lorenzo Bolano e le vie Florio e Miceli; tra via Ugo La Malfa e viale San Pio X e, infine, tra via Felice Paradiso e via Armando Diaz, a Catania. Da alcuni giorni gli operai sono al lavoro nella prima delle tre rotatorie, la più grande, per eseguire un progetto di manutenzione e riqualificazione a verde di ampio respiro, frutto dell’aggiudicazione del bando di sponsorizzazione, senza costi per il Comune di Catania, realizzato dall’ufficio di gabinetto del sindaco diretto da Giuseppe Ferraro, pubblicato lo scorso mese di giugno. Un intervento che, oltre a garantire soluzioni di avanguardia sotto il profilo del decoro urbano e della valorizzazione dell’ambiente, consente al Comune di risparmiare anche considerevoli costi di manutenzione. L’intento del progetto, una vera a propria “best practice” amministrativa, è quello di cucire la zona residenziale di Nesima con la circonvallazione, mediante spazi a verde omogeneamente arricchiti da sculture che richiameranno le essenze vegetali dei prodotti tipici della grande eccellenza del nostro territorio: gli agrumi, i vitigni e il pistacchio Bronte. L’iniziativa rientra nell’ambito di un piano di risistemazione del sistema delle rotatorie della circonvallazione, lasciate in stato di abbandono negli anni scorsi dopo la fine dei lavori della lunga arteria stradale: con lo stesso sistema della sponsorizzazione, infatti, è già in atto la riqualificazione della grande rotatoria di Monte Po, mentre parte di quella del Tondo Gioeni è stata già realizzata. L'auspicio del Comune è di riuscire ad aggiudicare a breve anche la riqualificazione della rotatoria di San Nullo, dando nuova dignità estetica a tutta la circonvallazione.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
07 nov 2020

Il Centro storico di Catania pedonale anche le domeniche mattina di novembre

di Mobilita Catania

Dopo il positivo esperimento del mese di ottobre, apprezzato anche dai cittadini, il vicesindaco Roberto Bonaccorsi e l’assessore alla mobilità Giuseppe Arcidiacono hanno disposto anche per le domeniche di novembre la pedonalizzazione del centro storico. Queste le vie e piazze che saranno chiuse al traffico dalle 8.30 alle 13.30: piazza Giuseppe Mazzini; via Auteri; via Madonna Della Lettera; via Giuseppe Garibaldi, da via Spadaro Grassi a piazza Giuseppe Mazzini; via Vittorio Emanuele II, da via Erasmo Merletta a piazza San Francesco; via Erasmo Merletta; via San Giuseppe al Duomo; piazza San Francesco d’Assisi (carreggiata est); via Crociferi, da via Teatro Greco a piazza San Francesco d’Assisi; via Teatro Greco, da via Ospizio di Beneficenza a via Crociferi; via San Francesco; via Alessi; via Bicocca; via Roccaforte; via Collegiata; piazza San Nicolella; via Alessandro Manzoni; via Biscari; via Vasta; via Fragalà; via Antonino di Sangiuliano (da piazza Manganelli a via Manzoni); salita San Camillo; via Del Colosseo; via Etnea (da via Fragalà a piazza Stesicoro); via Penninello; via Neve; via Carcaci. Nell’area pedonale è vietata la circolazione dei veicoli a eccezione di quelli in servizio di emergenza, delle biciclette, dei mezzi al servizio di persone con limitate o impedite capacità motorie, dei residenti diretti a garage o aree scoperte adibite a parcheggio, dei mezzi autorizzati.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
23 ott 2020

Sospesa temporaneamente raccolta rifiuti ingombranti per saturazione impianto

di mobilita

A causa del raggiungimento dei limiti da parte della piattaforma non è più possibile conferire i rifiuti ingombranti (mobili, materassi, etc., etc.) fino a nuova comunicazione A seguito dei problemi gestionali connessi alla saturazione dell’impianto, la temporanea interruzione riguarderà non solo il servizio di prenotazione del ritiro (dietro appuntamento contattando i numeri 800 913115 e 095 6141491), ma anche il conferimento nei due Centri Comunale di Raccolta. La società Dusty, che attua il servizio per conto del Comune, per ora non potrà quindi procedere alla raccolta degli ingombranti e dei materassi abbandonati nel territorio. E non potendo conferire tali rifiuti, ha sospeso temporaneamente il servizio di prenotazione e sta provvedendo a contattare i singoli utenti che si erano già prenotati, per annullare il ritiro a domicilio. In seguito a questa difficoltà contingente e non prevedibile, l’Amministrazione comunale di Catania e la società Dusty, si scusano per il disagio poichè i tempi di attesa dei prossimi ritiri, saranno conseguentemente più lunghi rispetto al consueto e invitano i cittadini alla massima collaborazione chiedendo di non esporre in strada i propri ingombranti, giacché temporaneamente non potranno essere ritirati.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
21 ott 2020

Quattro progetti al voto dei cittadini: parchi gioco, fontanelle, videosorveglianza e riqualificazione piazza Europa

di Mobilita Catania

L’Amministrazione Comunale di Catania ha avviato una consultazione pubblica per scegliere un progetto da realizzare, tra i quattro proposti, in ossequio alla legge regionale che destina la quota del 2% delle somme trasferite dalla Regione Siciliana, per forme di "democrazia partecipata utilizzando strumenti che coinvolgono la cittadinanza per la scelta di azioni di interesse comune". La scelta potrà avvenire, entro la mezzanotte del prossimo 8 novembre, tramite la pagina Facebook ufficiale del Comune di Catania oppure inviando una mail a: [email protected] o sottoscrivendo la preferenza direttamente presso la sede Urp nel Palazzo degli Elefanti in piazza Duomo. L’Avviso del vicesindaco Roberto Bonaccorsi firmato nella qualità di sindaco, è stato pubblicato sul sito internet istituzionale, dove è anche possibile scaricare il modulo per effettuare la scelta, in modalità diversa da quelle on line. In dettaglio, i progetti su cui esprimere la preferenza riguardano: la realizzazione di nuovi parchi gioco e la riqualificazione di quelli esistenti; l’installazione di telecamere di videosorveglianza per contrastare il fenomeno delle discariche abusive; la riqualificazione della fontana di Piazza Europa e del contesto della zona; mille fontanelle di acqua pubblica, con la collocazione di nuovi beverini e il restauro di quelli mal funzionanti. La somma disponibile per realizzare uno questi progetti ammonta a circa 240 mila euro. Tutto il percorso della Democrazia Partecipata è curata dal capo di gabinetto del sindaco Giuseppe Ferraro e dagli addetti alla Comunicazione Istituzionale, offendo una pluralità di canali per esprimere la scelta, auspicando che esprimano la propria preferenza un gran numero di cittadini catanesi. A conclusione della consultazione verranno resi noti i risultati, tramite gli organi di stampa, il sito web e i profili social del Comune di Catania.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
12 set 2020

La Casa del Mutilato diventerà una sede museale

di mobilita

La monumentale Casa del Mutilato di Catania passerà al patrimonio immobiliare della Regione Siciliana e diventerà una sede museale. Lo ha deciso il governo Musumeci, che farà valere il diritto di prelazione sull'immobile di interesse storico con l'obiettivo di trasformarlo in spazio culturale. "Si tratta - commenta il presidente Musumeci- di un edificio unico nel suo genere che sintetizza gli elementi fondamentali dell'architettura degli anni Trenta e che contiene importanti contributi artistici. Con la sua acquisizione diamo l'avvio al progetto per la realizzazione di uno spazio che farà rivivere a nuova vita, dopo anni di abbandono, questo gioiello nel centro etneo". Realizzato nel 1939 su progetto dell'architetto Ercole Fischietti, l'edificio caratterizza, insieme al Palazzo delle Finanze e al Teatro Massimo, l'impianto scenografico di piazza Vincenzo Bellini. All'interno il grande salone monumentale delle assemblee al piano terra e le 21 stanze del primo piano sono affrescate da Roberto Rimini e arredate con elementi dell' Art Decò. La facciata è decorata da sculture di Salvatore Juvara, Giuseppe D'Angelo e Salvo Giordano.  "È importante - aggiunge l'assessore regionale ai Beni culturali Alberto Samonà - l'avere acquistato un bene di grande valore storico, culturale e artistico a lungo tristemente abbandonato che oggi, dopo l'acquisizione da parte della Regione, si aprirà ad un nuovo futuro. La Casa del Mutilato, infatti, sarà destinata a sede museale, un prezioso tassello nella costruzione del grande polo culturale che interesserà il capoluogo etneo".

Leggi tutto    Commenti 1
Articolo
05 set 2020

Restyling per piazza Dante, liberata anche dai parcheggiatori abusivi

di Mobilita Catania

Dopo la chiusura al traffico veicolare di gran parte dell’area monumentale, con relativa pedonalizzazione nello scorso mese di febbraio, un altro importante passo in avanti è stato compiuto per rendere pienamente godibile piazza Dante. In prosecuzione dell’azione sviluppata nei mesi scorsi di valorizzare uno dei luoghi simbolo di Catania, è stato realizzato un intervento integrato di manutenzione che migliora la fruibilità di una delle piazze di maggiore pregio architettonico. Con il coordinamento del capo di gabinetto Giuseppe Ferraro e del geometra Giuseppe Bonaccorsi per gli aspetti esecutivi curati dalla Multiservizi, sono stati sistemati alcuni marciapiedi e rimossi scivoli realizzati abusivamente per favorire i parcheggi, ma anche tagliati gli alberi di alto fusto i cui rami erano cresciuti pericolosamente. In un ampio spazio della piazza, da parecchi anni arbitrariamente utilizzato come area di parcheggio, inoltre, sono stato installati una decina di sedili in ferro battuto, in coerenza al contesto storico ambientale di uno dei siti maggiormente visitato dai turisti che non potrà più essere invaso dalle auto.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
03 set 2020

Discariche abusive, installate telecamere in via Fondo Romeo e in altri tre siti

di Mobilita Catania

Una coppia di telecamere di ultima generazione, autoricaricabile con l’energia solare e collegata direttamente alla centrale operativa dei vigili urbani, è stata installata in via Fondo Romeo, a Catania, con l’obiettivo di stanare quei malfattori che vi riversano abusivamente rifiuti di ogni tipo, soprattutto materiali inerti dell’edilizia. L’iniziativa rientra in un piano di sperimentazione per monitorare le discariche abusive che vengono illecitamente alimentate, al fine di segnalare alla magistratura i colpevoli: «Oltre che in via Fondo Romeo, divenuta un simbolo delle tante discariche abusive - ha dichiarato l’assessore all'ecologia del Comune di Catania, Fabio Cantarella- altre telecamere si stanno installando in altre tre aree abitualmente utilizzate da soggetti che compiono traffico di rifiuti, un’azione che è a tutti gli effetti un reato con gravi conseguenze penali. Tra un mese faremo un resoconto dei risultati di questa attività di repressione e prevenzione e faremo le opportune valutazioni, per estendere in altri punti delle 151 discariche abusive esistenti, altre telecamere da impiegare come deterrente e per denunciare gli autori degli atti illeciti nonché rendere la città più vivibile, sperando di attenuare una pratica incivile purtroppo molto diffusa».

Leggi tutto    Commenti 0