Articolo
23 mar 2016

Aeroporto Fontanarossa, divieto d’accesso alle auto sulla rampa partenze

di Mobilita Catania

Sac informa che, in seguito agli attentati di ‪‎Bruxelles‬, è stato deciso dall’Autorità di Pubblica Sicurezza un incremento delle misure di prevenzione e controllo nell' Aeroporto di Catania - Sicilia per motivi di ordine pubblico e a tutela dell’incolumità dei passeggeri e dei lavoratori aeroportuali. Le disposizioni sono in vigore da oggi e fino al prossimo mercoledì 30 marzo. Accesso al Terminal L’accesso al terminal sarà consentito soltanto ai viaggiatori muniti di biglietto aereo cartaceo o di carta di imbarco anche digitale (su smartphone o tablet, per coloro che hanno effettuato il check-in on line). Rampa Partenze Non sarà possibile accedere con mezzi privati alla rampa delle Partenze per accompagnare i passeggeri. L’accesso sarà consentito soltanto alle vetture con a bordo passeggeri a ridotta mobilità (PRM, che abbiano compilato specifica richiesta http://bit.ly/1YQ4Dbt), ai taxi, agli Ncc (noleggio con conducente), agli autobus urbani e a quelli interprovinciali. Navette private La rampa Partenze è chiusa anche per le navette dei parcheggi privati, degli hotel e dei tour operator che potranno caricare e scaricare i propri passeggeri negli stalli dedicati agli Ncc e limitrofi all’area manutenzione Sac (piano Arrivi, dopo parcheggio P1) Parcheggio gratis per 30’ Per venire incontro agli utenti, Sac ha esteso fino a 30 minuti la franchigia gratuita in tutti e quattro i parcheggi del sedime aeroportuale (P1, P2, P3 e P4) Vi consigliamo di recarvi  in aeroporto utilizzando la linea AMT Alibus o utilizzando la navetta dal parcheggio scambiatore Fontanarossa. Ti potrebbero interessare: Aeroporto di Catania Fontanarossa: storia e scenari futuri;  Aeroporto Fontanarossa: primi dati 2016 confortanti 

Leggi tutto    Commenti 3
Articolo
22 mar 2016

Attentati di Bruxelles: situazione aeroporto Vincenzo Bellini Catania

di Roberto Lentini

In seguito agli attentati di Bruxelles il Viminale ha innalzato le misure di sicurezza negli aeroporti italiani. Secondo quanto si apprende il Dipartimento di Pubblica sicurezza ha disposto un ulteriore rafforzamento dei dispositivi di controllo, già elevati, con particolare riferimento ai principali scali italiani. Disposto inoltre un coordinamento immediato con tutte le forze di sicurezza presenti negli aeroporti e uno scambio informativo con le direzioni aeroportuali e con le società che gestiscono gli scali. Oggi sono decollati solo due aerei programmati all’aeroporto di Fiumicino in partenza per Bruxelles. Il primo volo era della compagnia Brussels Airlines ed è partito alle 06:35; il secondo, della compagnia low cost Ryanair, è partito poco dopo le 07:00. Il terzo volo di Alitalia, la cui partenza era programmata per le 8:20 è stato soppresso, così come i collegamenti successivi, sia in partenza sia in arrivo. L'aeroporto di Catania, nella sua pagina Facebook, ha fatto sapere che oggi non ci saranno voli da e per Bruxelles. In realtà non esistono voli diretti da e per Bruxelles da Catania al momento. L'allerta comunque rimane. Al momento non si registrano ritardi nelle partenze e negli arrivi all'aeroporto Vincenzo Bellini di Catania. Si consiglia comunque di recarsi negli aeroporti di partenza con maggiore anticipo visto il rafforzamento dei controlli dei passeggeri in partenza. La Sac consiglia ai passeggeri in transito a Fontanarossa di recarsi almeno due ore prima.  Qui due video dell'attentato all'Aeroporto di Bruxelles

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
18 mar 2016

Chiusura al traffico in centro storico per godere del concerto di campane e sirene: le strade e le piazze interessate

di Amedeo Paladino

L'Assessore alla Mobilità del Comune di Catania Rosario D'Agata ha reso noto che, per sabato 19 marzo, in occasione del Concerto di campane e sirene del maestro Llorenc Barber e della Notte Bianca dei Musei, l'Ufficio Traffico Urbano ha istituito, tra le 19.45 e le 21.15, il divieto di transito nei seguenti tratti strada: via Vittorio Emanuele (da via Quartarone a piazza Cutelli), via Monsignor Ventimiglia (da piazza Cutelli a via di Sangiuliano), via Antonino di Sangiuliano (da via Ventimiglia a via Clementi), via Gesualdo Clementi, via Quartarone piazza Dante; piazza Manganelli e la via San Michele, inoltre, saranno chiuse al traffico dal pomeriggio fino a notte inoltrata. Il divieto, indispensabile per permettere un adeguato ascolto del Concerto di campane e sirene, è stato istituito con una determina firmata dal dirigente dell'Ufficio, il comandante del Corpo della Polizia municipale Pietro Belfiore, riguarderà ogni tipo di veicolo a eccezione di quelli delle Forze dell'Ordine e dei mezzi di soccorso in emergenza o autorizzati. Il concerto è organizzato da Centrocontemporaneo e dall’osservatorio Euromediterraneo, e sarà possibile grazie alla disponibilità della Curia, del Comune di Catania, dell’Autorità portuale e della Capitaneria. Il maestro Barber ha sottolineato  lo spirito pacifista dell’iniziativa: la musica unisce e crea legami, tutto l’opposto di quello che avviene con la guerra: il concerto potrà anche essere un evento per un risveglio della cittadinanza e far si che si crei sempre di più una comunità pacifica e che lotti per il bene della città. L’ideale sarà spostarsi a piedi o in bici nel centro storico per ascoltare il concerto da più postazioni; Barber infatti consiglia proprio la bici come mezzo ideale per spostarsi velocemente durante il concerto. Ti potrebbe interessare: Un concerto cittadino con sirene di navi e campane. Un evento unico per Catania.  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
18 mar 2016

Investimenti Anas in Sicilia, previsti 872 ml di euro per l’autostrada Catania-Palermo

di Roberto Lentini

L'Anas ha annunciato i piani di investimento che interesseranno le strade siciliane e in particolare l'autostrada Catania-Palermo. "Su un pacchetto di 20 miliardi di investimenti, l'Anas in Sicilia sta investendo il 16%, - ha affermato  Francesca Moraci, componente del CDA dell'ANAS - in Sicilia abbiamo destinato 3,3 miliardi di euro, cosi' ripartiti: 1,52 mld per la manutenzione straordinaria, mentre 1,78 mld per nuove opere. E' la prima volta - ha sottolineato - che viene realizzato un piano poliennale, mentre finora si è proceduto con Accordi di programma quadro senza avere una visione di sistema, questo è un aspetto fondamentale, è una prima trance di risposte per una Regione dove Anas gestisce 4 mila chilometri di rete, pari al 16% della rete nazionale, di cui 400 chilometri di autostrade". Per l'autostrada Catania-Palermo verranno investiti 872 milioni di euro così ripartiti:390 mln per il ripristino e miglioramento di ponti e viadotti; 298 mln per la pavimentazione stradale e adeguamento delle barriere di sicurezza, 144 mln per adeguare gli impianti nelle gallerie e per l’illuminazione degli svincoli autostradali, 40 mln di euro per la Infomobilità così ripartiti: 21 mln per informazioni sul traffico; 4 mln per le telecamere di sorveglianza; 1 mln di euro per il rilevamento delle condizioni meteo; 12 mln di euro per la diffusione della connessione a banda larga (fibra ottica e Wi-fi) e 2 mln per il monitoraggio e l’assetto idrogeologico. Ecco il video ufficiale che mostra tutti gli interventi previsti.     Anas ha in Sicilia investimenti per opere in corso e in fase di attivazione pari a 2,6 mld di investimenti. Tra gli interventi più rilevanti e più prossimi ad ultimazione vi sono anzitutto l’adeguamento della statale 640 di Portempedocle (circa 1 miliardo e mezzo), il completamento della Licodia-Eubea (116 milioni) e l’adeguamento della statale 189 della Valle dei platani.   Foto di copertina: AtraDoll Ti potrebbero interessare: Piano Pluriennale Anas 2015-2019, risorse anche per la Sicilia Viadotto Himera: due periti per la riapertura della carreggiata direzione Palermo

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
17 mar 2016

Sostare: aumenta la tariffa oraria, agevolazioni a studenti, multe meno care e niente tariffazione differenziata

di Amedeo Paladino

Dopo mesi di discussioni e 12 sedute consiliari il nuovo contratto di servizio della società partecipata Sostare è stato approvato La società partecipata Sostare gestirà fino al 2020 i circa 8 mila stalli blu a pagamento nel territorio catanese. Scompare la zonizzazione delle tariffe, diversamente da come inizialmente previsto: nel centro storico come nel resto della città, l'aumento sarà lineare, si passerà infatti da 0,75 centesimi a 0,87 euro/h. I residenti pagheranno 20 euro al mese, la sosta notturna in centro costerà di meno, ovvero 1 euro per il biglietto che copre la fascia oraria 21.00/2.00. Approvato un emendamento inerente a una tariffa agevolata per gli studenti dell'Ateneo di Catania: l'azienda dovrà aprire un tavolo tecnico con Comune e l'Università per discuterne. Per le partite IVA sarà previsto un carnet di 20, 50 e 100 euro con rilascio di fattura; sul fronte sanzioni la multa sarà di 10 euro entro un'ora dalla scadenza del tagliando. Infine la vigilanza delle zone a traffico limitato verrà esternalizzata dal Comune alla società Sostare.

Leggi tutto    Commenti 0