Articolo
22 feb 2018

Allerta meteo con codice arancione domani a Catania

di Mobilita Catania

Per la giornata di domani, venerdì 23 febbraio 2018, la Protezione civile  regionale ha emanato un bollettino di allerta meteo, con codice di rischio idrogeologico arancione. Secondo il Centro funzionale multirischio regionale si prevedono dunque fenomeni temporaleschi che potrebbero essere accompagnati da rovesci di forte intensità, fulmini, forte vento e mare localmente mosso. L'Amministrazione comunale raccomanda alla popolazione la necessaria prudenza e, in particolare, di evitare l'uso di mezzi a due ruote come moto, motocicli e biciclette. Per ogni segnalazione si potrà chiamare il numero 095/484000, che corrisponde al Centro segnalazione emergenze della Protezione civile comunale, attivo 24 ore su 24. Si potranno inviare anche email all'indirizzo protezionecivile@comune.catania.it.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
16 feb 2018

Arkia apre la rotta Catania Fontanarossa-Tel Aviv Ben-Gurion

di Roberto Lentini

L'aeroporto di Catania si arricchisce di un nuovo collegamento aereo con Tel Aviv operato dalla compagnia aerea israeliana Arkia disponibile dal 28 maggio al 5 ottobre con due frequenze settimanali il lunedì e venerdì. Nel periodo di maggior traffico verrà introdotta una terza frequenza il mercoledì. Atterra all'aeroporto di Tel Aviv-Ben-Gurion vicino alla città di Lod, 15 chilometri (9 miglia) a sud-est di Tel Aviv. Dall’aeroporto, per andare verso Gerusalemme, dovete prendere ugli autobus 945 e 947 della compagnia Egged  che passano all’incirca ogni mezz’ora dalle 05:30 alle 21:00. Una delle opzioni più comode, economiche e popolari è, sicuramente, quella del Monit Sherut, un taxi collettivo che parte davanti agli Arrivi dell’aeroporto e vi porta (esattamente come un taxi) direttamente alla vostra destinazione finale. Cosa vedere a Gerusalemme La città di Gerusalemme è un luogo ricco di storia, monumenti e musei in cui convivono ebrei, musulmani e cristiani. Il Muro del Pianto è sicuramente uno dei luoghi più suggestivi, poiché è il punto di raccolta per la preghiera ed è inoltre un'area protetta e sorvegliata per motivi di sicurezza. Un luogo veramente sacro ai cristiani è la Basilica del Santo Sepolcro, attorno alla quale si sviluppa il Quartiere Cristiano. All'interno si trova la pietra sulla quale venne steso Gesù per essere preparato alla sepoltura, La Porta di Damasco permette di accedere ad un quartiere davvero particolare ovvero quello arabo, che appare subito come un bazar in cui vi è un mix di profumi di spezie, pane ed altri aromi che si mescolano nell'aria creando un'atmosfera davvero unica.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
14 feb 2018

Ryanair collegherà Catania a Siviglia dal prossimo inverno

di Roberto Lentini

Sono state presentate ieri le novità della compagnia aerea irlandese: con l’inizio della programmazione invernale 2018/2019 Ryanair lancia un nuovo volo Catania-Siviglia con due frequenze settimanali, il mercoledi e la domenica a partire dal 28 ottobre. Ecco gli operativi del volo: CTA 19:10 → SVQ 22:10   – 3—7– SVQ 15:45 → CTA 18:45   – 3—7– Sempre per la Spagna Ryanair ha introdotto nuovi voli in connessione da Catania per:  Alicante, Barcellona El Prat, Ibiza, Lanzarote, Malaga, Tenerife (Sud), Valencia I voli per Siviglia saranno prenotabili dal prossimo mese di marzo sul sito di Ryanair: atterrerà all'aeroporto di Siviglia situato a 10 km da Siviglia, nella regione dell'Andalusia, in Spagna.  Dall'aeroporto di Siviglia potete raggiungere il centro città con l’autobus dalle 5:20 all’01:15 tutti i giorni. Il biglietto si acquista a bordo e il tragitto dura circa 30 minuti. La fermata dell’autobus è, invece, in prossimità del terminal. Cosa vedere a Siviglia La città di Siviglia è ricca di cultura, storia e monumenti. Vi consigliamo di visitare la Cattedrale una delle più grandi del mondo e la Giralda, simbolo della città e ricca di storia e influenza araba e all’interno vi si trova la tomba di Cristoforo Colombo. Nei giorni più caldi vi consigliamo di passare dal Metropol Parasol, una costruzione in legno bizzarra costruita per fare ombra; molto interessante la Piazza di Spagna che fu sede della Expo del 1929 e il Parco Maria Luisa, dove troverete il Museo Archeologico e della tradizione andalusa. Se volete osservare la città di Siviglia da un punto di vista diverso, vi consigliamo la Ruota panoramica, situata nei giardini del Prado de San Sebastian, e non perdete uno o più spettacoli di flamenco.  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
08 feb 2018

Lo sviluppo di Fontanarossa al centro di una riunione operativa a Palazzo degli Elefanti

di Amedeo Paladino

Riunione operativa a Palazzo degli Elefanti per risolvere alcune criticità dello scalo etneo. In particolare: aumentare il numero dei movimenti aerei, il miglioramento dei servizi e le risposte alla crescente domanda di mobilità da/per la Sicilia, di cui l'aeroporto di Catania è principale porta d'accesso. Il sindaco Enzo Bianco ha incontrato questa mattina a Palazzo degli Elefanti il Capo di Stato Maggiore dell'Aeronautica Militare, generale Enzo Vecciarelli, nel corso di una riunione operativa alla quale hanno partecipato il Capo dell'Ufficio Generale del Capo di SMA, generale Francesco Presicce, il comandante del 41° Stormo Antisom di stanza a Sigonella, il colonnello Francesco Frare, il portavoce del Ministro della Difesa, Andrea Armaro, il Direttore Aeroportuale Enac (Ente Nazionale Aviazione Civile) della Sicilia Orientale, Vincenzo Fusco, la presidente della Sac Daniela Baglieri con l'amministratore delegato Nico Torrisi, il Capo di Gabinetto del Comune Gian Luca Emmi e il consulente del Sindaco per i rapporti istituzionali Francesco Marano. "L'aeroporto di Catania, ha detto il sindaco Bianco, oltre ad essere uno dei più importanti d'Italia, è la principale porta di accesso alla Sicilia: per questo motivo il nostro obiettivo è eliminare qualsiasi criticità che ne impedisca crescita e sviluppo; è una realtà in forte crescita e che possiede ampi margini di sviluppo. Si trova inoltre in una posizione logistica e infrastrutturale unica, avendo nei pressi tre importanti autostrade con un quarta che presto sarà realizzata. Per raggiungere questo obiettivo bisogna rimuovere alcune criticità avendo, come sempre, la capacità di fare squadra". Il Primo cittadino ha quindi promosso la costituzione di un tavolo tecnico di lavoro con tutti gli attori della presenti alla riunione, oltre all'Enav, per affrontare e risolvere i seguenti punti: la separazione delle procedure tra Catania e Comiso, la maggiore flessibilità degli orari, una corretta pianificazione. In particolare, si è parlato di aumentare il numero dei movimenti aerei: attualmente lo spazio aereo di Catania e Comiso ha un limite di 20 movimenti orari che impedisce l'aumento di collegamenti giornalieri e, di conseguenza, il miglioramento dei servizi e la risposta alla crescente domanda di mobilità da/per la Sicilia, di cui l'aeroporto di Catania è principale porta d'accesso. Per fare un esempio, nei due aeroporti in totale possono atterrare dieci aerei e decollarne altri dieci ogni ora, oppure ne possono atterrare diciotto e decollare due, sempre nel giro di sessanta minuti. A lanciare l'allarme circa il futuro prossimo del sistema aeroportuale di Catania e Comiso era stato l'amministratore delegato di Sac, Nico Torrisi, a seguito della paventata riduzione del numero dei voli in virtù del sistema di controllo del traffico aereo che, nella Sicilia orientale, viene gestito in sinergia tra la torre di controllo dell’ENAV di Fontanarossa e l’Aeronautica Militare di Sigonella. Per poter mantenere il crescente traffico dei due aeroporti, sarà necessario che l'Aeronautica Militare abbia la possibilità di impiegare nuovo personale di controllo voli sull’aeroporto di Sigonella, tale da consentire, nel breve termine, un numero di almeno trenta movimenti orari per i due aeroporti di Fontanarossa e di Comiso. Positiva la risposta del generale Vecciarelli che si è detto non solo disponibile alla collaborazione ma ha anche comunicato di "avere già identificato alcune soluzioni per quel che riguarda lo spazio aereo di Fontanarossa" ed ha ribadito l'importanza di "un dialogo costante per risolvere i problemi". Parole confermate da Fusco che ha sottolineato come Aeronautica e Enac "hanno da tempo iniziato un percorso condiviso per attivare tutto ciò che è necessario anche per consentire l'arrivo a Catania di nuove compagnie aeree". Oltre a ciò, il colonnello Frare ha precisato che "stiamo attuando un approccio multidisciplinare e stiamo investendo tutte le nostre risorse e energie per raggiungere risultati pratici e tangibili". "Esprimiamo piena soddisfazione - hanno dichiarato in maniera congiunta Daniela Baglieri e Nico Torrisi - per i risultati ottenuti. Ringraziamo il sindaco Bianco per la sua azione, che apprezziamo, e il generale Vecciarelli per l'operatività dimostrata". Ti potrebbe interessare: Aeroporto di Catania Fontanarossa | Storia e sviluppi futuri Aeroporto di Catania, 95 milioni di investimenti per il più grande scalo del Sud L’aeroporto di Catania si fa grande: aggiudicati i lavori per il nuovo terminal

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
04 feb 2018

Carnevale di Misterbianco: aree di sosta e navetta

di Mobilita Catania

Oggi pomeriggio a Misterbianco inizia il  “Carnevale dei costumi più belli di Sicilia” con la prima delle tre uscite dei gruppi che quest’anno vi prenderanno parte. La partenza dei carri è prevista alle 16,30 con tempi contingentati per evitare ritardi e far si che i turisti possano assistere tranquillamente alla sfilata senza fare le ore piccole. Questi i gruppi ed i temi che affronteranno: Escopazzo con “Escopazzo…. che scena”; Turi Campanazza con “L’allegro mondo dei gitani”; La Smorfia con “Atlentide…in..abbissati semu”; New A.N.G.E. con “Canciamu musica”; La Burla con “Gioielli del Nilo”; Eagles Misterbianco con “Cubalibre”. Sono in funzione alcuni servizi come il parcheggio per i camper posto in piazza Pertini e i parcheggi per i pullman e nel pomeriggio continueranno a fare la spola i bus navetta che collegano la zona commerciale con il centro storico per evitare di intasare le strade e rispettare le vie di fuga. Per chi arriva da fuori l’amministrazione comunale ha previsto anche le visite per il sito archeologico di “Campanarazzu” con dei bus navetta dalle 9,00 alle 12,00 in collaborazione con la Fondazione culturale Monasterium Album, al museo della civiltà contadina ed al museo dei costumi del carnevale nei locali dello stabilimento di Monaco.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
29 gen 2018

Catania nella rotta delle grandi navi da crociera. Costa Crociere ritorna al porto di Catania.

di Mobilita Catania

Dopo la flessione del 2017, il porto di Catania torna nelle rotte delle grandi compagnie: saranno 69 gli approdi tra cui il tanto atteso ritorno di Costa Crociere. Per quest'anno è in programma l'arrivo a Catania di 69 navi da crociera, per un totale di oltre 130.000 passeggeri, quasi il doppio del 2017. Inoltre tornerà Costa Crociere - che sarà presente anche nel 2019 - con 20 'toccate nave' con le quali sarà nuovamente possibile iniziare la vacanza partendo dal porto etneo. Arriveranno, tra le altre, le navi di Compagnie del segmento luxury come Club Med che farà à tappa a Catania ad agosto con la Club Med II, la Croisieurope, la Variety Cruises e la Voyages to Antibquiy, quelle del gruppo Royal Carribean e il ritorno di Pullmantur, Aida e WindStar. Le novità sono state rese note dal dirigente area e comunicazione dell'ex Autorità Portuale di Catania, avv.Roberto Nanfitò, che ha sottolineato come il ritorno di Costa Crociere sia "frutto di proficui incontri con i vertici della compagnia, ai quali hanno preso parte il sindaco Enzo Bianco, il presidente dell'Autorità di Sistema Portuale del Mare di Sicilia Orientale Andrea Annunziata, lo stesso Nanfitòtra e Antonio Di Monte, general manager di Catania Cruise Port, che da poco più di un anno è entrata a far parte del grande network di Global Port Holding, il più importante operatore indipendente di terminal crocieristici al mondo. "Dall'arrivo di Global port ed il consolidamento dei rapporti con l'Adsp del Mare di Sicilia Orientale - ha detto Nanfitò - grande lavoro è stato fatto congiuntamente anche sul fronte locale con lo sviluppo di intensi e proficui rapporti di collaborazione con le Autorità, le istituzioni, gli enti e le realtà imprenditoriali coinvolte nella filiera con l'obiettivo di candidare lo scalo etneo come Home port (porto di inizio e fine crociera) per le compagnie armatrici i navi di medie dimensioni (1.500 - 2000 passeggeri). Nanfitò ha infine annunciato che la stazione marittima di Catania sarà a breve attrezzata con un defibrillatore pubblico di ultima generazione (Dae) divenendo così il primo termina crociera cardioprotetto della Sicilia". Ti potrebbe interessare: Porto | storia e sviluppi futuri

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
29 gen 2018

Nuovo volo Catania-Norimberga operato da Eurowings

di Roberto Lentini

Dal 25 marzo 2018 sarà disponibile un nuovo volo diretto Catania-Norimberga operato da Eurowings con prezzi a partire da 37,49 euro. Il volo sarà disponibile il giovedi e domenica e sarà operato con un Boeing 737-800, ricevuto in leasing da Tuifly. Ecco gli operativi del volo EW 4189 CTA 07:55 → NUE 1O:15   -4- EW 4188 NUE 04:35 → CTA 06:45   -4- EW 4189 CTA 15:10 → NUE 17:30   -7- EW 4188 NUE 11:45 → CTA 13:55   -7- Atterra all'aeroporto di Norimberga situato  a sette chilometri a nord della città, vicino alla frazione ‘'Ziegelstein'’. È collegato al centro attraverso l'U-Bahn linea 2. Ci vogliono 12 minuti per raggiungere l'aeroporto dalla stazione centrale. Circolano anche autobus, tra di loro una linea fino a ‘'Thon'’ con accesso alla S-Bahn. Usando la strada B4 attraverso Ziegelstein e poi la B2 si raggiunge l'autostrada A3. Con il taxi ci vuole un quarto d'ora per arrivare in centro, costa circa 16 euro. Inoltre sono presenti gli autonoleggi Avis, Hertz, Europcar e Sixt. Cosa vedere a Norimberga Norimberga è famosa anche per alcune specialità culinarie: le famose salsicce di Norimberga e, nel periodo Natalizio, il "Lebkuchen" (pan pepato). Da non perdere il mercatino di Natale che dura per tutto il mese di dicembre e che attira visitatori da tutto il mondo. Da non perdere a Norimberga: la Kaiserburg (fortezza dell'Imperatore), la piazza del Mercato ("Hauptmarkt") con la famosa fontana Schöner Brunnen , la Königstraße, la strada principale del centro storico con la bellissima Mauthalle (casa della dogana) e l'imponente torre Frauentorturm tutto il centro storico con numerosi palazzi antichi, la chiesa di San Lorenzo, capolavoro in stile gotico e la Frauenkirche (Chiesa di nostra Signora), il Weinstadel, l'antico deposito del vino, situato sul fiume Pregnitz l'importante Museo Nazionale Germanico, la casa di Albrecht Dürer, ai piedi della Kaiserburg, il centro di documentazione nel Reichsparteitaggelände, nella zona meridionale della città, dove i nazisti tennero i raduni del loro partito NSDAP il museo della ferrovia (Eisenbahnmuseum), il museo dei giocattoli (Spielzeugmuseum).

Leggi tutto    Commenti 0