Articolo
22 giu 2017

Tre moto Guzzi 500 per i Vigili Urbani di Trecastagni: recuperati dopo anni gli storici mezzi della Polizia Stradale

di Mobilita Catania

Da alcuni giorni i vigili urbani di Trecastagni hanno a disposizione per l'espletamento del proprio servizio tre moto Guzzi 500: è il sindaco del comune, Giovanni Barbagallo, a comunicarlo. Sono state, infatti, riparate dopo oltre vent'anni di mancata utilizzazione. Dopo l'acquisto di una nuova macchina la polizia municipale di Trecastagni potrà, quindi, disporre anche di tre moto con il marchio dell'intramontabile mito del motociclismo italiano e mondiale. La moto Guzzi 500, come è noto, è stata presentata al salone di Ginevra del 1950 ed è stata per molti anni la moto ufficiale della polizia stradale e della guardia di finanza. Con appena 2000 mila euro sono state riparate delle moto molto apprezzate dagli appassionati e dai collezionisti di tutto il mondo. La scelta di ripararle rientra in una strategia dell'amministrazione comunale finalizzata ad una più proficua gestione del patrimonio comunale. In precedenza era stata già riparata una Fiat Punto, anch'essa per tanto tempo ferma nel garage e ora costantemente impiegata per le attività istituzionali dei vigili urbani.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
19 mag 2017

Polizia Municipale di Catania, cambio al vertice: Stefano Sorbino nuovo comandante

di Mobilita Catania

L'attuale comandante del Corpo della Polizia municipale prenderà il posto di Roberto Politano. A capo dei Vigili urbani il sindaco ha designato l'attuale vicecomandante, Stefano Sorbino, che assumerà la carica dopo il G7, quando il sindaco si recherà al Comando per il passaggio delle consegne. Pietro Belfiore sarà il nuovo Capo del Personale del Comune di Catania. L'attuale comandante del Corpo della Polizia municipale prenderà il posto di Roberto Politano posto in pensione. Belfiore resterà a capo dei Vigili urbani fino al G7, che toccherà anche Catania, porta d'accesso per delegazioni di tutto il mondo e giornalisti. Nei giorni successivi al vertice internazionale, il sindaco Enzo Bianco presenzierà, nella sede del Comando della Polizia municipale di piazza Spedini, alla cerimonia del passaggio delle consegne tra Belfiore e l'attuale vicecomandante, Stefano Sorbino, per ringraziare l'uscente per l'impegno e l'alto senso del dovere profusi in questi anni e per augurare al nuovo comandante un buon lavoro nel delicato ruolo. Pietro Belfiore, 55 anni, avvocato, dirigerà dunque la Direzione Risorse umane e organizzazione, che, oltre alla gestione del Personale, si occupa anche di Controllo di gestione e dell'Ufficio Servizio Civile. Belfiore è stato protagonista di una prestigiosa carriera nella Pubblica amministrazione iniziata a soli 23 anni vincendo un concorso per vicedirettore nell'Amministrazione penitenziaria. Nel 1995 era diventato vicesegretario generale del Comune di Priolo Gargallo (Siracusa) e dopo un breve periodo come dirigente delle Attività produttive a Caltagirone (Catania),  era giunto, nel 1996, nel Comune di Catania vincendo un concorso come Ufficiale superiore dei Vigili urbani. Nel 2007 era diventato comandante del Corpo e aveva ricoperto questìincarico fino al 2009 quando era stato nominato dirigente della Presidenza del Consiglio comunale.  Nel 2014 era tornato al vertice della Polizia municipale  ricoprendo anche, ad interim, per qualche mese, il ruolo di Capo del personale. Stefano Sorbino, 45 anni, è giunto nel Comune di Catania come vice comandante nel 2014 a seguito di una selezione pubblica.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
25 mar 2017

Street Control: 3480 verbali nei mesi di gennaio e febbraio lungo i principali itinerari

di Mobilita Catania

Sono stati diffusi i dati inerenti alle sanzioni elevate dallo street control nei mesi di gennaio e febbraio: circa 3.480 verbali rilevati nei primi due mesi dell'anno dalla Polizia municipale per violazioni che riguardano la sosta in seconda fila, sul marciapiede o su strisce pedonali. Lo street control è un dispositivo in grado di fotografare i veicoli in infrazione attraverso una telecamera collegata a un portatile o un tablet; dopo aver visionato le foto i vigili urbani possono elevare multe che vengono in seguito recapitate a casa dell’utente. Sono 1.803 per il mese di gennaio e 1685 a febbraio i verbali rilevati dalla Polizia municipale con lo Street control per violazioni che riguardano principalmente la sosta in seconda fila, sul marciapiede o su strisce pedonali. Il dispositivo nei 291 giorni in cui è stato utilizzato nel 2016  ha permesso l’accertamento di 69.127 divieti di sosta, di 5.305 scoperture assicurative con una media giornaliera di 237 verbali. Lo Street control è stato utilizzato a gennaio per 17 giorni e a febbraio per 16, con una media giornaliera di 106 verbali nel primo mese dell'anno e 105 nel secondo. Le scoperture assicurative sono state 206 e 107 negli stessi periodi. Tutte le vie comprese all'interno del perimetro urbano sono state e saranno oggetto di rilevamento con l'uso della telecamera. I principali itinerari e zone oggetto di controllo sono stati: - Viale M. Rapisardi, Piazza S.M. di Gesù, Via Cifali, Viale R. Margherita, Piazza Roma, Viale XX Settembre, Piazza Trento, Piazza G. Verga, Corso Italia, Piazza Europa, Via Asiago, Via Pasubio e limitrofe; - P.zza S.M. La Guardia, Via G. Leopardi, V.le V. Veneto, P.za Michelangelo, Via G. D'Annunzio, Via Monserrato, via S. Nicolò al Borgo, Via C. Beccaria, Via F. Aporti, Via G. Fava, Via Franchetti e limitrofe; - Viale V. Veneto, Viale Libertà, Piazza Papa Giovanni XXIII, Via 6 Aprile, Via A. di Sangiuliano, Via G. Clementi, Piazza Dante e limitrofe; - Corso Indipendenza, Piazza Risorgimento, Via Vittorio Emanuele, Via Spadaro Grassi, Via Garibaldi, Via Castello Ursino, Piazza Federico di Svevia, Via S. Angelo Custode, Via Plebiscito, Via C. Colombo, Via D. Tempio, Via della Concordia; - Via Passo Gravina, Via Filocomo, Piazza Cavour, Via A. Longo, Via S. Tomaselli, Via Androne, Via Ughetti, Piazza Montessori, Via Roccaromana, Via F. Filzi, Via G. Lavaggi e limitrofe. - Via Etnea (tutta), Piazza Gioeni, Via Caronda, Via Quieta, Via Torino, Piazza A. Lincoln, Viale R. Sanzio, Via V. Giuffrida, Via G. Oberdan, Via G. Bruno, Via Mons. D. Ventimiglia, Piazza della Repubblica, Corso Sicilia.

Leggi tutto    Commenti 0
Segnalazione
09 mag 2016

Piazza Mancini Battaglia: le auto in sosta occupano la carreggiata, ma nessuno interviene

di Mobilita Catania

Raccogliamo la segnalazione di un cittadino pervenutaci alla nostra fanpage: potete inviarci articoli, segnalazioni e proposte al nostro sito tramite l'apposita sezione Lungo la circonvallazione di Catania in direzione est,  in prossimità di Piazza Mancini Battaglia, nelle ore di punta si creano spesso lunghe code. Ho notato che in piazza Mancini Battaglia sul lato ovest, nonostante le strisce blu del parcheggio siano parallele al marciapiede, come si può notare nella foto, tutte le auto sono parcheggiate a spina di pesce, e la presenza di altre auto in seconda fila fa sì che la maggior parte della carreggiata sia occupata da auto in sosta, creando quindi una strettoia che ostacola il congestionato flusso veicolare proveniente dalla circonvallazione. É molto strano che nessun vigile se ne sia ancora accorto, ma é ancor più strano che la segnalazione fatta dallo scrivente al Comando dei Vigili Urbani non abbia sortito alcun effetto.

Leggi tutto    Commenti 0    Proposte 0
Segnalazione
14 ott 2015

Via Teatro Massimo, all’interno della ZTL code e caos

di Luigi Sciarrone

Ci troviamo in Via Teatro Massimo, nei pressi dello storico Teatro Massimo Vincenzo Bellini, nel cuore del centro storico. Questa strada, molto frequentata da catanesi e turisti, dovrebbe essere a traffico limitato ma, come le foto testimoniano, il divieto non viene rispettato: ogni giorno, specialmente nelle fasce orarie di entrata ed uscita degli studenti del vicino istituto Convitto Cutelli, si vengono a formare vere e proprie code. La maggior parte dei trasgressori sono i genitori dei bambini e dei ragazzi della scuola che, premurosamente, lasciano i propri figli davanti al portone. L'accesso alla via è raramente controllato e, quelle poche volte in cui è presidiato da un vigile urbano, questi permette l'accesso alle autovetture, di conseguenza vige la consuetudine a transitare in violazione del divieto. Non mancano inoltre i furbi che per accorciare usano tranquillamente questa strada. Ecco la situazione testimoniata dalle foto.       All'ingresso dell'area, leggermente defilato, è presente il cartello che indica il divieto di accesso ad eccezione di: - biciclette, taxi,  veicoli autorizzati a servizio di persone invalide, polizia, ambulanze, vigili del fuoco (solo in servizio urgente di emergenza), veicoli merci nelle fasce orarie 6:00/8:00 e 14:00/16:00, residenti diretti a rimesse private, mezzi nettezza urbana per l'espletamento del servizio.     Il problema riguarda dunque ordine e decoro urbano. Inoltre a causa del continuo transito di autoveicoli  il basolato sta incominciando a degradarsi e in alcuni punti è già danneggiato. Le soluzioni da adottare potrebbero essere diverse: nel breve termine si potrebbe semplicemente presidiare i varchi d'accesso; in un secondo momento si potrebbe pensare all'installazione di  dissuasori automatici - come quelli già in uso in Via Etnea- e quindi alla videosorveglianza, già presente nei varchi di via Sant'Agata e via Landolina ma non funzionanti, nonostante permetterebbero anche il rilevamento automatico delle sanzioni.

Leggi tutto    Commenti 0    Proposte 0
Articolo
02 ott 2015

Controlli autovelox per il rispetto dei limiti di velocità: postazioni di Ottobre

di Mobilita Catania

La direzione del Corpo di Polizia Municipale informa di aver disposto presidî mobili di controllo con l’uso di Autovelox in vari siti della città, come previsto dal decr. pref. 45/2006 e successive integrazioni, per garantire la sicurezza della circolazione dei veicoli e dei pedoni attraverso il rispetto dei limiti di velocità. I viali Lorenzo Bolano, Felice Fontana, Ruggero di Lauria, Odorico da Pordenone e via Don Minzoni sono quotidianamente presidiati da pattuglie di vigili gps tracker game urbani con turni che ricoprono l’intero arco della giornata. Ecco il calendario di ottobre dei controlli autovelox: Viale Artale Alagona (giorno 6 - 12 - 15 - 22 - 24 - 26 - 27) Viale Lorenzo Bolano (giorno 1 - 2 - 3 - 4 - 6 - 7 - 8 - 10 - 11 - 13 - 14 - 16 - 17 - 18 - 19 - 20 - 21 - 23 - 25 - 28 - 29 - 30 - 31) Viale Felice Fontana (giorno sms spy philippines 5 - 9 - 14 - 20 - 28) Via Don Minzoni (giorno 1 - 8 - 22 - 29) Viale Ruggero di Lauria (giorno 2 - 7 - 13 - 16 - 21 - 23 - 27 - 30)

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
15 lug 2015

FOTO | Via Carlo Forlanini vietata ai pedoni

di Alessio Marchetti

Dopo il report delle tremende condizioni della mobilità del quartiere Antico Corso, continuiamo il tour dell'orrore delle strade catanesi: mancanza di marciapiedi, segnaletica inadeguata, assenza di controlli e sanzioni rendono le strade di Catania inaccessibili e pericolose per chi si muove a piedi o in bici, peggiorando in modo esponenziale la vivibilità in una città in cui il rapporto tra numero di auto e abitanti è tra i più alti d'Italia e d'Europa con il conseguente inquinamento atmosferico sopra i limiti. La strada in esame è la via Carlo Forlanini, la quale inizia proprio davanti l'ospedale Vittorio Emanuele: priva di marciapiede e perennemente invasa da automobili in divieto di sosta. Solo pochi giorni fa un autobus è rimasto bloccato, causando un ingorgo in via Plebiscito che ha impedito l'accesso dell'ospedale. Una situazione gravissima e persistente! Di vigili, come di multe, continuiamo a non vederne da molto tempo, nonostante la zona sia uno dei punti nevralgici della città: sede di scuole, ospedali e numerosi altri servizi. Gli studenti, bambini e ragazzi all'entrata e all'uscita dalle scuole sono costretti a camminare tra le auto a causa della mancanza di marciapiedi. Qui la sicurezza stradale non esiste: la strada è solo delle auto. Una soluzione potrebbe essere installare degli archi in metallo ad almeno un metro e mezzo dal muro in modo da rendere sicuro il passaggio di chi va a piedi o in bici: questo sistema potrebbe essere applicato in tutte le strade pericolose senza marciapiede. I nostri amministratori avranno a cuore questo problema o le strade della nostra città continueranno ad essere concepite solo per i mezzi a motore?

Leggi tutto    Commenti 0

Ultimi commenti