Articolo
19 apr 2017

Parcheggio AMT Fontanarossa, sosta low-cost per l’aeroporto: 2200 posti al servizio della città e dello scalo etneo

di Amedeo Paladino

Nel luglio 2015 è stato consegnato il parcheggio scambiatore Fontanarossa alla presenza del Sindaco Enzo Bianco e del Presidente dell'AMT (Azienda Metropolitana Trasporti). Il parcheggio è stato realizzato tra il 2006 e il 2011 dal Comune di Catania con il cofinanziamento della Protezione Civile, dato poi in gestione all'AMT che tra il dicembre scorso e il luglio del 2015 ha appaltato i lavori di completamento degli impianti tecnologici. L'area di 90 mila mq si trova 1 km a nord dell'Aeroporto Bellini, ha una capienza complessiva di 2200 posti suddivisi in 8 settori, alcuni dei quali destinati al personale SAC e allo stazionamento dei bus turistici. La struttura è dotata di una sala d'aspetto climatizzata e dotata di wifi gratuito, tv, ed emettitrici self-service dei biglietti autobus; l'area è inoltre sorvegliata da 119 telecamere. Gli ingressi al parcheggio sono due: si accede da via Fontanarossa o da via Forcile, tramite i varchi regolati dalle emittitrici in prossimità delle barriere automatiche; l’accesso veicolare al parcheggio è aperto tutti i giorni dell’anno agli utenti del trasporto pubblico, ai residenti dell’area circostante e, più in generale, a tutti i conducenti di autovetture interessati a sostare all'interno con il proprio mezzo. Il parcheggio, attivo 24 ore su 24, e funge da polo di scambio intermodale: è servito da 4 navette euro 6 a metano da 23 posti a sedere che collegheranno il parcheggio Fontanarossa all'Aeroporto Vincenzo Bellini con una frequenza di 5 minuti; vi transitano le circolari: 524 (da piazzale Borsellino al Villaggio Santa Maria Goretti attraverso via San Giuseppe La Rena); 802 Nera, 802 Rossa vi transita la linea veloce Librino Express che collega Librino alla Stazione Centrale, attraverso l'Asse dei Servizi e il Porto con una frequenza di 10 minuti, (qui puoi avere informazioni su questo servizio); dal parcheggio transiterà anche l'Alibus, servizio di collegamento tra il centro di Catania e l'Aeroporto al costo di 4 euro. Tariffe per la sosta e per la navetta: tariffa di 0,50 €/ora per le prime 5 ore, fino ad un massimo di 2,50 €; 2,50 €, tariffa giornaliera, che rimane valida fino allo scadere del giorno solare (ore 24:00) della timbratura riportata sul biglietto d’ingresso a banda magnetica, fino a un massimo di 20 giorni consecutivi; il servizio di BUS navetta per l'Aeroporto è gratuito per tutti gli utenti che posteggiano una vettura all'interno del parcheggio e per i relativi passeggeri, valevole per due corse: uno in andata (parcheggio-aeroporto) ed uno in ritorno (aeroporto-parcheggio);  il servizio di BUS navetta per l'Aeroporto costa 2 € per gli utenti che raggiungono il parcheggio a piedi o con mezzi di trasporto pubblico, valevole per due corse: uno in andata (parcheggio-aeroporto) ed uno in ritorno (aeroporto-parcheggio). Fontanarossa si aggiunge  al parcheggio di interscambio di Nesima, Due Obelischi e il parcheggio pertinenziale Sturzo, tutti gestiti dall’AMT.  Ulteriori dettagli consultabili nel sito AMT a questo link. Articolo del luglio 2015, revisionato e aggiornato ad aprile 2017

Leggi tutto    Commenti 1
Articolo
18 mar 2017

Eruzione Etna, Fontanarossa: limitazioni orarie per gli arrivi

di Mobilita Catania

Oggi pomeriggio sull’Etna si è verificata una nuova violenta esplosione freatica con una grossa frana di materiale caldo che si è scontrata con la neve in rapido scioglimento. Intanto la lava, a quota 1.600 metri, avanza nella Valle del Bove, con temperature di 1000°C.  Permanendo l’attuale fase eruttiva dell’Etna, l’Unità di Crisi ha prorogato fino alle ore 6 di domattina, domenica 19 marzo, le limitazioni orarie nell’Aeroporto di Catania. Confermato il limite di 5 movimenti orari per gli aeromobili in arrivo. Decolli regolari. Aperto e operativo lo scalo di Comiso (Rg). Nella giornata di oggi, sabato 18 marzo, sono stati cancellati nello scalo etneo 11 voli (3 in arrivo, 8 in partenza); dirottati 12 voli in arrivo (8 su Comiso, 4 su Palermo); e 11 in partenza (7 su Comiso e 4 su Palermo): in questo secondo caso i passeggeri, compiute le operazioni di check-in nell’aeroporto di Catania, sono stati trasferiti - a bordo di pullman predisposti dalle compagnie aeree - negli scali interessati.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
17 set 2015

INFO | LIBRINO EXPRESS, entra in servizio la linea veloce Stazione centrale – Librino: ecco i dettagli e il percorso

di Amedeo Paladino

La nuova linea veloce che collegherà il quartiere a sud di Catania con il centro della città, denominata “Librino Express“, entrerà in servizio il 19 settembre. Gli abitanti del quartiere sono più di 30 mila (censiti) e l’offerta di trasporto pubblico AMT, allo stato attuale, conta su 12 vetture distribuite su 4 linee. Il progetto si basa sulla razionalizzazione e la velocizzazione dei collegamenti, infatti il numero di vetture impiegate non varierà. Dei 12  bus che collegheranno Librino al centro, 6 serviranno la nuova linea Librino Express, 4 le due circolari 802 rossa e 802 nera, e 2 la circolare 830 sud. Ecco il progetto complessivo del Librino Express: Librino Express: linea veloce Stazione Centrale – Porto- Asse dei Servizi-Parcheggio Scambiatore  Fontanarossa-Librino parte sud-es; frequenza 10 minuti, 20-25 minuti per raggiungere la Stazione Centrale da Librino; 830: linea ordinaria Villaggio Sant’Agata – Cimitero – piazza Palestro – Piazza Risorgimento – Duomo; frequenza 25 minuti; 802 Rossa e Nera: circolari con passaggio da Villaggio Sant’Agata e capolinea al Parcheggio Scambiatore Fontanarossa; frequenza 20 minuti. La vecchia circolare 555 si trasforma dunque in linea veloce; sarà inoltre sospeso l’esercizio della circolare 550 “Via S. Martino – Villaggio S. Agata – Librino”. Il  “Librino Express”  fa parte di un sistema progettato per garantire un collegamento rapido tramite la linea veloce, con poche fermate, supportata da circolari con una frequenza coordinata. Non si tratterà di un collegamento come il BRT con corsie riservate e protette da cordoli, ma ugualmente efficiente in termini di frequenza, poiché il transito da Porto e il passaggio dall’Asse dei Servizi permetterà al Librino Express di evitare alcuni nodi congestionati dal traffico. Il fulcro del nuovo sistema Librino Express sarà il parcheggio scambiatore Fontanarossa, inaugurato ad agosto con l'esordio del servizio navetta per l'aeroporto. Ora questo parcheggio assume il ruolo di nodo di interscambio per la città: funzionerà con le stesse modalità di quello dei “Due Obelischi”: con un unico biglietto si potrà lasciare la macchina e prendere il bus. [qui potete consultare tutte le informazioni sulle tariffe e sulle modalità di utilizzo del parcheggio Fontanarossa] Ricordiamo che il biglietto ordinario AMT ha il costo di 1 euro. Con soli 20 centesimi in più è possibile acquistare il biglietto integrato AMT-FCE per cui alla Stazione Centrale, il capolinea in centro del Librino Express, è possibile scambiare con la metropolitana e proseguire il viaggio verso i quartieri serviti dal mezzo ferrato.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
04 set 2015

Moovit anche a Catania, il servizio per il trasporto pubblico intelligente

di Amedeo Paladino

Il settore della mobilità è sempre più dipendente dalla tecnologia; sono finiti i tempi in cui la materia si confondeva con la viabilità stradale e le scelte  che incidono sugli spostamenti di persone e merci erano di competenze di qualche assessore al traffico, supportato dal funzionario con Codice della Strada e Regolamento Viario alla mano. Oggi sempre più figure professionali sono coinvolte nel settore, la mobilità infatti è uno dei principali fattori di ricchezza di un centro urbano - secondo il PGTU (Piano Generale Traffico Urbano) di Catania la mobilità incide per 40 milioni sulle Casse del Comune-: la competitività di una città dipende dalla qualità degli spostamenti, prescindendo sempre più dall'utilizzo del mezzo privato. Con il termine smart city intendiamo quel sistema di tecnologie applicate alle comunicazioni, alla mobilità, all'efficienza energetica e all'ambiente che nel complesso migliorano la qualità della vita degli abitanti - diffidate da  coloro che spacciano le aree wifi di qualche piazza cittadina come un grande passo avanti verso la città intelligente-; la tecnologia deve essere in primo luogo utile, è questo l'assunto di partenza di Moovit, un servizio per smartphone che fa muovere i cittadini- utenti del trasporto pubblico in modo intelligente. Tre ragazzi israeliani, dal lancio dell'app nel 2012 a oggi, hanno reso più smart 600 città nel mondo, di cui 27 in Italia; gli utilizzatori sono più di 20 milioni, e il nostro Paese è il primo in Europa e quarto nel Mondo per numero di utenti. Moovit coniuga i dati forniti dalle aziende di trasporto pubblico locale con le informazioni degli stessi utenti, la somma di questi permettono di trovare la soluzione migliore negli spostamenti quotidiani. L'app, disponibile gratuitamente per iOS, Android e Windows Phone, pianifica il percorso più vantaggioso da effettuare per arrivare a destinazione, geo-localizza la propria posizione per conoscere le fermate più vicine, fornisce gli orari di partenza dei mezzi pubblici; mentre l'interazione degli utenti permette di conoscere in tempo reale l'orario di arrivo previsto ed eventuali disservizi.Quindi laddove la puntualità dei mezzi pubblici lascia a desiderare più cittadini utilizzano il servizio più l'orario dell'effettivo passaggio sarà veritiero, poiché gli utenti fungono da gps umani protetti dall'anonimato. Moovit è arrivato a Catania quest'anno grazie all'accordo con AMT (Azienda Metropolitana Trasporti) ed FCE (Ferrovia Circumetnea), raccoglie tutti i dati delle due aziende di trasporto pubblico locale: attraverso l'utilizzo dello smartphone  in qualunque momento siamo in grado di conoscere tute le alternative per raggiungere la nostra destinazione. Dal primo momento in cui utilizziamo l'app ci rendiamo conto di come questo strumento possa incidere positivamente sulla mobilità, migliorando la qualità del trasporto pubblico: ecco un passo concreto verso una città intelligente. Ad accorgersi dell'impatto di questo servizio sono state molte società di investimento, e tra le aziende spicca BMW, a dimostrazione che la mobilità dei centri urbani moderni debba prescindere dall'utilizzo esclusivo dell'auto privata.  

Leggi tutto    Commenti 3
Articolo
01 set 2015

Controlli autovelox per il rispetto dei limiti di velocità, i presidî di Settembre

di Mobilita Catania

La direzione del Corpo di Polizia Municipale informa di aver disposto presidî mobili di controllo con l’uso  di Autovelox  in vari siti della città, come previsto dal decr. pref. 45/2006 e successive integrazioni, per garantire la sicurezza della circolazione dei veicoli e dei pedoni attraverso il rispetto dei limiti di velocità. I viali Lorenzo Bolano, Felice Fontana, Ruggero di Lauria, Odorico da Pordenone e via Don Minzoni sono quotidianamente presidiati da pattuglie di vigili urbani con turni che ricoprono l’intero arco della giornata. Ecco il calendario di settembre dei controlli autovelox: Viale Artale Alagona (giorno  1 - 8 - 11 - 16 - 18 - 25 - 30) Viale Lorenzo Bolano (giorno  2 - 4 - 5 - 6 - 8 - 9 - 11 - 12 - 13 - 15 - 16 - 18 - 19 - 20 - 22 - 23 - 25 - 26 - 27 - 28 - 29) Viale Felice Fontana (giorno  2 - 9 - 14 - 21 - 24 - 30) Via Don Minzoni (giorno  3 - 10 - 17 - 24) Viale Ruggero di Lauria (giorno  1 - 3 - 7 - 15 - 23 - 29) Viale O. da Pordenone (giorno  4 - 10 - 17 - 22)

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
20 ago 2015

View, il software catanese che azzera le code e salva i bagagli in funzione a Fontanarossa

di Amedeo Paladino

La società catanese Bizmate operante nel settore dei servizi informatici ha sviluppato il software VIEW che consente di gestire e processare  in tempo reale una grande mole di dati inerenti ai voli, traffico passeggeri in attesa, in transito e in corso d'imbarco, operatività dei gate. Ma le applicazioni del programma possono essere trasversali, oltre ai trasporti anche il processo produttivo dell''industria e la sanità generano una grande quantità di dati che devono essere costantemente analizzati. View dal mese di giugno è utilizzato dalla SAC S.p.a, società che si occupa della gestione dell'aeroporto Vincenzo Bellini di Catania-Fontanarossa, il software interfacciato con i sistemi informatici dello scalo, è in grado di raccogliere e gestire le informazioni eterogenee dell'aeroporto più trafficato del Meridione, permettendo al managment di migliorare la qualità del servizio e sulla sicurezza globale dei passeggeri e del personale all'interno dell'Aeroporto. Nel dettaglio grazie all'analisi  della grande quantità di dati e di variabili, gli operatori aeroportuali sono in grado di minimizzare i tempi d'attesa dei passeggeri in particolare per l'accesso all'area sterile, cioè dal metal detector all’imbarco, adeguando i punti di accesso in base al traffico reale di utenti in transito. View inoltre monitora anche i bagagli, registrando il tempo di percorrenza di ciascuna valigia dal banco del check-in alla stiva dell’aeromobile, aiutando il personale a rispettare i tempi di consegna dettati dalle linee guida nazionali ed europee. Il software identifica anche possibili anomalie nel controllo passeggeri, effettuando confronti incrociati sui varchi di sicurezza, sulle carte di imbarco e sul tempo medio di permanenza dei passeggeri, evidenziando così eventuali condizioni sospette che richiedono un maggiore controllo da parte della Security. Il sistema avvisa costantemente gli operatori portuali tramite un sistema di allarmistica integrato del verificarsi di eventuali anomalie relative alla Security, alle operations e al livello di servizio erogato; le ripercussioni positive di questo software sono tangibili in termini di qualità del servizio, sicurezza globale dei passeggeri e del personale all'interno dell'Aeroporto. La sperimentazione presso lo scalo di Fontanarossa ha riscontrato grande successo, ora l'obiettivo della società catanese Bizmate è applicare il sistema ad altri scali italiani.  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
06 ago 2015

INFO | Metropolitana di Catania: un servizio per accedere a molte informazioni utili

di Amedeo Paladino

Presso le stazioni della Metropolitana di Catania sono stati installati dei cartelloni dai quali si potrà accedere attraverso la lettura del QrCode alla geolocalizzaione del luogo in cui vi trovate, inoltre con appositi links conoscerete le principali attrazioni turistico-commerciali presenti nei dintorni, il servizio vi permetterà anche di conoscere le fermate dell'AMT e delle autolinee FCE più vicine per sapere quale linea prendere dopo essere usciti dalla stazione metro in cui vi trovate.  

Leggi tutto    Commenti 0

Ultimi commenti