Articolo
15 dic 2017

Aeroporto di Catania, più di 400 mila passeggeri per le festività natalizie: crescita dei voli internazionali e dei charter

di Mobilita Catania

Dopo i risultati positivi del Ponte dell'Immacolata, con 78.044 viaggiatori in transito dall'aeroporto di Catania, Sac informa che saranno circa 407mila i passeggeri in transito dallo scalo etneo fra Natale e la Befana, ovvero nelle due settimane che abbracciano le festività natalizie, periodo in cui lo scalo raggiungerà anche lo storico record di 9 milioni di utenti lungo il 2017. Fra il 21 dicembre e l'8 gennaio 2018, infatti, l'Ufficio Analisi Dati di SAC ha previsto un movimento complessivo di 406.914 passeggeri (+ 7,24 rispetto al periodo analogo del 2016, quando i transiti furono 379.424). Nel dettaglio: 304.914 si muovono da/per città italiane (+5,6%), mentre i restanti 102.000 sono diretti o provengono da destinazioni internazionali (+13,84). Di particolare rilievo il dato relativo alle partenze che vede 208.475 passeggeri (+9,15%) pronti a decollare da Catania: una quota superiore, complessivamente, rispetto agli arrivi che si fermeranno invece a 198.439 (+5,3). Percentuali ancora più soddisfacenti, con sviluppi a due cifre, emergono poi dall'analisi delle rotte internazionali che in questa ultima porzione del 2017 registrano numeri significativi di viaggiatori in transito a Catania Fontanarossa e diretti o provenienti dalle maggiori città d'Europa: + 15% nelle partenze, + 13% negli arrivi. Le giornate con il maggior picco di traffico a Fontanarossa saranno quelle di venerdì 22 dicembre (190 voli e 26.489 passeggeri) e di mercoledì 3 gennaio (185 voli e 27.037 passeggeri). Ma in generale, per tutto il periodo preso in esame, le fasce orarie critiche saranno quelle comprese fra 8-9 e 15-16 per le Partenze; 15-16 e 21-22 per gli Arrivi: SAC, gestore dello scalo etneo, raccomanda ai passeggeri di recarsi in aeroporto con sufficiente anticipo, ovvero almeno due ore prima dell'orario del volo indicato sul biglietto per consentire lo svolgimento di tutte le necessarie operazioni (eventuali check-in, consegna eventuali bagagli da stiva ai banchi drop-off, controlli di sicurezza) precedenti all'imbarco. Nico Torrisi, Amministratore Delegato SAC: "Crescono le partenze sotto Natale da Catania e crescono, soprattutto, i movimenti da/per l'estero: un segmento, quello del mercato internazionale, al quale SAC ha dedicato grande attenzione in questo anno che va a concludersi, mettendo in atto politiche commerciali mirate sia a implementare il ventaglio di collegamenti con voli diretti, sia ad arricchire il portfolio delle compagnie aeree, così da offrire ai passeggeri una maggiore possibilità di scelta. Tra Natale e la Befana, secondo le nostre rilevazioni, saranno 102mila i viaggiatori stranieri che giungeranno in Sicilia: e siamo certi che, oltre alla quota significativa degli emigrati che rientrano per le feste, arriveranno migliaia di turisti grazie a vecchi e nuovi collegamenti, in quest'ultimo caso penso alla Russia e al Marocco, sinora non presenti in questo periodo dell'anno". Dei 406.914 passeggeri in transito a Fontanarossa nel periodo preso in esame (21/12-08/01), 304.914 si muovono da/per città italiane (+5,6%), mentre i restanti 102.000 sono diretti o provengono da destinazioni internazionali (+13,84). Tra i passeggeri in partenza (208.475) la quota di coloro che sono diretti all'estero (52.000) cresce del 15%. Coloro che invece atterreranno in altre città italiane (156.475) aumentano del 7,2%. Simmetricamente, i 198.439 Arrivi sono costituiti da 50.000 viaggiatori provenienti da rotte internazionali (+13,40%) e da altri 148.439 da aeroporti italiani (+2,85%). Le rotte: in queste festività natalizie 2017 cresce in maniera considerevole (+53%) il mercato internazionale con l'Europa dell'Est dove figurano, con 10 voli ciascuno, la Russia con Mosca e la Polonia con Katowice: destinazioni assenti lo scorso anno e che hanno registrato importanti flussi di passeggeri lungo la summer del 2017. In cima alla lista è Bucarest (44 voli tra arrivi e partenze), seguita da Istanbul (38), Budapest (20), Sofia (14). Europa Centro Ovest. Malta resta al top delle preferenze con 108 voli nel periodo in esame. Seguono altre destinazioni europee fra cui spicca Barcellona, che ha implementato il numero di voli (i 28 del 2016 sono diventati 38); Parigi con 26; Ginevra e Francoforte con 24 voli ciascuno (ma la città tedesca è al suo debutto a Catania nel periodo di Natale); Stoccarda, Zurigo e Amsterdam sono collegate a Fontanarossa da 22 voli; Londra ne riunisce 36 fra gli scali di Gatwick e Luton; Madrid ha 18 voli. Ragionando in termini di macroaree, Germania e Svizzera rappresentano insieme il 35% del traffico internazionale a Fontanarossa: collegamenti strategici per la comunità degli italiani residenti all'estero per ragioni di lavoro e che, in particolare sotto le feste, possono contare su voli diretti per raggiungere le proprie famiglie d'origine. Charter. Con +28,6% di traffico tra Natale, Capodanno e la Befana quello dei charter è il segmento che, in assoluto, registra la maggiore percentuale di crescita a Fontanarossa in questa ultima parte dell'anno, da sempre prediletta per brevi viaggi all'estero. Si parte per Barcellona (Spagna), Sofia (Bulgaria), Jebel Ali (Emirati Arabi Uniti) e per Atene (Grecia). Voli nazionali. Sul fronte dei voli nazionali crescono i collegamenti tra Catania e Roma Fiumicino, peraltro la rotta italiana in assoluto più trafficata: 301 movimenti aerei in partenza e altrettanti in arrivo (nel 2016 erano 292); quasi raddoppiano i collegamenti con Napoli (70 da 39); e aumentano anche Verona (66 contro 55 del 2016) e Venezia (56 rispetto ai 50 dello scorso anno). foto di copertina: Catania Airport [instagram] Ti potrebbe interessare: Aeroporto di Catania Fontanarossa | Storia e sviluppi futuri Aeroporto di Catania, 95 milioni di investimenti per il più grande scalo del Sud L’aeroporto di Catania si fa grande: aggiudicati i lavori per il nuovo terminal

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
09 dic 2017

Ponte dell’Immacolata positivo per l’Aeroporto di Catania, quota 9 milioni di passeggeri vicina

di Mobilita Catania

Il 2017 sarà, per l'aeroporto di Catania, un anno ricco di soddisfazioni per i risultati raggiunti e proprio sotto Natale raggiungerà la quota record di 9 milioni di passeggeri. Per il Ponte dell'Immacolata, che va dal 7 al 10 Dicembre 2017, SAC prevede una crescita passeggeri di circa +10,54%. Se infatti nello stesso periodo del 2016 sono stati registrati 70.604 utenti in transito, per quest'anno le stime sono di 78.044 viaggiatori. Aumentano i movimenti degli aeromobili: 543 oggi, contro i 509 del 2016; cresce il load factor, il fattore di riempimento degli aeromobili, con una media dell'86% dei posti venduti rispetto all'83% dello scorso anno. I dati, non ancora definitivi, vedono ancora una crescita di passeggeri di quasi 8% rispetto al novembre 2016. Nel mese appena trascorso sono stati registrati 591.562 transiti (circa 50 mila in più dello scorso anno, quando furono 547.887); il dato progressivo, da gennaio a novembre 2017, sale fino a quota 8.506.057 (dati non ancora definitivi). Siamo quindi ormai prossimi al tetto record dei 9 milioni di passeggeri, un nuovo traguardo dopo quello degli 8 milioni sforato anzitempo, nel mese di novembre. L'approssimarsi delle festività natalizie è stato festeggiato ieri con l'esordio del progetto "Natale Digitale". Per trenta giorni, dall'8 dicembre, e fino al 6 gennaio, l'Aeroporto di Catania si accenderà di luci ed emozioni "live": dalle prime luci della sera e fino all'alba, infatti, ogni notte la torre degli uffici del Terminal A si trasformerà in una sorta di totem a tema natalizio grazie alla tecnologia digitale del videomapping che, sulla superficie circolare dell'edificio, proietterà divertenti animazioni dedicate alla magia del Natale e visibili anche a distanza. foto di copertina: Catania Airport [instagram] Ti potrebbe interessare: Aeroporto di Catania Fontanarossa | Storia e sviluppi futuri Aeroporto di Catania, 95 milioni di investimenti per il più grande scalo del Sud L’aeroporto di Catania si fa grande: aggiudicati i lavori per il nuovo terminal  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
08 dic 2017

Il 2017 terminerà con la metropolitana aperta e tre milioni di passeggeri: quale sarà il futuro prossimo?

di Mobilita Catania

Oggi, 8 dicembre, festa dell'Immacolata Concezione, la metropolitana di Catania sarà aperta dalle 8:30 (prima corsa in partenza da Nesima) fino alle 21:00 (ultima corsa in partenza da Stesicoro) con frequenza delle corse di 15 minuti; con le stesse modalità, la metropolitana sarà aperta anche nelle domeniche 10, 17 e 24 dicembre. Anche per San Silvestro, domenica 31 dicembre, verrà eccezionalmente svolto il servizio viaggiatori della metro dalle 8:30 (prima corsa in partenza da Nesima) fino alle 2:00 del mattino di capodanno (ultima corsa in partenza da Stesicoro), anche in questo caso con frequenza delle corse di 15 minuti. Eccezion fatta, dunque, per Natale e Santo Stefano, il 2017 si chiuderà con la metropolitana aperta tutti i giorni (i sabati fino a mezzanotte e mezza). Si può già affermare che l'anno che sta per concludersi sia il migliore nella storia della metro etnea, e non poteva essere altrimenti grazie ai nuovi km di linea aperti al pubblico tra dicembre 2016 e il marzo scorso. La Ferrovia Circumetnea ha infatti fornito alcuni dati sul numero di viaggiatori che nel corso di quest'anno ha preferito la metropolitana come mezzo per muoversi in città: nel solo mese di ottobre si sono registrati seicentomila passeggeri, raggiungendo complessivamente il numero dei viaggiatori dell’intero anno 2016. Il 2017, inoltre, si chiuderà con 3.000.000 di passeggeri, un record per la metropolitana e dato assai significativo nell'ambito di tutti i servizi offerti dalla Circumetnea: basti pensare che il 2016 si era chiuso con 3.500.000 di viaggiatori spalmati su tutte le tipologie di trasporto Fce: autobus, metropolitana leggera di superficie (la cosiddetta "littorina") e metropolitana. Il grande merito dello sviluppo della metropolitana è certamente derivato, come detto, dall'apertura delle nuove tratte: la Galatea-Stesicoro, in funzione dal 20 dicembre 2016, e la tratta Borgo-Nesima, aperta al pubblico dal 31 marzo di quest'anno. Un altro importante impulso è stato dato anche dall'attivazione, il 25 settembre scorso, del metro Shuttle, ossia la navetta della Circumetnea che collega la stazione della metropolitana Milo (con annesso parcheggio) al parcheggio scambiatore Santa Sofia, servendo lungo il tragitto la cittadella universitaria. Un numero di viaggiatori che sarà sicuramente incrementato il prossimo anno con l'apertura di tre nuove stazioni: Cibali, Fontana e Monte Po, a cui potrebbe aggiungersi anche la stazione del Porto, ex capolinea sud, chiusa ormai da quasi un anno. La stazione di Cibali è l’unica ancora da completare lungo la linea attuale Nesima-Stesicoro. I lavori sono attualmente fermi per la crisi che sta attraversando l’impresa appaltatrice Tecnis; restano da ultimare i lavori di rifinitura del mezzanino e delle discenderie. La stazione di Cibali ha un’importanza notevole nell’ambito della mobilità catanese: a poca distanza da essa si trovano, infatti, lo stadio Angelo Massimino, la sede storica della Facoltà di Agraria dell’Università di Catania (in via Valdisavoia) e il Liceo Scientifico “Principe Umberto”, sito in largo Filippo Raciti. La stazione del Porto, invece, è stata provvisoriamente chiusa con l'attivazione della tratta Galatea-Stesicoro, per permettere alcuni lavori di manutenzione sulla linea ferroviara di superficie ancora, in parte, da eseguirsi. È intenzione della Fce riaprire la stazione alla luce della posizione strategica in cui si trova, a servizio del porto che è sempre più meta cittadina di svago oltre che scalo marittimo, nonché di siti di interesse come la facoltà di Scienze Politiche e il Convitto Cutelli. Nel frattempo, procedono i lavori di realizzazione della tratta Nesima-Monte Po, con la stazione intermedia Fontana che sarà direttamente collegata all'Ospedale Garibaldi nuovo: la conclusione dei lavori e l’entrata in esercizio sono previste per l'inizio dell'estate dell'anno venturo. Ma il grande obiettivo, ormai a medio temine, che rivoluzionerà la metropolitana catanese è fissato tra il 2023 e il 2024, quando si prevede di poter andare in metro da Misterbianco all’aeroporto di Fontanarossa, passando per il centro di Catania: per raggiungere questo scopo la Fce metterà sul piatto 600 milioni di investimenti e conta di trasportare, con quest'assetto, circa 40 milioni di passeggeri annui. Ti potrebbero interessare: Metropolitana di Catania | Scheda dell’opera Quale futuro per la metropolitana di Catania? Da Misterbianco a Fontanarossa entro il 2024 Metro, ecco dove saranno le stazioni della nuova tratta Stesicoro-Palestro Metro, tratta Misterbianco-Paternò: ecco dove sorgeranno le stazioni Metropolitana Misterbianco-Paternò: potenzialità e scenari futuri per lo sviluppo del territorio  

Leggi tutto    Commenti 3
Articolo
09 nov 2017

L’aeroporto di Catania raggiunge e festeggia gli 8 milioni di passeggeri

di Mobilita Catania

L'Aeroporto di Catania ha raggiunto quota 8 milioni di passeggeri transitati nel corso dell'anno: un importante traguardo, preceduto dai record di presenze estivi (1.015.000 gli utenti nel solo mese di agosto) - e anticipato dal miglior tasso di crescita del primo semestre 2017, fra tutti gli scali italiani –, che conferma il ruolo dell'Aeroporto di Catania, il maggiore del sud Italia, come infrastruttura strategica per il territorio, motore dell'economia regionale e principale supporto al comparto turistico della Sicilia centro-orientale. L'8 milionesimo passeggero è stato individuato all'interno di un volo Catania-Barcellona operato da Vueling, compagnia aerea operativa a Fontanarossa dal 2013, che ha trasportato 1.800.000 passeggeri presso lo scalo. Per festeggiare il traguardo dello scalo etneo, la compagnia aerea ha donato due biglietti per Barcellona, Roma Fiumicino o Firenze a un viaggiatore individuato stamani al check-in. Il fortunato 8milionesimo passeggero si chiama Giorgio Buscema, 55 anni, ex sovrintendente capo della Questura di Siracusa, la sua città, in pensione da un anno. Oggi si accinge a volare con Vueling per Barcellona dove, insieme alla moglie e a una coppia di amici, raggiungerà il figlio che lavora nella città catalana. Daniela Baglieri e Nico Torrisi, Presidente e Amministratore Delegato SAC: "E' un traguardo importante, propedeutico a un secondo e più importante obiettivo, quello dei 9 milioni di passeggeri che contiamo di raggiungere sotto le festività natalizie, secondo le previsioni dei nostri analisti del traffico. Un tasso di crescita costante che ci impone funzionali investimenti in air side e in land side per migliorare ulteriormente gli standard dei servizi e per consentire a SAC di attrezzarsi adeguatamente, sotto il profilo infrastrutturale, a gestire e accogliere sempre meglio i flussi dei passeggeri. Miglioramenti infrastrutturali che devono avere come obiettivo la mobilità degli utenti da/per l'aeroporto più grande della Sicilia e che, per garantire l'intermodalità (bus, treno, metro, nave), coinvolgeranno necessariamente altri importanti attori istituzionali. Gestire il transito di 8 milioni di passeggeri in poco più di dieci mesi e senza grandi scossoni - considerando che questa infrastruttura, inaugurata 10 anni fa, era stata progettata e "tarata" per 5 milioni di passeggeri – è stato un lavoro difficile e impegnativo per tutti i settori del sistema aeroporto. Per questo desideriamo condividere l'esaltante risultato di oggi con tutti gli operatori aeroportuali, l'Enac, le forze dell'ordine, le compagnie aeree, gli handlers, i subconcessionari, i fornitori. E siamo particolarmente grati a Vueling, che per una fortunata coincidenza ospita a bordo il nostro 8milionesimo passeggero, per aver condiviso con SAC questo occasione speciale regalando al viaggiatore due biglietti aerei". "Siamo molto orgogliosi di essere a fianco dell'Aeroporto di Catania nella celebrazione di questo considerevole traguardo - ha affermato Alexander D'Orsogna, Country Manager Vueling Italia - per Vueling, questo scalo è molto importante: infatti in soli 4 anni di attività abbiamo trasportato ben 1.800.000 passeggeri. A conferma della nostra presenza, per quest'inverno Vueling mette a disposizione dei passeggeri in partenza da Catania 3 collegamenti diretti e più di 170.000 posti disponibili verso Barcellona, Roma Fiumicino e Firenze. In aggiunta, per regalare un Natale unico ai propri passeggeri, durante le feste Vueling opererà anche dei voli speciali da Catania verso Parigi Orly, Venezia e Verona".   Ti potrebbe interessare: Aeroporto di Catania Fontanarossa | Storia e sviluppi futuri Aeroporto di Catania, 95 milioni di investimenti per il più grande scalo del Sud L’aeroporto di Catania si fa grande: aggiudicati i lavori per il nuovo terminal    

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
28 ott 2017

Aeroporto di Catania, a settembre il traffico internazionale cresce più del nazionale

di Roberto Lentini

Assaeroporti rende noti i dati del traffico degli aeroporti italiani relativo al mese di settembre, confermando i dati positivi per l’aeroporto di Catania. Cresce sia il traffico nazionale che il traffico internazionale sfiorando anche a settembre il milione di passeggeri. Inoltre il divario con l'aeroporto di Milano Linate si riduce sempre di più, segno che il 5° posto è sempre più vicino. Considerando i primi nove mesi del 2016 la differenza viaggiatori tra Milano Linate e Catania Fontanarossa era di 1.286.536 viaggiatori. Nel 2017, considerando sempre i nove mesi la differenza si riduce a 237.297 viaggiatori. Ecco nel dettaglio il movimento passeggeri riferito al mese di settembre: Fiumicino (Roma) con 3.978.716 passeggeri in transito e una crescita ancora negativa del -2,0% Malpensa (Varese) con 2.136.628 passeggeri in transito e una crescita del 15,6% Orio al Serio (Bergamo) con 1.132.204 passeggeri in transito e una crescita del 11,2% Tessera (Venezia) con 1.093.650 passeggeri in transito e una crescita del 8,0% Fontanarossa (Catania) con 954.578 passeggeri in transito e una crescita del 17,5% Capodichino (Napoli) con 946.611 passeggeri in transito e una crescita del 27,9% Linate (Milano) con 893.738 passeggeri in transito e una crescita negativa del -0,7% Borgo Panigale (Bologna) con 804.779 passeggeri in transito e una crescita del 6,5% Punta Raisi (Palermo) con 598.026 passeggeri in transito e una crescita del 7,0% San Giusto (Pisa) con 548.434 passeggeri in transito e una crescita del 5,5% Per l’aeroporto di Catania i 954.578 passeggeri in transito sono così suddivisi: (emerge il dato relativo al traffico internazionale che cresce più di quello nazionale) 587.223 passeggeri su voli nazionali con una crescita del 14,9% 366.165 passeggeri su voli internazionali con una crescita del 22.1% 334.520 passeggeri su voli internazionali riferiti all’U.E. con una crescita del 19,8%. Ecco la classifica dei primi 10 aeroporti per movimenti di passeggeri riferiti ai primi nove mesi del 2017: Roma Fiumicino con 31.682.067 passeggeri in transito e una crescita negativa del -1,0% Milano Malpensa con 16.979.169 passeggeri in transito e una crescita del 14,9% Bergamo con 9.471.385 passeggeri in transito e una crescita del 11,8% Venezia con 8.014.836 passeggeri in transito e una crescita del 6,5% Milano Linate con 7.311.748 passeggeri in transito e una crescita negativa del -0,4% Catania con 7.074.451 passeggeri in transito e una crescita del 16,9% Napoli con 6.547.698 passeggeri in transito e una crescita del 23,6% Bologna con 6.299.484 passeggeri in transito e una crescita del 6,7% Roma Ciampino 4.456.723 in transito e una crescita del  5,4% Palermo con 4.411.482 passeggeri in transito e una crescita del 5,7% Intanto si sono già conclusi i lavori  dei nuovi quattro banchi check-in  dedicati alla consegna bagagli di chi viaggia con web chek-in, mentre è notizia di questi giorni dell'aggiudicazione per i lavori di conversione del centro polifunzionale agroalimentare e turistico “Norma” in Terminal C dedicato alle partenze, capace di ospitare un flusso di circa 350 passeggeri l’ora e una stima di 40 mila passeggeri al mese.   Ti potrebbe interessare:   Aeroporto di Catania Fontanarossa | Storia e sviluppi futuri Aeroporto di Catania, 95 milioni di investimenti per il più grande scalo del Sud L’aeroporto di Catania si fa grande: aggiudicati i lavori per il nuovo terminal  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
12 set 2017

Aeroporto di Catania, ad agosto record assoluto di transiti: +21% stranieri, Londra rotta preferita

di Mobilita Catania

Ad agosto da record assoluto con 1.015.765 passeggeri (+15,47%). Mai tanti viaggiatori in transito in un solo mese. Crescono i jet privati con "gioielli" dell'aeronautica nei piazzali di Fontanarossa. Ridotti i tempi ai varchi, bagagli nella media. Le novità in arrivo.   Con il transito di 1.015.765 passeggeri nel mese di agosto (+15,47% rispetto all'agosto 2016), l'Aeroporto di Catania registra un nuovo storico record di traffico che si aggiunge a quello dello scorso mese di luglio, quando si è superato il tetto del milione di passeggeri (1.012.442 utenti, + 15,7% rispetto al 2016). Un risultato, quello di luglio e agosto 2017, che va ben oltre le previsioni stimate a inizio stagione dall'Ufficio Dati Traffico di SAC, società di gestione dello scalo etneo, confermando anche nei mesi estivi quel costante trend di crescita di oltre il 16% che, a fine anno, consentirà di archiviare il 2017 come l'anno-record di Fontanarossa con oltre 9 milioni di passeggeri giunti in Sicilia atterrando o decollando ai piedi dell'Etna. Fra le curiosità di questa estate 2017 si segnala un consistente aumento nel segmento dei voli privati: sono stati 1.001, infatti, i passeggeri in transito su Catania nel mese di luglio con propri jet (+14,40% rispetto al luglio 2016), 931 infine quelli atterrati e decollati nel mese di agosto (+7% rispetto all'agosto 2016). Fra i gioielli dell'aeronautica "parcheggiati" sul piazzale di Fontanarossa figurano un Gulfstream Aerospace GVI (G650), bolide da 66 milioni di dollari e spazio a bordo per appena 18 passeggeri; e il Bombardier (Canadair) CRJ200, prezzo di mercato fra i 24 e i 39 milioni di dollari e 50 poltrone a bordo. L'analisi dei voli commerciali definisce anche la tipologia di utenti che hanno fatto tappa a Catania in agosto: 598.431 i passeggeri delle rotte nazionali (+14,99% rispetto al 2016, con Roma Fiumicino destinazione principale); crescono ancora i viaggiatori stranieri: 416.126 nel mese di agosto (+21,68% rispetto al periodo analogo del 2016, con Londra in cima alla lista delle rotte preferite). Inoltre il volo Catania-Roma è stato l'8° volo più volato d'Europa (nel 2016 era al 10°) nel mese di Agosto con 228.262 transiti e un incremento dell'1,6%. Picco di traffico a Fontanarossa per l'antivigilia di Ferragosto, ossia domenica 13, quando sono stati 39.281 passeggeri in transito tra arrivi e partenze. Volendo ipotizzare un paragone è come se l'intera città di Caltagirone, con i suoi 38.686 abitanti, fosse "transitata" in aeroporto nell'arco di tempo di una giornata. "Quello dei 39 mila passeggeri "gestiti" in un solo giorno è un dato di grandissimo rilievo – commentano la Presidente Daniela Baglieri e l'AD di SAC, Nico Torrisi – soprattutto se si mette a confronto con la media dei transiti giornalieri di agosto, 32mila passeggeri, e con quelli generali del 2017 (22.417 al giorno nei primi otto mesi dell'anno in corso). Gestire senza intoppi oltre 7mila passeggeri in più rispetto alla media crediamo sia un dato di merito che desideriamo condividere con tutti gli addetti, gli operatori e le forze dell'ordine: significa che la macchina aeroportuale di SAC, un complesso sistema di servizi in landside ed airside (lato terra e lato pista), ha saputo fronteggiare con competenza e professionalità i grandi numeri di questa estate da record. Estate che anche nel mese di settembre prosegue con una stima di oltre 940mila viaggiatori in transito: a conferma che la Sicilia è meta ideale per vacanze in stile mediterraneo anche alle soglie dell'autunno. Per questo – proseguono Baglieri e Torrisi - siamo grati a tutti gli operatori aeroportuali per l'impegno profuso in questi mesi, i più difficili anche sotto il profilo meteorologico per le altissime temperature registrate in Sicilia. A tal proposito ci piace evidenziare come, in ottemperanza a un recente regolamento definito da SAC, le navette interpista del parco mezzi degli handler sono state dotate (o lo saranno a seguire) dell'indispensabile servizio di aria condizionata. La riorganizzazione dell'area varchi di sicurezza, poi, in funzione da giugno d'accordo con la Direzione Enac di Catania e le forze dell'ordine ha consentito di velocizzare i flussi, con tempi di attesa tra i 7' e i 12', grazie alle tre nuove linee di controllo e all'introduzione della figura dei facilitatori che istruiscono i passeggeri. Tempi nella media stagionale, anche in considerazione dei picchi di traffico in un aeroporto "tarato" per 6 milioni di passeggeri annui, nella consegna dei bagagli. In arrivo 4 nuovi banchi per il check-in e, a breve, la messa in esercizio della nuova rampa dedicata ai passeggeri a ridotta mobilità (PRM) e alle famiglie con bambini e passeggini che, superati i varchi di sicurezza, sostituirà il montacarichi per raggiungere gli imbarchi del piano Partenze".    Ti potrebbe interessare: Aeroporto di Catania | Storia e sviluppi futuri

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
06 set 2017

L’aeroporto di Catania supera Milano Linate per il quarto mese consecutivo

di Roberto Lentini

Assaeroporti rende noti i dati del traffico degli aeroporti italiani relativo al mese di luglio, confermando i dati positivi per l'aeroporto di Catania. Per il quarto mese consecutivo l'aeroporto di Catania supera l'aeroporto di Milano Linate collocandosi (riferito ai mesi di aprile, maggio, giugno e luglio) al quinto posto dopo l'aeroporto di Venezia. Ecco nel dettaglio il movimento passeggeri riferito al mese di luglio: Fiumicino (Roma) con 4.277.932 passeggeri in transito e una crescita ancora negativa del -2,7% Malpensa (Varese) con 2.301.511 passeggeri in transito e una crescita del 16,2% Orio al Serio (Bergamo) con 1.252.826 passeggeri in transito e una crescita del 15,5% Tessera (Venezia) con 1.164.095 passeggeri in transito e una crescita del 5,4% Fontanarossa (Catania) con 1.012.867 passeggeri in transito e una crescita del 15,7% Capodichino (Napoli) con 1.000.910 passeggeri in transito e una crescita del 29,0% Linate (Milano) con 951.002 passeggeri in transito e una crescita negativa del --0,6% Borgo Panigale (Bologna) con 837.869 passeggeri in transito e una crescita del 7,2% Punta Raisi (Palermo) con 637.513 passeggeri in transito e una crescita del 6,1% San Giusto (Pisa) con 624.630 passeggeri in transito e una crescita del 5,1% Per l'aeroporto di Catania i 1.000.910 passeggeri in transito sono così suddivisi: 610.385 passeggeri su voli nazionali con una crescita del 14,8% 400.313 passeggeri su voli internazionali con una crescita del 17,1% 362.259 passeggeri su voli internazionali riferiti all'U.E. con una crescita del 14,2 La rotta internazionale più trafficata è stata Londra con 33.925 passeggeri in transito, il volo nazionale più trafficato è stato Roma con 199.518 passeggeri in transito, Considerando i primi sette mesi del 2017, l'aeroporto di Catania si colloca al sesto posto dopo Milano Linate, ma è l'aeroporto che cresce di più, insieme con l'aeroporto di Napoli, Malpensa e Bergamo. Ecco la classifica dei primi 10 aeroporti per movimenti di passeggeri riferiti ai primi sette mesi del 2017: Roma Fiumicino con 23.484.122 passeggeri in transito e una crescita negativa del -0,7% Milano Malpensa con 12.550.866 passeggeri in transito e una crescita del 15,0% Bergamo con 7.081.120 passeggeri in transito e una crescita del 11,9% Venezia con 5.784.257 passeggeri in transito e una crescita del 6,5% Milano Linate con 5.571.937 passeggeri in transito e una crescita negativa del -0,1% Catania con 5.104.108 passeggeri in transito e una crescita del 17,1% Bologna con 4.665.847 passeggeri in transito e una crescita del 6,7% Napoli con 4.589.085 passeggeri in transito e una crescita del 22,3% Roma Ciampino 3.447.713 in transito e una crescita del  5,8% Palermo con 3.177.608 passeggeri in transito e una crescita del 5,8% Il risultato positivo è confermato anche  per il mese di agosto con circa 1.025.000 transiti, un record ancora maggiore di quello registrato a luglio con un 15% in più rispetto allo stesso mese del 2016. Un aeroporto proiettato verso il futuro che nel medio termine avrà altri due terminal B e C che potenzieranno i servizi di accoglienza dei passeggeri. In particolare il terminal C (ex Norma), riservato alle compagnie low cost, dovrebbe essere attivato entro Natale. Nel breve termine dovrebbero concludersi entro il mese odierno l'istallazione dei nuovi quattro banchi check-in  dedicati alla consegna bagagli di chi viaggia con web chek-in. In Air-Side si attende invece il collaudo della nuova rampa dedicata ai passeggeri a ridotta mobilità (Prm) e alle famiglie con bambini e passeggini.  

Leggi tutto    Commenti 0