Articolo
19 gen 2017

Aeroporto Vincenzo Bellini chiude il 2016 con numeri da record

di Roberto Lentini

Come vi avevamo già anticipato in questo articolo l’Aeroporto “Vincenzo Bellini” di Catania chiude il 2016 con un nuovo record di 7.914.117 passeggeri e una crescita del 11,4% rispetto al 2015 posizionandosi al sesto posto dopo Venezia (9.624.748),  Milano Linate (9.682.264), Bergamo (11.159.631), Milano Malpensa (19.420.690) e Roma Fiumicino (41.744.769). Nel dettaglio il traffico nazionale ha avuto 5.431.185 passeggeri con una crescita del 9,4% mentre il traffico internazionale è stato di 2.470.596 passeggeri con una crescita del 16,1% di cui 2.312.380 passeggeri provengono dall’Unione Europea. Il trasporto su cargo registra invece una flessione del -3,1% rispetto allo scorso anno. Sono circa 70 le destinazioni operate da Catania Fontanarossa tra voli annuali, stagionali e nuove rotte. Ryanair, che nell’ultimo trimestre ha implementato di 400 voli mensili il proprio operativo su Catania, si conferma la prima compagnia con 2 milioni di passeggeri; a seguire Alitalia con 1,8 milioni; terza Easyjet con 900mila. Sul fronte dei collegamenti domestici, quello tra Catania e Roma Fiumicino, con 2.054.582 passeggeri lungo tutto il 2016, si conferma il più trafficato (seguono Linate con 695.543 e Malpensa con 496.239); mentre nel ​segmento internazionale al primo posto figura Londra (​con un totale di 239 mila passeggeri annuali fra gli scali di ​Gatwick 193.429 e Luton 46.625); seguita da Parigi (oltre 192 mila fra Charles De Gaulle 104​.139​ e Orly 88.762​) e Malta (191.619). “L’anno appena concluso – dichiarano Daniela Baglieri e Nico Torrisi, Presidente e Ad di Sac, – e le eccezionali performance di Fontanarossa sono una duplice conferma: da un lato il dinamismo di un territorio che vede nell’impresa e nel turismo la sua naturale vocazione; dall’altro la funzione strategica di una infrastruttura e il conseguente impegno della governance di Sac per incrementare e migliorare i servizi agli utenti: entro l’estate avremo il terminal C per i voli Schengen e a seguire avvieremo la ristrutturazione della vecchia aerostazione Morandi, che diventerà terminal B”. Potete consultare gli scenari e gli sviluppi dell’immediato futuro e del medio periodo aquesto link. Foto di copertina by Wolfgang Thielke, su Flickr Ti potrebbero interessare: Il 2017 dell’aeroporto di Catania: scenari e sviluppi Aeroporto di Catania | Storia e sviluppi futuri Aeroporto, una fermata ferroviaria provvisoria in attesa di una stazione connessa con la metropolitana Opere pubbliche | 2 miliardi per la Sicilia: come saranno ripartiti

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
05 gen 2017

Nuovo volo Catania-Ekaterinburg operato da Ural Airlines

di Roberto Lentini

L'aeroporto di Catania si arricchisce di un nuovo collegamento con i paesi dell'Asia. Dal 4 giugno sarà infatti attivo un nuovo volo operato da Ural Airlines da Catania a Ekaterinburg, città della Russia, capoluogo dell'Oblast di Sverdlovsk e situata sul lato asiatico degli Urali. La Ural Airlines è una compagnia aerea russa con base tecnica all'aeroporto di Ekaterinburg-Kol'covo, in Russia. Verrà utilizzato un airbus A320 e il prezzo del volo si aggira sui 568 euro.  Ecco gli operativi del volo: CTA SVX U6 884 10:05 18:45  -7- SVX CTA U6 883 06:00 09:15  -7- Atterra all'aeroporto di Ekaterinburg-Kol'covo  fra i più importanti scali aerei degli Urali e della Russia. E' collegato con la città di Ekaterinburg con il treno "Espresso Kol'covo". Effettua otto collegamenti giornalieri tra la Stazione di Sverdlovsk-Passažirskij delle Ferrovie russe ed il Terminal Passeggeri. Il tempo di percorrenza del treno è di 39 minuti con tutte le fermate intermedie nella città. Le linee del trasporto pubblico cittadino 1 e 29 ed anche le linee delle aziende del trasporto privato 01, 026, 039, 081 collegano l'aeroporto con la città. L'autostazione dell'aeroporto di Kol'covo è collegata inoltre con le autolinee dirette con le città più importanti degli Urali: Čeljabinsk, Nižnij Tagil, Serov, Krasnotur'insk, Kamensk-Ural'skij, Ozërsk, Kurgan. Cosa vedere a Ekaterinburg Ekaterinburg offre tanti musei e diversi teatri, e anche per la vita notturna discoteche, club e ristoranti. Si può visitare anche la diga di Plotinka, costruita nel 1723, attualmente un impressionante monumento industriale del XVIII secolo. Da visitare anche il Museo di Storia di Architettura degli Urali, ed il Museo della Natura. E' una città da visitare anche per la pratica degli sport invernali, come fare gite con la motoslitta, e con le slitte trainate da cani. Si può anche sciare e pattinare in inverno, e fare belle escursioni sulle montagne.  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
12 ott 2016

Agosto boom per Fontanarossa: supera Linate ed è al quinto posto nazionale

di Roberto Lentini

Prosegue il trend di sviluppo dell'aeroporto Vincenzo Bellini di Catania Fontanarossa. Nello scorso agosto, infatti, nello scalo catanese sono transitati 879.656 passeggeri, con una crescita del 12,8% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Con questi dati l'aeroporto di Catania si è collocato, nel solo mese di agosto, al quinto posto tra gli aeroporti italiani per traffico passeggeri dopo Venezia Tessera (pax 1.080.336 +8,1%), Bergamo Orio al Serio (pax 1.125.394 +6,6%), Milano Malpensa (pax 2.009.850 +2,8%) e Roma Fiumicino (pax 4.313.494  -1,8%), sfruttando la flessione di Milano Linate. Considerando, invece, i dati cumulativi da gennaio ad agosto, il Vincenzo Bellini torna al sesto posto dopo aver recuperato su Bologna Borgo Panigale, che nei primi mesi aveva mantenuto un traffico superiore allo scalo etneo. I dati provengono da Assaeroporti. A settembre, invece, i passeggeri transitati dallo scalo etneo sono stati 812.135, con un incremento del 12,15%. Dal 2014 al 2015 il segmento estero del traffico passeggeri è cresciuto, passando dal 22% al 31% , registrando un incremento di circa mezzo milione di stranieri in arrivo durante l’anno, che si è tradotto in ricchezza e sviluppo per i territori serviti dallo scalo. Ti potrebbero interessare: Aeroporto di Catania Fontanarossa Aeroporto Fontanarossa: per i 10 milioni di passeggeri il nuovo terminal Morandi nel 2018 Ministro Delrio a Catania: avanti tutta per metro, porto e aeroporto

Leggi tutto    Commenti 0
Proposta
07 set 2016

Collegare la stazione di Bicocca all’Aeroporto Vincenzo Bellini, in attesa della fermata Fontanarossa

di carlocatania

L'aeroporto di Catania-Fontanarossa è uno dei pochi aeroporti in Italia a non avere una stazione ferroviaria. Foto in evidenza di Nicola Maritato Esiste già un progetto di Rfi che prevede una fermata nelle immediate vicinanze del parcheggio Fontanarossa ma probabilmente sarà completata solo nel 2018. La mia proposta prevede di utilizzare la stazione di Bicocca, attualmente utilizzata come scalo merci, anche per il traffico passeggeri e collegarla con l'aeroporto Fontanarossa tramite dei bus navetta, con tempi di percorrenza di circa 4 minuti. La frequenza di queste navette potrebbe coincidere con la frequenza dei treni che collegano la stazione di Bicocca con la Stazione Centrale e viceversa senza stravolgere l'utilizzo dei mezzi rotabili. Ecco gli orari pianificati dal sito di Trenitalia dalla stazione centrale alla stazione Bicocca: Questi gli orari dalla stazione Bicocca alla stazione Centrale: La frequenza non è molto alta e si potrebbe ovviare a questo problema spostando il capolinea dei treni regionali da Catania Centrale a Bicocca. In questa maniera anche le province di Siracusa, Enna, Caltanissetta e Messina potrebbero usufruire di un valido collegamento ferroviario con l'aeroporto. Questa soluzione è naturalmente temporanea in attesa della realizzazione della stazione Fontanarossa con costi minimi visto che non occorre nessuna infrastruttura e le stesse navette possono essere riutilizzate per la futura stazione Fontanarossa. Ti potrebbero interessare: Aeroporto Fontanarossa: raggiunto un accordo per una fermata dei treni Passante Ferroviario di Catania

Leggi tutto    Commenti 1
Articolo
01 set 2016

Aeroporto Fontanarossa: per i 10 milioni di passeggeri il nuovo terminal Morandi nel 2018

di Roberto Lentini

La stagione estiva conferma la crescita dell'aeroporto catanese, che ha visto transitare nel mese di Luglio circa 875.308 passeggeri registrando un aumento del +14,5%  del traffico rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Con questi dati l'aeroporto Vincenzo Bellini si colloca al primo posto tra gli aeroporti siciliani e al 6° posto tra gli aeroporti nazionali dopo  Milano Linate (957.020), Bergamo (1.085.088), Venezia (1.104.763).  Milano Malpensa (1.980.360), Roma Fiumicino (4.397.161), (Dati luglio 2016). Ma l'obiettivo del nuovo Consiglio di Amministrazione, guidato dal presidente Daniela Baglieri e dall’amministratore delegato Ornella Laneri, è ancora più ambizioso. Si punta infatti ad avere, entro tre anni, più di dieci milioni di passeggeri con un investimento di 160 milioni in quattro anni. A settembre ci potrebbe essere la riapertura del terminal Norma, che sarà dedicato ai check-in per i voli charter e che ha già ottenuto l’autorizzazione dell'Enac. Passo successivo è l’attivazione della vecchia aerostazione Morandi. Esiste  un progetto preliminare da 28 milioni, con copertura finanziaria. Il progetto esecutivo verrà fatto in house e all’inizio del 2017 andrà in gara con la consegna dell'opera entro l'autunno 2018. Il vecchio terminal Morandi fu chiuso l’8 maggio del 2007, contestualmente all’apertura della nuova aerostazione Bellini  e a lungo lasciato in stato di abbandono.   Altro obiettivo ambizioso è far diventare l'aeroporto di Catania un hub e per questo è necessario l'allungamento della pista e l'acquisizione di nuovi vettori per aumentare i transiti anche nel periodo invernale. Ti potrebbero interessare... Aeroporto Fontanarossa: raggiunto un accordo per una fermata dei treni Nuova pista aeroporto di Fontanarossa: il progetto ufficiale Aeroporto di Catania Fontanarossa  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
12 lug 2016

Ennesimo incontro per l’interramento della tratta ferroviaria Acquicella-Bicocca

di Roberto Lentini

In un'intervista al quotidiano "La Sicilia",  Giovanni Pistorio, assessore  regionale ai Trasporti, ha affermato che ci sarà un finanziamento di 235 milioni di euro per l'interramento della linea ferroviaria Acquicella-Bicocca, il quale permetterà l'allungamento della pista dell'aeroporto catanese  "Vincenzo Bellini". Il finanziamento deriva da un accordo preso a Roma tra il Contratto istituzionale di sviluppo (Cis), la Regione Siciliana, Rfi e il governo nazionale. In realtà ancora non c'è niente di concreto, i tecnici di Italferr devono ancora realizzare un progetto definitivo dell'abbassamento, per alcune centinaia di metri. L'abbassamento della linea ferroviaria, come già detto, consentirà l'allungamento della pista dagli attuali 2600 a 3100 metri e permetterà l’atterraggio e il decollo dei voli intercontinentali a pieno carico. Per Fontanarossa, dunque, potrebbero aprirsi scenari notevoli di sviluppo per quello che già adesso è tra i più appetibili scali italiani.    Con la nuova pista, l’aeroporto Vincenzo Bellini  balzerebbe al 7° posto tra gli aeroporti italiani per lunghezza pista. Quella attuale verrebbe declassata a pista di rullaggio e il piazzale di sosta esteso verso sud fino a lambirla.    Ti potrebbero interessare... Nuova pista aeroporto di Fontanarossa: il progetto ufficiale Aeroporto di Catania Fontanarossa Pista Fontanarossa e fermata ferroviaria: un nuovo incontro, ma nessun atto concreto

Leggi tutto    Commenti 0
Segnalazione
28 giu 2016

Chiuso per manutenzione straordinaria il parcheggio P1 dell’aeroporto

di Mobilita Catania

La Sac comunica che il parcheggio P1 (98 posti auto) sarà chiuso per manutenzione straordinaria Restano operativi i parcheggi P2 e P4, ovunque i primi 20' gratis. Ecco i dettagli: P2 (sosta breve, 40mt distante dal terminal): 220 posti + 4 gratis per disabili. P4 (sosta mista: breve/lunga 200mt da terminal): 620 posti + 16 gratis x disabili. Info Cassa Parcheggio tel. 095 349770

Leggi tutto    Commenti 0    Proposte 0