Articolo
20 set 2017

Dopo la riapertura della tratta ferroviaria Catania-Siracusa continuano disagi e ritardi

di Mobilita Catania

Dopo la riapertura della tratta ferroviaria Catania-Siracusa, chiusa dal 18 giugno scorso per interventi di manutenzione straordinaria e potenziamento infrastrutturale della linea Bicocca-Siracusa, riceviamo e pubblichiamo la nota del Comitato Pendolari Siciliani - Ciufer in merito ai disservizi e ai ritardi che continuano a verificarsi sulla linea. Domenica 10 settembre riapriva la tratta ferroviaria Siracusa-Catania-Messina, dopo circa ottanta giorni di chiusura per lavori di ammodernamento e velocizzazione. Diversi sono stati i disagi e le disattenzioni nei confronti della clientela, da parte di Rete Ferroviaria Italiana e di Trenitalia, a differenza della precedente chiusura, nello stesso periodo, dello scorso anno. Lo scorso anno tutti i treni, soppressi e sostituiti con bus, venivano fatti partire dal primo binario a differenza di quanto è avvenuto quest'anno. Una grave disattenzione, da parte di Rete Ferroviaria Italiana, che ha previsto le partenze dei treni dal settimo, dal terzo e/o dal quinto binario nonostante alcuni di questi erano previsti in orario in partenza dal primo. Ciò ha creato disagi a buona parte dell'utenza che si è trovata a scendere e salire scale per raggiungere i binari di partenza, non essendo la stazione di Catania dotata di alcun ascensore. Ma torniamo alla riapertura della tratta ferroviaria in questione. Se si ammoderna e si velocizza si dovrebbero ridurre i tempi di percorrenza e gli eventuali disagi-disservizi. Ma così non è stato nella prima settimana e precisamente dall'11 al 16 settembre abbiamo tenuto d'occhio diciannove treni regionali e regionali veloci da e per Siracusa. In totale in questi sei giorni abbiamo monitorato 114 treni, 19 ogni giorno, che hanno accumulato ritardi per 1691 minuti pari a oltre 28 ore. Oltre a questi disagi-disservizi viene diffusa una locandina da parte di Trenitalia che recita: - dall'11 settembre al 10 ottobre 2017 - Linea Messina-Catania-Siracusa - Modifiche circolazione treni - "Da lunedì 11 settembre a martedì 10 ottobre 2017, per lavori di potenziamento infrastrutturale nella stazione di Lentini, i treni sulla linea Messina-Catania-Siracusa subiranno variazioni. I quadri murali esposti nelle stazioni saranno aggiornati con la nuova offerta oraria dal 10 settembre, per ulteriori informazioni e dettaglio dei treni interessati: emettitrici automatiche self service ETS, www.trenitalia.com>Informazioni>Orario Ferroviario "In Treno", uffici informazioni e assistenza clienti e biglietterie". Di questa locandina e delle variazioni paventate non è stato dovutamente informato il Dipartimento Regionale dei Trasporti che sentito dal Comitato non sapeva, nel dettaglio, quali variazioni fossero state attuate sino al 10 di ottobre: ci sembra alquanto strano che il Committente, la Regione Siciliana, non venga prontamente ed adeguatamente informata delle variazioni relative all'offerta commerciale che si va a modificare. Tra l'altro ci sembra doveroso segnalare ancora una volta che il Contratto di Servizio per il trasporto ferroviario in Sicilia è scaduto da nove mesi circa e precisamente il 31/12/2016 e nessuno è a conoscenza della bozza contrattuale nè si sanno quali siano gli intendimenti della Regione/Dipartimento Trasporti per l'eventuale rinnovo, giusta nostra segnalazione a mezzo PEC all'ART (Autorità Regolazione Trasporti del 05/12/2016. L'unico dato certo è che nel collegato alla finanziaria 2017 l'Ars ha approvato ulteriori 83,3 milioni di euro da integrare a partire dal 2020 sino al 2026 ai 111,5 milioni/annui del Contratto di Servizio 2017-2026 ancora da redigere e da sottoscrivere e del quale nessuno ad oggi conosce i contenuti.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
11 set 2017

Riapre la tratta ferroviaria Catania-Siracusa: chiusa in estate per lavori di potenziamento

di Amedeo Paladino

È stata riaperta oggi la tratta ferroviaria Catania-Siracusa, chiusa dal 18 giugno scorso per interventi di manutenzione straordinaria e potenziamento infrastrutturale della linea Bicocca-Siracusa. Stamane sono tornati a circolare i treni sulla linea Catania-Siracusa dopo 3 mesi di stop forzato, dovuto alla necessità di eseguire lavori di potenziamento dell'infrastruttura ferroviaria. RFI (Rete Ferroviaria Italiana) ha eseguito importanti lavori di rinnovo di opere d’arte e miglioramenti dell’armamento lungo il tracciato, sono state apportate modifiche agli scambi di Agnone, Lentini e Lentini Diramazione per velocizzare la linea, soprattutto in corrispondenza delle stazioni e costruiti 3 nuovi cavalcaferrovia I lavori costituiscono la seconda fase di un più ampio progetto, avviato lo scorso anno, in grado di migliorare, entro il 2018, la regolarità del servizio e gli standard di affidabilità dell’infrastruttura, con una sensibile riduzione dei tempi di viaggio. L’investimento complessivo del progetto è di circa 81 milioni di euro, quasi interamente finanziato dai programmi europei PON.  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
23 dic 2016

Tratta ferroviaria Catania-Siracusa, aperto un nuovo cavalcaferrovia

di Mobilita Catania

Aperto al traffico stradale, nel territorio comunale di Catania, un nuovo cavalcaferrovia realizzato e finanziato da Rete Ferroviaria Italiana Alla cerimonia di inaugurazione erano presenti, per il Comune di Catania, Biagio Bisignani, Direttore Urbanistica e Gestione Territorio – Decoro Urbano e Maurizio Trainiti, Direttore Patrimonio; per RFI Carmelo Rogolino, Direttore Territoriale Produzione Palermo. La nuova viabilità scavalca i binari della linea Catania-Siracusa consentendo di eliminare il passaggio a livello sulla Strada Comunale Passo Cavaliere, chiuso definitivamente. Ciò non solo innalza gli standard di sicurezza della circolazione stradale e ferroviaria, ma contribuisce a snellire il traffico automobilistico, migliorare la regolarità della circolazione dei treni e la qualità dell’aria grazie alla riduzione dei gas di scarico delle auto non più ferme in attesa della riapertura delle barriere del passaggio a livello. L’opera è costituita da rampe realizzate in cosiddetto “rilevato” e da due impalcati a sostegno di una struttura con travi di cemento armato precompresso. La nuova viabilità si sviluppa per circa 1,1 km su due corsie delimitate da guardrail, con una piattaforma stradale larga 9 metri che consente un agevole passaggio dei veicoli in entrambi i sensi di marcia; investimento economico complessivo è stato di circa 3 milioni di euro.   Ti potrebbe interessare: Catania-Siracusa: a giugno inizieranno i lavori sulla tratta ferroviaria, stop ai treni regionali e nazionali

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
18 ott 2016

Autostrada Catania-Siracusa, gallerie ancora al buio per il furto dei cavi di alluminio

di Roberto Lentini

Un nuovo furto dei cavi, questa volta di alluminio, ha riportato le gallerie dell'autostrada Catania-Siracusa nuovamente al buio. L'Anas nei mesi scorsi aveva avviato un intervento di manutenzione per ripristinare gli impianti con un investimento complessivo pari a 1 milione e 300 mila euro; attualmente delle 16 gallerie presenti nelle due direzioni solo 6, le più corte, risultano illuminate, le altre invece rimangono al buio. Si credeva che l’utilizzo dell’alluminio, come conduttore, avrebbe evitato i continui furti che si verificano nelle nostre strade ma così non è stato. Il buio delle gallerie è pericoloso soprattutto nelle ore diurne in quanto i nostri occhi non riescono ad abituarsi al passaggio repentino dalla luce al buio mettendo in pericolo l' incolumità degli automobilisti. Speriamo che la proposta di legge approvata in questi giorni alla Camera che introduce nel codice penale la fattispecie di «Furto in danno di infrastrutture energetiche e di comunicazione», con pene inasprite rispetto alle attuali sia un deterrente per i ladri di cavi.

Leggi tutto    Commenti 1

Ultimi commenti