Articolo
15 nov 2015

Viadotto Himera aggirato, domani l’inaugurazione: l’Anas in giornata potrebbe autorizzare il transito

di Amedeo Paladino

[AGGIORNAMENTO | Alle ore 10 e 30 l'ANAS ha autorizzato il transito ai veicoli, dopo 7 mesi dal crollo del viadotto e dopo 90 giorni dall'inizio dei lavori la bretella è pronta e ufficialmente aperta. Alle 11 e 40 si svolgerà una conferenza stampa in prefettura alla presenza del Ministro Delrio.] Dopo 7 mesi finalmente il viadotto Himera è aggirato: i lavori hanno messo in sicurezza la Strada Provinciale 24 e creato la rampa di accesso allo svincolo di Tremonzelli. L'inaugurazione si svolgerà domani alla presenza delle Infrastrutture e dei Trasporti Graziano Delrio, poi toccherà all'Anas dare il via libera al transito dei veicoli, forse già in giornata o martedi. I lavori sono stati finanziati interamente con fondi Anas e hanno riguardato la demolizione della carreggiata in direzione Catania del Viadotto Himera, la realizzazione della bretella, tra la S.P. 24, dallo svincolo di Scillato fino al viadotto e la realizzazione della nuova rampa di accesso all’autostrada A19. Il costo dell’intera opera è di 9 milioni 330mila euro, realizzata nei 90 giorni previsti; l’opera consentirà di risparmiare circa 40 minuti sui tempi di percorrenza rispetto alla viabilità attuale. Successivamente verranno demolite le altre tre campate del viadotto Himera e a questo punto si deciderà se utilizzare la carreggiata del viadotto direzione Catania-Palermo.

Leggi tutto    Commenti 1
Articolo
15 nov 2015

Dopo gli attacchi a Parigi innalzate le misure di sicurezza negli aeroporti italiani: i consigli dell’ENAC

di Amedeo Paladino

L'ENAC (Ente Nazionale per l'Aviazione civile) comunica un innalzamento delle misure di sicurezza e dei controlli presso gli scali italiani. In considerazione della situazione determinatasi a seguito degli attacchi terroristici a Parigi, l’Ente Nazionale per l’Aviazione Civile informa di aver disposto, già dalla notte del 13 novembre, l’innalzamento delle misure di sicurezza in tutti gli aeroporti nazionali. Informando che potrebbero essere più lunghi i tempi dedicati ai controlli e che potrebbero, pertanto, crearsi delle file, l’ENAC invita i passeggeri in partenza dagli scali italiani a recarsi negli aeroporti in anticipo rispetto ai tempi normalmente previsti.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
15 nov 2015

Piazza dei Libri non si tocca. Oggi e domani la piazza si anima

di Alessio Marchetti

Piazza dei libri non si tocca! Sembra incredibile che un consigliere comunale e alcune associazioni di categoria possano criticare la "Piazza Dei Libri" gestita dall'associazione Gammazita. Il tutto è iniziato a margine di una polemica sulla micro area pedonale di fronte il Castello Ursino, che ha suscitato immediate proteste di commercianti sostenuti da alcuni consiglieri comunali, provvedimento sul quale l'amministrazione ha appena fatto marcia indietro. Le critiche hanno investito l'operato dell'associazione Gammazita la quale dal 2013 gestisce una piccola area, sempre in piazza Federico di Svevia: Piazza dei libri ha permesso di riqualificare uno squallido parcheggio illegale per autovetture trasformandolo in un' area ricca di libri, vita, colori e cultura. In difesa della piazza, è stato creato un evento di due giorni che inizierà questa domenica alle ore 16. Ecco com'era la piazza: Ed eccola dopo: A supporto della piazza si sono mobilitati tantissimi cittadini e diversi artisti, qui Eugenio Finardi: Lunedì inoltre, a partire dalle 19.30, sarà presente a supporto della piazza dei libri anche Vinicio Capossela. Ecco il comunicato ufficiale  dell'associazione Gammazita: Piazza dei Libri agli attacchi risponde con i fatti e si mobilita, coinvolgendo tutte le famiglie, i ragazzi, gli artisti, i sostenitori, in due giornate dedicate alla diffusione e alla condivisione della cultura. Domenica 15 e lunedì 16 si avvicenderanno nella biblio-emeroteca urbana a cielo aperto di Piazza Federico di Svevia tanti artisti, già sostenitori dell’iniziativa e protagonisti di eventi organizzati dall’Associazione Gammazita durante l’anno di attività di Piazza dei Libri, ma uno su tutti vi lascerà senza fiato: è in arrivo a#PiazzadeiLibri VINICIO CAPOSSELA accompagnato dal suo nuovo libro “Il Paese dei Coppoloni”. Una risposta concreta che richiama tutti in Piazza contro la polemica scatenatasi negli scorsi giorni sull’operato dell’Associazione Gammazita e a sostegno della già vasta mobilitazione popolare che si è aperta sul web sotto lo slogan “#PiazzadeiLibri #NONSITOCCA!” per rispondere alla richiesta di un gruppo di consiglieri comunali, appoggiati da una federazione di commercianti, di mettere in discussione l’esistenza, la sussistenza e la ragion d’essere, della stessa Piazza dei Libri. Per domenica 15 novembre lo start è previsto alle ore 16.00 con i laboratori per i più piccini e a seguire danze tradizionali, musica, teatro, reading e tanto altro ancora, per trascorrere un pomeriggio all’insegna della spensieratezza. Si prosegue con la rivincita del lunedì: questa volta, infatti, sarà impossibile lamentarsi del tanto odiato inizio settimana perché con noi ci sarà Vinicio Capossela! Lunedì 16 novembre l’Associazione culturale Gammazita, l’Università degli studi di Catania - Dipartimento di Scienze Umanistiche - e Efestiade, promuovono l’incontro “Botta e Risposta” tra Nello Vecchio e Vinicio Capossela su “Il Paese dei Coppoloni”, il più recente scritto del cantautore e scrittore italiano. L’appuntamento per la presentazione del libro è alle ore 17:00 presso l’Auditorium del Carlo, Monastero dei Benedettini, e a seguire, alle ore 19:30, tutti a Piazza dei Libri dove sarà possibile acquistare una copia, farsela autografare e avere un confronto diretto con Vinicio che incontrerà i lettori e gli amanti della sua musica a sostegno della Biblio-Emeroteca Urbana di Gammazita. "#PIAZZADEILIBRI #NONSITOCCA!" è un motto oramai diventato virale, che ha raggiunto migliaia di utenti sul web, ma che ci ha, soprattutto, permesso di toccare con mano tutto l’appoggio delle persone che, come noi, credono in questo coraggioso progetto di riqualificazione urbana dal basso e vogliono che vada avanti e cresca ogni giorno di più. Ecco perché due giorni di eventi culturali con tanti ospiti perché vogliamo che dal web si vada tutti a vivere di persona quello spazio, nato nel cuore pulsante di Catania, che consente a chiunque, nessuno escluso, di usufruire ogni giorno, gratuitamente, di libri di ogni genere e di eventi mensili dedicati al piacere di condividere la cultura e la lettura. PIAZZA DEI LIBRI NON SI TOCCA e partecipando a questi due giorni dedicati potremo dirlo tutti insieme e a gran voce: questo spazio è di tutti e per tutti e come tale va difeso e tenuto in vita.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
14 nov 2015

Via San Calogero si anima di arte e biciclette: domenica CICLOSTREETART

di Mobilita Catania

Domenica 15 novembre dalle 10 del mattino alle 20,00 il vicolo San Calogero si animerà di arte e di biciclette. Un connubio originale ma simbolico di come l’arte, la bellezza e l’attenzione per l’ambiente possono salvare la città oggi troppo spesso aggredita da bruttezze, inquinamento, abusivismo. Officina GammaZ insieme a Salvaiciclisti Ct e Move in Sicily, con il sostegno di decine di associazioni riunite nella “Fabbrica del decoro” e con il patrocinio del Comune di Catania attraverso una grande istallazione di quadri, fotografie, biciclette e cortometraggi che si dispiegherà lungo il vicolo, intendono richiamare l’attenzione della città sul centro storico e su alcuni dei suoi angoli suggestivi. Il vicolo San Calogero, valorizzato attraverso l’arte e la cultura, potrebbe essere sottratto all’oblio ed al degrado e costituire un polo di attrazione anche turistica in quanto, se pedonalizzato, potrebbe fungere da anello di congiunzione di un ideale passaggio ciclopedonale fra la caratteristica pescheria, la via Dusmet e il Castello Ursino. L’arte, liberata dal formalismo, domenica uscirà da contenitori riservati di mostre ed esposizioni ufficiali e verrà messa in strada con il compito di avviare un percorso di rigenerazione urbana per allontanare il pericolo che il quartiere sia teatro di attività illegali o abusive. La partecipazione, oltre che garantire la fruizione dell’evento creato a titolo volontaristico dalla cittadinanza attiva, costituisce anche un importante atto di sostegno al progetto.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
14 nov 2015

Autostrada Catania- Siracusa: l’ANAS comunica limitazioni del traffico

di Mobilita Catania

L'ANAS S.p.A comunica la programmazione di limitazioni al traffico sulla “Catania-Siracusa” e sulla Tangenziale ovest di Catania: Per lavori di manutenzione e ripristino dei danni provocati da incidenti, a partire dalle ore 7.00 di lunedì 16 novembre 2015 e fino alle ore 18.00 di sabato 6 febbraio 2016, saranno presenti alcune limitazioni lungo le autostrade A01 Catania-Siracusa e A18 Diramazione, sulla Tangenziale ovest di Catania, e sulle strada statali 114 ‘Orientale Sicula’ e 193 ‘di Augusta’, nelle provincie di Catania e Siracusa. Nel dettaglio si rende necessaria l’istituzione del restringimento della carreggiata stradale – con chiusura alternata delle corsie di emergenza e marcia o di sorpasso – in tratti saltuari compresi tra le seguenti progressive: · dal km 0,000 al km 25,136 dell’autostrada A01 ‘Catania-Siracusa’ · dal km 0,000 al 24,000 della Tangenziale ovest di Catania · dal km 0,000 al 3,700 dell’autostrada A18 Diramazione · dal km 130,650 al km 154,550 della strada statale 114 ‘Orientale Sicula’ · dal km 0,000 al km 5,250 della strada statale 193 ‘di Augusta".    

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
13 nov 2015

Via Vincenzo Giuffrida: metterla in sicurezza è possibile con pochi interventi

di Amedeo Paladino

Via Vincenzo Giuffrida è una delle strade d'ingresso della città: il tipo di transito veicolare è di penetrazione dalla circonvallazione e dalla tangenziale; il flusso è molto consistente poiché supera le duemila unità ogni ora durante le fasce di punta. La strada separa in due un quartiere residenziale molto popolato e ricco di servizi come scuole, uffici e attività commerciali; la larghezza delle due carreggiate è di 20 metri circa con 3 corsie in ogni direzione. Il numero di veicoli e le caratteristiche della strada non si conciliano con la sicurezza dei pedoni. Nonostante quattro dei cinque attraversamenti siano regolati da semaforo a chiamata pedonale i veicoli provenienti da nord (circonvallazione e tangenziale) e da sud percorrono la strada a una velocità tale da aumentare lo spazio di frenata. Nel video si può inoltre osservare che la mancanza di paletti parapedonali- in alcuni punti sostituiti da transenne- permette a scooter e moto di fare inversione a U sulle strisce pedonali, invadendo l'isola salvagente destinata ai pedoni. Per migliorare la sicurezza dei pedoni è possibile implementare alcuni interventi puntuali sia dal punto di vista tecnico che sul versante dei controlli della Polizia Municipale. In corrispondenza della chiamata dei semafori pedonali è frequente ci siano auto in sosta che limitano la visibilità degli automobilisti al sopraggiungere del pedone: in questo caso è necessario il controllo costante della Polizia Municipale in modo tale da non far sostare veicoli. Gli interventi da operare sull'infrastruttura stessa della strada sono molteplici e puntuali. Purtroppo la tipologia di strada e di traffico non permette l'installazione di attraversamenti rialzati, i più efficaci perché costringono i veicoli a rallentare. Tuttavia si può intervenire nella visibilità degli attraversamenti con la sostituzione delle lampade dei semafori con più efficaci lanterne a led- già installate in altre zone della città-, gli impianti semaforici potrebbero essere dotati di illuminazione diretta sull'attraversamento. La segnalazione degli attraversamenti potrebbe essere migliorata grazie all'installazione di bande sonore- già presenti ma ormai deteriorate-. Esse non sono finalizzate alla riduzione in sé della velocità, rispetto alla quale non sortiscono particolari effetti, ma il loro scopo principale è quello di preavvisare gli utenti riguardo la presenza di successivi dispositivi per la riduzione della velocità, o condizioni di pericolo, in modo che gli utenti stessi possano modificare il loro comportamento. Sarebbe inoltre opportuno il presidio costante di dispositivi di rilevamento della velocità.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
12 nov 2015

Via Dusmet, la porta d’ingresso alla città: una trappola mortale

di Amedeo Paladino

Via Cardinale Dusmet è per Catania una strada fondamentale in quanto è percorsa dal traffico veicolare in ingresso e in uscita dal centro urbano in direzione sud, verso la Playa, la zona industriale e l’asse dei servizi: il flusso elevato di auto penetra da questa strada verso la città. Questa arteria, posizionata tra l’area portuale e il centro storico, è attraversata giornalmente dai molti turisti che approdano al porto di Catania e da molti cittadini, vista la presenza della stazione Porto della metropolitana. Il percorso di collegamento tra l’area Portuale e il centro storico, evidenziato anche dalla cartellonistica come percorso storico-monumentale che conduce fino alla porta Uzeda, piazza Duomo e via Etnea, è costituito da alcuni attraversamenti pedonali in cui il rischio di scontri tra pedoni e i veicoli è costante. La presenza del cordolo spartitraffico non impedisce agli automobilisti di tagliare il flusso di auto, proveniente da sud, per entrare al Porto.  La situazione che abbiamo monitorato mette in costante pericolo chi attraversa la strada. Le strisce pedonali poste di fronte la Vecchia Dogana sono ugualmente pericolose: il transito dei croceristi è raramente facilitato dalla presenza dei Vigili Urbani che suppliscono alla carenza di un attraversamento sicuro. Il primo approccio dei turisti alla nostra città non è dei migliori. Le carenze infrastrutturali e la mancanza dei controlli in via Dusmet sono palesi: il percorso dovrebbe essere ripensato alla luce dell'accessibilità pedonale verso il centro storico. La soluzione immediata ci sarebbe come dimostra la proposta dell'architetto Annamaria Pace consultabile al link sottostante. Via Cardinale Dusmet: isole salvagente per metterla in sicurezza Se non bastassero le foto ecco un video che mostra la situazione di grave pericolo di via Dusmet:

Leggi tutto    Commenti 0