Articolo
23 feb 2017

AMT, dopo la riapertura di via Sgroppillo ripristinato il percorso della circolare 244

di Mobilita Catania

A seguito della riapertura di via Sgroppillo dopo 2 anni di lavori,  AMT (Azienda Metropolitana Trasporti) comunica che la circolare 244 riprenderà il percorso originario. Ecco il percorso in dettaglio:  P.le Sanzio - Via O. Scammacca - V.le R. Sanzio - V.le Vitt. Veneto - Via Duca degli Abruzzi - V.le M. Polo - V.le Ulisse - Via G. P. la Rocca - Via B. Altavilla - Via Vescovo Maurizio - Via Alfred Rittmann - Via Orazio Motta Tornabene - V.le G. lainò - V.le Enzo Longo - Rotatoria davanti Ospedale Cannizzaro - V.le Enzo Longo Via R. Albanese - V.le Delle olimpiadi - Via Sgroppillo - Nizzeti/Via Nuovalucello - Via Vescovo Maurizio - Via B. Altavilla - Via G. P. La Rocca - Via Vescovo Maurizio - Via Caboto - V.le M. Polo - Via Duca degli Abruzzi - V.le Vitt. Veneto - Via Patanè Romeo - Via G. Vagliasindi - P.zza M. Buonarroti - V.le R. Sanzio - P.le Sanzio. Il tratto interessato dai lavori di via Sgroppillo è stato quello che va da via Nizzeti a via Cristoforo Colombo e ha compreso l'allargamento della strada, la realizzazione di nuovi marciapiedi, la posa della tubazione della fognatura per le acque bianche e una nuova rotatoria tra via Sgroppillo e via Cristoforo Colombo.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
21 feb 2017

Metro e autobus gratis per “M’illumino di Meno”: tutte le iniziative

di Mobilita Catania

Nell'ambito della Campagna “M’Illumino di Meno”, promossa dalla trasmissione radiofonica Caterpillar di Rai Radio 2, l'Amministrazione Comunale organizza varie attività, che coinvolgeranno tutti i soggetti interessati (associazioni di categoria, operatori commerciali del settore, cittadinanza) secondo il programma appresso riportato: Ore 18,30 raduno ciclistico presso Piazza Roma. Il gruppo, scortato da una pattuglia di Vigili Urbani, percorrerà il seguente itinerario: - Piazza Verga - Via Ventimiglia - Via Umberto - Via Etnea - Piazza Università, alle ore 18.50 circa raggiungerà Piazza Duomo; contestualmente al passaggio dei ciclisti verranno spenti i candelabri di Piazza Università e il monumento dell’Elefante. Inoltre i vari esercizi commerciali che aderiranno all’iniziativa (Bar – Ristoranti e o Trattorie) spegneranno le luci, servendo i clienti a lume di candela. Nella fattispecie tutte le operazioni di spegnimento dei vari siti interessati dall’evento avranno la seguente articolazione: - Piazza Roma: dalle ore 18,30 alle ore 19,00 - Piazza Università dalle ore 18,45 alle ore 20,00 - Piazza Duomo dalle ore 18,50 alle ore 20,00 Ore 18,30 e ore 19,15 la Direzione Cultura organizza un percorso animato tra storia, curiosità ed arte con una guida d’eccezione “La Regina Maria” venuta al mondo nel Castello Ursino di Catania che accoglierà in penombra i visitatori al Palazzo Platamone, ex Monastero di San Placido, sito in Via Vittorio Emanuele II. A tal fine sarà possibile, per i ciclisti provenienti da Piazza Duomo, raggiungere Via Landolina, attraversando Via Vittorio Emanuele II, Piazza San Placido, Via Museo Biscari. Essi potranno effettuare la citata visita guidata lasciando le biciclette parcheggiate, in sicurezza, in Via Landolina, nel tratto compreso tra via Museo Biscari e Via Vittorio Emanuele II dove verrà istituito, dalle ore 16 alle ore 21, un divieto di sosta per tutti i mezzi esclusi cicli. Durante la mattinata, nel corso delle attività scolastiche, allo scopo di sensibilizzare gli alunni verso il risparmio energetico, le Scuole che aderiranno, procederanno alle spegnimento simbolico dell’illuminazione delle classi. Dalle ore 17.00 alle ore 21.00, per incentivare l’utilizzo del mezzo pubblico, verranno messi a disposizione, gratuitamente, le linee AMT 2-5 e 902 e la Metropolitana dalle 17.00 a fine turno. Ogni cittadino in più che sceglie la Metro contribuisce a creare una città più vivibile. Infatti, in termini di consumo energetico e di sostenibilità, la Metropolitana è uno dei mezzi di trasporto ad uso collettivo più vantaggiosi e a basso impatto ambientale, grazie a ridotte emissioni di Co2. Venerdì sarà possibile raggiungere gratis in pochi minuti tutte le piazze cittadine interessate dagli eventi: Piazza Roma, Piazza Università, Piazza del Duomo.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
03 feb 2017

AMT, variazioni di percorso per il 3 febbraio

di Mobilita Catania

In occasione della festa di Sant'Agata, Amt ha emesso un biglietto giornaliero speciale, al costo di 2 euro anziché di 2.50 euro da utilizzare entro il 28 febbraio 2017. Inoltre per oggi 3 febbraio sono previste delle rimodulazioni delle linee: 1-4 Dalla Stazione Centrale, Viale Libertà, Corso Italia, Viale XX Settembre, Via Etnea, percorso regolare. Da Via Fusco, Via Ingegnere, Via Etnea, Viale XX Settembre, Piazza Verga, Via Monsignor Ventimiglia, Corso Martiri della Libertà, percorso regolare. 2-5 Da Piazzale Sanzio: percorso regolare fino Via Etnea, Via Umberto, Viale Libertà, Piazza Giovanni XXIII, percorso regolare. Da Piazza Borsellino, Via Dusmet, Via VI Aprile, Stazione Centrale, Viale Libertà, Piazza Iolanda, percorso regolare. 4-7 Dalla Stazione Centrale, Viale Libertà, Corso Italia, Viale XX Settembre, Viale Regina Margherita, percorso regolare. Da Cibali, percorso regolare fino Via Etnea, Via Umberto, Viale Libertà, Stazione Centrale. 429, 432, 449 Dalla Stazione Centrale, Viale Libertà, Corso Italia, Viale XX Settembre, Via Etnea, percorso regolare. Da Via Passo Gravina, percorso regolare fino Via Etnea, Via Umberto, Viale Libertà, Piazza Giovanni XXIII, percorso regolare. 431N Proveniente dalla Stazione Centrale, percorso regolare fino Piazza S. Placido, Via Porticello, Piazza Borsellino, Via Alcalà, Via C. Colombo, Via Plebiscito, percorso regolare. 448 Dalla Stazione Centrale, Viale Libertà, Corso Italia, Viale XX Settembre, Via Etnea, percorso regolare. Da Via Monserrato percorso regolare fino Via Etnea, Via Umberto, Viale Libertà, Piazza Giovanni XXIII, percorso regolare. 503, 504 Da Piazza Borsellino, Via Alcalà, Cia C. Colombo, Via Plebiscito, percorso regolare fino Piazza Dante, Via Quartarone, Via Vittorio Emanuele (a destra), Via Plebiscito (a sinistra), Via C. Colombo, Via Alcalà, Piazza Borsellino. 534 Da Piazza Borsellino, Via Dusmet, Via VI Aprile, Stazione Centrale, Viale Libertà, Piazza Iolanda, percorso regolare. Da Acitrezza, percorso regolare fino Via Etnea, Via Umberto, Viale Libertà, Piazza Giovanni XXIII, percorso regolare. 536, 556 Da Piazza Borsellino, percorso regolare fino alla Stazione Centrale, Viale Libertà, Corso Italia, Viale XX Settembre, Via Etnea, percorso regolare. Da Piazza Gioeni, percorso regolare fino Via Etnea, Via Umberto, Viale Libertà, Piazza Giovanni XXIII, percorso regolare. 635 Da Monte Po, percorso regolare fino Piazza Palestro, Via Garibaldi, Via Plebiscito (a destra), Via C. Colombo, Via Alcalà, Piazza Borsellino. Da Piazza Borsellino, Via Mulino S. Lucia, Via C. Colombo, Via D. Tempio, Via S.S. Maria Assunta, Via della Concordia, Via Acquicella, Piazza Palestro, Via Palermo, percorso regolare. 642 Da Nesima, percorso regolare fino Via Acquicella (cimitero), Via della Concordia, Via Adamo, Via Acquicella Porto, Faro Biscari, Via D. Tempio, Via C. Colombo, Via Mulino di S. Lucia, Piazza Borsellino. Da Piazza Borsellino, Via Mulino di S. Lucia, Via C. Colombo, Via D. Tempio, Faro Biscari, Via Acquicella Porto, Via Adamo, Via della Concordia, Via Acquicella, Piazza Palestro, Via Palermo, Via Aurora, Piazza Risorgimento, percorso regolare. 722 effettuerà capolinea a Piazza S.M. di Gesù, Viale Regina Margherita, Viale XX Settembre, Corso Italia, Viale V. Veneto, percorso regolare. Proveniente da Villaggio Dusmet percorso regolare fino a Viale XX Settembre, Viale Regina Margherita, Piazza S.M. di Gesù (capolinea). 726 effettuerà capolinea a Piazza S.M. di Gesù, Viale M. Rapisardi, Via Fava, percorso regolare. Proveniente da S.G. Galermo percorso regolare fino Via Roccaromana, Via Androne, Piazza S.M. di Gesù (capolinea). 702, 733, 740 il percorso sarà limitato a Piazza S. M. di Gesù, dove faranno capolinea. 744 il percorso sarà limitato a Piazza Cavour, vecchio capolinea. 830 Dal Villaggio S. Agata, percorso regolare fino Piazza Palestro, Via Garibaldi, Via Plebiscito (a destra), Via C. Colombo, Via Alcalà, Piazza Borsellino. Da Piazza Borsellino, Via Mulino S. Lucia, Via C. Colombo, Via D. Tempio, Via S.S. Maria Assunta, Via della Concordia, Via Acquicella, percorso regolare. 902 Piazza della Repubblica, Corso Martiri della Libertà, Piazza Papa Giovanni XXIII, Via VI Aprile, Via V. Emanuele, Via Porticello, Piazza Borsellino, Via Alcalà, Via C. Colombo, Via Plebiscito (a destra), Via V. Emanuele, percorso regolare fino Piazza Palestro, Via Garibaldi, Via Plebiscito, Via C. Colombo, Via Alcalà, Piazza Borsellino, Via Dusmet, Via VI Aprile, Stazione Centrale, Corso Martiri della Libertà, Piazza della Repubblica. 927 Piazza della Repubblica, Corso Martiri della Libertà, percorso regolare. 932 da Piazza della Repubblica, percorso regolare fino Via V. Emanuele, Via Porticello, Piazza Borsellino, Via Mulino S. Lucia, Via C. Colombo, Via D. Tempio, Faro Biscari, Via Acquicella Porto, Via Adamo, Via della Concordia, Via Acquicella, Piazza Palestro, Via Palermo, Via Aurora, Piazza Risorgimento, percorso regolare. Da Nesima normale percorso fino a Piazza Palestro, Via Acquicella, Via della Concordia, Via Adamo, Via Acquicella Porto, Faro Biscari, Via D. Tempio, Via C. Colombo, Via Mulino S. Lucia, Via Dusmet, percorso regolare. 935 Da Piazza della Repubblica, Corso Martiri della Libertà, Stazione Centrale, Viale Libertà, percorso regolare. Da Via Caruso, percorso regolare fino Via Etnea, Via Umberto, Viale Libertà, Corso Martiri della Libertà, Piazza della Repubblica. ALIBUS Da Aeroporto percorso regolare fino Via Etnea, Via Umberto, Viale Libertà, Piazza Giovanni XXIII, Percorso regolare. BRT1 Percorso regolare fino a Via Etnea, Viale Regina Margherita, percorso regolare.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
31 gen 2017

Fiera di Sant’Agata: come raggiungere il piazzale Asia e non farsi trovare impreparati

di Amedeo Paladino

La tradizionale Fiera di Sant'Agata prenderà il via domani, primo di febbraio, e resterà aperta ogni giorno dalle 9 alle 24 fino a giorno cinque, quando si chiuderanno i festeggiamenti in onore della Patrona | COME RAGGIUNGERE LA FIERA IN METROPOLITANA, AUTOBUS E AUTO L'area scelta quest'anno è il  piazzale intitolato a Rocco Chinnici, già piazzale Asia, in cui troveranno posto un massimo di ottanta stand di diversi generi merceologici, prevalentemente abbigliamento e accessori ma anche oggettistica e, in un'apposita area food, alimentari. La collocazione presso il piazzale antistante il centro fieristico "le Ciminiere" adiacente al viale Africa, arteria principale della viabilità della città, ha suscitato perplessità: l'evento richiamerà infatti migliaia di persone con il rischio che la zona si congestioni. Occorre quindi una corretta informazioni affinché gli avventori e i cittadini non si facciano cogliere di sorpresa, scegliendo le modalità di spostamento più intelligenti ed efficienti. La zona è servita dal trasporto pubblico attraverso 2 stazioni della metropolitana e dagli autobus urbani AMT che fanno capolinea in piazza Giovanni XXIII e  in piazza della Repubblica, transitando in viale Africa ; in piazza Giovanni XXIII, antistante la stazione ferroviaria centrale, ci sono inoltre i capolinea degli autobus extraurbani. In metropolitana Quest’anno, grazie all'apertura delle nuove stazioni Stesicoro e Giovanni XXIII, la metropolitana rappresenta un’ottima alternativa per muoversi nel centro cittadino e seguire il cuore delle festività agatine, nonché raggiungere la fiera di Sant'Agata. Il biglietto della metropolitana costa solo 1 euro ed è valido 90 minuti; il biglietto giornaliero costa 2 euro. I titoli di viaggio sono acquistabili direttamente nelle stazioni interrate presso le macchinette emettitrici automatiche, mentre presso le rivendite dei titoli Amt è possibile anche comprare il biglietto integrato Bus+Metro al costo di 1,20 euro, valido per due ore dalla prima obliterazione. Ecco dove sono ubicate le stazioni, "Galatea" e "Giovanni XXIII" sono le più vicine al piazzale Chinnici BORGO –> visualizza su Google Maps <– accessibile da via Etnea, all’altezza del numero civico 674 (dunque nei pressi del Tondo Gioeni) e dalla stazione di superficie “Catania Borgo” della Ferrovia Circumetnea; GIUFFRIDA –> visualizza su Google Maps <– è posta all’incrocio tra corso delle Province e via Vincenzo Giuffrida; ITALIA –> visualizza su Google Maps <– dispone di quattro accessi: due su viale Vittorio Veneto, ad angolo con corso Italia, uno in via Oliveto Scammacca ed uno in via Ramondetta, ad angolo con corso delle Province; GALATEA –> visualizza su Google Maps <– in viale Jonio, dispone di due accessi lato via Pasubio e di due accessi lato piazza Galatea; GIOVANNI XXIII –> visualizza su Google Maps <– è sita in piazza Papa Giovanni XXIII, con accessi dalla piazza, da via Archimede e da viale Africa; STESICORO –> visualizza su Google Maps <– in Corso Sicilia, dispone di due accessi lato piazza Stesicoro e di due accessi lato piazza della Repubblica. ORARI E FREQUENZE La prima corsa parte dalla stazione Borgo alle ore 06:40 e l’ultima arriverà nella stessa stazione alle ore 21:24; dalla mattina e fino alle ore 15, la frequenza delle singole corse sarà di 10 minuti, successivamente la stessa sarà di 15 minuti fino al termine del servizio. Venerdì 3 e sabato 4 febbraio tutta la linea della metro rimarrà aperta dalle 6:40 fino a mezzanotte, mentre domenica 5 febbraio sarà attiva dalle ore 9:00 fino alle 02:00 del mattino di lunedì 6 febbraio, per poi riaprire regolarmente alle 6:40. in autobus La zona è servita da numerose linee urbane dell'Azienda Metropolitana Trasporti: vi consigliamo di consultare la sezione "servizi" del sito internet dell'azienda per effettuare la ricerca delle linee. In occasione della festa di Sant'Agata, da giorno 30 Gennaio Amt emetterà un biglietto giornaliero speciale, al costo di 2 euro anziché di 2.50 euro da utilizzare entro il 28 febbraio 2017. in auto Per coloro i quali volessero raggiungere la Fiera di Sant'Agata in automobile, sarà possibile utilizzare i 250 posti del parcheggio del Pino, nei pressi di piazza della Repubblica, distante trecento metri, pagando due euro per la sosta per l'intera giornata. Inoltre il biglietto potrà essere utilizzato anche per raggiungere in bus gratuitamente il piazzale Chinnici e tornare poi nel parcheggio. DISPOSIZIONI DEL TRAFFICO In viale Africa è istituito dalle ore 00.01 di martedì 31 Gennaio alle ore 24.00 (e comunque sino a cessate esigenze) di domenica 5 febbraio il divieto di sosta con rimozione coatta 24 ore su 24 in viale Africa, corsia lato Est, nel tratto da piazza Giovanni XXIII agli Uffici Postali.   foto di copertina di Cosimo Di Guardo progetto grafico Mobilita Catania

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
19 gen 2017

VIDEO | Piazza Borsellino, la nuova area di sosta e il capolinea riqualificato

di Amedeo Paladino

L’area di sosta a pagamento di piazza Borsellino è entrata in funzione a dicembre: a disposizione 108 posti auto, i due accessi sotto gli Archi della Marina sono dotati di sbarre automatiche per permettere l’ingresso degli automobilisti. Il parcheggio è inoltre dotato di un sistema di videosorveglianza. Il costo del progetto è stato esiguo poiché facente parte di tre appalti preesistenti uno dei quali inerente ai lavori del parcheggio scambiatore Fontanarossa; la realizzazione del progetto ha consentito di procedere al riordino dell’area e all'eliminazione dei parcheggiatori abusivi che gestiscono la sosta. Le tariffe si differenziano tra sosta diurna (7/20) e notturna (20/7). In entrambi i casi la sosta sarà gratuita la prima mezz’ora; di giorno ogni ora di sosta costerà 50 centesimi, la sera si potrà anche optare per la tariffa unica di 2 euro per l’intero periodo notturno. Gli utenti per poter accedere devono ritirare il biglietto magnetico all'ingresso dell'area, il tagliando viene emesso solo se all'interno sono disponibili posti liberi, indicati nel tabellone luminoso. Le operazioni di pagamento della sosta si effettuano al termine della stessa, presso la cassa automatica posizionata sotto la pensilina dell'adiacente capolinea dei bus urbani AMT; dopo aver effettuato il pagamento gli utenti devono uscire dall'area di sosta entro 10 minuti, inserendo il biglietto nell'apposita bocchetta posizionata all'uscita. Nel video che noi di Mobilita Catania abbiamo realizzato vi mostriamo la nuova area di sosta e il capolinea AMTr iqualificato: Con l’apertura del parcheggio è stato inibito al transito ai veicoli motorizzati dalle 8 alle 21, l’ultimo tratto di via Dusmet, tra  la Porta Uzeda e il Giardino Pacini. Ti potrebbero interessare… Una nuova area pedonale tra la Villa Pacini e la Porta Uzeda; Via Dusmet chiusa al traffico, le ragioni del “sì”: pochi i rischi, tanti i vantaggi

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
03 gen 2017

Moovit, il servizio di infomobilità del trasporto pubblico aggiornato anche per la metropolitana

di Amedeo Paladino

Il settore della mobilità è sempre più dipendente dalla tecnologia; sono finiti i tempi in cui la materia si confondeva con la viabilità stradale e le scelte  che incidono sugli spostamenti di persone e merci erano di competenze di qualche assessore al traffico, supportato dal funzionario con Codice della Strada e Regolamento Viario alla mano. Oggi sempre più figure professionali sono coinvolte nel settore, la mobilità infatti è uno dei principali fattori di ricchezza di un centro urbano – secondo il PGTU (Piano Generale Traffico Urbano) di Catania la mobilità incide per 40 milioni sulle Casse del Comune-: la competitività di una città dipende dalla qualità degli spostamenti, prescindendo sempre più dall’utilizzo del mezzo privato. Con il termine smart city intendiamo quel sistema di tecnologie applicate alle comunicazioni, alla mobilità, all'efficienza energetica e all'ambiente che nel complesso migliorano la qualità della vita degli abitanti – diffidate da  coloro che spacciano le aree wifi di qualche piazza cittadina come un grande passo avanti verso la città intelligente-; la tecnologia deve essere in primo luogo utile, è questo l’assunto di partenza di Moovit, un servizio per smartphone che fa muovere i cittadini- utenti del trasporto pubblico in modo intelligente. Tre ragazzi israeliani, dal lancio dell’app nel 2012 a oggi, hanno reso più smart 1200 città nel mondo e il nostro Paese è il primo in Europa e quarto nel Mondo per numero di utenti. Moovit coniuga i dati forniti dalle aziende di trasporto pubblico locale con le informazioni degli stessi utenti, la somma di questi permettono di trovare la soluzione migliore negli spostamenti quotidiani. L’app, disponibile gratuitamente per iOS, Android e Windows Phone, pianifica il percorso più vantaggioso da effettuare per arrivare a destinazione, geo-localizza la propria posizione per conoscere le fermate più vicine, fornisce gli orari di partenza dei mezzi pubblici; mentre l’interazione degli utenti permette di conoscere in tempo reale l’orario di arrivo previsto ed eventuali disservizi.Quindi laddove la puntualità dei mezzi pubblici lascia a desiderare più cittadini utilizzano il servizio più l’orario dell’effettivo passaggio sarà veritiero, poiché gli utenti fungono da gps umani protetti dall’anonimato. Moovit è arrivato a Catania nel 2015 grazie all’accordo con AMT (Azienda Metropolitana Trasporti) ed FCE (Ferrovia Circumetnea), raccoglie tutti i dati delle due aziende di trasporto pubblico locale: attraverso l’utilizzo dello smartphone  in qualunque momento siamo in grado di conoscere tute le alternative per raggiungere la nostra destinazione.  In molte città è inoltre possibile consultare in tempo reale l'esatta posizione di una precisa vettura, il servizio dal mese di dicembre è stato implementato a Palermo per alcune linee. Attualmente questo sistema di infomobilità real-time non è disponibile a Catania. Grazie all'impegno della community da oggi il servizio della metropolitana di Catania è stato aggiornato in considerazione delle due nuove stazioni Stesicoro e Giovanni XXIII e delle 150 c0rse giornaliere. Ti potrebbero interessare… Metropolitana di Catania | Scheda dell’opera FOTO | Metro, finalmente! La Galatea-Stesicoro inaugurata e aperta al pubblico Metro, domani apre agli utenti il nuovo percorso: ecco i nuovi orari e le frequenze

Leggi tutto    Commenti 1
Proposta
03 gen 2017

Migliorare il servizio AMT rimodulando le linee: alcune proposte

di gvalora1989

Con l'acquisto dei nuovi autobus, la situazione dell'AMT sembra che stia rientrando progressivamente alla "normalità". Tuttavia, senza una seria rimodulazione delle linee, soprattutto in vista dell'imminente apertura della metropolitana di Catania, l'utilizzo del mezzo pubblico stenterà a decollare: questa mi sembra una grave pecca della nuova dirigenza. Comunque, al di là del fatto che sia possibile realizzare un maggiore interscambio con le nuove stazioni della metropolitana, da molti anni è sotto gli occhi di tutti che esistono delle linee "doppioni" che hanno in comune circa il 70% del percorso. Per questo, rimodulando leggermente il percorso di alcune linee, sarebbe possibile sopprimerne facilmente delle altre per incrementare di molto le frequenze. Io avanzo queste proposte: la linea 503 (già di suo abbastanza sottoutilizzata) può essere soppressa visto che è stata inaugurata la linea 504 che fa più o meno lo stesso percorso. la linea 621 potrebbe essere facilmente soppressa allungando leggermente il percorso della linea 443. In particolare: il 443, dopo aver percorso la via Palermo ed oltrepassato l'ospedale Garibaldi, anziché entrare direttamente nel quartiere di Monte Po, potrebbe svoltare a destra su Viale Lorenzo Bolano e salendo per via Filippo Eredia coprire il percorso del 621 all'interno del quartiere di Lineri. Rientrando poi sempre per via Filippo Eredia svolta a destra su Viale Lorenzo Bolano e prosegue dritto entrando nel quartiere di Monte Po per riprendere il suo normale percorso.I mezzi che si recuperano dalla soppressione della linea 621 potrebbero essere impiegati per ottenere una linea che collega i quartieri periferici con l'ospedale Garibaldi Nesima passando lungo l'asse dei viali con una frequenza anche di una corsa ogni 10 minuti! un discorso simile potrebbe essere fatto per le linee 522 e 932. La linea 932 si può sopprimere direttamente perché copre su per giù lo stesso percorso della 522. Per servire un po’ meglio Viale San Pio X si potrebbe deviare il percorso del 628N facendolo svoltare a destra su Viale San Pio X piuttosto che proseguire verso la circonvallazione lungo la via Padre Angelo Secchi. Viale San Pio X è poi servito in direzione opposta dal 628R. Anche sul versante via Etnea, a mio avviso, circolano un numero spropositato di linee, molte delle quali doppioni. Anche su questo versante avanzo alcune proposte: la linea 449 potrebbe essere soppressa e il suo percorso coperto allungando il percorso della linea 432. In particolare: il 432, dopo aver percorso la via Santa Sofia e il Viale Tirreno, svolta a destra per via Galermo e a quel punto, anzichè rientrare su viale Tirreno potrebbe proseguire dritto e coprire tutto il percorso della linea 449. In questo modo il 432 non diventa un mero collegamento con la cittadella universitaria, già ben servita dalla linea BRT1, ma sostituisce il 449 nel quartiere di San Giovanni Galermo assicurando una maggiore frequenza. la linea 1-4 mi sembra abbastanza superflua e sottoutilizzata. Tuttavia, si potrebbe benissimo allungare il percorso di una linea, come ad esempio il 429, sia mentre sale da via Etnea sia mentre rientra scendendo lungo via Etnea, per coprire il quartiere di Vulcania. In particolare: il 429 salendo da via Etnea potrebbe svoltare a destra per via Francesco Fusco, percorrerla tutta fino all'incrocio con via Torino sfruttando la corsia preferenziale che al momento non è utilizzata da nessuna linea. Poi svolta a sinistra per via Torino, imbocca la via Rosso di San Secondo e riprende il suo normale percorso lungo la circonvallazione sfruttando la rotonda di Via Caronda. Scendendo da Via Etnea (per trasportare i passeggeri dal quartiere di Vulcania in centro), il 429 potrebbe svoltare a sinistra sempre lungo la via Francesco Fusco e seguire esattamente il percorso dell'1-4 senza alcuna sovrapposizione con il precorso fatto all'andata! Per servire i quartieri più periferici, in ogni caso, è molto più funzionale sfruttare i parcheggi scambiatori Due Obelischi o il parcheggio Nesima creando delle circolari sul modello del parcheggio Fontanarossa. Ad esempio il parcheggio Due Obelischi potrebbe diventare il capolinea della linea 556 e servire il quartiere di San Pietro Clarenza, al posto della lontanissima Piazza Alcalà. Oppure si potrebbe creare una circolare al posto del 449 per San Giovanni Galermo o verso i paesi dell'hinterland di Gravina, Sant’Agata Li Battiati, San Gregorio, nell’ottica di una vera città metropolitana. Queste sono solo alcune delle proposte che si potrebbe fare e che, senza alcun costo aggiuntivo, potrebbero portare ad un grande miglioramento della mobilità garantendo frequenze molto più elevate. Ti potrebbe interessare: VIDEO | I nuovi autobus AMT: MAN modello Lion’s City, categoria Euro 6 a metano AMT | Verifichiamo se il potenziamento annunciato è effettivo: la linea 2-5 Nuove tratte metro, opportunità per rivoluzionare la mobilità con 4 linee BRT  

Leggi tutto    Commenti 0