Articolo
24 giu 2021

Metropolitana, torna l’apertura nei giorni festivi

di Andrea Tartaglia

A partire da domenica 27 giugno la metropolitana di Catania tornerà a essere operativa anche nei giorni festivi, così come era prima dell'emergenza sanitaria dovuta alla pandemia da SarsCov2. Il caso vuole che questo piccolo passo verso il ritorno alla piena normalità avvenga proprio nel giorno del 22° anniversario della metropolitana (inaugurata il 27 giugno 1999). Adesso, quindi, la metropolitana è nuovamente aperta tutti i giorni della settimana, domenica compresa e com'è giusto che sia, anche se purtroppo rimane ancora limitato l'orario di esercizio nella fascia serale, con ultima corsa da Stesicoro per Nesima alle ore 21 (prima della pandemia era alle 22, e per alcune settimane ci fu anche l'apertura serale prolungata nei fine-settimana, di cui si attende il ripristino). L'orario di esercizio nei giorni festivi sarà 8:30-21:00 con corse ogni 15 minuti. In particolare, la prima corsa festiva da Nesima parte alle ore 8:30 e la prima corsa da Stesicoro alle ore 8:55, mentre l’ultima corsa festiva da Nesima è alle ore 20:30 e da Stesicoro alle ore 21:00. Nei giorni feriali, l'apertura è alle ore 6:40 con frequenza di dieci minuti sino alle ore 15:00 e di quindici minuti sino a termine esercizio. Ti potrebbero interessare: Metropolitana di Catania | Scheda dell'opera Passante Ferroviario di Catania | Scheda dell'opera Catania, Google Maps e la metro che non c'è Metropolitana da Misterbianco a Paternò inserita nel Pnrr Fermata Cibali della metropolitana, conto alla rovescia per l'apertura  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
16 giu 2021

Fermata Cibali della metropolitana di Catania, lavori completati

di Andrea Tartaglia

Con l'apposizione della dicitura "Cibali" nei tre accessi dell'omonima, nuova fermata della metropolitana di Catania, possono dirsi finalmente conclusi i relativi lavori di realizzazione. L'opera di ultimazione della stazione interrata, in verità, è stata già consegnata da diversi giorni dalla ditta D'Agostino alla Ferrovia Circumetnea, la quale sta adesso provvedendo all'installazione della segnaletica anche al piano binari. Negli ambienti ipogei sono in corso attività di verifica e collaudo propedeutiche all'apertura al pubblico, mentre alla quota stradale altri lavori, oggetto di un appalto a parte, sono in via di svolgimento per riqualificare l'area di pertinenza della Ferrovia Circumetnea, dove sorge la stazione del servizio di superficie. Queste attività comprendono la riqualificazione delle aree e dei fabbricati esistenti, la demolizione di piccoli manufatti non più necessari, l'impianto di illuminazione esterno nonché la nuova pavimentazione della banchina nord: tutti lavori, già a buon punto, che si concluderanno nel giro di poche settimane (termine contrattuale di sessanta giorni da inizio maggio) e che, oltretutto, daranno maggiore accessibilità e visibilità al nuovo accesso metro lato via Galermo. Quest'ultimo, per il momento, patisce proprio la presenza del cantiere di superficie e quindi, paradossalmente, non sarebbe fruibile se la fermata venisse immediatamente aperta al pubblico. Gli altri due accessi alla fermata metropolitana sotterranea sono ubicati in via Bergamo: uno a monte e uno a valle dei binari della Ferrovia Circumetnea. Ancora qualche settimana di pazienza, dunque, per l'apertura di una fermata importante, a servizio della zona nord del quartiere che ospita anche lo stadio Massimino. Una fermata che avrebbe dovuto aprire all'utenza il 31 marzo 2017 insieme con Nesima, San Nullo e Milo e che invece aprirà i battenti con più di quattro anni di ritardo. Inutile, ormai, ripercorrere il tormentato passato recente (e meno recente), caratterizzato in parte da ostacoli tecnici da superare ma, soprattutto, dalle difficoltà che hanno investito tutte le imprese nel tempo coinvolte prima dell'avvento della ditta D'Agostino, l'unica che è riuscita a portare a termine i lavori. Recriminazioni a parte, l'estate 2021 sarà quella dell'apertura di Cibali, con immediati benefici per residenti e commercianti della zona (e in futuro anche per il pubblico dello stadio), mentre grossi rallentamenti si segnalano, purtroppo, sul fronte della realizzazione delle nuove fermate di Fontana e Monte Po, a causa della crisi che investe l'impresa esecutrice, la CMC di Ravenna: molto difficile, a questo punto, che la scadenza per la conclusione di tali lavori, fino a qualche mese fa prevista per dicembre di quest'anno, sia rispettata. Non resta che consolarsi con le immagini di Cibali in dirittura d'arrivo, con il reportage fotografico di Andrea Petralia: Ti potrebbero interessare: Metropolitana di Catania Passante Ferroviario di Catania Catania, Google Maps e la metro che non c'è Tratta metro Misterbianco-Paternò inserita nel PNRR  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
12 giu 2021

Aeroporto di Catania, ridotta l’operatività a causa dell’eruzione dell’Etna

di mobilita

A causa dell'eruzione dell'Etna l'unità di crisi ha disposto la chiusura del settore B2 dello spazio aereo dell'aeroporto di Catania fino alle ore 9:00 di domani, domenica 13 giugno. Sarà consentito l'arrivo di 3 aeromobili all'ora e questo causerà considerevoli ritardi e disagi sia ai voli in arrivo che a quelli in partenza. I passeggeri sono pregati di verificare lo stato del proprio volo con le compagnie aeree. Per info generali sull'operatività dell'aeroporto cliccate qui .

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
12 mag 2021

Wizz Air lancia 6 nuove rotte dalla sua base di Catania con un terzo Airbus A321NEO

di mobilita

Wizz Air, a soli 7 mesi dall'apertura della base annuncia oggi l'assegnazione del terzo Airbus A321NEO alla sua base di Catania e l'avvio di 6 nuove rotte.  Dal 3 luglio 8 nuove rotte partiranno dall'Italia. Collegamenti internazionali come Abu Dhabi, Tel Aviv, Santorini, Heraklion e Praga e nazionali come Torino arricchiranno il network della compagnia dall'aeroporto di Catania. A Catania, l’aeromobile aggiuntivo e l’ulteriore capacità che porta nella regione rappresentano un investimento significativo nell'aeroporto di Catania Fontanarossa e localmente, con la creazione di oltre 40 posti di lavoro diretti e oltre 350 posti di lavoro indiretti *, a supporto di industrie come aviazione, trasporti, ospitalità e turismo. Wizz Air continua la campagna di recruitment di membri dell'equipaggio che parlano italiano nelle sue basi italiane di recente costituzione, dove la compagnia aerea offre più di 100 posti di lavoro. Coloro che sono interessati possono fare domanda sul sito di Wizz Air nella sezione Wizz Air’s career site. Il collegamento della Sicilia con 6 famose destinazioni nazionali e internazionali darà una spinta all'economia locale aumentando la capacità dell'aeroporto di Catania di oltre 490.000 posti / anno, fornendo ai passeggeri locali opportunità di viaggio ancora più convenienti ed entusiasmanti sempre a portata di mano. L'annuncio di oggi segue un periodo di recente espansione della compagnia in Italia, con Wizz Air che ha già quattro basi (Milano Malpensa, Palermo, Catania e Bari). Con l'assegnazione del nuovo velivolo, la flotta di Wizz Air in Italia crescerà fino a 13 aeromobili e l'aggiunta di queste 8 nuove rotte dall'aeroporto di Catania e Brindisi porterà le rotte di WIZZ da 23 aeroporti italiani a 187, comprese le rotte aggiunte di recente da Bari. Il nuovo velivolo Airbus A321neo farà base a Catania a partire dal 3 luglio e si aggiungerà ai due già presenti presso la base Wizz Air di Catania, inaugurata lo scorso ottobre. La famiglia di aeromobili Airbus A321-neo all'avanguardia offre un'efficienza dei consumi imbattibile, produce il 43% in meno di rumore e il 50% in meno di emissioni di NOX, rendendolo davvero la scelta più ecologica nel settore dell'aviazione oggi. L'attuale flotta della compagnia aerea ha un'età media di 5,3 anni che la rende una delle flotte più giovani al mondo. L'annuncio di queste nuove rotte rafforzerà ulteriormente l'impegno della compagnia aerea verso l'Italia e verso operazioni sostenibili e rispettose dell'ambiente. Le nuove rotte interne consentiranno ai passeggeri di viaggiare all'interno dell'Italia in modo sostenibile e sicuro, mentre le rotte che collegano l'Italia con gli Emirati Arabi Uniti, Israele, Lituania e Grecia rafforzeranno anche i legami economici tra queste regioni e paesi, sostenendo la crescita del settore turistico locale. Wizz Air guida il rilancio del settore all'insegna del motto "SAY YES TO FLYING" con rigide misure igienico-sanitarie a tutela dei passeggeri e dell'equipaggio. I filtri HEPA di tutti gli aeromobili Wizz Air già filtrano il 99,97% di virus e batteri dall'aria, i protocolli di salute e sicurezza di Wizz Air garantiscono un ambiente ultra pulito a bordo e la riduzione di interazioni umane non necessarie e contatti fisici non essenziali, in modo che i passeggeri WIZZ possano viaggiare in sicurezza fino a destinazione. Il sistema di ventilazione a bordo dell'aereo Wizz Air è moderno ed efficace e cambia completamente l'aria in cabina circa 20 volte all'ora. Aggiungendo WIZZ Flex alla loro prenotazione, i passeggeri possono essere certi che se le circostanze cambiassero, o semplicemente desiderassero viaggiare in una data diversa o verso una destinazione diversa, potranno riprenotare su qualsiasi volo WIZZ di loro scelta. George Michalopoulos, Chief Commercial Officer di Wizz Air, ha dichiarato: “Sono molto lieto di annunciare il terzo velivolo con base a Catania e il lancio di sei nuove rotte. Con la riapertura dell'Italia siamo felici di poter contribuire alla crescita dell'economia locale e nazionale, stimolando il turismo in Sicilia e creando centinaia di posti di lavoro locali. Siamo lieti di offrire nuove opportunità di viaggio entusiasmanti e convenienti verso destinazioni internazionali come Tel Aviv, Abu Dhabi, Praga, Heraklion, Santorini e mercati nazionali come Torino. La nostra rete italiana è in costante crescita e l'annuncio di oggi conferma ulteriormente il nostro impegno in Sicilia, Puglia e Italia ". Nico Torrisi, Amministratore Delegato dell’Aeroporto di Catania ha dichiarato:  "Siamo molto soddisfatti per le novità annunciate da Wizz Air, compagnia dinamica e affidabile che continua a scommettere sul nostro aeroporto e a investire sul territorio. Le sei nuove destinazioni, estremamente attrattive per il turismo ma anche per il business, e soprattutto la decisione di basare  a Catania un terzo aeromobile -con tutte le implicazioni positive in termini di occupazione e  sviluppo- sono un importante segnale di ripresa del comparto dell’aviazione commerciale. Nel momento in cui l’Italia è finalmente pronta per accogliere di nuovo i turisti, questa operazione costituisce una vera e propria iniezione di fiducia per il mondo dei viaggi e una leva per la ripartenza economica del territorio”. Sandro Gambuzza, presidente SAC ha dichiarato: "Le nuove destinazioni annunciate oggi testimoniano la strategia di sicura efficacia e grande lungimiranza di Wizz Air che, oltre tutto, pone tanta attenzione ai temi ambientali. Capitali europee, isole del Mediterraneo, città italiane ed estere di sicuro richiamo, e soprattutto la rotta su Abu-Dhabi -molto richiesta e di fondamentale importanza in vista anche dell'appuntamento con EXPO che si terrà negli Emirati Arabi Uniti a partire da ottobre- ci consentono di guardare al futuro del settore con moderato ottimismo ".   NUOVE ROTTE WIZZ AIR DA CATANIA DESTINAZIONE FREQUENZA TARIFFE A PARTIRE DA** PARTENZA CATANIA-ABU DHABI  Martedì, Sabato  49.99 EURO 21 settembre 2021 CATANIA – SANTORINI Martedì, Sabato 29.99 EURO 3 luglio 2021 CATANIA– PRAGA Martedì, Giovedì e Sabato 29.99 EURO 3 luglio 2021 CATANIA-TORINO Lunedì, Mercoledì, Giovedì, Venerdì, Domenica   9.99 EURO 4 luglio 2021 CATANIA-TEL AVIV  Mercoledì, Sabato 34.99 EURO 4 luglio 2021 CATANIA-HERAKLION  Giovedì 29.99 EURO 8 luglio 2021    

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
30 apr 2021

Catania, metropolitana da Misterbianco a Paternò: ecco dove sorgeranno le fermate

di Andrea Tartaglia

Grazie all'inserimento nel Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, la tratta della metropolitana di Catania da Misterbianco a Paternò, finanziata così con 317 milioni di euro con i quali si raggiunge la somma totale necessaria di 432 milioni di euro (115 milioni erano già disponibili per la tratta Misterbianco-Belpasso), potrà vedere la luce prima del previsto: l'orizzonte temporale è il 2026, con inizio lavori nel 2022. Opera importantissima per la mobilità, che include anche la realizzazione del nuovo deposito-officina dei treni sia per i mezzi della Ferrovia Circumetnea che per i treni della metropolitana (ad oggi costretti a ricorrere a strutture delle Ferrovie dello Stato). A vigilare sul rispetto della tempistica, così come per tutte le opere del Pnrr, sarà un apposito commissario statale. Per lo stesso anno, 2026, si prevede sia completata anche l'estensione dall'altro capo della linea, cioè la tratta Stesicoro-Aeroporto (su quest'ultima è attualmente pendente un ricorso in merito alla recente aggiudicazione, con sentenza fissata per il prossimo 13 maggio). Tra poco più di cinque anni, dunque (e salvo imprevisti, come sempre), la metropolitana di Catania quadruplicherà la propria estensione, passando dai 7 km attuali in esercizio (sarebbero 8,8 con la diramazione Galatea-Porto, chiusa al pubblico) a ben oltre 30 km, tutti a doppio binario. La nuova tratta Misterbianco-Paternò, in particolare, disporrà di cinque nuove stazioni: Gullotta, Belpasso (Piano Tavola), Valcorrente (centro commerciale Etnapolis), Giaconia e Ardizzone, su una lunghezza di 11,5 km (oltre il 50% in galleria), a cui si aggiungerà il People Mover di Paternò che collegherà il centro della città con la stazione metropolitana in periferia, Ardizzone, su una lunghezza di 1,2 km. Ecco le cinque nuove fermate previste: GULLOTTA La fermata Gullotta si troverà nel territorio di Misterbianco, nei pressi dell’Auditorium Nelson Mandela. Insieme a questa fermata dovrebbe essere realizzato un nuovo svincolo nella statale 121 che metterà in comunicazione diretta sia la fermata della metropolitana che la zona di espansione ovest di Misterbianco detta “Toscano”.  BELPASSO  La stazione di Belpasso si troverà nel territorio di Belpasso, nella frazione di Piano Tavola, in corrispondenza dell'attuale fermata della Ferrovia Circumetnea. VALCORRENTE La fermata di Valcorrente si troverà nel territorio di Belpasso e sarà in superficie, proprio a fianco del centro commerciale Etnapolis.  GIACONIA La fermata di Giaconia si troverà nel territorio di Belpasso, all’interno di una galleria artificiale. Sarà localizzata nei pressi della frazione omonima in territorio di Belpasso, seppur più vicina alla città di Paternò. ARDIZZONE La stazione Ardizzone si troverà nel comune di Paternò, nei pressi dell’attuale stazione della Fce e sarà il futuro capolinea della metropolitana, con annesso deposito e officina. Un people mover in galleria (1197 m) la collegherà con Piazza della Regione, nel centro di Paternò.  Ti potrebbero interessare: Metropolitana di Catania In arrivo i nuovi treni della metropolitana di Catania Passante Ferroviario di Catania

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
30 apr 2021

Metropolitana di Catania, a settembre comincia la consegna dei nuovi treni Firema-Titagarh

di Andrea Tartaglia

Entro quest'anno i passeggeri della metropolitana di Catania potranno percorrere il viaggio sulla linea su un nuovo treno, per la prima volta dopo vent'anni. Risale al 2001, infatti, l'arrivo del primo degli otto elettrotreni tutt'ora in servizio, che sostituirono le tre automotrici ex Fcu riattate all'uso metropolitano precedentemente impiegate dall'apertura dell'infrastruttura nel 1999 (allora la tratta in esercizio era la Borgo-Porto di 3,8 km). Questa mattina, infatti, i vertici della Ferrovia Circumetnea hanno confermato la tempistica comunicata nello scorso mese di novembre in una precedente intervista, annunciando per settembre l'arrivo del primo dei nuovi treni, a cui seguirà la consegna dei restanti nove previsti in questa prima tranche con cadenza di uno ogni trenta giorni, quindi entro l'estate 2022. Il primo nuovo treno, così come tutti gli altri a seguire, prima di essere utilizzato dall'utenza dovrà effettuare un pre-esercizio di diverse settimane, pertanto non potrà essere immediatamente impiegato ma sarà verosimilmente disponibile entro Natale: un regalo a lungo atteso per gli utenti della metro etnea. I treni avranno la stessa configurazione degli attuali, con composizione standard a due casse, ciascuna dotata di cabina di guida, ma, a differenza dei convogli attuali, i vagoni saranno comunicanti tra loro. Gli ambienti, climatizzati e con otto aperture per vagone (quattro per lato), in conformità alle più recenti norme di sicurezza, saranno dotati di videosorveglianza e di un sistema informativo audio-video digitale. Capienza e dimensioni del tutto analoghe ai treni già in servizio: nella configurazione a due casse, lunghezza di 40 metri e oltre 420 posti per passeggeri, con postazioni riservate per diversamente abili e per biciclette. Dati che raddoppiano nel caso dell’utilizzo a quattro casse (due treni accoppiati), assetto previsto dalla Fce nelle ore di punta, in base alla domanda, con lunghezza di 80 metri, quindi con totale occupazione delle banchine delle fermate della metro etnea. L’accordo-quadro per i nuovi mezzi della metropolitana, prevede cinquantaquattro nuovi treni in otto anni, con decorrenza dalla firma del primo contratto applicativo. Primo contratto applicativo che, nel caso in questione, è stato siglato l’uno aprile 2020 e che riguarda la realizzazione dei dieci treni citati, grazie a un finanziamento europeo. Il prossimo contratto applicativo, invece, permetterà l’acquisto di altri diciassette treni, stavolta grazie a un finanziamento statale. Successivamente, quindi, una volta ottenuti i fondi, andranno siglati ulteriori contratti per rispettare l’accordo e giungere alla dotazione finale di cinquantaquattro treni nuovi, che andranno a sommarsi a quelli già in uso alla data attuale. Ti potrebbero interessare: Metropolitana di Catania Passante ferroviario di Catania  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
29 apr 2021

Ryanair lancia l’operativo estivo da Catania con oltre 200 voli settimanali

di Mobilita Catania

Ryanair ha annunciato il suo operativo estivo 2021 da Catania con oltre 200 voli settimanali, 29 rotte, comprese 4 nuove rotte per Napoli (operative tre volte a settimana da aprile), Alghero, Sofia e Varsavia (tutti operativi due volte a settimana da luglio). Ryanair conferma il proprio impegno su Catania e si aspetta che il suo operativo estivo '21 contribuirà a stimolare il traffico aereo regionale e la ripresa del settore turistico, mentre l’implementazione dei programmi di vaccinazione prosegue e l'Europa riaprirà in tempo per le vacanze estive. L’operativo di Ryanair per l’estate ‘21 su Catania includerà: 29 rotte in totale Quattro nuove rotte per Napoli (3 voli settimanali in partenza da aprile), Alghero, Sofia e Varsavia (tutte operative con 2 voli settimanali in partenza da luglio) Aumento dei voli verso destinazioni come Venezia (16 voli in partenza a settimana), Milano Malpensa (28 voli in partenza a settimana), Roma Fiumicino (42 voli in partenza a settimana) e Bologna (21 voli in partenza a settimana). Oltre 200 voli settimanali Collegamenti con destinazioni turistiche come Rodi e Malta, mete ideali per un city break come Vienna e Madrid, nonché collegamenti domestici con Roma e Torino. I consumatori italiani possono ora prenotare le loro vacanze estive a tariffe ancora più basse e con la possibilità di usufruire dell’offerta “Zero Supplemento Cambio Volo” nel caso in cui i loro piani dovessero subire modifiche. Per l’occasione, Ryanair ha lanciato un’offerta speciale con tariffe disponibili a partire da soli €19.99 per i viaggi fino alla fine di ottobre 2021, che devono essere prenotati entro la mezzanotte di venerdi 30 aprile sul sito Ryanair.com. Il Direttore Marketing e Digital di Ryanair, Dara Brady, ha dichiarato:  "Mentre i programmi di implementazione delle vaccinazioni continueranno nei prossimi mesi, il traffico aereo è destinato a crescere questa estate e siamo lieti di annunciare il nostro operativo estivo da Catania con oltre 200 voli settimanali e 29 rotte totali, comprese quattro nuove rotte per Napoli, Alghero, Sofia e Varsavia. Siamo lieti di continuare a supportare la  connettività a Catania e di svolgere un ruolo essenziale nella ripresa dell’occupazione locale e dell'economia regionale. I clienti Ryanair possono ora prenotare la loro meritata pausa estiva con la certezza che se i loro piani dovessero cambiare, possono spostare le date di viaggio due volte senza pagare il supplemento di cambio volo fino alla fine di ottobre 2021, e pagando solo l’eventuale differenza di prezzo tra il volo originale ed il nuovo volo. Per l’occasione, abbiamo lanciato un’offerta speciale con tariffe a partire da soli € 19.99 per viaggi fino alla fine di ottobre 2021. I voli devono essere prenotati entro la mezzanotte di venerdì 30 aprile. Poiché queste incredibili offerte andranno a ruba rapidamente, invitiamo i clienti a collegarsi al sito www.ryanair.com per non perdere l’occasione” Nico Torrisi, amministratore delegato della Sac, ha commentato: "Ringraziamo Ryanair per aver confermato la propria presenza sull’aeroporto di Catania, con centinaia di voli e decine di rotte verso destinazioni sia italiane che europee. La compagnia irlandese è sempre stata, per la nostra Isola, un player essenziale, di grande supporto all’economia siciliana. Anche nei difficili mesi di pandemia è comunque riuscita a favorire la mobilità da e per la Sicilia, e siamo certi che durante l’imminente stagione estiva consentirà la ripartenza del settore e un rinnovato e proficuo sviluppo turistico. Il lancio di 4 nuove rotte, due italiane e due europee, da un lato consentiranno ai siciliani una sempre maggiore scelta di destinazioni di vacanza, dall’altro agevoleranno i turisti nazionali e internazionali nel raggiungere l'isola più facilmente e con un ampio ventaglio di tariffe”. Sandro Gambuzza, presidente della Sac, ha commentato: “Grazie all'aumento del numero di vaccinati, non solo in Italia ma in tutta Europa, e all'istituzione dei green pass che all’Aeroporto di Catania accogliamo con particolare favore e del quale siamo sempre stati sostenitori, siamo certi che il turismo da e verso l’isola vivrà un’estate molto positiva. In quest’ottica, la scelta di Ryanair non solo di confermare, ma addirittura di aumentare le destinazioni disponibili è una decisione di grande proattività e lungimiranza”.   

Leggi tutto    Commenti 0

Ultimi commenti