Articolo
28 ott 2016

Aeroporto, una fermata ferroviaria provvisoria in attesa di una stazione connessa con la metropolitana

di Roberto Lentini

Durante la riunione della II Commisione Bilancio dell'Assemblea Regionale Siciliana che si è svolta il 25 ottobre scorso a Palermo, si è parlato della futura fermata RFI Fontanarossa e dell'interramento della tratta ferroviaria Catania-Siracusa per permettere la realizzazione di una nuova pista aeroportuale. Si è subito chiarito che la fermata Fontarossa, che RFI intende realizzare, è provvisoria in attesa della stazione vera e propria di interconnessione con la metropolitana che si dovrebbe attestare nei pressi del parcheggio di Fontanarossa.   La fermata provvisoria di Fontanarossa dovrebbe essere realizzata nei pressi della rotonda della Guardia Costiera e sarebbe a totale carico della RFI per un costo di 5 milioni di euro. La Sac dovrebbe realizzare una nuova bretella che insiste, per circa 300 metri, su sedime del demanio militare e per i restanti 500 metri su una strada già esistente di proprietà della stessa Sac. La nuova bretella servirà esclusivamente il transito delle navette che collegheranno la nuova fermata con l'aerostazione di Fontanarossa e non interferirà con il traffico privato. Il costo che la Sac sosterrà per questa nuova bretella e l'acquisto di tre navette sarà di circa 700.000 euro ed è stato già inserito nel piano degli investimenti 2016-19. I tempi di realizzazione, secondo RFI, sono di circa due anni. Il nuovo scalo verrà utilizzato come fermata. I treni provenienti da Messina non si attesteranno più alla stazione Catania Centrale ma alla Stazione di Bicocca, dove sarà possibile fare l'inversione di marcia; i treni provenienti da Siracusa e da Palermo, diretti a Catania Centrale, transiteranno tutti dalla fermata di Fontanarossa. Si è trattato anche l'argomento dell'interramento della tratta ferroviaria Siracusa-Catania per permettere la realizzazione di una nuova pista di circa 3100 metri. Qui i tempi di realizzazione sono molto più lunghi. Si è in attesa di un finanziamento dell'opera, per un importo di circa 235 milioni di euro, che dovrebbero arrivare dal Patto del Sud: ci sono stati proficui incontri tra il Ministro delle Infrastrutture e Trasporti Graziano Delrio e l'Assessore alle infrastrutture e mobilità Giovanni Pistorio per accelerare i tempi di realizzazione. Il Ministro ha dato conferma che il finanziamento sarà disponibile a breve.   Ti potrebbe interessare... Aeroporto di Catania Fontanarossa: storia e scenari futuri  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
01 set 2016

Aeroporto Fontanarossa: per i 10 milioni di passeggeri il nuovo terminal Morandi nel 2018

di Roberto Lentini

La stagione estiva conferma la crescita dell'aeroporto catanese, che ha visto transitare nel mese di Luglio circa 875.308 passeggeri registrando un aumento del +14,5%  del traffico rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Con questi dati l'aeroporto Vincenzo Bellini si colloca al primo posto tra gli aeroporti siciliani e al 6° posto tra gli aeroporti nazionali dopo  Milano Linate (957.020), Bergamo (1.085.088), Venezia (1.104.763).  Milano Malpensa (1.980.360), Roma Fiumicino (4.397.161), (Dati luglio 2016). Ma l'obiettivo del nuovo Consiglio di Amministrazione, guidato dal presidente Daniela Baglieri e dall’amministratore delegato Ornella Laneri, è ancora più ambizioso. Si punta infatti ad avere, entro tre anni, più di dieci milioni di passeggeri con un investimento di 160 milioni in quattro anni. A settembre ci potrebbe essere la riapertura del terminal Norma, che sarà dedicato ai check-in per i voli charter e che ha già ottenuto l’autorizzazione dell'Enac. Passo successivo è l’attivazione della vecchia aerostazione Morandi. Esiste  un progetto preliminare da 28 milioni, con copertura finanziaria. Il progetto esecutivo verrà fatto in house e all’inizio del 2017 andrà in gara con la consegna dell'opera entro l'autunno 2018. Il vecchio terminal Morandi fu chiuso l’8 maggio del 2007, contestualmente all’apertura della nuova aerostazione Bellini  e a lungo lasciato in stato di abbandono.   Altro obiettivo ambizioso è far diventare l'aeroporto di Catania un hub e per questo è necessario l'allungamento della pista e l'acquisizione di nuovi vettori per aumentare i transiti anche nel periodo invernale. Ti potrebbero interessare... Aeroporto Fontanarossa: raggiunto un accordo per una fermata dei treni Nuova pista aeroporto di Fontanarossa: il progetto ufficiale Aeroporto di Catania Fontanarossa  

Leggi tutto    Commenti 0
Proposta
15 apr 2016

Aeroporto Fontanarossa, una stazione ferroviaria a pochi passi dal terminal Bellini

di papocchioct

L’assenza di un collegamento tra l’aeroporto di Catania e la rete ferroviaria è una delle ragioni principali del declassamento dello scalo di Fontanarossa in ambito europeo. Da molti anni si discute di una eventuale stazione ferroviaria a Fontanarossa, ma al momento non esiste un progetto definitivo ne una precisa collocazione, solo proposte che parlano di una semplice fermata o di una stazione passante dotata di marciapiedi e pensiline. Rimane comunque assurdo che un aeroporto come quello di Catania, che ha un traffico passeggeri superiore ai 7.000.000 annui, primo del Mezzogiorno, il sesto in Italia, e un bacino di utenza che copre sei province non abbia una stazione ferroviaria e quindi un collegamento con la rete ferroviaria. Uno, tra i tanti progetti che sono stati presentati alla stampa,  prevede una stazione/fermata, del tipo passante, nei pressi del parcheggio Fontanarossa. Questo progetto ha il vantaggio di avere costi più bassi e tempi più veloci per la realizzazione, ma presenta una rottura di carico per l'utilizzo di bus navetta, dato che la distanza, tra il terminal e la stazione, è di circa 800/1000 metri. La stazione risulterebbe in ogni caso sottodimensionata per il numero di province e di utenti che abbraccia, circa 2.000.000 di abitanti e non rientrerebbe nei progetti di interesse comune a livello europeo visto che non soddisferebbe i seguenti criteri: mirare ad eliminare una strozzatura o a ultimare un raccordo mancante su un grande asse della rete transeuropea; avere dimensioni tali che una pianificazione a lungo termine a livello europeo apporta un valore aggiunto significativo; devono presentare benefici socioeconomici potenziali; devono migliorare  in modo significativo la mobilità di merci e persone tra i paesi dell’UE; devono contribuire alla coesione territoriale dell’Unione integrando le reti dei nuovi paesi dell’UE; devono contribuire allo sviluppo sostenibile dei trasporti. La mia proposta prevede invece la realizzazione di una stazione di testa simile a quella di Fiumicino che potrebbe essere collocata di fronte al parcheggio P2 dell'Aeroporto. Sia la stazione che i binari si troverebbero su terreni demaniali di proprietà del Ministero della Difesa e comunque non occupati da costruzioni; i binari potrebbero essere interrati o rialzati su piloni Il vantaggio di questa proposta è di avere una stazione ferroviaria facilmente raggiungibile a piedi visto che si trova a 190 metri dal Terminal Bellini (in futuro potrebbe essere collegata con un tunnel aereo simile a quello di Fiumicino). Tale proposta farebbe quindi entrare l'aeroporto Fontanarossa nell'’elenco Core Network Ten-T (Trans European transport network). Lo svantaggio è certamente legato agli alti costi che si hanno per realizzare una stazione di testa, alla realizzazione di una nuova strada ferrata a doppio binario con una lunghezza di 550 metri e agli oneri relativi agli espropri. I finanziamenti per la stazione ferroviaria potrebbero arrivare dalle "Grandi opere sulle linee ferroviarie" inserite nei Corridoi TEN-T. Un simile intervento porterebbe prestigio al nostro aeroporto e potrebbe assorbire benissimo il traffico regionale e locale scambiando con la metropolitana nella Stazione Fontanarossa e  nella stazione Centrale così come avviene a Fiumicino. La stazione della metropolitana a questo punto potrebbe fermarsi nel parcheggio Fontanarossa e sfruttare il parcheggio scambiatore per i pendolari che arrivano con le auto nella parte sud della città. Per sognare un po' ecco il progetto di una stazione ferroviaria a Bellinzona realizzato dallo studio Orsi & Associati per un concorso di idee.   Ti potrebbe interessare: Aeroporto di Catania | Scheda dell’opera La fermata ferroviaria Fontanarossa diventa un rebus Nuova fermata ferroviaria di Fontanarossa pronta entro tre anni

Leggi tutto    Commenti 3
Articolo
07 ott 2015

Fontanarossa, oggi tavolo tecnico per localizzare la nuova fermata FS

di Andrea Tartaglia

Facendo seguito alla riunione svoltasi presso Palazzo degli Elefanti lo scorso 25 settembre, oggi si terrà un tavolo tecnico tra Comune di Catania, Società Aeroporto Catania e Rete Ferroviaria Italiana allo scopo di valutare le alternative di esatta ubicazione della nuova fermata FS di Fontanarossa. Tra le soluzioni al vaglio, anche una fermata non propriamente a fianco dell'aerostazione, ma in corrispondenza del parcheggio scambiatore di Fontanarossa dove, oltretutto, è anche prevista una fermata della metropolitana facente parte della prevista tratta (in attesa di finanziamento) Palestro-Aeroporto. Per la nuova infrastruttura, la cui valenza non sarà solo metropolitana bensì regionale, è disponibile un finanziamento di circa 4 milioni di euro.

Leggi tutto    Commenti 0