Articolo
18 feb 2019

Fermata FS Catania Aeroporto, al via i lavori: sarà fruibile da giugno 2020

di Andrea Tartaglia

Giornata molto importante per Catania ma anche per il resto della Sicilia, in particolar modo quella centrale e orientale. Questa mattina, infatti, alla presenza del Governatore della Sicilia, Nello Musumeci, dell'Assessore Regionale ai Trasporti, Marco Falcone, dell'Amministratore Delegato della Società Aeroporto Catania, Nico Torrisi, del Sindaco di Catania, Salvo Pogliese, dei rappresentanti di RFI e dell'impresa fiduciaria, sono stati avviati i lavori per la realizzazione della fermata ferroviaria di Catania Aeroporto Fontanarossa. La struttura sorgerà nelle immediate vicinanze del nucleo aeromobili della Guardia Costiera, a nord dell'aeroporto, dove già si sviluppa la linea ferrata a doppio binario. Si tratta di una fermata provvisoria, le cui opere civili dovranno essere ultimate nel giro di un anno, che in futuro dovrà essere sostituita dall'omonima stazione prevista presso il grande parcheggio scambiatore di Fontanarossa, luogo ideale per favorire l'intermodalità, dove entro quattro anni è prevista pure la realizzazione di una fermata della metropolitana (al riguardo, è attesa entro le prossime settimane l'erogazione dei fondi per completare la tratta Stesicoro-Aeroporto). Ma dei tempi per la realizzazione della fermata definitiva non s'è parlato: per adesso l'attenzione è tutta rivolta a colmare la grave e pluridecennale lacuna derivante dall'assenza di una fermata ferroviaria a servizio del più trafficato scalo del Mezzogiorno, e per la quale il Presidente della Regione ha lasciato intendere che gradirà tempi serrati per la realizzazione, atteso che per opere analoghe in altre zone d'Italia i tempi sono praticamente dimezzati rispetto a quelli prospettati in questo caso.i L'intervento è localizzato al km 235+522 circa della linea Bicocca-Messina, tra gli impianti di Catania Acquicella e Catania Bicocca, su una tratta a doppio binario con velocità 110-130 km/h e pendenza dell'uno per mille. L'opera da realizzare comprende la realizzazione di due marciapiedi, ad altezza di 55 cm - standard europeo previsto per i servizi ferroviari metropolitani per un più agevole accesso ai treni - in affiancamento ai binari esistenti. Un sottopassaggio di attraversamento collegherà la banchina al servizio del Binario I (su cui è previsto l'accesso alla fermata) con la banchina a servizio del Binario II. Dalle banchine si accederà al sottopassaggio attraverso due rampe di scale e un ascensore. Ogni marciapiede sarà dotato di pensiline per circa 75 metri. L'illuminazione delle zone aperte al pubblico (pensiline, marciapiedi e sottopassaggio) sarà a LED. È prevista anche l'installazione dei quadri orario di arrivo e partenza dei voli dell'aeroporto di Catania. Ufficialmente, la data di apertura al pubblico, con treni che, oltre da Catania, potranno giungere da Messina, Siracusa, Caltagirone e Palermo-Caltanissetta-Enna, è stata stabilita per giugno 2020, ma la speranza è che si riesca ad anticipare. Appena tre milioni e trecentomila euro il costo della fermata. Inizialmente, il collegamento per i viaggiatori con l'aerostazione, distante diverse centinaia di metri, sarà garantito da bus navetta messi a disposizione dalla Sac, ma Regione e Aeroporto stanno definendo un collegamento da realizzare tramite tapis roulant su percorsi coperti sopraelevati, su modello di Fiumicino. Con quest'ulteriore intervento, il costo complessivo dell'opera si aggirerà sui 15 milioni di euro.   Ti potrebbero interessare: Raddoppio ferroviario Palermo-Catania: un protocollo di legalità per i lavori della tratta Bicocca-Catenanuova Passante Ferroviario di Catania Tornano a circolare i treni sulla linea Catania-Caltagirone Metropolitana di Catania Aeroporto di Catania Fontanarossa  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
03 gen 2018

Fontanarossa sulla rotta dei grandi aerei: atterrato oggi un A330 della Turkish Airlines

di Amedeo Paladino

Stamani è atterrato nell'Aeroporto di Catania un A330 della Turkish Airlines. Si tratta di un aeromobile di grandi dimensioni, utilizzato dalle compagnie aeree su rotte di medio-lungo raggio e che può trasportare un numero di persone doppio rispetto ai normali aerei di linea. La cabina differisce anche per via del doppio corridoio e della conseguente disposizione delle poltrone: tre ai lati, zona finestrino, e quattro nella corsia centrale. Il volo della Turkish Airlines è atterrato ai piedi dell'Etna con 289 passeggeri a bordo ed è ripartito alla volta di Istanbul con altri 265. Città al confine tra Asia ed Europa, Istanbul rappresenta con il suo scalo Ataturk uno dei sette hub internazionali che, collegato a Catania con il volo diretto della Turkish, consente di proseguire il viaggio verso rotte intercontinentali. Gli altri hub sono Amsterdam (Schipol), Francoforte (Main), Londra (Gatwick), Monaco (Franz Josef Strauss), Parigi (Charles De Gaulle) e, dalla prossima estate, Dubai (Al-Maxtoum). Non è la prima volta che un A330 fa scalo a Fontanarossa: il 4 gennaio 2015 lo stesso modello di aeromobile della Turkish Airlines fece rotta su Catania. La scelta, da parte delle compagnie aeree, di un aeromobile più grande e più capiente è legata all'esigenza di supportare la maggiore domanda di trasporto che si verifica sia in alta stagione (in estate) che a fine anno, durante le festività natalizie. Un flusso straordinario di viaggiatori e turisti che l'Ufficio Analisi Dati di SAC aveva previsto stimando in 407mila i transiti da/per Fontanarossa nel periodo compreso fra il 21 dicembre e l'8 gennaio 2018, periodo in cui si è raggiunto anche lo storico record dei 9 milioni di passeggeri annui. Le previsioni di traffico registravano anche un significativo aumento del 13,84% del segmento estero con 102.000 passeggeri diretti o provenienti da destinazioni internazionali. Negli anni scorsi sono atterrati aerei di stazza anche superiore al A330, come il Boeing 747 della Corsair, l’MD11 di Alitalia, il Boeing 777 di Air Europe e il Boeing 767 di Monarch e Austrian Airlines. Naturalmente tali aerei non erano a pieno carico in quanto essi hanno bisogno di una pista molto più lunga per decollare e atterrare in questo assetto. Una delle priorità per lo sviluppo dello scalo catanese è l’interramento di un tratto della linea ferroviaria Catania- Siracusa che consentirà la creazione di una nuova pista lunga 3.100 metri idonea al traffico intercontinentale: il costo dell’operazione sarà di circa 180 milioni di euro di cui 30 milioni a carico della Sac e 150 milioni a carico delle Ferrovie dello Stato. L’atterraggio e il decollo di aerei di grandi dimensioni non è comunque legato solo alla lunghezza della pista ma anche dalle taxiways (piste e raccordi di rullaggio) e delle dotazioni degli apron (piazzali): nel breve periodo verranno utilizzati circa 11 milioni di euro per lavori di riqualifica ampliamento delle infrastrutture dei piazzali. Ti potrebbe interessare: Aeroporto di Catania Fontanarossa | Storia e sviluppi futuri Aeroporto di Catania, 95 milioni di investimenti per il più grande scalo del Sud L’aeroporto di Catania si fa grande: aggiudicati i lavori per il nuovo terminal

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
27 apr 2017

S7 Airlines ha inaugurato oggi il nuovo volo diretto Catania-Mosca

di Mobilita Catania

S7 Airlines, Membro dell’alleanza oneworld®, continua il suo piano di espansione nel mercato italiano con l’apertura di un nuovo volo diretto Catania–Mosca. L'Airbus 320 proveniente da Mosca–Aeroporto di Domodedovo è atterrato a Catania alle 11 e 16 dopo un volo di 4 ore, inaugurando la nuova rotta operativa da oggi.  Il volo diretto da Catania opererà fino a 5 frequenze settimanali con partenza alle 12:05 e arrivo a Mosca alle 17:10. Il volo di ritorno partirà da Mosca – Aeroporto di Domodedovo – alle ore 08:00 ed arriverà a Catania alle 11:10 ora locale. I voli verranno operati da moderni e comodi Airbus 320 configurati con classe economica e business. Ecco gli operativi del volo: CTA DME   S70684    12:00 17:05 - 2 - 4 - 7 DME CTA   S70683    07:50  11:00 - 2 - 4 - 7 Dal 26 giugno a tutto settembre, si aggiungeranno due frequenze: CTA DME S70864 13:15 18:15 - 1 — 5 – DME CTA  S70683    09:10  !2:20 - 1- 5- L'aeroporto internazionale di Mosca-Domodedovo è situato vicino a Mosca, nella Russia europea: è l’aeroporto civile più grande della capitale per il traffico nazionale e il secondo aeroporto per il traffico internazionale, nonché uno dei maggiori hub russi. L’Aeroporto di Domodedovo è collegato con la capitale russa Mosca con una linea ferroviaria diretta. I treni regionali delle Ferrovie russe partono dall’aeroporto per le stazioni moscovite: Stazione di Mosca-Paveletskaja, Stazione di Mosca-Kurskaja, Stazione di Mosca-Belorusskaja. Il tempo di percorrenza dei treni è di 40 minuti e i treni “Aeroexpress” che collegano l’aeroporto con la città non effettuano fermate intermedie. L’aeroporto Domodedovo è inoltre collegato con la città di Mosca da taxi collettivi. Ci sono anche navette che permettono di raggiungere non solo il centro della città, ma anche l’Aeroporto di Mosca-Šeremet’evo e l’Aeroporto di Mosca-Vnukovo.   “Catania è una località meravigliosa, sia per gli amanti dell’antica architettura Europea, che per gli appassionati della montagna, della natura e degli scorci pittoreschi. Questo grazie anche alla vicinanza con il vulcano Etna. In aggiunta, intorno alla città, troviamo anche le più pure e le più belle spiagge. Gli appassionati dei soggiorni balneari chiamano Catania una delle migliori destinazioni italiane”, ha detto Igor Veretennikov, S7 Group Chief commercial officer. Daniela Baglieri e Nico Torrisi, presidente e amministratore delegato di SAC spa, società di gestione dell’Aeroporto di Catania: “È particolarmente significativo per un reale sviluppo dei flussi turistici fra la Sicilia e la Russia, il debutto a Fontanarossa di S7 Airlines, prestigiosa compagnia aerea che fino al 30 giugno collegherà tre volte a settimana (martedì/giovedì/domenica) Fontanarossa con lo scalo di Mosca-Domodedovo (il più grande per i voli nazionali e secondo in Russia per quelli internazionali) potenziandone ulteriormente il servizio nei mesi di luglio, agosto e settembre (lunedì/martedì/giovedì/venerdì/domenica). Siamo certi che questi voli diretti fra le due città incentiveranno la conoscenza e gli scambi culturali e turistici fra i due Paesi dalla storia e dai paesaggi tanto diversi quanto straordinari".   S7 Airlines offre voli convenienti con ottimi orari e una rete interna alla Federazione Russa che permette ai turisti ed agli uomini d’affari Italiani di raggiungere 50 destinazioni nella Russia centrale e meridionale (Saint Petersburg, Sochi, Kazan) ed in Siberia (Irkutsk, Novosibirsk ecc.). Tutte le destinazioni si raggiungono attraverso l’Hub di Mosca Domodedovo. S7 Airlines opera voli regolari in Italia dal 2012 cercando di rafforzare i legami commerciali e culturali tra l’Italia e la Russia. Catania è la sesta destinazione Italiana sulla mappa di S7 Airlines. La compagnia opera infatti voli regolari da Verona, Napoli, Torino, Pisa ed in estate anche da Genova. S7 Airlines (parte di S7 Group) è membro dell’alleanza globale oneworld. La compagnia ha un network interno molto vasto e opera voli regolari nei paesi CIS, in Europa, Sud Est Asiatico e nella regione Asiatica del Pacifico. S7 Airlines opera 172 rotte in 28 paesi tutte con la flotta più giovane e moderna della Federazione Russa. Nel 2007 S7 Airlines ha ricevuto dalla IATA il certificato IOSA (Iata Operational Safety Audit) diventando il secondo vettore Russo ad aver superato con successo le procedure di controllo internazionale per raggiungere l’eccellenza negli standard di sicurezza. S7 Airlines è una delle compagnie aeree più affidabili della Federazione Russia, in grado di realizzare ed offrire ai propri clienti le più recenti novità nel settore dei servizi di trasporto passeggeri e sviluppare i propri servizi in modo dinamico.S7 Airlines è vinto più volte il premio “The Wings of Russia” in diverse categorie. S7 Airlines ha più volte vinto il “Lions Advertising Festival” di Cannes per i progetti realizzati, e il “My Planet National Awards” per le scoperte nel campo di viaggio. S7 Airlines ha vinto il premio come “Migliore compagnia aerea russa” nel 2015 ed il National Geographic Awards.Nel 2016 S7 Airlines ha vinto anche il premio“Skyway Service Award” in tre categorie: la migliore compagnia aerea nella categoria “Economy Class, il “Miglior Programma Fedeltà” ed i “migliori servizi clienti online.”La compagnia aerea è membro di S7 Group. Nel 2016, ha trasportato più di 13,1 milioni di passeggeri.  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
24 ott 2016

Luxair conferma il volo Catania-Lussemburgo per l’estate 2017

di Roberto Lentini

Luxair Luxembourg Airlines, la compagnia di bandiera del Granducato di Lussemburgo, conferma il volo Catania-Lussemburgo anche per l'estate 2017. Il volo sarà operativo dal 9 aprile 2017 con 2 frequenze settimanali programmate ogni venerdi e domenica con prezzi a partire da 105,35 euro a tratta Ecco gli operativi del volo: CTA-LUX LG584 09:10 11:45 -5- LUX-CTA LG583 6:00 8:25  -5- CTA-LUX LG586 09:50 13:05 -7- LUX-CTA LG585 6:00 9:05  -7- Atterra all’aeroporto del Lussemburgo situato 5 km a nord-est della città di Lussemburgo, sul territorio dei comuni di Sandweiler e Niederanven. L'aeroporto è collegato con il centro con Autobus, shuttle e taxi. La linea 16 della compagnia Eurobus collega l’aeroporto con la stazione centrale degli autobus. La linea 9 collega l’aeroporto con la stazione centrale. La linea 117 parte invece dell’aeroporto per raggiungere la città tedesca di Trier. Cosa vedere in Lussemburgo Il vecchio quartiere e le fortificazioni della città sono classificati fra i siti Patrimoni dell'umanità dell'UNESCO dal 1994. Alcuni monumenti importanti sono: Il Palazzo Granducale di Lussemburgo, eretto a partire dal 1572 su progetti di Adam Roberti, è la residenza ufficiale dei Sovrani del Lussemburgo dal 1890. Nelle sue vicinanze è la sede del parlamento nazionale. La Cattedrale di Notre-Dame, edificio in stile tardo gotico con due affilatissime guglie sulle torri. La Place Guillaume è la piazza principale della città dove si affaccia il Municipio, eretto in stile neoclassico nel 1830. Le fortificazioni, imponenti muraglioni a strapiombo sull'Alzette, erette nel 1632 dagli Spagnoli e ampliate da Vauban nel 1685. Fonte Wikipedia  

Leggi tutto    Commenti 0

Ultimi commenti