Articolo
07 dic 2017

Ferrovia Circumetnea, commissionati quattro nuovi treni Vulcano

di Andrea Tartaglia

La Ferrovia Circumetnea ha esercitato, entro il termine di quattro anni previsto dal contratto firmato nel dicembre 2013, l'opzione prevista per richiedere ulteriore materiale rotabile all'azienda polacca Newag per la metropolitana leggera che collega Catania a Giarre, circumnavigando il vulcano Etna. Questo, in sintesi, il comunicato dell'azienda di Nowy Sącz: Il consiglio di amministrazione di NEWAG S.A. informa che la Società ha ricevuto dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti della Repubblica italiana - Direzione generale dei trasporti pubblici locali - Ente governativo della Ferrovia Circumetnea, con sede a Catania, un nuovo ordine. L'ordine è stato posto sulla base dell'accordo quadro che prevedeva la possibilità di ordinare fino a dieci doppie unità diesel con trasmissione elettrica ("Traction Units") entro il 2 dicembre 2017. Il primo ordine includeva la consegna di quattro unità di trazione, già consegnate alla Ferrovia Circumetnea. L'oggetto del nuovo ordine è la consegna da parte della Società alla Fce di ulteriori quattro unità di trazione. Il prezzo di una unità di trazione è stato fissato a € 3.723 .210,00 EUR netti . Il valore totale dell'ordine è di € 14.892.840,00 netti. L'ordine è incondizionato nell'ambito di una unità di trazione e condizionato per le restanti tre. La Ferrovia Circumetnea è in fase operativa per ottenere finanziamenti per l'attuazione completa dell'ordine. In caso di mancato finanziamento, l'ordine scadrà nel campo di applicazione relativo alla consegna di tre convogli. I termini dettagliati dell'esecuzione dell'ordine, inclusi i tempi di consegna, saranno specificati nel contratto di prestazione Il contratto originario prevedeva quattro treni (già consegnati e in esercizio) con opzione per altri sei, per un totale massimo possibile, dunque, di dieci convogli a due casse. Con l'ordine della Circumetnea, dunque, l'opzione è stata esercitata per altri quattro treni, di cui uno già commissionato e altri tre subordinati al reperimento dei fondi necessari. Almeno il primo dei quattro treni previsti, dunque, potrà arrivare ed essere messo in esercizio, con ogni probabilità, nel 2019. Il primo dei quattro treni Vulcano è arrivato a Catania a dicembre 2015, un momento storico per la storia della Ferrovia Circumetnea e per il trasporto pubblico del nostro territorio, che noi di Mobilita Catania abbiamo documentato. Dopo alcuni mesi di collaudo i nuovi convogli a due casse hanno cominciato ad effettuare servizio passeggeri lungo i binari della storia linea circumetnea; I treni Vulcano sono complessi binati ad alimentazione diesel e trasmissione elettrica, dotati di servizi igienici a norma per disabili, aria condizionata, telecamere di videosorveglianza, presa elettrica a 220 v e alloggiamento per biciclette. Possono raggiungere una velocità operativa di 120 chilometri all'ora (la velocità massima omologata è di 100 km/h) e sono conformi agli standard di emissione dei gas di scarico con bassi consumi di carburante. Ecco le foto scattate in occasione della presentazione dei treni Vulcano avvenuta il 19 dicembre 2015 durante i festeggiamenti dei 120 di storia della Ferrovia Circumetnea:   Ti potrebbero interessare: VIDEO | I 120 anni di Circumetnea e i nuovi treni Vulcano ESCLUSIVA VIDEO | Vulcano si posa per la prima volta sui binari della circumetnea FOTO | La Circumetnea festeggia 120 anni e presenta i nuovi Vulcano La storia dei treni della Ferrovia Circumetnea: da 120 anni attorno all’Etna  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
26 gen 2017

Ferrovia Circumetnea, in servizio anche l’ultimo dei quattro nuovi treni “Vulcano”

di Amedeo Paladino

Dopo alcuni mesi di collaudo e pre esercizio, l'ultimo treno del lotto composto da quattro nuovi convogli denominati "Vulcano" prodotti dall'azienda polacca Newag, è finalmente entrato in servizio per i passeggeri della Ferrovia Circumetnea.   Il treno DMU 004, come segnalatoci dal nostro utente Vincenzo La Rosa, è già in servizio, andando a migliorare ulteriormente il servizio della Circumetnea, aggiungendosi agli altri 3 messi in esercizio progressivamente dal mese di maggio dell'anno scorso. Agli utenti saranno garantiti viaggi più brevi e con maggior confort; ciascun treno può ospitare più di 100 passeggeri comodamente seduti, con una capacità massima di 190 passeggeri. Foto di copertina di Vincenzo La Rosa: treno DMU 004 presso la stazione di Misterbianco Ti potrebbero interessare: VIDEO | Ferrovia Circumetnea: dentro “Vulcano” per il suo storico primo viaggio VIDEO | I 120 anni di Circumetnea e i nuovi treni Vulcano ESCLUSIVA VIDEO | Vulcano si posa per la prima volta sui binari della circumetnea FOTO | La Circumetnea festeggia 120 anni e presenta i nuovi Vulcano La storia dei treni della Ferrovia Circumetnea: da 120 anni attorno all’Etna Ferrovia Circumetnea apre alle bici sui treni: passo avanti per il trasporto intermodale

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
09 dic 2016

Circumetnea, le vecchie automotrici iniziano ad andare in pensione

di Vincenzo La Rosa

È passato già un anno da quando la ditta polacca Newag ha consegnato alla Ferrovia Circumetnea il primo nuovo convoglio binato "DMU001A/001B", denominato "Vulcano", che dopo circa sei mesi di varie corse di prova e test, è entrato in esercizio, per la precisione il 24 maggio scorso. Poco dopo, la Circumetnea ha iniziato a mettere da parte qualche vecchia automotrice, partendo dalle due ex "calabro lucane", ossia l'ADe 08 e l'ADe 09, che, spesso, viaggiavano in coppia, visto che le altre due gemelle, ossia l'ADe 07 e l'ADe 10, non sono più marcianti da diversi anni. In particolare, l'ADe 07 si ritrova completamente smontata ed accantonata in fondo al piazzale della stazione di Catania Borgo, da parecchi anni, in seguito ad un intervento di "revamping" mai ultimato; l'ADe 10, invece, è stata compromessa definitivamente da un incendio in seguito ad un corto circuito verificatosi nell'anno 2007, mentre svolgeva il suo quotidiano viaggio a servizio degli studenti, in coppia con una delle sue gemelle. In seguito, è stata accantonata anche l'automotrice "RALn 6403", una delle ex "RALn 60 FS" provenienti dalla ferrovia FS a scartamento ridotto, successivamente trasformate in "RALn 64" (a partire dall'anno 1981). Tuttavia, le automotrici non sono state accantonate in modo permanente. È molto probabile che potranno essere ancora utilizzate, specialmente nel caso in cui uno dei convogli "Vulcano" abbia necessità di essere sostituito in caso di guasti. Inoltre, da parecchi mesi non circola più nemmeno l'automotrice "ADe 24", del gruppo di automotrici conosciute anche come "IMPA", poiché l'intero gruppo delle automotrici ADe 21 - 25 è stato costruito negli stabilimenti "ITIN", Italimprese Industrie, originalmente nata come "IMPA", ubicati nella zona industriale di Catania e che ormai da molti anni hanno chiuso i battenti. Non è stato ancora avviato nessun "processo" di accantonamento definitivo per le vecchie automotrici, ma questo accadrà non appena arriveranno altri nuovi convogli "Vulcano". Infine, secondo fonti attendibili, le prime automotrici che verranno accantonate saranno le "RALn 64", nonostante quest'ultime siano le automotrici più potenti del parco rotabili, dopo i nuovi treni "VULCANO", ovviamente. Com'è logico, invece, le automotrici che sono state ristrutturate saranno le ultime ad essere eventualmente accantonate.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
24 nov 2016

Ferrovia Circumetnea: in arrivo altre due automotrici “revampizzate”

di Vincenzo La Rosa

Nell'anno 2009, in seguito alla carenza di materiale rotabile, tanto quantitativo quanto qualitativo, la Ferrovia Circumetnea, ha avviato un progetto di "revamping" di alcune delle automotrici già in servizio da circa 20 anni. La prima automotrice a ricevere il "revamping", cioè un profondo lavoro di ristrutturazione e riqualificazione, sarebbe dovuta essere l'ADe 07, una delle quattro automotrici acquistate di seconda mano, provenienti dalla Ferrovia Calabro Lucana (FCL), oggi chiamata "Ferrovia Appolo Lucana" (FAL). L'automotrice, era accantonata da tanti anni nel deposito locomotive di Catania. A tale scopo, era stata trasferita in un'officina nei pressi di Napoli, ma qualcosa andò storto, e l'automotrice venne riconsegnata alla Circumetnea completamente smontata, priva di ogni suo pezzo. Dopo questo inconveniente, la Ferrovia Circumentea, ha deciso di eseguire il "revamping" delle proprie automotrici da sé. Ma stavolta cambiando modello da rinnovare e optando per le "Brown Boveri", della serie "ADe 11 - 20", partendo dall'unità "ADe 18", che in occasione del "revamping", è stata denominata "La Prima". L'automotrice è stata presentata in occasione dell'inaugurazione della nuova tratta della Circumetnea di 4,3 chilometri, comprendente le nuove stazioni sotterranee di Santa Maria di Licodia. Non appena terminati i lavori sulla prima automotrice, è stata "revampizzata" anche l'unità ADe 19, seguendo lo stesso criterio. L'automotrice è stata così denominata "La Seconda". Terminati i lavori della seconda automotrice, dopo qualche mese, erano iniziati anche i lavori di una terza unità: l'ADe 16. Purtroppo, però, i lavori di quest'ultima hanno subito diverse interruzioni, e solo dopo più di un anno dall'inizio, i lavori sono stati completati. Sebbene ancora oggi non è stata consegnata, a breve ne è previsto l'inizio delle corse di prova. In futuro, è previso il "revamping" di una quarta automotrice. Ma in questo caso, a differenza delle altre tre, sarà usata solamente per scopi turistici nella tratta "Linguaglossa - Riposto", ed avrà un numero di posti a sedere inferiore rispetto alle altre. Inizialmente, il progetto prevedeva un "revamping" di 5 - 6 automotrici. Ma con la previsione dell'acquisto dei nuovi treni, che alla fine sono stati i "Vulcano", di cui tre esemplari su quattro sono già in esercizio (e altri tre verranno ordinati), si è deciso di fermarsi a quattro unità. È molto probabile che i lavori di "revamping" della quarta automotrice, non siano ancora iniziati. In futuro, quando saranno consegnati altri convogli "Vulcano", e quindi verranno accantonate le vecchie automotrici, è molto probabile che le unità "revampizzate" saranno le uniche a circolare assieme ai nuovi convogli di marca "Newag". Auspicabile che almeno un esemplare per modello rimanente, seppur non in uso, rimanga a testimonianza del passato, e diventi parte del museo dei trasporti della Circumetnea, eventualmente anche con la capacità di essere usato eccezionalmente, come già avviene per la storica littorina "ALn 56.06", del 1937.   Ti potrebbero interessare... La storia dei treni della Ferrovia Circumetnea: da 120 anni attorno all’Etna; FOTO | La storia della Ferrovia Circumetnea nel nuovo spazio espositivo della stazione di Bronte

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
30 giu 2016

ESCLUSIVA VIDEO | Ferrovia Circumetnea, il quarto nuovo treno immesso per la prima volta sui binari

di Amedeo Paladino

L'ultimo dei quattro nuovi treni, denominati "Vulcano", commissionati da Ferrovia Circumetnea all'azienda polacca Newag è giunto a Catania ed è stato immesso sui binari Le operazioni si sono svolte la sera di martedi 28 giugno in via Leonardo Da Vinci, nei pressi della stazione Borgo, e si sono concluse dopo circa due ore (qui la nostra diretta).  Il treno DMU-004, l'ultimo del lotto composto da 4 treni a due casse, si alternerà nelle corse di prova con il treno DMU-003, prima dell'entrata in servizio. Ecco il video delle operazioni Il secondo treno Vulcano, a conclusione dei collaudi e delle corse di prova entrerà in servizio domani dalla stazione Borgo, il primo aveva fatto il suo esordio ad aprile. I nuovi treni verranno inizialmente impiegati nelle corse di maggiore frequentazione e in seguito sulle restanti fasce orarie, nel piano aziendale è previsto anche il servizio anche nei giorni festivi. L’entrata in servizio di “Vulcano” apre importanti scenari per la mobilità dell’area metropolitana, che insieme alle nuove tratte della metropolitana, porterà anche al riordino totale dei servizi su gommato Ti potrebbero interessare: VIDEO | Ferrovia Circumetnea: dentro “Vulcano” per il suo storico primo viaggio ESCLUSIVA VIDEO | Vulcano si posa per la prima volta sui binari della circumetnea VIDEO | I 120 anni di Circumetnea e i nuovi treni Vulcano ESCLUSIVA VIDEO | Vulcano si posa per la prima volta sui binari della circumetnea FOTO | La Circumetnea festeggia 120 anni e presenta i nuovi Vulcano La storia dei treni della Ferrovia Circumetnea: da 120 anni attorno all’Etna Le novità Ferrovia Circumetnea per il 2016: metro, circum e autolinee Ferrovia Circumetnea apre alle bici sui treni: passo avanti per il trasporto intermodale

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
27 giu 2016

Ferrovia Circumetnea, nei prossimi giorni entrerà in servizio il secondo Vulcano

di Roberto Lentini

Procedono spedite le prove in corsa dei nuovi treni "Vulcano". Da circa quattro settimane il primo, nuovo treno DMU 001 della Ferrovia Circumetnea, consegnato all’inizio dello scorso mese di dicembre, effettua quotidianamente le sue corse. Il secondo treno "Vulcano" DMU 002, intanto, ha concluso con successo tutte le corse di prova previste e sarà messo in esercizio nei prossimi giorni mentre il treno DMU 003 entrerà in servizio nella prima metà di luglio. Questa settimanea arriverà a Catania il  quarto treno Vulcano, il DMU 004, e già si pensa ad ordinare altri quattro nuovi Vulcano. Con la messa in esercizio dei  nuovi  quattro treni “Vulcano” sarà rinnovata metà del parco rotabile di FCE  e, con l'entrata del nuovo orario, verrà intensificata la tratta Adrano-Nesima con l'aumento di corse giornaliere e il servizio pure nei giorni festivi.   Ti potrebbe interessare: Le novità Ferrovia Circumetnea per il 2016: metro, circum e autolinee Ferrovia Circumetnea, continuano le corse di prova per altri due nuovi treni Vulcano FOTO | Vulcano è arrivato sotto l’Etna La storia dei treni della Ferrovia Circumetnea: da 120 anni attorno all’Etna  

Leggi tutto    Commenti 0