Articolo
15 lug 2020

VIDEO | Nuova Cittadella Giudiziaria di Catania, ecco il progetto vincitore

di Mobilita Catania

Oggi, alla presenza del presidente della Regione Nello Musumeci, dell’assessore delle Infrastrutture Marco Falcone, del sindaco Salvo Pogliese e del presidente della Corte d’appello, Giuseppe Meliadò, è stato presentato alla stampa il progetto vincitore della nuova cittadella giudiziaria di Catania che sorgerà in viale Africa. A vincere il concorso e prevalere, dunque, tra le oltre ottanta proposte pervenute, un raggruppamento di studi e imprese capeggiato dalla Modostudio di Roma e tra le quali figura la catanese Stancanelli Russo Associati. La struttura, oltre a farsi notare per la sua imponenza, dichiara una grande permeabilità fisica e visiva in quanto la maggior parte dei volumi appare sopraelevata, concedendo così visione del mare dalla quota stradale e la possibilità di raggiungere il Caito in prossimità dei binari ferroviari, con terrazze arredate a verde che si affacciano sul mar Jonio. In sostanza, assieme al nuovo complesso di uffici, sorgerà una grande piazza semicoperta tra il viale e la scogliera. Lo studio di Architettura Modostudio coniuga alla sperimentazione ed innovazione architettonica una elevata conoscenza tecnica e professionalità, grazie alla integrazione delle competenze dei suoi partners, acquisite in anni di collaborazione presso gli studi di Massimiliano Fuksas, Piero Sartogo, Erick Van Egeraat e Kas Oosterhuis in progetti di grande prestigio. Nel recente passato, ha raccolto riconoscimenti in importanti concorsi nazionali ed internazionali in Spagna, Finlandia, Svizzera, Lituania ed Italia, in quest’ultimo caso adesso spicca anche la vittoria catanese.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
13 lug 2020

Concorso nuova Cittadella Giudiziaria in viale Africa: trionfo di professionisti etnei

di Andrea Tartaglia

Manca ancora l'ufficialità, ma trapelano le prime indiscrezioni a seguito della conclusione odierna del concorso di idee per la progettazione della nuova Cittadella Giudiziaria in viale Africa, a Catania. A vincere il concorso e prevalere, dunque, tra le oltre ottanta proposte pervenute, un raggruppamento di studi e imprese capeggiato dalla Modostudio di Roma e tra le quali figura la catanese Stancanelli (già artefice, tra le altre opere, del centro sportivo di Torre del Grifo della società Calcio Catania). In anteprima, le prime immagini del progetto vincitore: La struttura, oltre a farsi notare per la sua imponenza, dichiara una grande permeabilità fisica e visiva in quanto la maggior parte dei volumi appare sopraelevata, concedendo così visione del mare dalla quota stradale e la possibilità di raggiungere il Caito in prossimità dei binari ferroviari, con terrazze arredate a verde che si affacciano sul mar Jonio. In sostanza, assieme al nuovo complesso di uffici, sorgerebbe una grande piazza semicoperta tra il viale e la scogliera. Lo studio di Architettura Modostudio coniuga alla sperimentazione ed innovazione architettonica una elevata conoscenza tecnica e professionalità, grazie alla integrazione delle competenze dei suoi partners, acquisite in anni di collaborazione presso gli studi di Massimiliano Fuksas, Piero Sartogo, Erick Van Egeraat e Kas Oosterhuis in progetti di grande prestigio. Nel recente passato, ha raccolto riconoscimenti in importanti concorsi nazionali ed internazionali in Spagna, Finlandia, Svizzera, Lituania ed Italia, in quest'ultimo caso adesso spicca anche la vittoria catanese. Al secondo posto, un gruppo formato da tre studi: Beretta Associati di Milano (capogruppo), lo studio ACA (Amore Campione Architettura) di due ingegneri catanesi, che da anni fa parlare di sé per ottimi piazzamenti in analoghi concorsi di architettura, la cui sede si trova nei pressi di Giarre, alle pendici dell'Etna e lo Studio dell'Architetto (anche lui catanese) Luigi Marco Longhitano. Ecco alcune immagini del progetto: Curiosamente, per lo Studio ACA si tratta della seconda volta in cui giunge secondo in un concorso di idee all'ombra del Liotro: aveva infatti già ottenuto la prestigiosa posizione in occasione del Concorso di Idee per il nuovo waterfront catanese. Domani, a Catania, la pubblicazione della graduatoria. A seguire saranno condotte le verifiche amministrative sulle imprese vincitrici che, superato quest'ultimo passaggio, potranno procedere alla progettazione vera e propria finalizzata alla realizzazione dell'opera. Ti potrebbero interessare: Cittadella Giudiziaria di Catania, verso un nuovo edificio in viale Africa: opportunità da cogliere La demolizione dell’ex Palazzo delle Poste di viale Africa entra nella fase clou. Qui «da degrado ad affaccio sul mare» VIDEO | Il progetto vincitore del concorso per la nuova Cittadella Giudiziaria di Catania  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
09 lug 2020

Parcheggio interrato in piazza della Repubblica, nuovo rinvio in conferenza dei servizi

di Andrea Tartaglia

Oggi si sarebbe dovuto concludere l'iter burocratico che avrebbe portato alla gara d'appalto per la realizzazione del parcheggio multipiano interrato, con parco soprastante, in piazza della Repubblica, a Catania, nell'ambito delle opere di riqualificazione di Corso Martiri della Libertà. Tuttavia, come ha reso noto l'Assessore ai Lavori Pubblici del Comune di Catania, Enrico Trantino, la seduta odierna della specifica Conferenza dei Servizi, che teoricamente poteva essere quella conclusiva, si è invece risolta con un aggiornamento della stessa già fissato per la fine di agosto, a causa di un approfondimento richiesto dai privati che devono realizzare l'importante opera da circa 14 milioni di euro. «Nessuno creda manchi l'impegno -ha dichiarato l'Assessore Trantino- Fino a quando dipenderà dalla parte politica, cercheremo di contrarre al massimo i tempi. Non è ammissibile che si patisca ancora un'attesa che dura da cinquant'anni». Attesa snervante che si prolunga, dunque, per potere risanare la ferita che grava sul centro della città da decenni. L'auspicio è che tali ulteriori allungamenti dei tempi siano circoscritti e possano essere utili a condurre a una positiva conclusione di questo delicato passaggio, anche in considerazione del fatto che altre gare d'appalto, per il completamento delle opere su tutto il corso e di ancor maggior entità, dovranno essere affrontate e portate a compimento proprio a seguito dell'affidamento dei lavori in piazza della Repubblica. Ti potrebbe interessare: Catania, il progetto di riqualificazione di Corso Martiri della Libertà

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
09 lug 2020

Fermata ferroviaria aeroporto Fontanarossa, aggiudicati lavori per il collegamento stradale

di Amedeo Paladino

La S.A.C., società che gestisce l'Aeroporto Fontanarossa Catania ha reso noto l'esito della gara avente per oggetto i "Lavori di realizzazione nuova strada di collegamento viabilità aeroportuale a nuova stazione ferroviaria RFI e opere connesse". Ad aggiudicarsi i lavori con un ribasso del 25,3% rispetto alla base di gara pubblicata il 7 febbraio per un importo di 1.282.011,93 euro comprensivo di 32.704,58 euro per oneri della sicurezza non soggetti a ribasso, è stato il Raggruppamento temporaneo di imprese composto da “Marino Rosario s.r.l. di Mazara del Vallo (TP) in qualità di Capogruppo e dall'Associata “Cialona Giovanna” con sede a Petrosino (TP). L’intervento è finalizzato al collegamento della rotatoria di via Fontanarossa, utilizzando in parte la strada già esistente e in parte una strada di nuova realizzazione, alla costruenda fermata ferroviaria che secondo le previsioni sarà pronta entro il 2020; per la strada di collegamento il cronoprogramma allegato al bando indica in sei mesi la durata temporale del cantiere. La fermata, una volta in esercizio costituirà, una svolta storica per il trasporto regionale ferroviario. I viaggiatori provenienti dal messinese, da Siracusa, da Enna e Caltanissetta potranno raggiungere l’aeroporto in treno: un primo, strategico, salto di qualità nella direzione dell’auspicata intermodalità nella mobilità etnea. Ti potrebbero interessare: Passante Ferroviario di Catania Nodo Ferroviario di Fontanarossa: non solo aeroporto, è la città ad averne bisogno Metropolitana di Catania

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
03 lug 2020

Volotea lancia il nuovo volo Catania-Torino con prezzi a partire da 27,75 euro

di mobilita

Volotea ha inaugurato oggi la nuova rotta Catania- Torino inizialmente con 4 frequenze settimanali, il lunedi, giovedi, venerdi e domenica mentre dal 27 luglio diventerà giornaliero, con prezzi a partire da 27,75 euro. Il nuovo volo rientra in un progetto ampio che vede la compagnia impegnata nel consolidare il suo network 2020 con l’avvio di 40 nuove rotte nazionali, 15 delle quali in esclusiva, in Italia, Francia, Spagna e Grecia. In questi Paesi, inoltre, la compagnia punta a intensificare i collegamenti tra le isole e la terraferma, offrendo ai suoi passeggeri la possibilità di raggiungere ancora più comodamente alcune tra le più accattivanti mete vacanziere. “Siamo molto felici di poter inaugurare la nuova rotta in partenza da Catania alla volta di Torino. Con l’avvio del nuovo collegamento, per tutti i passeggeri catanesi sarà possibile raggiungere ancora più comodamente il Piemonte, per uno short break in una delle regioni più affascinanti d’Italia o per andare a trovare familiari e parenti che vivono li. - ha commentato Valeria Rebasti, Commercial Country Manager Italy & Southeastern Europe di Volotea -. Allo stesso tempo ci auguriamo di potenziare i flussi turistici verso Catania e la Sicilia, dove sarà possibile trascorrere qualche giorno di relax all’insegna di sole, mare e ottimo cibo. Scendiamo in pista a Catania con un ventaglio di 9 destinazioni che, siamo certi, conquisterà un numero sempre crescente di passeggeri”. Volotea ha recentemente incrementato le sue misure igieniche e i protocolli di sicurezza per garantire un’esperienza di volo confortevole e sicura e tutelare la salute di passeggeri e dipendenti.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
27 giu 2020

Da lunedi 29 giugno ritorna il servizio ferroviario della FCE

di Mobilita Catania

A partire da lunedì 29 Giugno ritorna il servizio ferroviario della Ferrovia Circumetnea, nella tratta da Catania a Paternò, dopo il fermo dovuto al lockdown e ai successivi lavori di adeguamento dell'armamento ferroviario. Qui potete consultare il nuovo orario. Sempre a partire dal 29 giugno sarà disponibile il nuovo orario del Metro Shuttle che sarà collegato agli orari di partenza e di arrivo delle corse extraurbane delle autolinee:   e i nuovi percorsi urbani delle autolinee che non transiteranno dal viale Mario Rapisardi ma dalla stazione Milo in coincidenza con il Metro Shuttle.

Leggi tutto    Commenti 1
Articolo
23 giu 2020

Parte oggi AMIGO, il nuovissimo servizio di car-sharing dell’AMT

di Mobilita Catania

Un nuovissimo servizio di car-sharing, l'autonoleggio a breve termine, è da oggi disponibile a Catania, fornito dall'Azienda Metropolitana Trasporti in accordo con Amigo dell'azienda Amat di Palermo. A presentarla alla città stamani, nel piazzale del parcheggio aziendale Rl, ci sono il sindaco Salvo Pogllese, il presidente dell' Amt Giacomo Bellavia insieme alle consigliere di amministrazione Agata Parisi e Serena Spoto, gli assessori comunali alla mobilità Giuseppe Arcidiacono e alle Partecipate Roberto Bonaccorsi. Presenti anche il sindaco di Palermo Leoluca Orlando e il presidente di Amat Michele Cimino. L'Amt è l'unica azienda della Sicilia orientale presente con questo tipo di servizio che nel resto dell'Isola sta già avendo un grande successo tra cittadini e turisti. 50 le autovetture messe a disposizione degli abbonati, tutte nuove e versatili, di ultima generazione a basso impatto ambientate (a benzina ed ibride), distribuite in tutte le zone del capoluogo etneo. Si tratta dei modelli Lancia Y e Toyota Yaris. I clienti, una volta registrati, possono scegliere e prenotare l'auto attraverso l'applicazione Amigo. L'accesso all'auto avviene sempre tramite l'App Amigo scaricata su smartphone ed è prenotabile in tempo reale e fino a 12 ore prima. Ritiro e consegna dell'auto noleggiata sono previsti nei 140 stalli a disposizione in tutta la città, dove i veicoli possono essere presi e lasciati in sosta senza pagamenti aggiuntivi. Numerosi i vantaggi indiscussi del car sharing targato Amt: quello di essere economico e rispettoso dell'ambiente, di essere attivo h24 7 giorni su 7 poiché, a differenza degli autonoleggi tradizionali, non ha stazioni fisse e quindi non ha orari di apertura e chiusura. Si potrà poi viaggiare nelle corsie riservate, lasciare l'auto all'interno delle strisce blu senza costi di ticket e molto altro ancora. Inoltre con il car sharing l'abbonato, acquistando solo l'uso effettivo del veicolo anziché il veicolo stesso, non avrà costi di gestione del mezzo. Il noleggio comprende tutte le spese, inclusa la polizza Kasco, e non deve essere necessariamente pianificato in anticipo. Sarà inoltre possibile viaggiare con l'auto e lasciarla in tutti i luoghi dove è presente il noleggio Amigo: Palermo, Trapani, Enna, Alcamo, Castellammare del Golfo, Scopello (stagionale), Castelvetrano, Monreale, Capaci, Aeroporto Falcone Borsellino Palermo, Aeroporto V. Bellini Catania, Aeroporto Ignazio Florio Trapani. Il servizio è dunque una valida alternativa all'uso del veicolo privato, limitando l'utilizzo dell'auto al tempo strettamente necessario. Basta scegliere una vettura nelle vicinanze, aprirla tramite l'app. salire a bordo e partire. Il costo del car sharing si compone di due parti: una quota fissa di abbonamento (annuale) e la tariffa proporzionale all'effettivo utilizzo dell'auto  (durata della corsa e chilometri percorsi). Per maggiori informazioni basta consultare il sito web www.amigosharing.it

Leggi tutto    Commenti 0

Ultimi commenti