Articolo
06 set 2018

Intesa Comune-Oda per garantire trasporto istituti a tutti i disabili

di Mobilita Catania

Sbocco positivo per potere assistere con mezzi dell’Oda e delle cooperative del privato sociale che si sono rese disponibili col Comune, tutti i 109 disabili che hanno necessità di essere trasportati negli istituti di cura. Lo rendono noto il sindaco Salvo Pogliese, l’assessore ai servizi sociali Giuseppe Lombardo e il direttore dell’Oda Santo Nicosia a conclusione di una serie di incontri che si sono rivelati proficui per superare ogni ostacolo burocratico e rispondere così concretamente ai disagi delle famiglie causate dalle note difficoltà economiche dell’istituto diocesano. “Nei giorni scorsi -ha spiegato il sindaco Salvo Pogliese- le famiglie hanno legittimamente protestato contro i vertici dell’Oda che non garantisce più il servizio di trasporto dei disabili per cui il Comune paga la retta. Ora finalmente grazie alla disponibilità della stessa Oda e all’impegno assiduo e concreto dell’assessore Giuseppe Lombardo nell’interesse delle famiglie dei disabili, siamo arrivati all’obiettivo auspicato di non fare mancare questo servizio ai disabili della nostra città”. Tre giorni fa in Municipio si è svolta riunione promossa dal sindaco Pogliese e dall’assessore Lombardo a cui hanno partecipato anche il direttore dell’Oda Santo Nicosia, una delegazione sindacale della Cgil e il presidente dell'associazione per disabili Come Ginestre Salvo Mirabella, in cui sono poste le basi per l’intesa siglata oggi: “Voglio ringraziare tutte le parti in causa -ha aggiunto l’assessore Lombardo- poichè ognuno per le rispettive comptenze ha permesso di chiudere la nuova intesa utile a dare adeguate risposte alle famiglie che hanno bisogno di questo servizio essenziale che ora finalmente sappiamo con certezza verrà garantito per tutte le 109 famiglie”.    

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
30 ago 2018

Air France Experience fa tappa a Catania: ecco tutte le iniziative

di mobilita

Air France Experience, il progetto itinerante lanciato da Air France, fa tappa a Catania, nei giorni 8 e 9 settembre, nella piazza dell’Università, dove verrà installata la riproduzione di una scala passeggeri che diventerà il centro intorno al quale si svolgeranno numerosi eventi declinati nel puro stile francese.   Hostess e steward della Compagnia daranno il benvenuto al pubblico per illustrare il programma del giorno. La piazza diventa così il palcoscenico di Air France Experience, esperienza dedicata a tutte le età, a cui si può partecipare registrandosi al desk Air France alla base della scaletta. Numerose e variegate le iniziative in programma. Quello di Catania è il secondo appuntamento del tour Air France Experience dopo quello ospitato a Bari a fine luglio. Il programma prevede: French Portrait: un ritrattista con calcato in capo il classico basco alla francese, realizzerà ritratti artistici trasportando tutti i curiosi sulle romantiche sponde della Senna. Défilé de mode: alcune modelle sfileranno dall’alto della scaletta indossando abiti disegnati da designer emergenti quali Enrica Greco, Mariana Salvador Chavez e Pablo Gomez Jul che, provenienti da varie parti del mondo tra le quali l’Italia, hanno trovato in Francia la loro terra di formazione ed ispirazione, e che propongono in maniera originale uno stile personale ispirato all’alta moda italiana e francese. Apéritif: un aperitivo “alla francese” sarà servito agli ospiti al loro arrivo. Magic Show: un mago professionista apparirà dall’alto della scaletta e stupirà il pubblico con una serie di magie perché, si sa, la Francia è la patria dell’illusionismo. Ballon for all: un’attività pensata per i più piccoli che riceveranno gift e gadget originali realizzati con palloni colorati. Paper plane contest: tutti coloro che vorranno partecipare al contest saranno invitati a realizzare e far volare aerei di carta sfidandosi a gruppi di tre, chi farà arrivare l’aeroplano più lontano degli altri vincerà. Parkour explosion: in onore di questa disciplina nata in Francia ci saranno sfide tra i membri di un gruppo di artisti che praticheranno acrobazie da togliere il fiato. Can-can show: un quartetto di ballerine farà da richiamo al più famoso cabaret di Parigi, il Moulin Rouge, reinterpretato in uno spettacolo strabiliante.  A settembre tappe a Firenze, Padova e Bologna.  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
13 ago 2018

Legambiente: “una scelta dannosa riaprire al traffico via Dusmet”

di mobilita

In merito alla paventata riapertura al traffico di via Cardinale Dusmet, -su cui Mobilita Catania nei giorni scorsi ha espresso la propria opinione-, arriva la dura posizione di Legambiente.   Nei giorni scorsi il neo Assessore alle Attività Produttive del Comune di Catania, Ludovico Balsamo, ha manifestato la volontà di riaprire al traffico motorizzato via Cardinale Dusmet. Questo breve tratto di strada era stato inibito al transito e alla sosta in orario diurno dalla precedente amministrazione comunale parallelamente all’istituzione di un nuovo parcheggio in piazza Borsellino. “Sono stupito dalle dichiarazioni dell’assessore – dichiara Gianfranco Zanna, presidente di Legambiente Sicilia – secondo il quale la riapertura al traffico di via Dusmet non solo contribuirebbe a diminuire il diossido di azoto nell’aria, ma rappresenterebbe anche la soluzione alla crisi commerciale della Pescheria di Catania. La crisi del mercato storico viene da lontano ed è da addebitarsi soprattutto alla scelta scellerata di aver consentito l’apertura di un numero esorbitante di centri commerciali nell’hinterland cittadino. Incentivare l’utilizzo dell’auto nel centro storico – continua – oltre che una scelta dannosa per il futuro della città, è in assoluta controtendenza rispetto alle politiche adottate nei comuni più virtuosi, come certifica l’annuale rapporto “Ecosistema Urbano” di Legambiente. Catania è ormai una metropoli, una città importante, e non si può permettere scelte urbanistiche e di mobilità che rispondano non a dati scientifici comprovati ma a promesse pre-elettorali o a logiche para clientelari”. “Se la paventata riapertura di via Cardinale Dusmet dovesse concretizzarsi, Catania farebbe un passo indietro in tema di mobilità sostenibile – dichiara Viola Sorbello, presidente del circolo Legambiente di Catania -. Il risultato immediato sarebbe l’aumento dell’inquinamento atmosferico, acustico e visivo proprio a ridosso dei banchi di cibo della Pescheria. La chiusura al traffico di questo tratto di strada, sostenuta da Legambiente insieme a circa quaranta associazioni e da tanti cittadini, ha avuto come effetto positivo la valorizzazione di una via dall’enorme valenza turistica ed ha costituito, quindi, un valore aggiunto anche per lo storico mercato del pesce. Se i parcheggi selvaggi e gli ingorghi di auto che si creavano prima della pedonalizzazione dovessero ricominciare non si avrebbe la certezza di un ritorno economico in favore della Pescheria ma, quella sì, di un danno al comparto del turismo, cresciuto nell’ultimo anno in maniera straordinaria con l’incremento dei posti di lavoro e gli evidenti benefici per l’economia di tutta la città”. “Una mobilità più efficiente e una corretta gestione degli spazi pubblici – concludono Zanna e Sorbello – sono gli obiettivi che auspichiamo l’Amministrazione comunale persegua, con rigore e serietà, nei prossimi anni per migliorare la qualità della vita e l’economia della città. Legambiente è disponibile al dialogo e, soprattutto, alla collaborazione fattiva con gli attori istituzionali”. Ti potrebbe interessare: In auto, sempre e comunque, dappertutto: segnali preoccupanti a Catania

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
27 giu 2018

flydubai inaugura il primo volo diretto tra Dubai e la Sicilia, collegando Catania a 200 destinazioni nel mondo

di Mobilita Catania

flydubai, grazie alla partnership con Emirates, offre maggiori frequenze e collegamenti più facili: da Catania a Dubai e oltre 200 destinazioni nel mondo. Una delegazione proveniente da Dubai, incluso H.E. Liborio Stellino, Ambasciatore d’Italia negli Emirati Arabi Uniti, Jeyhun Efendi, Senior Vice President, Commercial Operations di flydubai, Thierry Aucoc, Senior Vice President Commercial di Emirates, è arrivata all’Aeroporto Internazionale di Catania (CTA) per inaugurare l’inizio dei voli diretti tra Dubai e la Sicilia. La delegazione ha incontrato, una volta atterrata, Muhannad Alnaqbi, Vice Capo Missione degli Emirati Arabi Uniti in Italia, e Nico Torrisi, AD di SAC. flydubai offre voli diretti per Catania e, grazie alla partnership con Emirates, saranno parte del codeshare esistente tra le due compagnie, che offre opzioni di viaggio senza eguali. flydubai conta in Europa un network di collegamenti composto da 27 destinazioni, tra cui Bosnia ed Erzegovina, Bulgheria, Croazia, Repubblica Ceca, Finlandia (da ottobre), Grecia, Italia, Macedonia, Montenegro, Polonia, Romania, Russia, Serbia, Slovacchia, Turchia ed Ucraina. Jeyhun Efendi, Senior Vice President, Commercial Operations di flydubai, ha dichiarato: “In Medio Oriente siamo stati la prima compagnia aerea a prendere in consegna il Boeing 737 Max 8. Nell’inaugurazione di oggi, abbiamo annunciato che Catania è una delle destinazioni, nel nostro crescente network, ad essere regolarmente servita dal velivolo più nuovo della nostra flotta. La convenienza dei voli diretti per Dubai, così come i collegamenti in arrivo, apriranno le porte del mondo ai nostri passeggeri. Il professionale e amichevole servizio di bordo di flydubai, unito al comfort dei nostri nuovi aeromobili, con i sedili completamente reclinabili presenti in Business Class, garantiranno ai nostri passeggeri un’eccezionale esperienza di viaggio”. Il nuovo Boeing 737 MAX 8 di flydubai offre ai passeggeri un comfort maggiore e una migliore esperienza di viaggio. Le nuove caratteristiche di bordo, come il sedile completamente reclinabile in Business Class e l’aggiunta di un maggiore spazio e di privacy, permettono ai passeggeri di riposare in maniera confortevole durante il volo. L’Economy Class offre sedili RECARO, disegnati per ottimizzare lo spazio e il comfort, così che i passeggeri possano accomodarsi, rilassarsi e godersi il volo. flydubai dispone, inoltre, di un eccezionale intrattenimento in volo, con uno schermo full HD di 11.6 pollici e una vasta scelta di film, serie tv, musica e giochi in inglese, arabo e russo. In aggiunta, gli interni del Boeing Sky, con linee fluide e pareti delicatamente scolpite forniscono ai passeggeri un ambiente di viaggio ancora più rilassante. Emirates opererà su questa rotta in codeshare grazie alla partnership con flydubai annunciata a luglio 2017. I passeggeri Emirates che prenotano utilizzando il codeshare, ricevono pasti gratuiti e la registrazione del bagaglio con Emirates, anche sui voli operati da flydubai, sia in Business Class che in Economy Class. Con questa collaborazione, i passeggeri provenienti dalle centinaia di destinazioni, che includono sei continenti in oltre 80 paesi, avranno l’opportunità di viaggiare per Catania via Dubai. Thierry Aucoc, Senior Vice President, Commercial Operations (Europa & Russia) di Emirates ha dichiarato: "La nostra partnership con flydubai consente ai viaggiatori di Catania e dintorni di raggiungere facilmente le destinazioni del network di Emirates, in particolare Dubai, Tailandia, Australia, Egitto e Cina: tutte destinazioni popolari per i viaggiatori locali. Ci aspettiamo inoltre che il volo aumenti il numero di visitatori nell’isola, in particolare dai principali mercati in entrata come Melbourne e Sydney ". H.E. Liborio Stellino, Ambasciatore italiano negli Emirati Arabi, ha dichiarato: “Il nuovo collegamento di flydubai con Catania consentirà, in modo efficace, che il Sud Italia sia direttamente collegato all'ampio network di Dubai. Si tratterà di un ulteriore tassello della già ricca partnership esistente tra Italia ed Emirati Arabi Uniti. Un simile sviluppo positivo nei collegamenti diventerà immediatamente uno strumento molto utile per entrambi i paesi; un approccio win-win, che creerà un impatto positivo sui settori del turismo e del commercio ". Dubai è nota per le sue spiagge incontaminate, dune di sabbia, resort di lusso e per le numerose esperienze culinarie e di shopping. Il Burj Khalifa, con i suoi 830 metri di altezza, domina lo skyline pieno di grattacieli. Ai suoi piedi si trova la Dubai Fountain, con getti d’acqua e luci che si muovono a tempo di musica. Dubai ha attirato, solo nel 2017, più di 1.5 milioni di turisti, numero desinato a crescere ulteriormente. Nico Torrisi, Amministratore Delegato della Società Aeroporto Catania (SAC), ha dichiarato: “Il lancio del nuovo volo diretto tra Catania e Dubai facilita il collegamento per la Sicilia da un importante hub di importanza mondiale per l’aviazione. Questo supporta la promozione della Sicilia come destinazione unica, ricca di arte e di storia, rendendola una meta gettonata tra i turisti provenienti da Dubai, Asia Orientale, Australia e Nuova Zelanda. Inoltre, incentiverà ulteriormente il commercio, e aiuterà ad attrarre investimenti in Sicilia”. Il programma inaugurale in Sicilia ha avuto inizio con una conferenza stampa per i media locali e per giornalisti provenienti da Roma e Milano, e si è concluso con una cena di gala per i principali partner commerciali. Inoltre, flydubai ha portato un gruppo di giornalisti e di influencer dagli Emirati Arabi Uniti, dal Golfo Persico e dall’india per mostrare Catania e la Sicilia come mete preferite dai turisti. I voli flydubai da e per Catania sono iniziati il 13 giugno 2018. Il volo FZ768/FZ767 di flydubai opera tra l’Aeroporto di Catania (CTA) e l’Aeroporto Internazionale di Dubai (DXB), al Terminal 2. Le tariffe di Business Class per Dubai partono da 2.009 euro e includono tutte le tasse e 40kg di franchigia bagaglio. I voli possono essere prenotati attraverso il sito flydubai (flydubai.com), l'app ufficiale di flydubai, il Contact Center a Dubai raggiungibile al numero (+971) 600 54 44 45, i negozi di viaggio flydubai o tramite i nostri partner di viaggio. Per pacchetti di viaggio competitivi, visita Holidays by flydubai che offre ai passeggeri migliaia di opzioni alberghiere adatte a tutti i budget e servizi accessori inclusi trasferimenti aeroportuali, pacchetti turistici, facilitazione del visto degli Emirati Arabi Uniti, noleggio auto ed escursioni, tutte disponibili tramite un'unica prenotazione. Per l'orario completo e le tariffe, visitare: https://www.flydubai.com/en/plan/timetable

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
22 giu 2018

Aeroporto di Catania, con Telepass ancora più innovativi, semplici e veloci i parcheggi SAC

di Amedeo Paladino

Stamane nei parcheggi dell'Aeroporto di Catania P1, P2 e P4, è entrato in funzione il sistema di pagamento Telepass: si tratta di un servizio che velocizza ulteriormente l'accesso e l'uscita dalle aree di sosta e consente ai clienti Telepass di transitarvi ancora più facilmente: non dovranno infatti né ritirare il ticket all'ingresso, né pagare la sosta alle casse automatiche perché il sistema "legge" la targa, come succede nei caselli autostradali, e autorizza l'accesso e di conseguenza il pagamento sul conto corrente indicato. A illustrare l'ultima novità del nuovo Sistema Gestione Parcheggi di SAC, introdotto lo scorso mese di marzo e nel giro di pochi giorni entrato subito a regime proprio perché semplifica tutte le procedure, sono Nico Torrisi, AD di SAC, Dante Antognoni, AD di Telepass Pay, e Franco Oliva, AD di HUB Italia, l'azienda che ha rinnovato, automatizzandolo, il sistema parcheggi di SAC. "Quello del Telepass – spiega Nico Torrisi, AD SAC – è un servizio molto atteso dai nostri utenti, in particolare dai residenti nella Sicilia Orientale, dove da circa vent'anni è presente nei caselli dell'autostrada Catania-Messina e in parte della Messina-Palermo. Da tempo registravamo richieste proprio per la comodità di gestione: l'apparecchio Telepass già montato sulle auto è in grado di "dialogare" con il lettore installato nei nostri parcheggi. Restano confermati i 15 minuti di sosta gratuita per chi utilizza P1 e P2 (sosta breve) consentendo agli accompagnatori di caricare e scaricare passeggeri e bagagli all'interno degli stessi parcheggi, in assoluto i più vicini al terminal, da cui distano appena 40 e 20 metri. SAC prosegue negli interventi che aumentano e migliorano i servizi e l'esperienza in aeroporto dei passeggeri: entro la fine del 2018 saranno infatti aperti al pubblico i parcheggi P3 e P5, con le funzionalità (pagamento e Telepass) di tutti gli altri. Analoghe le funzioni anche del P6, nell'ex area del campo sportivo". Come funziona il sistema Telepass in aeroporto? Si entra e si esce senza ritirare biglietto e senza passare dalle casse: basta avvicinarsi alla barra, attendere l'apertura ed entrare nel parcheggio secondo la modalità "stop & go". Non ci sono costi aggiuntivi, la tariffa viene addebitata in via posticipata sul conto Telepass; il dettaglio delle soste è sempre disponibile sul sito telepass.com o nell'app; infine si può creare facilmente la nota spese, e quindi distinguere i casi in cui viene usato per occasioni di lavoro da quelle di natura privata e familiare. Nel caso in cui il sistema non riconosce il Telepass (apparato non regolare), il cliente ritira il ticket alla colonnina e al termine della sosta paga alla cassa automatica. Nei parcheggi dell'Aeroporto di Catania non è attivo il servizio col Telepass ricaricabile. Dante Antognoni, Amministratore Delegato di Telepass Pay, dichiara: "Telepass sta proiettando sempre più il proprio know-how anche al di fuori dell'autostradale per soddisfare le esigenze della propria clientela attraverso servizi utili, semplici, innovativi al passo con l'evoluzione della tecnologia, che proprio come Telepass, non si ferma mai. L'avvio del servizio nel parcheggio presso l'aeroporto di Catania, rappresenta un ulteriore traguardo raggiunto da Telepass grazie alla proficua collaborazione con SAC. L'impegno del Gruppo Telepass nell'offrire sempre più servizi di pagamento legati alla mobilità sia in contesto urbano che extra-urbano è ancora più evidente con l'offerta di Telepass Pay, che offre un'unica app per il pagamento dei servizi di mobilità. L'obiettivo è permettere di fare tutto attraverso una sola piattaforma di prenotazione, un solo addebito a fine mese e magari con qualche sconto in più! Oggi benzina, strisce blu e taxi; tra poco pagamento del bollo, sharing mobility e molto altro. Per la città di Catania stiamo pianificando il lancio dell'offerta di servizi Telepass Pay, in primis il servizio di pagamento della sosta sulle strisce blu con l'app Telepass Pay." A curare il radicale ammodernamento del sistema dei parcheggi dell'Aeroporto di Catania è stata la HUB Parking Technology, divisione del Gruppo FAAC dedicata ai sistemi di gestione professionale di parcheggi a pagamento. Introducendo migliori livelli di servizio, standard tecnologici e di sicurezza, HUB ha rinnovato le sei aree di parcheggio di Fontanarossa dotando i 15 varchi di periferiche con sistema di riconoscimento targhe e Telepass che, insieme alle barriere a led, alle casse di pagamento con lettore QR e al nuovo sistema di segnaletica verticale, sono gestiti da remoto e consentono una più fluida circolazione dentro le aree di sosta. "HUB Italia – ha detto Franco Oliva, AD HUB Italia - raggiunge oggi un traguardo importante, consolidando la sua presenza in Sicilia e rafforzando la sua posizione nel segmento di parcheggio aeroportuale. Siamo orgogliosi di essere partner tecnologici per Fontanarossa, e di avere supportato con le nostre forze innovative il radicale cambio di passo dell'offerta di sosta dell'aeroporto." Ti potrebbe interessare: Aeroporto di Catania Fontanarossa | Storia e sviluppi futuri Aeroporto di Catania, 95 milioni di investimenti per il più grande scalo del Sud Aeroporto di Fontanarossa, primo passo verso la riqualificazione del Terminal Morandi Aeroporto di Catania, entro l’estate pronto il nuovo Terminal C L’aeroporto di Catania presenta l’estate 2018: 97 voli diretti, 77 aeroporti internazionali e 8 hub intercontinentali

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
21 giu 2018

L’aeroporto di Catania aderisce alla Festa della Musica: tre orchestre scolastiche allietano la partenza dei passeggeri di Fontanarossa

di Mobilita Catania

E’ cominciato con l’Inno d’Italia, e poi brani di Shostakovich, Brahms e Gershwin, l’omaggio alla Festa della Musica 2018 da parte dell’Aeroporto di Catania che ha programmato tre momenti musicali, nel corso della giornata, aderendo alla manifestazione promossa dal MIBACT (Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo), dall’Associazione Italiana per la Promozione della Festa della Musica e dalla SIAE. Grande l’accoglienza da parte dei passeggeri in transito che, attratti dal fascino di partiture celebri e orecchiabili, si sono radunati attorno alle orchestre per seguire l’esibizione dei giovani musicisti. Tre gli appuntamenti, oltre cento gli studenti delle tre diverse orchestre scolastiche di Catania e Paternò che hanno accolto l’invito della SAC. Analoghe iniziative, coordinate da Enac e Assaeroporti, in altri 21 scali italiani “Nel solco di eventi precedenti – spiegano Daniela Baglieri e Nico Torrisi, Presidente e AD di SAC - che guardavano al territorio facendo spazio al talento dei giovani, SAC ha voluto coinvolgere il mondo della scuola, già quotidianamente presente in aeroporto con i progetti di Alternanza Scuola Lavoro conseguenti al protocollo con l’Ufficio Scolastico Provinciale di Catania e il dirigente Emilio Grasso. Siamo grati per la partecipazione entusiasta di questi ragazzi e ringraziamo di cuore tutti: alunni, docenti, presidi e tutto il personale della SAC, l’Enac, le forze dell’ordine la cui sinergia è stata fondamentale per condividere con il numeroso ed eterogeneo pubblico dell’Aeroporto di Catania la gioia di un momento di festa, di aggregazione e di armonia interculturale nel linguaggio universale che è proprio della musica”. Ad aprire il programma della Festa della Musica nell’Aeroporto di Catania sono stati gli alunni di 1, 2 e 3 anno del Liceo Musicale Angelo Musco di Catania. Diretti dalla prof.ssa Erica Lo Giudice, hanno eseguito musiche di Mozart, Rossini, Gershwin, Armstrong, Bach, Morricone, Brahms, Shostakovich, Duke Ellington e vari ensemble. Alle 13, sempre in sala Partenze, è toccato agli alunni del Liceo Musicale Turrisi Colonna, con grandi classici come Pachelbel, Mozart, Chaikovsky e Grieg fino al ragtime di Scott Joplin. Autori jazz europei e internazionali invece nel pomeriggio. Alle 17, in sala Arrivi, gli alunni dell’Istituto Redi di Paternò con la Redi Jazz Orchestra e un programma irresistibile: una carrellata dei più popolari standard jazz con brani di Gershswin, Cole Porter, Timmons, Hancock, Rodgers, De Morale e del chitarrista jazz francese Django Reinhartd.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
25 mag 2018

Fontanarossa, aereo dichiara emergenza e rientra in aeroporto

di Mobilita Catania

Problemi tecnici stamattina per un volo dell'Enter Air, partito dall'aeroporto di Fontanarossa e diretto a Nantes, che ha effettuato un atterraggio d'emergenza, rientrando nuovamente all'aeroporto di Catania. Il volo ENT863 della compagnia charter polacca con a bordo 177 passeggeri e 6 membri dell’equipaggio ha dichiarato emergenza generale dopo pochi minuti dal decollo, inserendo il codice SQUAWK 7700 che significa emergenza generica a bordo e dopo aver sorvolato per un po’ di tempo lo spazio aereo di Catania per consumare carburante, è atterrato in pista secondo le procedure di sicurezza coordinate da Enac. Sui piazzali erano schierati i Vigili del Fuoco con i mezzi antincendio, come previsto dalla procedure internazionali. L’atterraggio è stato regolare e lo scalo, dove il traffico aereo ha subito inevitabili disagi con alcuni dirottamenti (e voli rientrati a seguire), è tornato operativo dalle 12.37. I passeggeri del volo diretto a Nantes sono stati riaccompagnati nella struttura ricettiva che li ha ospitati durante il soggiorno in Sicilia. La compagnia aerea ha fatto sapere che ripartiranno domani pomeriggio, 26 maggio, con un volo specifico. Immagine di copertina di Sicilia in Volo  

Leggi tutto    Commenti 0

Ultimi commenti