Articolo
28 mag 2017

Sciopero Alitalia, 23 voli cancellati dallo scalo di Fontanarossa

di Mobilita Catania

Domenica di protesta per l'Alitalia che ha cancellato circa 200 voli per uno sciopero indetto da alcune organizzazioni sindacali del personale Alitalia (CUB Trasporti, USB, Confael e Assovolo) hanno proclamato un’astensione dal lavoro dalle ore 10.00 alle ore 18.00 e da alcune sigle sindacali dei controllori di volo ENAV dalle ore 13.00 alle ore 17.00 . Ecco i voli Allitalia Cancellati dallo scalo Vincenzo Bellini di Catania: AZ 1704 Catania- Milano Linate partenza alle 20:05 e arrivo alle 21:55; AZ 1705 Napoli- Catania con partenza alle 15:00 arrivo alle 16:25; AZ 1706 Catania- Napoli con partenza alle 17:00 e arrivo alle 18:20; AZ 1710 Catania- Roma Fiumicino con partenza 10:20 e arrivo alle 11:40; AZ 1711 Roma- Fiumicino- Catania con partenza alle 12:30 e arrivo alle 13:45; AZ 1712 Catania- Roma Fiumicino con partenza alle 16:45 e arrivo alle 18:05; AZ 1713 Milano- Linate Catania con partenza alle 10:00 e arrivo alle 11:45; AZ 1714 Catania - Milano Linate con partenza alle 12:30 e arrivo alle 14:20; AZ 1715 Milano Linate - Catania con partenza alle 11:35 e arrivo alle 13:20; AZ 1716 Catania- Milano Linate con partenza alle 14:05 e arrivo alle 15:55; AZ 1721 Milano Linate - Catania con partenza 16:00 e arrivo 17:45; AZ 1723 Milano Linate - Catania con arrivo alle 17:35 e partenza alle 19:20; AZ 1724 Catania- Roma Fiumicino con partenza alle 11:55 e arrivo alle 13:15; AZ 1726 Catania- Roma Fiumicino con partenza alle 15:10 e arrivo alle 16:30; AZ 1730 Catania - Roma Fiumicino con partenza alle 13:10 e arrivo alle 14:30; AZ 1733 Roma Fiumicino –Catania con partenza 16:45e arrivo alle 18:00; AZ 1734 Catania- Roma Fiumicino con partenza alle 14:30 e arrivo alle 15:50; AZ 1739 Roma Fiumicino -Catania con partenza alle 10:40 e arrivo alle 12:00; AZ 1741 Roma Fiumicino- Catania con partenza alle 14:40 e arrivo alle 16:00; AZ 1745 Roma Fiumicino- Catania con partenza alle 13:10e arrivo alle 14:25; AZ 1746 Milano Linate - Catania con partenza alle 07:30 e arrivo alle 09:15; AZ 1747 Catania - Milano Linate con partenza alle 10:30 e arrivo alle 12:20, AZ 1756 Catania - Roma Fiumicino con partenza alle 12:45 e arrivo alle 14:10. La compagnia ha comunicato comunque di aver distribuito l’80% dei passeggeri su altri voli.   Ti potrebbero interessare: Aeroporto di Catania Fontanarossa | Storia e sviluppi futuri British Airways, cominciano a ripartire gli aerei dopo il blocco di ieri Cancellati tutti i voli della British Airways in partenza da Londra

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
26 mag 2017

Un museo dei trasporti a Catania: il progetto dell’Associazione Mediterranea Autobus Storici

di Amedeo Paladino

Il progetto dell’Associazione Mediterranea Autobus Storici nasce un po’ per caso nel 2011, grazie alla passione ed alla tenacia dell’avvocato Giuseppe Nicotra (attuale Presidente) ed agli altri due soci fondatori Francesco ed Emanuele Arezzi, mossi dall’intento di salvare dalla fiamma ossidrica tre mezzi gemelli degli anni ’70 (Fiat 418 AC Cameri) che avevano appena terminato la loro carriera presso il petrolchimico di Gela. I tre bus riuscirono ad affrontare la lunga SS 417 Gela-Catania e sono attualmente conservati presso la rimessa AMT di Catania, in attesa di restauro. Da allora, grazie all’acquisizione di alcuni rari mezzi degli anni ’80 (Inbus U 210 e Fiat 470), l’associazione ha iniziato un percorso sociale e culturale che l’ha vista protagonista di diverse iniziative nella città etnea, tra le quali si ricordano le due edizioni di Natale in Bus, di grande successo ed apprezzate da decine di migliaia di visitatori. Tra gli scopi sociali dell’AMAS, preservare gli autobus di interesse storico che per decenni sono stati protagonisti del trasporto pubblico, organizzare manifestazioni e rievocazioni storiche con i veicoli d'epoca, mostre fotografiche e modellistiche. “Tuttavia – afferma l’avv. Nicotra - il sogno nel cassetto dell’associazione è la costituzione del primo grande museo dei trasporti e della cultura del sud Italia, con sede principale a Catania; quest’ultimo rappresenterà non solo un importante polo attrattivo e turistico per gli appassionati dei trasporti, ma soprattutto un vero e proprio museo nel museo nel quale verranno privilegiate la cultura e le principali arti che hanno reso l’Italia e la Sicilia famose nel mondo. Ogni autobus rappresenterà un’arte ed un sapere, sarà un viaggio all’interno della cultura e della conoscenza. La sede del museo è pensata proprio in una porzione della storica rimessa di via Plebiscito, oggi abbandonata a causa trasferimento di tutte le attività dell’AMT presso la nuova rimessa di Pantano d’Arci (dove peraltro al momento trovano ricovero i bus storici dell’Associazione); quest’ultimo è concepito non solo su sede fissa bensì come museo itinerante, al fine di portare arte, cultura e solidarietà in giro per le principali vie e piazze della città, nonché nelle scuole e nei quartieri, e dunque anche come strumento per la crazione di eventi, anche di richiamo turistico.” “Ad oggi – continua il Presidente – dopo avere avviato una fattiva ed intensa collaborazione con AMT Catania, con grande soddisfazione e sacrificio dei nuovi soci che via via si sono aggregati al progetto, abbiamo attivato la sede di Messina, nella quale sono ricoverati altri tre mezzi dell’AMAS e stiamo avviando un dialogo con AST Sicilia, AMAT Palermo ed ATAM Reggio Calabria per iniziare una fruttuosa collaborazione alla stregua di quanto fatto nel capoluogo etneo.”

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
26 mag 2017

Il comune di Belpasso punta a un servizio di navetta per la stazione Nesima della metropolitana

di Mobilita Catania

Dopo Misterbianco anche l'amministrazione di Belpasso punta ad un servizio navetta di collegamento tra il centro urbano di Belpasso e la fermata Nesima della metropolitana di Catania. La proposta è stata già presentata ai vertici della Ferrovia Circumetnea e nei prossimi giorni inizierà la fase di studio per la fattibilità del servizio. Il comune di Belpasso è penalizzato dal fatto che la stazione della FCE si trova in territorio di Piano Tavola distante circa 4 chilometri dal centro, e un simile servizio potrebbe attivare un collegamento veloce tra il comune di Belpasso e la città di Catania evitando così l'uso dell'auto, lasciando comunque la fermata di Piano Tavola nell'itinerario del nuovo servizio bus. Un servizio analogo di bus-navetta collega le frazioni di Misterbianco, Lineri e Montepalma, con la stazione di Nesima della metropolitana di Catania ha esordito alcune settimane fa: esso prevede 34 corse giornaliere con frequenze differenziate in base all'orario, per usufruire del servizio basta presentare il proprio abbonamento o comprare il biglietto giornaliero della metro al costo di 2 euro. Ti potrebbero interessare: Metro, tratta Misterbianco-Paternò: ecco dove sorgeranno le stazioni Metropolitana di Catania | Storia e sviluppi futuri

Leggi tutto    Commenti 1
Articolo
24 mag 2017

VIDEO | Passante Ferroviario di Catania: dentro la stazione di Ognina prossima all’apertura

di Amedeo Paladino

La consegna del cavalcaferrovia di collegamento tra via Fiume, nel quartiere Picanello, e via Acireale, non distante da piazza Mancini Battaglia nel borgo di Ognina, segna una fase cruciale per l'imminente apertura delle stazioni in ambito urbano Ognina ed Europa della linea Catania-Siracusa. I tecnici di RFI (Rete Ferroviaria Italiana) hanno confermato l'esordio del nuovo binario e l'apertura delle due stazioni il 18 giugno: si tratterà di un'apertura tecnica, infatti gli utenti e i cittadini dovranno attendere la fine del mese di giugno. Per la terza nuova fermata intermedia, quella di Picanello, invece, si dovrà attendere autunno a causa di alcuni lavori di adeguamento previsti da recenti normative in materia di sicurezza. La stazione di Ognina è in superficie e sarà dotata di un sottopassaggio pedonale con accesso da via Fiume per collegare i due binari. La stazione sarà dotata di un parcheggio da 120 posti auto, con ingresso da via De Caro attraverso il cavalcaferrovia di nuova realizzazione. Oggi noi di Mobilita Catania abbiamo avuto l'opportunità di visitare la stazione Ognina. Ecco il video: Anche la stazione Europa è ormai completa. Sono state completate la coperture in plexiglass per l’accesso da piazza Europa ai binari. Inizialmente, presso le stazioni di Europa e Ognina, è prevista la fermata dei treni dell’area metropolitana di Catania con origine da Giarre/ Riposto. Non si tratterà quindi di un vero servizio metropolitano: dovrà essere infatti la regione Siciliana a dover rivedere i termini del Contratto di Servizio con Trenitalia. La tratta metropolitana avrà quindi questa conformazione: Giarre/Riposto Carrubba Guardia Mangano/Santa Venerina Acireale Cannizzaro Catania Ognina Catania Picanello (apertura dopo l’estate) Catania Europa Catania Centrale Ti potrebbero interessare: Passante Ferroviario | Scheda dell’opera La “rivoluzione su ferro” di Catania, dalla metro al passante ferroviario: opportunità, scenari e nodi irrisolti  

Leggi tutto    Commenti 1
Articolo
23 mag 2017

Servizio straordinario della metropolitana per EtnaComics: consigli utili per raggiungere il Festival Internazionale del Fumetto e della Cultura Pop

di Roberto Lentini

La Ferrovia Circumetnea comunica che in occasione della 7^ edizione del Festival Internazionale del Fumetto e della Cultura Pop, ETNA COMICS™, la Metropolitana di Catania rimarrà attiva giovedì 1 giugno e sabato 3 giugno fino a mezzanotte e sarà aperta eccezionalmente domenica 4 giugno dalle ore 7:00 fino a mezzanotte. Mostrando il braccialetto di Etna Comics ai tornelli della stazione Giovanni XXIII, il viaggio di ritorno sarà gratuito. Inoltre acquistando l'abbonamento per il festival nel punto vendita Etna Comics Shop & Coffeehouse di Borghetto Europa Catania, il biglietto giornaliero della metro nei giorni dell'evento costerà la metà. Come raggiungere il Festival? Per chi proviene dai paesi Etnei consigliamo di lasciare la macchina al parcheggio di viale Raffaello Sanzio e prendere la metropolitana alla stazione Giuffrida, o in alternativa lasciare la macchina al parcheggio Due Obelischi, utilizzare il BRT1 e scambiare con la metro alla stazione Borgo. Vi ricordiamo che la stazione più vicina per accedere alla manifestazione è quella di Giovanni XXIII. Per chi proviene dalla parte ovest della città consigliamo di lasciare la macchina al parcheggio Nesima e prendere la metropolitana alla stazione Nesima poco distante. Per chi abita nelle zone di Monte Palma e Lineri potete utilizzare il bus navetta (escluso la domenica) che vi porta direttamente  alla stazione della metropolitana Nesima utilizzando lo stesso biglietto o abbonamento. Per chi proviene dalla parte sud della città consigliamo di lasciare la macchina al parcheggio Fontanarossa e utilizzare il Librino Express e scendere alla fermata di Giovanni XXIII   Come ogni anno Etna Comics riserverà ampio spazio anche ai più piccoli, coinvolgendoli in un vortice di attività tutte da scoprire! L’Area Junior sarà infatti un mix perfetto di comics, games e palco, studiato e pensato per rendere ancora più divertente e costruttiva l’esperienza in fiera dei vostri bambini. Saranno tantissimi gli spettacoli che renderanno davvero “magica” l’edizione 2017 di Etna Comics Junior. Ti potrebbero interessare: VIDEO | Navetta metro per Montepalma e Lineri: un servizio impeccabile VIDEO | Parcheggio di interscambio AMT-Metro-Circum di Nesima: come funziona Parcheggio AMT Fontanarossa, sosta low-cost per l’aeroporto: 2200 posti al servizio della città e dello scalo etneo

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
21 mag 2017

Aeroporto Fontanarossa, ritardi e voli dirottati a causa del forte vento

di Mobilita Catania

Nella giornata di oggi si sono verificati rallentamenti della movimentazione aerea a causa del forte vento: la situazione si è progressivamente normalizzata A causa del forte vento, che impongono una limitazione alla movimentazione aerea, si stanno verificando alcuni disagi all'aeroporto di Catania con ritardi nei voli in arrivo e in partenza. Alcuni aerei sono stati inoltre dirottati negli scali di Comiso, Palermo, Malta e Lamezia Terme.  Ecco nel dettaglio i voli dirottati: V7 1741 da Verona di Volotea con B717 su Palermo FR6941 da Pisa di Ryanair con B737/800 su Lamezia Terme AZ1731 da Roma di Alitalia con A321 su Comiso U2 2845 da Milano MXP di easyJet con A320 su Palermo BA2592 da Londra LGW di British Airways con A319 su Malta Informazioni sui voli in tempo reale sul sito www.aeroporto.catania.it, sull’app CTAairport e su Telegram, il servizio di messaggistica istantanea su cui SAC ha attivato un canale (@aeroportocatania_bot).  Aggiornamenti sull’operatività dello scalo anche sui profili Facebook e Twitter.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
17 mag 2017

Le Stazioni Ognina ed Europa e il nuovo servizio metropolitano esordiranno il 18 giugno

di Roberto Lentini

La "rivoluzione su ferro" dell'area metropolitana di Catania sembra essere entrata nelle fasi cruciali. L'apertura del passante ferroviario, inizialmente prevista per il 14 maggio, è stata rinviata al 18 giugno. Il rinvio si è reso necessario per acquisire tutte le autorizzazioni necessarie per attivare la linea; inoltre si sono affrontate alcune difficoltà sopraggiunte durante il completamento dei pozzi per l'accesso in caso di emergenza. Con l'inaugurazione del passante i treni percorreranno il nuovo binario, mentre quello attualmente in esercizio sarà chiuso per circa un mese per consentire la realizzazione di alcuni lavori all'infrastruttura. Entreranno in funzione le nuove stazioni Ognina e Europa, a servizio dell’omonimo quartiere e della zona di piazza Europa. Per la terza nuova fermata intermedia di Picanello, invece, si dovrà attendere la fine dell’estate a causa di alcuni lavori di adeguamento previsti da recenti normative in materia di sicurezza. La stazione di Ognina è in superficie e sarà dotata di un sottopassaggio pedonale con accesso da via Fiume per collegare i due binari. La stazione è ormai completa mentre per il parcheggio da 120 posti auto, con ingresso da via De Caro attraverso il cavalcaferrovia di nuova realizzazione, bisognerà attendere ancora qualche mese. Anche la stazione Europa è ormai completa. Sono state completate la coperture in plexiglass per l'accesso da piazza Europa ai binari. Inizialmente, presso le stazioni di Europa e Ognina, è prevista la fermata dei treni dell'area metropolitana di Catania con origine da Giarre/ Riposto. Per la stazione di Picanello bisogna aspettare la fine dell'estate. L'intero progetto orario, comunque, è in fase di definizione. Il dettaglio dei treni che fermeranno sarà consolidato a breve anche in accordo con la Regione Siciliana; è chiaro che il momentaneo utilizzo di un solo binario nella tratta appena raddoppiata non permette frequenze elevate. La tratta metropolitana avrà quindi questa conformazione: Giarre/Riposto Carrubba Guardia Mangano/Santa Venerina Acireale Cannizzaro Catania Ognina Catania Picanello (apertura dopo l'estate) Catania Europa Catania Centrale Ecco gli orari e le frequenze del nuovo servizio metropolitano riferito ad un giorno feriale nella fase iniziale: Il costo per la tratta urbana sarà di 1,70 euro, l’abbonamento settimanale sarà di 11,70 euro, mentre quello mensile di 38,80 euro; al momento non è previsto un biglietto integrato né tantomeno un abbonamento con la metropolitana e con l'AMT. Alla luce degli orari iniziali e dell'impiego di treni regionali, è evidente che il servizio metropolitano, per il momento, di "metropolitamo" ha solo il tracciato ma non certo le frequenze. Con l'apertura di entrambi i binari, l'auspicio è che venga approntato un servizio apposito in grado di fornire una concreta alternativa al mezzo privato. Per quanto riguarda la fermata provvisoria Fontanarossa al servizio dell'aeroporto, il progetto è in una fase preliminare, la successiva fase progettuale sarà sviluppata non appena sarà concluso un protocollo di intesa con SAC e Comune per l'utilizzazione della fermata, di cui si prevede a breve la firma. I lavori si dovrebbero concludere entro il 2020 e la fermata dovrebbe essere realizzata nei pressi della rotonda nei pressi della base aerea della Guardia Costiera, a totale carico della RFI, per un costo di circa cinque milioni di euro. Non ancora definiti, ma presumibilmente occorreranno ancora diversi anni, i tempi per la futura stazione di Fontanarossa che sorgerà nelle immediate vicinanze dell'attuale parcheggio scambiatore di Fontanarossa e si interconnetterà con la futura stazione Santa Maria Goretti della metropolitana. Per approfondire il tema vi consigliamo: Passante Ferroviario | Scheda dell’opera Quale futuro per la metropolitana di Catania? Da Misterbianco a Fontanarossa entro il 2023 La “rivoluzione su ferro” di Catania, dalla metro al passante ferroviario: opportunità, scenari e nodi irrisolti FOTO | Stazioni ferroviarie di Ognina ed Europa ormai pronte, Fontanarossa finanziata; passi avanti per Acquicella e Bicocca La linea metro a nord di Catania: il progetto di Pedemontana e il nodo irrisolto dell’hinterland di Catania

Leggi tutto    Commenti 1