Articolo
09 nov 2016

Siracusa-Gela, riprendono i lavori tra Avola, Noto e Rosolini

di Roberto Lentini

Riprendono dopo cinque mesi i lavori di riqualificazione sull’autostrada Siracusa-Gela nelle zone Avola, Noto e Rosolini che erano stati interrotti in attesa di una consulenza tecnica riguardante la pavimentazione. Gli interventi , annunciati dal Consorzio per le autostrade siciliane,  riguarderanno il rifacimento del tappetino usurato e della segnaletica orizzontale e verticale negli ex lotti Avola, Noto e Rosolini e si prevede di terminarli a marzo 2017. Il tratto in questione verrà chiuso al traffico per circa cinque chilometri nel tratto tra Rosolini-Noto. Le auto potranno circolare con  doppio senso di circolazione nella carreggiata opposta Noto-Rosolini con una velocità massima sarà di 60 chilometri orari.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
24 ott 2016

FOTO | Metropolitana: a pochi mesi dalle prime scadenze, ecco come procedono i cantieri

di Roberto Lentini

I lavori della metropolitana procedono a ritmo serrato per rispettare le scadenze del 7 dicembre per la tratta Galatea-Stesicoro, e febbraio per la tratta Borgo-Nesima. I lavori della tratta Nesima-Monte Po procedono secondo cronoprogramma, mentre per la tratta Stesicoro-Palestro si è in attesa di aprire il cantiere. Noi di Mobilita Catania siamo andati a vedere lo stato d'avanzamento dei cantieri e ve lo mostriamo con questo reportage fotografico. TRATTA MONTE PO-NESIMA Cantiere "Torre Tabita" Il montaggio della TBM che realizzerà la galleria lunga 1.748,08 metri della tratta della metropolitana Nesima-Monte Po è quasi ultimato. Tra qualche settimana la TBM inizierà lo scavo che la porterà fino alla stazione di Nesima.  La TBM è  un vero e proprio cantiere mobile che, a una velocità di 10 metri al giorno, avanza portando con sé tutte le attrezzature necessarie allo scavo, allo smaltimento dei detriti e alla realizzazione del rivestimento della galleria costituito da conci prefabbricati in calcestruzzo armato. Stazione Monte Po Lo scavo della stazione di Monte Po è stato in parte completato. A breve verranno realizzate le pareti laterali della galleria per sostenere il terreno circostante allo scavo. Finita questa fase verranno realizzati i solettoni di fondo con le predisposizioni di binari e selle, per il passaggio della TBM. Stazione Fontana Anche nella stazione Fontana sono iniziati gli scavi per la realizzazione della stazione. Nella prima fase verranno spostati i sottoservizi e solo successivamente si procederà allo scavo vero e proprio. TRATTA NESIMA-BORGO Stazione Nesima I lavori della stazione Nesima procedono in maniera abbastanza spedita. È stata già realizzata la scala che conduce dal mezzanino al piano dei binari, lato nord ovest. Dalla foto è anche visibile il mezzanino già realizzato che collega i due ingressi lato ovest. Nella parte nord lato est si sta completando lo scavo per realizzare la scalinata che dal mezzanino conduce al piano dei binari. La parte strutturale dell'ascensore è stata già completata. Stazione San Nullo La stazione di San Nullo si trova in una fase abbastanza avanzata. È stata già completata la posa della pavimentazione nel mezzanino e nel piano dei binari.   Stazione Cibali Nella stazione di Cibali i lavori sono in una fase meno avanzata a confronto con le altre stazioni. Rispetto alla nostra ultima visita non abbiamo notato nessuna variazione di rilievo nonostante siano presenti numerosi operai. Probabilmente si sta lavorando principalmente all'interno della stazione.   Stazione Milo La stazione Milo all'interno è pronta mentre all'esterno è stato completato il sistema di illuminazione. Questa stazione disporrà di un ampio parcheggio e di una fermata per gli autobus. TRATTA GALATEA-STESICORO Stazione Giovanni XXIII La stazione Giovanni XXIII è forse quella in cui al momento si trovano il maggior numero di uomini e mezzi per riuscire a rispettare la data di inaugurazione del 7 dicembre. La scalinata dell'ingresso B, che dal piano strada conduce al grande mezzanino, è stata finalmente realizzata ma rimangono ancora molte parti strutturali da completare.     Stazione Stesicoro All'interno la stazione Stesicoro è già pronta, all'esterno si stanno completando le ultime rifiniture ai quattro accessi in Corso Sicilia. Le strutture di vetro degli ascensori sono state già montate. Il completamento dei lavori nelle tratte Galatea-Stesicoro e Borgo-Nesima è previsto a cavallo tra il 2016 e il 2017. Dopo un breve periodo necessario per verifiche, collaudi e pre-esercizio, pertanto, a meno di nuovi intoppi, le estensioni potranno finalmente entrare in esercizio, previsto entro l’anno in corso per la Galatea-Stesicoro ed entro la fine dell’inverno per la Borgo-Nesima, portando a nove i chilometri di metropolitana (contro i 3,8 attuali) e raddoppiando le stazioni da 6 a 12. La nuova linea della metropolitana sarà così articolata: Nesima San Nullo Cibali Milo  Borgo Giuffrida Italia Galatea Stazione Centrale FS Porto Giovanni XXIII  Stesicoro   Ti potrebbero interessare... Metropolitana, tratta Nesima-Monte Po: pronti i conci per la galleria Metropolitana, arrivata la TBM per la tratta Stesicoro-Palestro Metropolitana di Catania | Scheda dell'opera        

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
30 ago 2016

Ministro Delrio a Catania: avanti tutta per metro, porto e aeroporto

di Mobilita Catania

Ieri mattina, il sindaco di Catania, Enzo Bianco, e il Ministro delle Infrastrutture, Graziano Delrio, hanno effettuato due sopralluoghi nei cantieri della metropolitana di Monte Po e di Corso Sicilia, cui ha fatto seguito una riunione operativa presso Palazzo degli Elefanti sullo stato delle grandi infrastrutture in città: metropolitana, evidentemente, ma anche rete ferroviaria, tangenziale, porto e aeroporto. A Fontanarossa sono in ballo la ristrutturazione del terminal Morandi e la realizzazione della nuova stazione FS: in entrambi i casi si parla di 2018, se tutto procederà bene e speditamente. Il primo cantiere visitato è stato quello di Misterbianco, ossia il principale dei due aperti per la realizzazione della tratta Nesima-Monte Po, visto che è il sito dove si sta montando la grande 'talpa' che scaverà velocemente il tunnel. Il secondo, invece, è la stazione "Stesicoro", in avanzato stato di realizzazione come testimoniano le foto tratte da Catania Today: Così il ministro: «Catania è un esempio di come il Mezzogiorno d’Italia possa trovare la strada dello sviluppo anche attraverso la realizzazione concreta delle infrastrutture. Catania sarà la città metropolitana del Mezzogiorno con la maggiore qualità e incidenza delle reti metropolitane: un grande successo anche per il turismo locale. Credo che quello che stiamo facendo in questa città sia un grande segnale per il Mezzogiorno. C'è un piano complessivo di infrastrutturazione, insieme con una visione della logistica e dell'intermodalità, unica in Italia: sistema metropolitano, portuale, stradale e ferroviario, ossia tutto quello che abbiamo detto essere la chiave per far ripartire l’economia dei territori e l’occupazione. Al sud l'autostrada Salerno-Reggio Calabria è praticamente conclusa, abbiamo sbloccato adesso la Ragusa-Catania, abbiamo un piano organico per potenziare la Tangenziale di Catania per cui sono state già individuate le risorse finanziarie tra i nuovi fondi per lo sviluppo e la coesione. Da Catania un esempio concreto per l'Italia su cos’è la ‘cura del ferro'». Sulla metropolitana si è soffermato il sindaco Bianco: «Cercheremo di aprire la tratta Galatea-Stesicoro all'inizio di dicembre, possibilmente per la festa dell'Immacolata. Intanto stanno per essere consegnati e, quindi, partire i lavori per la realizzazione del tunnel Stesicoro-Palestro: in questo caso, il cantiere principale sarà localizzato nell'area di via Palermo». Ti potrebbero interessare… Metropolitana di Catania | Scheda dell’opera Metropolitana, arrivata la TBM per la tratta Stesicoro-Palestro Metropolitana, Di Giambattista: «Le due tratte aperte a dicembre e a febbraio»

Leggi tutto    Commenti 9
Articolo
26 ago 2016

VIDEO | Metro, stazione Giovanni XXIII: da Natale ci muoveremo così

di Andrea Tartaglia

In esclusiva per catania.mobilita.org, ecco un video realizzato prima di Ferragosto che mostra lo stato di avanzamento del cantiere della stazione metro "Giovanni XXIII", sita tra l'omonima piazza e via D'Amico, in corrispondenza dell'imbocco di viale Africa. La fine dei lavori è prevista in autunno, con inizio dell'esercizio pianificato, salvo imprevisti, entro Natale. Il video mostra il percorso attraverso il quale si giungerà al livello treni (ipotizzando di voler andare a Stesicoro), una volta entrati dall'ingresso pedonale di viale Africa (marciapiede est) e, successivamente, lo spostamento dal piano binari al mezzanino. Quest'ultimo, ovviamente, è ancora privo dei tornelli che sarà obbligatorio attraversare, convalidando il biglietto o l'abbonamento, per poter accedere al livello inferiore e per guadagnare l'uscita. Buona visione.   Ti potrebbero interessare... Metropolitana di Catania | Scheda dell’opera Metropolitana, arrivata la TBM per la tratta Stesicoro-Palestro Metropolitana, Di Giambattista: «Le due tratte aperte a dicembre e a febbraio»

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
22 ago 2016

FOTO | Metro, dentro la stazione “Giovanni XXIII”: si accelera per completare i lavori

di Andrea Tartaglia

L'apertura del tratto Galatea-Stesicoro della metropolitana, prevista per Natale, rappresenta una grande scommessa per la Ferrovia Circumetnea: la comunione di intenti, però, è forte e si sta facendo di tutto per rispettare questa scadenza. Nel cantiere, attualmente, è impegnata circa una settantina di operai. Viale Africa è stato riaperto al traffico già lo scorso lunedì 8 agosto, subito dopo il completamento del tunnel pedonale tra il mezzanino della stazione e i nuovi accessi pedonali in corso di realizzazione sulla banchina est di viale Africa, quasi ad angolo con piazza Papa Giovanni XXIII e quindi a pochi passi dalla stazione centrale FS, che sarà così raggiungibile a piedi senza dover attraversare strada alcuna. Nelle prossime settimane il marciapiede all'imbocco di viale Africa, lato est (direzione piazza Galatea) sarà ampliato per meglio indirizzare i veicoli in carreggiata, visto che questa è stata un po' ristretta per consentire la realizzazione delle scale di accesso al sottopassaggio. A fianco del corpo principale della stazione, si lavora per completare il corpo interrato della sottostazione elettrica. La fase di realizzazione di quest’ultima ha di recente visto ultimato il getto del solaio di copertura. Si procederà nelle settimane a venire alla realizzazione della parte mancante, il cui ingombro risulta immediatamente adiacente alla parte finale della banchina di stazione.   Intanto, sottoterra si continua a lavorare alacremente. Al livello treni è stata già completata la posa del binario dispari; quello pari verrà collocato successivamente man mano che cesseranno le esigenze di passaggio di mezzi gommati di cantiere all'interno del tunnel. Contestualmente verranno approntate le misure tecniche necessarie al collegamento con la tratta di metropolitana in esercizio che attualmente prosegue da Galatea per il porto. Le banchine di attesa treni sono più larghe di quelle delle stazioni attuali. Sulle pareti verrà prossimamente posato il rivestimento in piastrelle esagonali ed all'imminente termine delle operazioni di passaggio cavi elettrici, di alimentazione e di emergenza, si provvederà alla chiusura con un controsoffitto modulare a coltello in grado di smorzare il disturbo acustico tra il piano ferrato e i sovrastanti ambienti commerciali e di servizio. Foto: Andrea Tartaglia Ti potrebbero interessare… Metropolitana di Catania | Scheda dell'opera Metropolitana, arrivata la TBM per la tratta Stesicoro-Palestro Metropolitana, Di Giambattista: «Le due tratte aperte a dicembre e a febbraio»

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
10 ago 2016

FOTO | Metro, stazione Stesicoro: tocca alle rifiniture

di Andrea Tartaglia

La stazione della metropolitana "Stesicoro" in Corso Sicilia è senza dubbio, insieme con "Milo" di viale Alexander Fleming, quella allo stadio di realizzazione più avanzato. Prova ne è, in questi giorni, la posa del rivestimento in pannelli di vetro sul telaio in acciaio dei due vani ascensori: una soluzione architettonica contemporanea e gradevole che ricorda, in qualche modo, la facciata dell'area partenze dello scalo di Fontanarossa. Ecco le foto: Contestualmente sono stati già installati i pali che sosterranno la caratteristica "M" retroilluminata all'ingresso di ognuna delle quattro rampe di scale (fisse e mobili):   Intanto, a ricordarci la prossima presenza della metro, permangono questi bellissimi "totem" floreali: L'apertura di questa stazione è prevista per Natale di quest'anno. (foto Andrea Tartaglia)

Leggi tutto    Commenti 1
Articolo
08 lug 2016

Metropolitana, Di Giambattista: «Le due tratte aperte a dicembre e a febbraio»

di Mobilita Catania

Nonostante la sentenza formulata due giorni fa dal Consiglio di Giustizia Amministrativa, Virginio Di Giambattista, commissario governativo Ferrovia Circumetnea, conferma il cronoprogramma per la messa in esercizio delle due tratte della metropolitana catanese in via di completamento foto in evidenza: stazione San Nullo. Fonte: La Sicilia L'ingegnere Di Giambattista, durante la II Conferenza Nazionale sulla Mobilità sostenibile, in corso oggi e domani presso il Monastero dei Benedettini di Catania, ha affermato che si conta di mettere in esercizio la tratta Galatea-Stesicoro a dicembre di quest'anno, mentre per la Nesima-Borgo bisognerà attendere le festività agatine di febbraio. Viene confermato così il nuovo cronoprogramma dettato dalla Ferrovia Circumetnea ad aprile 2016, dopo lo sblocco dei cantieri a seguito delle vicende Tecnis. La recente sentenza del Consiglio di Giustizia Amministrativa, che ha accolto l’appello del consorzio Ciro Menotti contro l'aggiudicazione dei lavori di realizzazione della tratta Galatea-Giovanni XXIII all’associazione temporanea d’imprese tra la Tecnis e il Consorzio Stabile Infratech, non sembra preoccupare la dirigenza FCE. Nel frattempo i lavori delle due tratte proseguono a pieno regime. In viale Africa si lavora per la costruzione della stazione Giovanni XXIII, operazioni per le quali si è resa necessaria la chiusura parziale di viale Africa. Pertanto, dopo un breve periodo necessario per verifiche e collaudi, le estensioni potranno entrare in esercizio nel 2017, portando a nove i chilometri di metropolitana (contro i 3,8 attuali) e raddoppiando le stazioni da 6 a 12. La nuova linea della metropolitana, dunque, già dall'anno prossimo sarà così articolata, partendo dalla periferia: Nesima San Nullo Cibali Milo  Borgo Giuffrida Italia Galatea Stazione Centrale FS Porto Giovanni XXIII  Stesicoro Nei giorni scorsi Mobilita Catania si è recata presso i cantieri della metropolitana: qui potete consultare il resoconto dettagliato e le foto dei lavori. Per la tratta Nesima-Monte-Po i lavori proseguono: tra un mese la TBM "Agata" sarà pronta per effettuare lo scavo del tunnel a partire dal cantiere di Torre Tabita. Buone notizie anche dal lotto Stesicoro-Palestro: a breve saranno aperti pure i cantieri, con un’altra TBM che verrà chiamata Grazia- che deve ancora arrivare - e entrerà probabilmente nel sottosuolo nei pressi del cavalcavia di via Palermo. In questo caso i lavori appaltati riguardano la sola realizzazione del tunnel e non delle relative stazioni (San Domenico, Ospedale Vittorio Emanuele e Palestro), per le quali è previsto un diverso appalto. Ti potrebbero interessare... Metropolitana di Catania | Storia e scheda dell’opera; Metropolitana, consegna del cantiere Stesicoro-Palestro imminente; Cantieri metropolitana, si torna a lavoro: ecco il nuovo cronoprogramma  

Leggi tutto    Commenti 0