Articolo
21 ott 2020

In corso la gara d’appalto per ristrutturare lo storico Campo di Nesima

di Mobilita Catania

Sessanta anni dopo la sua realizzazione, il vecchio campo di Nesima, è prossimo alla sua completa ristrutturazione che lo farà diventare fiore all’occhiello dell’impiantistica calcistica cittadina e punto di riferimento per una zona periferica permeata da sacche di degrado economico e sociale. E’ in corso di svolgimento, infatti, la procedura di gara per assegnare i lavori di riqualificazione della struttura che consiste in un campo di calcio a misure regolamentari, con una tribunetta di circa 700 posti, due campi di calcetto, spogliatoi e torri faro per l’illuminazione. L’iniziativa promossa dall’assessore Sergio Parisi, nella doppia veste di assessore alle politiche comunitarie e allo sport, prevede un investimento di un milione e centocinquanta mila euro di fondi comunitari del Pon metro nei mesi scorsi opportunamente canalizzati dalla giunta comunale guidata dal sindaco Salvo Pogliese nel rinnovo delle strutture sportive come elemento socialmente aggregante in zone svantaggiate. A parte la zona di Nesima, dove oltre al campo, nel programma dell’Amministrazione Comunale vi è anche la riqualificazione con fondi comunitari e statali, per l’inizio dei lavori, del grande palasport e della piscina, riguardano infatti, anche il Campo Scuola di atletica leggera a Picanello, il PalaCatania nei pressi di Corso Indipendenza, il campo di rugby Paolone di Santa Maria Goretti oltre a un programma di diversi altri impianti sportivi su cui si sta lavorando sia per le progettazioni che per l’esecuzione dei lavori di adeguamento. “Da uomo di sport e in piena sintonia col sindaco Pogliese e il vicesindaco Bonaccorsi - ha spiegato l’assessore Sergio Parisi - in questi due anni ho ritenuto doveroso incidere sullo stato di abbandono di gran parte delle strutture sportive di Catania, alcune delle quali da decenni non hanno avuto lavori di straordinaria manutenzione. Abbiamo fatto un'opera mirata coi fondi del Pon Metro e del Patto per Catania, invertendo un’intollerabile rotta di degrado che ha impedito a migliaia di giovani e alle società sportive agonistiche e di base, a poter esprimere talenti e potenzialità sportive e sociali. Nesima è destinato a diventare un moderno polo sportivo integrato dove generazioni di giovani potranno esprimere al meglio le loro potenzialità psico-fisico, che è salute e indispensabile valore sociale”. La procedura di gara per i lavori al campo di Nesima, prevede che entro il prossimo 28 ottobre vengano presentate le buste per l’aggiudicazione dell’appalto, così da potere aprire il cantiere nei primi giorni del nuovo anno. Nel campo di calcio di Nesima, attualmente le superfici da gioco necessitano di radicali interventi manutentivi e di riqualificazione, per via della carenza di manutenzione degli anni scorsi. Il progetto esecutivo, curato dai tecnici comunali, prevede, la riqualificazione attraverso l’adeguamento delle dimensioni dell’attuale campo di calcio con le prescrizioni della FIGC, in modo da poter ospitare anche gare di serie D. Dalla polverosa terra battuta, il manto di gioco verrà trasformato in erba artificiale. Analogamente i due contigui campi di calcetto verranno riqualificati e anch' essi allestiti con erba artificiale. Verrà completamente restaurata, inoltre, la tribunetta per il pubblico; rifatti gli spogliatoi; migliorata la funzionalità dell’impianto di illuminazione, con il rifacimento dei servizi elettrici e idrici. Secondo le previsioni, il nuovo campo di Nesima, completamente ristrutturato, verrà consegnato al Comune alle fine del 2021.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
16 lug 2020

Metro di Catania fino all’aeroporto, aggiudicati i lavori di completamento: obiettivo 2025

di Mobilita Catania

Oggi si è svolta, presso la sede della Ferrovia Circumetnea, l'ultima seduta pubblica per l'apertura delle buste relative alla gara d'appalto per la "Progettazione esecutiva ed esecuzione dei lavori necessari alla realizzazione del “Prolungamento della rete ferroviaria nella tratta metropolitana di Catania dalla Stazione Centrale F.S. all’Aeroporto – Tratta Stesicoro – Aeroporto – Lotto di Completamento”. È risultata 1° graduata l'impresa "Consorzio Stabile Medil", presente nelle partecipazioni e nei mercati delle grandi opere, dei lavori pubblici (grandi infrastrutture, edilizia pubblica, lavori portuali e marittimi), dei lavori ferroviari con particolare riguardo alle infrastrutture, dei lavori di restauro e riqualificazione del territorio. Tra le prime realtà in Italia, Medil ha in dote un volume d’affari generale rapportato ai migliori 5 degli ultimi 10 anni, costituito da 1,3 miliardi di euro.   L’organico complessivo di tutto il gruppo Medil è di 1450 unità. Avevano partecipato alla gara d'appalto cinque gruppi d’imprese, l’Ati Research Consorzio stabile società consortile (mandataria), l’Ati Salc Spa (mandataria); l’Ati Salcef Spa (mandataria); Consorzio Stabile Sis Società Consortile per Azioni, e Ati Consorzio stabile Medil (mandataria) L'appalto in questione riguarda le opere da progettare e realizzare secondo quanto previsto nel progetto definitivo nella tratta di lunghezza complessiva pari a 6.754 m a partire dalla stazione di Stesicoro, già realizzata nell'ambito della tratta Giovanni XXIII-Stesicoro, che si svilupperà lungo il percorso con le otto stazioni S. Domenico, Vittorio Emanuele, Palestro, San Leone, Verrazzano, Librino, S. M. Goretti e Aeroporto. Precisamente, l'impresa aggiudicataria si occuperà della realizzazione: Di una galleria di linea, dalla progressiva 4+135,28 alla progressiva 8+787,86 dalla stazione Palestro alla stazione Aeroporto; di tutte le stazioni e tutte le opere civili di finitura previste nel progetto, di tutte le aperture equilibratrici lungo l’intera tratta dalla progressiva 1+926,58 alla progressiva 8+787,86 (ad esclusione di quelle realizzate nel 1° lotto) ; di tutte le opere impiantistiche e tecnologiche comprensive di tutto quanto necessario per l’immissione in esercizio dell’intera tratta Stesicoro-Aeroporto; di tutti gli impianti di linea e di stazione nella tratta Stesicoro-Aeroporto, dalla progressiva 1+926,58 alla progressiva 8+787,86, di tutto quanto necessario per rendere funzionale, fruibile ed interconnessa la tratta oggetto dell’appalto con quella limitrofa in esercizio. Alla fine di questi lavori, prevista nel 2025, la metropolitana si estenderà in ambito urbano lungo circa 19,6 km con 23 stazioni: Misterbianco centro Misterbianco zona industriale Monte Po Fontana Nesima San Nullo Cibali Milo  Borgo Giuffrida Italia Galatea Porto Giovanni XXIII  Stesicoro San Domenico Vittorio Emanuele (ex Ospedale) Palestro San Leone Verrazzano Librino Santa Maria Goretti Aeroporto Da Misterbianco, la linea metropolitana raggiungerà, successivamente, Paternò e proseguirà poi, a binario unico, sino ad Adrano. Ti potrebbero interessare: Metropolitana di Catania | Scheda dell’opera Passante ferroviario di Catania | Scheda dell’opera Stanziati dall’Unione Europea i fondi per la tratta Stesicoro-Aeroporto della metropolitana di Catania Tratta Stesicoro-Aeroporto della metropolitana di Catania: ecco dove sorgeranno le stazioni Cinquantaquattro nuovi treni per la metropolitana di Catania, aggiudicato il primo appalto VIDEO | Dentro il tunnel della metropolitana di Catania tra Palestro e Stesicoro   .

Leggi tutto    Commenti 1
Articolo
02 nov 2019

Metropolitana Stesicoro-Aeroporto di Catania, si pubblica la gara d’appalto

di Mobilita Catania

Via libera dalla Ferrovia Circumetnea alla gara d'appalto per la realizzazione della tratta Stesicoro-Aeroporto Fontanarossa della metropolitana di Catania. Dopo la firma del decreto di finanziamento avvenuta nel mese di settembre, il bando è stato ora inviato dalla direzione dell'azienda FCE per la pubblicazione, prevista per la prossima settimana, sulla Gazzetta ufficiale dell'Unione europea. L'importo dei lavori da appaltare, finanziati dalla Regione Siciliana attraverso fondi europei, supera i 380 milioni di euro. I cantieri saranno avviati a fine 2020, quando nel frattempo si sarà concluso lo scavo attualmente in corso della galleria Palestro-Stesicoro. Il finanziamento europeo consentirà lo scavo della galleria tra Palestro e l’aeroporto (lo scavo del tunnel Palestro-Stesicoro è in corso di realizzazione) e prevede la posa dei binari sui 7 km dell’intera tratta, l’installazione degli impianti di alimentazione e di sollevamento, nonché tutte le opere complementari, tra cui la realizzazione di otto nuove stazioni: Stesicoro (già esistente) San Domenico Vittorio Emanuele (Ospedale) Palestro San Leone Verrazzano Librino Santa Maria Goretti (Parcheggio Scambiatore Fontanarossa) Aeroporto Fontanarossa "Possiamo dire con legittima soddisfazione - ha affermato il presidente della Regione Nello Musumeci - che si apre oggi per la Sicilia la stagione del ritorno delle grandi opere. Gli ultimi grandi appalti pubblici risalgono a dieci anni fa e forse più. La Regione Siciliana, nell'arco dell'ultimo anno e mezzo, ha saputo invertire la tendenza. La metropolitana di Catania sarà la punta di diamante delle infrastrutture, sia stradali che ferroviarie, che cambieranno il volto dell'isola nei prossimi anni". "Manteniamo l'impegno sulla metro di Catania - aggiunge l'assessore regionale alle Infrastrutture Marco Falcone - per far sì che entro i prossimi cinque anni l'infrastruttura sia completa e consegnata ai cittadini. In soli 18 mesi il Governo Musumeci è riuscito a intercettare il finanziamento, definire il progetto e mandarlo in gara. L'appalto prevede un lotto da 6,8 chilometri di infrastruttura metropolitana che comprende lo scavo della galleria da Palestro fino all'aeroporto, nonché il completamento e le attrezzature di ben otto nuove stazioni, da piazza Stesicoro fino a Fontanarossa. Voglio ringraziare - conclude Falcone - il commissario Fce Angelo Mautone e il direttore Salvatore Fiore per il loro impegno". Ti potrebbero interessare: Metropolitana di Catania | Scheda dell’opera Passante ferroviario di Catania | Scheda dell’opera Stanziati dall’Unione Europea i fondi per la tratta Stesicoro-Aeroporto della metropolitana di Catania Tratta Stesicoro-Aeroporto della metropolitana di Catania: ecco dove sorgeranno le stazioni Cinquantaquattro nuovi treni per la metropolitana di Catania, aggiudicato il primo appalto VIDEO | Dentro il tunnel della metropolitana di Catania tra Palestro e Stesicoro

Leggi tutto    Commenti 1
Articolo
02 apr 2019

Dall’Unione Europea il finanziamento per la metro fino all’aeroporto di Fontanarossa

di Amedeo Paladino

La Commissione Europea ha adottato oggi  un pacchetto di investimenti di quattro miliardi di euro per progetti infrastrutturali in dieci stati membri: tra i grandi progetti finanziati anche la tratta Stesicoro-Aeroporto della metropolitana di Catania. La conferma arriva dalla commissaria per la politica regionale Corina Creţu: «Questi progetti sono esempi di come l'UE stia lavorando per migliorare la vita quotidiana dei nostri cittadini, che passa dall'accesso all'acqua potabile a un trasporto ferroviario più veloce e a ospedali moderni. Nell'attuale periodo di bilancio, ho adottato 258 grandi progetti infrastrutturali per un valore di 32 miliardi di euro di fondi UE; sono, in un certo senso, gli ambasciatori della politica di coesione e sono orgoglioso di ognuno di loro». Sono oltre 358 i milioni di euro di fondi UE che contribuiranno all'ampliamento della linea ferroviaria metropolitana della Circumetnea verso sud, con otto nuove stazioni e materiale rotabile moderno: 60 milioni, infatti, sono destinati all'acquisto di nuovi convogli. Una previsione ottimistica ma, da oggi, finalmente possibile, attesta al 2025 il completamento dell’intera linea da Misterbianco all’Aeroporto di Fontanarossa, le cui tratte mancanti da realizzare sono, ormai, tutte interamente finanziate, e che sarà così articolata su 19,4 km: Misterbianco centro Misterbianco zona industriale Monte Po Fontana Nesima    San Nullo Cibali    Milo   Borgo     Giuffrida Italia Galatea Porto Giovanni XXIII   Stesicoro San Domenico Vittorio Emanuele (Ospedale) Palestro San Leone Verrazzano Librino Santa Maria Goretti    Aeroporto Fontanarossa Ti potrebbero interessare:  Metropolitana di Catania: storia e sviluppi futuri Metropolitana di Catania, lo stato dei cantieri tra ritardi, sospensioni e scioperi Metropolitana di Catania, da Stesicoro all’aeroporto: dove sorgeranno le stazioni FOTO | Dentro le nuove stazioni metro di Monte Po e Fontana, avanzano i lavori

Leggi tutto    Commenti 0