Articolo
27 mag 2019

Tratta metro Nesima-Misterbianco, l’impresa CMC esclusa dalle procedure di gara per l’aggiudicazione

di Mobilita Catania

Nuova "tegola" sulla Cmc, l'impresa ravennate che sta realizzando la tratta Nesima-Monte Po nonché il tunnel Palestro-Stesicoro della metropolitana di Catania, già affetta da una crisi societaria che continua a generare conseguenze non certo positive sia per l'impresa stessa sia, di riflesso, per le tempistiche delle opere in corso. La Cooperativa Muratori e Cementisti si era collocata al primo posto nella graduatoria delle imprese concorrenti per i lavori della tratta Nesima-Misterbianco di prossima realizzazione: la presenza in loco della ditta con uomini e mezzi avrebbe sicuramente agevolato anche la rapidità di inizio delle attività per le nuove opere. Così, però, non sarà: con comunicazione apparsa sul sito ufficiale della Ferrovia Circumetnea, infatti, la CMC è stata esclusa dalla procedura di gara per la “Progettazione esecutiva ed esecuzione dei lavori di potenziamento e trasformazione della Ferrovia Circumetnea nelle aree urbane di Catania e Misterbianco e della tratta submetropolitana fino a Paternò – tratta compresa tra l’uscita della stazione “Nesima” e l’uscita della stazione “Misterbianco C.”-lotto di completamento”. Un'anomalia nell'offerta sarebbe alla base dell'esclusione.       Per conoscere chi realizzerà la tratta di prossimo appalto della metropolitana etnea, dunque, bisognerà scorrere nella graduatoria delle imprese partecipanti alla gara, verificando l'assenza di ulteriori anomalie e il mantenimento dei requisiti da parte delle stesse. Il bando era stato pubblicato nello scorso mese di gennaio e prevede la realizzazione completa di 2,1 km di metropolitana e due nuove stazioni: Misterbianco Zona Industriale e Misterbianco Centro.  Ti potrebbero interessare… Metropolitana di Catania | Scheda dell’opera FOTO | Dentro le nuove stazioni metro di Monte Po e Fontana, avanzano i lavori Metropolitana, a breve l’apertura domenicale e altre migliorie al servizio Metropolitana, aggiudicati i lavori per le nuove scale mobili nelle stazioni Italia e Borgo Metro Stesicoro-Palestro: al via lavori a traffico aperto in via Plebiscito

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
07 giu 2017

Anas, aggiudicati lavori di manutenzione sulle strade siciliane per 3 milioni e 800 mila euro

di Roberto Lentini

Anas ha pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale l’esito di quattro bandi di gara finalizzati ai lavori di manutenzione annuale, per il ripristino dei danni causati da incidenti ed emergenze, lungo alcune strade statali ed autostrade siciliane: ognuno dei quattro bandi prevede un importo di 950 mila euro per un totale di 3 milioni e 800 mila euro. La prima gara riguarda le strade statali, ricadenti nelle province di Catania, Siracusa, Ragusa e Caltanissetta, 115 “Sud Occidentale Sicula”, dal km 267,500 al km 408,000, 124 “Siracusana”, dal km 33,120 al km 118,000, 194 “Ragusana”, dal km 12,000 al km 113,700, 287 “Di Noto”, 514 “Di Chiaramonte”, 683 “Licodia Eubea – Libertinia”. È risultata aggiudicataria l’associazione temporanea di imprese Si.Co. Edili srl – Farel Impianti con sede ad Agrigento. La seconda gara riguarda le autostrade Catania-Siracusa, la Tangenziale Ovest di Catania e l’A18dir “Diramazione di Catania”. Ad aggiudicarsi la gara è stata l’impresa Cangeri Giuseppe di Leonforte (EN). La terza gara interesserà le strade statali, ricadenti in provincia di Messina e Catania, 116 “Randazzo-Capo d’Orlando, 185 “Di Sella Mandrazzi”, 289 “Di Cesarò”, 120 “Dell’Etna e delle Madonie”, dal km 156,500 al km 215,600, 114 “Orientale Sicula”, dal km 8,300 al km 54,400, 113 “Settentrionale Sicula”, dal km 5,100 al km 125,000 e la sua diramazione costiera 113dir tra Messina e Villafranca. In questo caso, sarà l’impresa Nordica Costruzioni di Bortone Alfonso, con sede in Cancello ed Arnone, in provincia di Caserta, ad eseguire i lavori. Infine, l’impresa Torsten Costruzioni srl di Bronte (CT), si occuperà dei lavori lungo le strade statali, ricadenti nelle province di Palermo, Agrigento, Trapani, Messina ed Enna, 113 “Settentrionale Sicula”, dal km 125,000 al km 309,800, 117 “Centrale Sicula”, dal km 0,000 al km 45,000, 120 “Dell’Etna e delle Madonie”, dal km 0,000 al km 156,500, 186 “Di Monreale”, 286 “Di Castelbuono”, 624 “Palermo Sciacca”, 643 “Di Polizzi”.

Leggi tutto    Commenti 0