Articolo
02 gen 2016

Corso Martiri della Libertà, dall’Anac parere positivo sulla procedura d’affidamento

di Andrea Tartaglia

Tra le sfide del 2016 per la città di Catania rientra a pieno titolo l'avvio dei lavori di risanamento di Corso Martiri della Libertà, per il quale è stato redatto un progetto di rilievo internazionale da parte dello studio di architettura di Mario Cucinella. L'amministrazione comunale di Catania aveva richiesto all'autorità nazionale anti-corruzione, l'Anac, un parere circa il modus operandi per l'avvio dei cantieri: procedura di affidamento diretto da parte dei privati proprietari delle aree o gare ad evidenza pubblica. Ebbene, il parere è giunto e consente l'affidamento diretto, per cui si prospettano tempi più brevi rispetto a quelli che si renderebbero necessari con le gare pubbliche. Il primo step, quindi, consisterà nelle opere di urbanizzazione (parcheggi interrati ed aree verdi). Per l'avvio, a questo punto, manca solo il completamento della documentazione tecnica da parte dei privati affinché il comune possa rilasciare la concessione edilizia. Una volta rilasciata, ai sensi di legge i privati avranno un massimo di un anno di tempo per l'inizio dei lavori, pena la decadenza del titolo. Leggi anche: Il progetto di Corso Martiri della Libertà

Leggi tutto    Commenti 1
Articolo
25 dic 2015

I nostri auguri di un felice Natale con le nuovi luci di piazza Europa

di Mobilita Catania

Lo staff di Mobilita Catania festeggia il suo primo Natale e augura a tutti i lettori e amici di trascorrere felicemente questo giorno speciale. Gli approfondimenti di catania.mobilita.org insieme alle vostre segnalazioni e proposte, che contraddistinguono il taglio partecipativo e propositivo del network mobilita.org, ritorneranno nei prossimi giorni. Nell'augurarvi nuovamente un felice Natale vi proponiamo le foto della riqualificazione del verde e degli arredi urbani di piazza Europa: l'intervento è stato frutto del contributo della società cooperativa Sims e della società Gemmo in collaborazione con il Comune di Catania e la società Multiservizi. L'acqua finalmente tornata a zampillare e la luce della fontana possano essere di buon augurio per la nostra città.  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
11 dic 2015

Le telecamere ZTL Bellini possono attendere: gli operai tappano le buche

di Mobilita Catania

Continua la storia infinita della Zona a Traffico Limitato di piazza Bellini e del quadrilatero delimitato da via Vittorio Emanuele, via Sangiuliano e via Ventimiglia. Il mese scorso abbiamo pubblicato su catania.mobilita.org un report fotografico per denunciare lo stato di abbandono in cui versa l'area che solo sulla carta è interdetta al traffico motorizzato privato. Dopo la riqualificazione di via Teatro Massimo, di piazza Bellini e via Michele Rapisardi terminata nel 2007 e costata quasi due milioni di euro, le Amministrazioni che si sono susseguite hanno più volte inaugurato la videosorveglianza con l'obiettivo di preservare l'area dal transito delle auto non autorizzato; ultimo esordio della ZTL è datato novembre 2014. In quell'occasione fu lo stesso vicesindaco Marco Consoli ad annunciare l'acquisto di altre 12 telecamere oltre le due già posizionate nei varchi di via Landolina e via Sant'Agata. Solo poche settimane fa un articolo del quotidiano "La Sicilia" annunciava l'imminente attivazione  delle due telecamere, ma oggi arriva la conferma di un ulteriore proroga: il software in uso alla Polizia Municipale è incompatibile con il vecchio sistema di videosorveglianza per il rilevamento delle targhe; per l'effettiva implementazione della videosorveglianza si dovrà attendere la soluzione al problema. Per le altre dodici telecamere, alcune delle quali saranno installate all'ingresso delle aree interdette al transito di via Crociferi e del borgo di San Giovanni li Cuti, si aspetta l'iter per la pubblicazione del bando di gara. Nel frattempo i varchi della ZTL sono costantemente varcati da auto private e furgoni fuori dall'orario di carico e scarico merci: la pavimentazione mostra ormai segni di cedimento quasi irrecuperabile con la normale manutenzione. L'esito della mancanza di videosorveglianza e di controlli da parte della Polizia Municipale dà esito a situazioni paradossali: alcuni operai chiamati oggi ad intervenire per rattoppare alcune grosse buche in via Teatro Massimo sono stati costretti a impedire il transito con l'utilizzo di un new jersey in plastica, nonostante le rimostranze degli automobilisti.  In questo video le condizioni della pavimentazione di via Teatro Massimo   Ti potrebbe interessare: FOTO | Piazza Bellini è ormai distrutta: c’era una volta la più bella piazza di Catania

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
09 dic 2015

Via Umberto pedonale i week-end natalizi

di Amedeo Paladino

Molti catanesi ricordano ancora via Umberto resa pedonale per alcuni mesi nel lontano 1988: una proposta del Sindaco Enzo Bianco alla sua prima esperienza al Palazzo degli Elefanti, da molti osteggiata e definitivamente bloccata dopo poco tempo. Allora la creazione dell'area pedonale di via Etnea e via Umberto fu un'iniziativa innovativa per la nostra città e la marcia indietro si è dimostrata poco lungimirante. In questi anni le istanze dei cittadini per una mobilità nuova e sostenibile si sono fatte sempre più pressanti e le esperienze di molte città italiane dimostrano che restituire lo spazio pubblico ai cittadini, sottraendolo alle auto, migliora la vivibilità della città in termini di salute, relazioni sociali ed economia locale. In una città come Catania, relegata in fondo alla classifica Ecosistema Urbano in base al rapporto di Legambiente che prende in esame 18 indicatori inerenti a qualità dell’aria, gestione delle acque, rifiuti, trasporto pubblico e mobilità, ogni iniziativa tesa a modificare la mobilità catanese fa notizia, raccogliendo opinioni discordanti tra i cittadini. Probabilmente anche la decisione dell'Amministrazione di rendere pedonale via Umberto I per i prossimi due fine settimana sarà da molti accolta positivamente e da altri osteggiata; tuttavia le esperienze del Lungomare Liberato, del Castello Ursino Liberato e di Ursino Buskers ci insegnano che iniziative come questa possono essere una leva per il cambiamento. La chiusura al traffico di via Umberto, nel tratto tra piazza Majorana e via Etnea, avverrà sabato 12 e sabato 19 dalle 16 alle 20 e le domeniche 13 e 20 dalle 9 alle 20: l'istanza di pedonalizzazione era stata avanzata nel mese di settembre dal movimento #salvaiciclisti in occasione della settimana europea della mobilità sostenibile. Per l'occasione l'AMT (Azienda Metropolitana Trasporti) metterà a disposizione un autobus storico, anche un trenino turistico natalizio farà la spola in via Umberto pedonale. Le linee di trasporto urbano il cui percorso insiste su via Umberto saranno dirottate su percorsi alternativi (Corso Italia o Corso Sicilia). La foto di via Etnea affollata di gente lo scorso sabato pomeriggio ci lascia sperare nel successo di via Umberto pedonale.

Leggi tutto    Commenti 0

Ultimi commenti