Articolo
08 giu 2017

Da lunedì Belpasso più vicina alla metropolitana di Catania grazie al servizio navetta; collegamento confermata per Montepalma e Lineri

di Roberto Lentini

Dopo Misterbianco, anche il comune Belpasso avrà un servizio di bus navetta di collegamento tra il centro urbano e la fermata di Nesima della metropolitana di Catania. Il servizio entrerà in funzione lunedì 12 giugno con sei corse da Belpasso per la stazione Nesima della metropolitana e quattro corse dalla stazione metro a Belpasso. Le frequenze sono piuttosto basse, a onor del vero, con la prima corsa da Belpasso prevista per le ore 6:00 e l'ultima per le 15:30. Per lo più appaiono favoriti gli spostamenti negli orari di punta "scolastici". Dalla stazione di Nesima la prima corsa è prevista alle 7:00 e l'ultima alle 14:30. Tempo di percorrenza: circa 35/40 minuti. Il servizio è sospeso tutti i giorni festivi. Il comune di Belpasso è penalizzato dal fatto che la stazione della Ferrovia Circumetnea si trova nella frazione di Piano Tavola, distante circa 4 chilometri dal centro. Un servizio del genere potrebbe quindi favorire un migliore collegamento tra il comune di Belpasso e la città di Catania permettendo di evitare di dover ricorrere all’uso dell’auto, lasciando comunque la fermata di Piano Tavola nell’itinerario del nuovo servizio bus. Intanto, il servizio navetta sperimentale dalla stazione Nesima a Lineri e MontePalma è stato confermato anche per la stagione estiva, con i seguenti orari. I dettagli inerenti il servizio di collegamento delle frazioni di Misterbianco, sono consultabili nel nostro articolo. Ti potrebbero interessare: Metropolitana di Catania | Storia e sviluppi futuri VIDEO | Navetta metro per Montepalma e Lineri

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
11 apr 2017

Metropolitana: Misterbianco sarà a breve collegata alla stazione Nesima, l’annuncio del sindaco

di Mobilita Catania

Con la messa in esercizio della tratta metropolitana Borgo-Nesima, avvenuta il 31 marzo, il traffico degli utenti è aumentato sostanzialmente. Le potenzialità di questa nuova infrastruttura in effetti sono enormi e sembra lo abbiano compreso anche nella vicina Misterbianco. Il sindaco di Misterbianco, Nino Di Guardo, in visita ai cantieri della tratta Nesima-Monte PoIl sindaco di Misterbianco Di Guardo, nel corso della visita nel cantiere di Corso Carlo Marx, dove sorgerà la stazione Misterbianco Zona Commerciale,  ha incontrato i vertici della Ferrovia Circumetnea, chiedendo di istituire un collegamento con bus navetta tra i quartieri periferici di Misterbianco, che contano oltre 20 mila abitanti, e le vicine stazioni della metro di Nesima e San Nullo,  i quali potranno usufruire agevolmente del servizio in metropolitana per raggiungere Catania. “Il percorso è già allo studio – ha dichiarato il sindaco Di Guardo – ed appena i dirigenti della FCE definiranno il tragitto nei prossimi giorni daremo notizia, di concerto con loro, di orari e fermate che permetteranno ai cittadini in pochi minuti di raggiungere il centro di Catania lasciando a casa la macchina. Il servizio di bus navetta sarà gratuito e raggiungerà in pochi minuti le due stazioni della metropolitana di Nesima e S. Nullo. Nel frattempo si lavora agli sviluppi della linea metro. Sono attualmente in corso i lavori di realizzazione della tratta Nesima-Monte Po, con la stazione intermedia Fontana, che permetterà di raggiungere facilmente il nuovo ospedale Garibaldi, essendone direttamente collegato; la conclusione è prevista per la primavera del 2018.  La talpa per la costruzione della galleria è al lavoro ad un ritmo di 10 metri al giorno per rispettare la data di consegna dell'opera. Riguardo le successive espansioni della linea metropolitana la tratta Monte Po-Misterbianco insieme alla Palestro-Aeroporto Fontanarossa sono attualmente prive di finanziamento, tuttavia dispongono già di tutte le autorizzazioni necessarie e pertanto la Ferrovia Circumetnea, non appena saranno accessibili le risorse economiche, comprese quelle della Comunità Europea gestite dalla Regione Siciliana, sarà già in grado di bandire le relative gare d’appalto. Ti potrebbero interessare: Metropolitana di Catania | Scheda dell’opera Quale futuro per la metropolitana di Catania? Da Misterbianco a Fontanarossa entro il 2023 Parcheggio di interscambio AMT-Metro-Circum di Nesima: come funziona Trasporto pubblico Misterbianco | INFO NAVETTE e FERMATE FOTO | Svelata la nuova tratta Borgo-Nesima della metropolitana Metro, ecco dove saranno le stazioni della nuova tratta Stesicoro-Palestro: obiettivo 2019 Metro, tratta Misterbianco-Paternò: ecco dove sorgeranno le stazioni    

Leggi tutto    Commenti 0
Proposta
10 apr 2017

Un people mover per collegare il viale Mario Rapisardi alla metropolitana

di papocchioct

Il 31 marzo 2017 è entrata in esercizio la nuova tratta della Metropolitana Nesima-Borgo con un'affluenza, nei primi due giorni di apertura, di circa 40.000 utenti, segno che la metropolitana ai catanesi piace. Purtroppo il fatto che, almeno nella prima fase della progettazione, la metropolitana fosse concepita come un ammodernamento della tratta in superficie ha di fatto penalizzato zone densamente popolate come il viale Mario Rapisardi. Per ovviare a questa mancanza si potrebbe realizzare un People Mover, una sorta di ascensore orizzontale, che colleghi la stazione Nesima della metropolitana con il viale Mario Rapisardi. Una simile struttura esiste già a Genova ed è gestita dall'Azienda Municipale Trasporti di Genova  e collega l'inizio di Via Balbi con la Circonvallazione a Monte. L'infrastruttura genovese, a differenza della mia proposta, include anche un ascensore verticale. Il people mover genovese funziona come un sistema funicolare orizzontale dove la cabina, che contiene circa 20 persone, è trainata da una fune, chiusa ad anello, con una velocità di 4,5 metri al secondo e una portata oraria di circa 400 persone all'ora per ogni senso di marcia. L'impianto è completamente automatico e quindi non è necessaria la presenza di personale sul posto. Per il People Mover catanese la partenza potrebbe avvenire, in sotterranea, dalla rotonda del Viale Lorenzo Bolano e immettersi subito sulla via Francesco Miceli, da li proseguire sulla via Generale Ameglio e successivamente su via Antonio Stoppani fino all'incrocio con il viale Mario Rapisardi. Qui si potrebbero prevedere quattro uscite ai quattro angoli della strada. Il punto d'arrivo del People Mover (via Stoppani, angolo viale Mario Rapisardi) intercetterebbe  un quartiere densamente popolato con una zona d'influenza che ad ovest arriva fino al corso Indipendenza, per intercettare il PalaCatania, e a est fino alla via XXXI maggio. La lunghezza della tratta prevista è di circa un chilometro e dovrebbe essere realizzata a doppio binario con più cabine con una capienza di circa 30 persone. Il tempo di percorrenza per arrivare da questi ingressi alla stazione Nesima è di circa 4 minuti con una portata di circa 60 utenti ogni 8 minuti. (significa un autobus urbano ogni 8 minuti) Il costo per realizzare questo people mover catanese è decisamente inferiore rispetto ad una metropolitana, sia per le infrastrutture da realizzare, sia per la modalità di scavo che non deve essere realizzato a profondità elevate. Un simile People Mover, con una lunghezza di circa 1200 m, è stato già previsto dalla Ferrovia Circumetnea per collegare la stazione Ardizzone di Paternò con la piazza della Regione. A beneficiarne di questa nuova infrastruttura sarebbe certamente la collettività ma in particolare tutta la zona del viale Mario Rapisardi che al momento risente della mancanza di un collegamento veloce con il centro. Ecco un video che fa capire meglio come funziona il People Mover   Puoi inviare a catania.mobilita.org segnalazioni e proposte: http://catania.mobilita.org/scrivi-un-post/ Ti potrebbero interessare: Metropolitana di Catania | Scheda dell’opera Quale futuro per la metropolitana di Catania? Da Misterbianco a Fontanarossa entro il 2023 FOTO | Svelata la nuova tratta Borgo-Nesima della metropolitana Metro, ecco dove saranno le stazioni della nuova tratta Stesicoro-Palestro: obiettivo 2019 Metro, tratta Misterbianco-Paternò: ecco dove sorgeranno le stazioni

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
16 mar 2017

Metropolitana di Catania, il 28 marzo l’inaugurazione della tratta Borgo-Nesima

di Mobilita Catania

Martedì 28 marzo, alla presenza di Graziano Delrio, Ministro delle Infrastrutture e Trasporti, e di Virginio Di Giambattista, Commissario della Ferrovia Circumetnea, verrà inaugurata una nuova tratta della metropolitana di Catania di 3,1 chilometri, da Borgo a Nesima, con quattro nuove stazioni: Milo, Cibali, San Nullo e Nesima. Lo ha annunciato il Sindaco di Catania, Enzo Bianco, attraverso la sua pagina Facebook. La Ferrovia Circumetnea, al momento, non ha ancora confermato ufficialmente la data né reso note le frequenze del servizio, che presumibilmente subirà alcune modifiche. Non si conosce ancora se in occasione di questa inaugurazione verrà riattivata anche la fermata Porto. Salvo imprevisti dell'ultimora, dunque, dal 28 marzo Catania avrà in funzione una linea metropolitana di 7 km (8,8 con la diramazione Galatea-Porto) con le seguenti stazioni: Nesima San Nullo Cibali Milo  Borgo Giuffrida Italia Galatea Porto (diramazione) Giovanni XXIII  Stesicoro Per rimanere sempre aggiornato segui i canali di Mobilita Catania:  Sito internet: catania.mobilita.org Fanpage: https://www.facebook.com/Catania.Mobilita/Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/227898147365568/ Twitter: https://twitter.com/MobilitaCT Canale Telegram: https://telegram.me/mobilitacatania Ti potrebbero interessare: Metropolitana di Catania | Scheda dell’opera FOTO | Metro fino a Nesima: fervono i lavori per rispettare la scadenza della primavera Metro fino a Monte Po, i lavori entrano nel vivo: obiettivo 2018 Metro, ecco dove saranno le stazioni della nuova tratta Stesicoro-Palestro: obiettivo 2019 Metro, tratta Misterbianco-Paternò: ecco dove sorgeranno le stazioni VIDEO | Metropolitana, iniziate le corse di prova: tratta Nesima-Borgo forse già a fine marzo FOTO | Scopriamo la stazione San Nullo della metropolitana FOTO | Scopriamo la stazione Milo della metropolitana di Catania  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
06 ago 2016

FOTO | Metropolitana, si lavora in tutti i cantieri: lunedì aperto il viale Africa

di Roberto Lentini

Procedono spediti i lavori della metropolitana. A Natale dovrebbe aprire la tratta Galatea-Stesicoro con le nuove stazioni Giovanni XXIII e Stesicoro e a febbraio la tratta Borgo-Nesima con le nuove stazioni di Milo, Cibali, San Nullo e Nesima Buone notizie anche per quanto riguarda le altre tratte: sulla Nesima-Monte Po si lavora in tutte le stazioni e per settembre è previsto l'avvio dei cantieri per la tratta Stesicoro-Palestro (solo galleria, in questo caso). Altro obiettivo ambizioso per la Fce è appaltare entro l'anno la tratta Monte Po-Misterbianco, mentre si sta pure lavorando per reperire i 400 milioni necessari per il bando di gara per la tratta Stesicoro-Aeroporto. L'obiettivo, difficile, è iniziare i lavori per il 2018 e terminarli nel 2022. Ecco l'aggiornamento dei cantieri attuali: Cantiere Torre Tabita In questo cantiere è stato ultimato il pozzo di scavo e una parte di tunnel da dove verrà inserita la TBM. L'assemblaggio della talpa è previsto per settembre, successivamente inizierà lo scavo che la porterà nella stazione di Nesima. Stazione Monte Po Procedono spediti i lavori. Sono stati completati i lavori di consolidamento delle pareti mediante palificazione e adesso si comincia a realizzare lo scavo Stazione Nesima Rispetto alla nostra ultima visita notevoli sono i passi in avanti. È stato già realizzato il vano ascensore mentre nelle discenderie è stata già posizionata l'armatura. Stazione Cibali Progressi anche qui. È stato già gettato il magrone  sulla parte di mezzanino che risultava ancora aperto. Probabilmente nei prossimi giorni si provvederà  alla realizzazione di parte di mezzanino che servirà a collegare l'area sottostante via Barcellona con le scale che portano al livello binari. Stazione  Giovanni XXIII Qui si sta lavorando soprattutto all'esterno per completare il tunnel di collegamento tra le scale di accesso di viale Africa e il mezzanino della stazione Giovanni XXIII. Lo scavo è in buona parte realizzato e già in più parti è stata posizionata l'armatura per il successivo getto di calcestruzzo. Nel tratto che attraversa viale Africa  i lavori sono già al termine e lunedì 8 agosto la strada verrà riaperta al traffico veicolare.   Ti potrebbero interessare... Metropolitana di Catania Metropolitana, arrivata la TBM per la tratta Stesicoro-Palestro Metropolitana, Di Giambattista: «Le due tratte aperte a dicembre e a febbraio»

Leggi tutto    Commenti 1
Articolo
06 lug 2016

Metro, consegna del cantiere Stesicoro-Palestro imminente

di Roberto Lentini

Avanzano spediti i lavori della metropolitana catanese: le tratte Nesima-Borgo e Galatea-Stesicoro sono prossime al completamento mentre a breve entrerà in azione la talpa per il tunnel della Nesima-Monte Po. Presto cantiere aperto per la Stesicoro-Palestro. La tratta metropolitana Nesima-Monte Po è ormai prossima alla realizzazione del tunnel: si sta procedendo al montaggio della talpa chiamata "Agata"  nel cantiere nei pressi della Torre Tabita a Misterbianco: tra circa un mese inizierà lo scavo della galleria. A breve saranno aperti pure i cantieri della tratta Palestro-Stesicoro, con un'altra TBM (che deve ancora arrivare) che entrerà probabilmente nel sottosuolo nei pressi del cavalcavia di via Palermo. In questo caso i lavori appaltati riguardano la sola realizzazione del tunnel e non delle relative stazioni (San Domenico, Osp. Vittorio Emanuele e Palestro), per le quali è previsto un diverso appalto. Il completamento dei lavori nelle tratte Borgo-Nesima e Galatea-Stesicoro è previsto per dicembre 2016. Seguirà un breve periodo necessario per verifiche e collaudi; pertanto, a meno di nuovi intoppi, le estensioni potranno entrare in esercizio nel 2017, portando a nove i chilometri di metropolitana (contro i 3,8 attuali) e raddoppiando le stazioni da 6 a 12. La nuova linea della metropolitana, dunque, già dall'anno prossimo sarà così articolata, partendo dalla periferia: Nesima San Nullo Cibali Milo  Borgo Giuffrida Italia Galatea Stazione Centrale FS Porto Giovanni XXIII  Stesicoro Ecco in dettaglio la situazione dei cantieri nelle varie stazioni. Stazione Monte Po L'impresa che lavora in questa stazione è la CMC di Ravenna. Si sta procedendo al consolidamento del terreno mediante palificazione  e il successivo scavo per la futura stazione. Questa stazione sarà dotata di un tunnel sotterraneo che la collegherà con l'abitato di Monte Po. Stazione Fontana  Sotto la stessa impresa, qui si sta procedendo allo sbancamento del fronte lavico. Questa stazione sarà dotata di un tunnel di collegamento con l'Ospedale Garibaldi, in parte già realizzato, come si vede in foto.   Stazione Nesima   Stazione in appalto alla Tecnis. Rispetto al nostro ultimo aggiornamento appaiono notevoli i progressi: la  struttura dell'accesso nord, lato ovest, è stata già armata mentre in quella lato est si sta completando lo scavo. È stata completata pure la carpenteria del vano ascensore posto tra i due accessi mediante scale. Si sta inoltre lavorando al pozzo di aerazione posto tra la stazione Nesina e Fontana. Stazione San Nullo Pure questa stazione è in appalto alla Tecnis e i lavori sono in una fase avanzata rispetto alle altre. Nei vari livelli della stazione, pavimenti, rivestimenti (arancioni, nel caso di questa stazione, al piano binari) e scale mobili appaiono in buona parte già realizzati. Stazione Cibali Stazione in appalto alla Tecnis. Qui non si notano significativi passi avanti. Probabilmente si sta lavorando all'interno visto che sono presenti numerosi operai al lavoro. Si deve ancora realizzare il collegamento tra il piano stradale e il mezzanino, mentre sono già iniziati gli scavi per la realizzazione del pozzo di aerazione posto nei pressi dell'attuale stazione della Circumetnea di Cibali. Stazione Milo Stazione in appalto alla Tecnis. La Stazione Milo è  completa: manca solo la sistemazione delle aree esterne, dove sarà ubicato un piccolo parcheggio a raso. Stazione Giovanni XXIII In questa stazione esiste un’associazione temporanea d’imprese tra la Tecnis e il Consorzio Stabile Infratech. Qui si sta lavorando in maniera spedita: oltre al completamento delle opere sotterranee, si lavora pure ai nuovi accessi sulla banchina est di viale Africa, nel tratto compreso tra l’Help Centre della Caritas e piazzale Rocco Chinnici. Tali accessi risulteranno particolarmente utili per chi dovrà prendere la metro provenendo dalla Stazione Centrale FS (dove rimarrà comunque operativa l’altra fermata già esistente della diramazione metro), poiché non sarà necessario attraversare la strada ma basterà seguire il marciapiedi sulla destra all’uscita dalla stazione ferroviaria. Stazione Stesicoro Pure questa stazione è affidata alla Tecnis. La stazione è ormai quasi completa, è stata montata la seconda struttura dell'ascensore che, a diffenza delle altre stazioni, sarà in pannelli di vetro e tubolari in acciaio.   Ti potrebbe interessare... Metropolitana di Catania | Scheda dell'opera Cantieri metropolitana, si torna a lavoro: ecco il nuovo cronoprogramma  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
25 mar 2016

Metropolitana | Procedono i lavori nella tratta Nesima-Monte Po in attesa della talpa

di Roberto Lentini

Procedono spediti i lavori appaltati dalla CMC nella tratta Nesima-Monte Po. Al momento si sta preparando l'area di cantiere vicino alla torre Tabita per permettere l'ingresso della TBM, che arriverà a breve, e quindi iniziare lo scavo del tunnel I lavori sono iniziati il 30 dicembre 2015 e prevedono la realizzazione di: una galleria di linea avente una lunghezza pari a m. 1.718 due stazioni denominate Fontana e Monte Po, comprensive di tutto quando necessario per il loro funzionamento n. 6 aperture equilibratrici sottostazione elettrica prevista alla stazione Monte Po sistemazione del piano strada con un'area di parcheggio, prevista all'uscita principale della stazione Monte Po tutti gli impianti di linea e di stazione nel tratto oggetto di intervento e tutto quanto necessario per rendere funzionale e fruibile la tratta.  Il completamento, se verranno rispettati i tempi contrattuali dei 600 giorni, avverrà nell’estate 2017 per un importo complessivo di 80.300.000 euro. Il cantiere di via Palermo, dove avverrà l'ingresso della TBM, per la tratta Stesicoro-Aeroporto sarà aperto nei prossimi mesi. Sono già terminati i sondaggi  geognostici finalizzati alla progettazione esecutiva. I lavori del 1 lotto prevedono: la realizzazione di una galleria di linea della lunghezza di 2.177, 52 m. la realizzazione delle gallerie delle stazioni S.Domenico, Vittorio Emanuele e Palestro la realizzazione di 7 aperture equilibratrici Per il completamento delle opere sono previsti 570 giorni per un importo complessivo di 41.200.000 euro. Va precisato che, allo stato attuale, il finanziamento copre solo le opere civili e non il completamento delle stazioni, delle rifiniture, degli impianti e dell’armamento.   Ti potrebbero interessare:  Metropolitana di Catania | Scheda dell’opera  VIDEO | Nuove tratte metropolitana: come e dove verranno scavate FOTO | Metro Nesima-Monte Po, consegnate le aree di cantiere: ecco come saranno le stazioni  

Leggi tutto    Commenti 0