Articolo
28 set 2020

Metro Shuttle: sospensione conseguenza dei mutati rapporti con l’Ateneo di Catania

di Roberto Lentini

Oggi abbiamo incontrato l'Ing. Salvo Fiore, Direttore Generale della Ferrovia Circumetnea, al quale abbiamo chiesto lumi in merito alla fresca sospensione del servizio del Metro Shuttle, eccellente esempio di mobilità sostenibile di grande successo che eppure, nonostante gli investimenti di Fce nel recente passato (inclusa la dotazione di display con tempi di attesa presso le fermate), sarà sostituito da una linea gestita dall’Amt di cui si attende di conoscere i dettagli, ma che già mostra qualche deficit proprio rispetto al Metro Shuttle.  La sospensione non è stata decisa da Fce ma è conseguenza della decisione dell'Università degli Studi di Catania di interrompere la convenzione stipulata con la Ferrovia Circumetnea due anni or sono. Fce, per bocca del dirigente, si dichiara pronta a riprendere il servizio qualora l'ateneo decidesse di tornare sui propri passi. La convenzione abbandonata, inoltre, prevedeva anche l'impiego di fondi da destinare alla progettazione di un People Mover che collegasse in maniera stabile la fermata della metropolitana Milo con il parcheggio scambiatore Santa Sofia di via Zenone. La realizzazione del People Mover appare quindi più lontana, nonostante in questa fase si sarebbe potuto tentare di avvalersi dei fondi del Recovery Found. Di seguito, ecco l'intervista integrale sull'argomento. TI POTREBBERO INTERESSARE: Metropolitana di Catania: storia e sviluppi futuri Monorotaia di Catania “EtnaRail” Parcheggio Scambiatore Santa Sofia: un grande porto di accesso alla città perfettamente efficiente Intermodalità e integrazione tariffaria: l’esempio del parcheggio Milo per cambiare il volto della città Fasano più vicina al centro grazie alla navetta Metro Shuttle

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
24 set 2020

Sospeso il servizio Metro Shuttle della FCE, sostituito dal BRT di AMT

di Mobilita Catania

Per l'anno accademico 2020/21, il collegamento tra la stazione “Milo” della metropolitana e il parcheggio scambiatore "Santa Sofia", servente lungo il percorso la Cittadella Universitaria, sarà gestito dall'Azienda Metropolitana Trasporti attraverso una linea denominata “BRT Università” con partenza da Viale Alexander Fleming e fermate su via Santa Sofia in andata e attraversamento della Cittadella fino a via Passo Gravina, al ritorno. Il servizio del bus navetta 21M del servizio di trasporto pubblico su gomma della Ferrovia Circumetnea, meglio noto come Metro Shuttle, viene quindi sospeso. Gli studenti che vorranno utilizzare la metropolitana di Fce e il BRT di Amt dovranno dotarsi dei rispettivi titoli di viaggio. Per gli abbonati, quindi, non un unico abbonamento bensì due, sebbene ciascuno al costo “simbolico” di 15 euro annui e validi su tutte le reti Amt e Fce. Il costo residuo degli abbonamenti sarà coperto dall’Università di Catania. Gli abbonamenti per universitari iscritti all'Ateneo di Catania possono essere sottoscritti attraverso il Portale Studenti fino al 30 novembre 2020 e hanno validità dal 1° ottobre 2020 al 30 settembre 2021, indipendentemente dalla data di pagamento, ritiro o attivazione.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
23 giu 2020

Parte oggi AMIGO, il nuovissimo servizio di car-sharing dell’AMT

di Mobilita Catania

Un nuovissimo servizio di car-sharing, l'autonoleggio a breve termine, è da oggi disponibile a Catania, fornito dall'Azienda Metropolitana Trasporti in accordo con Amigo dell'azienda Amat di Palermo. A presentarla alla città stamani, nel piazzale del parcheggio aziendale Rl, ci sono il sindaco Salvo Pogllese, il presidente dell' Amt Giacomo Bellavia insieme alle consigliere di amministrazione Agata Parisi e Serena Spoto, gli assessori comunali alla mobilità Giuseppe Arcidiacono e alle Partecipate Roberto Bonaccorsi. Presenti anche il sindaco di Palermo Leoluca Orlando e il presidente di Amat Michele Cimino. L'Amt è l'unica azienda della Sicilia orientale presente con questo tipo di servizio che nel resto dell'Isola sta già avendo un grande successo tra cittadini e turisti. 50 le autovetture messe a disposizione degli abbonati, tutte nuove e versatili, di ultima generazione a basso impatto ambientate (a benzina ed ibride), distribuite in tutte le zone del capoluogo etneo. Si tratta dei modelli Lancia Y e Toyota Yaris. I clienti, una volta registrati, possono scegliere e prenotare l'auto attraverso l'applicazione Amigo. L'accesso all'auto avviene sempre tramite l'App Amigo scaricata su smartphone ed è prenotabile in tempo reale e fino a 12 ore prima. Ritiro e consegna dell'auto noleggiata sono previsti nei 140 stalli a disposizione in tutta la città, dove i veicoli possono essere presi e lasciati in sosta senza pagamenti aggiuntivi. Numerosi i vantaggi indiscussi del car sharing targato Amt: quello di essere economico e rispettoso dell'ambiente, di essere attivo h24 7 giorni su 7 poiché, a differenza degli autonoleggi tradizionali, non ha stazioni fisse e quindi non ha orari di apertura e chiusura. Si potrà poi viaggiare nelle corsie riservate, lasciare l'auto all'interno delle strisce blu senza costi di ticket e molto altro ancora. Inoltre con il car sharing l'abbonato, acquistando solo l'uso effettivo del veicolo anziché il veicolo stesso, non avrà costi di gestione del mezzo. Il noleggio comprende tutte le spese, inclusa la polizza Kasco, e non deve essere necessariamente pianificato in anticipo. Sarà inoltre possibile viaggiare con l'auto e lasciarla in tutti i luoghi dove è presente il noleggio Amigo: Palermo, Trapani, Enna, Alcamo, Castellammare del Golfo, Scopello (stagionale), Castelvetrano, Monreale, Capaci, Aeroporto Falcone Borsellino Palermo, Aeroporto V. Bellini Catania, Aeroporto Ignazio Florio Trapani. Il servizio è dunque una valida alternativa all'uso del veicolo privato, limitando l'utilizzo dell'auto al tempo strettamente necessario. Basta scegliere una vettura nelle vicinanze, aprirla tramite l'app. salire a bordo e partire. Il costo del car sharing si compone di due parti: una quota fissa di abbonamento (annuale) e la tariffa proporzionale all'effettivo utilizzo dell'auto  (durata della corsa e chilometri percorsi). Per maggiori informazioni basta consultare il sito web www.amigosharing.it

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
17 mag 2020

La mobilità nella fase 2 a Catania: AMT, FCE, strisce blu | TUTTE LE INFO

di Mobilita Catania

AMT, Azienda Metropolitana Trasporti, informa l’utenza che dal 18 maggio, il servizio dei bus urbani a Catania è stato rimodulato e ulteriormente potenziato. I nuovi orari continueranno a garantire la copertura del servizio dalle ore 06:00 alle 21:00 seppur con frequenze riprogrammate e si possono consultare ai seguenti link: Orario Feriale, Orario Festivo. Ferrovia Circumetnea comunica che, da lunedì 18 maggio, entreranno in vigore i nuovi orari dei servizi extraurbani che saranno assicurati fino a nuova comunicazione a mezzo autobus, consultabili a questi link: ORARIO METRO SHUTTLE, ORARIO Castiglione Linguaglossa Riposto, ORARIO Catania Adrano Randazzo, ORARIO Randazzo Adrano Catania, ORARIO Randazzo Catania VIA A18. SoStare, azienda che ha in gestione la sosta nel territorio di Catania, informa che, a partire dalla medesima data, le strisce blu in tutta la città di Catania ritornano ad essere attive ed a pagamento. Per limitare l’accesso degli utenti all'interno degli uffici di SoStare, è previsto che gli utenti residenti che hanno attivato e pagato un abbonamento per il periodo di sospensione recupereranno i giorni non usufruiti mediante l’automatica proroga della scadenza per lo stesso numero di giorni pagati ma non utilizzati. La nuova data di scadenza del proprio abbonamento potrà essere visionata all'interno dell’area riservata accedendo con le credenziali già in possesso. Coloro i quali dovranno procedere al rinnovo o volessero attivare un nuovo abbonamento dovranno utilizzare l’apposita piattaforma on-line raggiungibile al seguente indirizzo: https://pass.brav.it/catania/FrontOffice o mediante bonifico bancario. Per informazioni rivolgersi all’ufficio abbonamenti dalle ore 08:00 alle ore 15:00, dal lunedì al venerdì, ai numeri 095 3529929, 095 3529912 oppure 095 3529931.  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
08 mag 2020

AMT Catania, dalla Regione Siciliana 2,3 milioni di euro

di Mobilita Catania

“Per l’Amt di Catania arriva un nuovo puntello finanziario da parte della Regione Siciliana. Il Governo Musumeci, su proposta dell’Assessorato ai Trasporti, ha infatti riconosciuto un debito verso la Partecipata catanese dei trasporti di ben 2,3 milioni di euro, risorse che contribuiranno al riequilibrio dei conti di questa strategica azienda siciliana”. Lo dichiara l’assessore alle Infrastrutture Marco Falcone, a seguito del provvedimento votato nel corso dell’ultima riunione della Giunta regionale. “Dopo gli ingenti stanziamenti approvato nella Finanziaria 2020, per garantire stabilità e programmazione economica per i prossimi sei anni a tutte le aziende di trasporto pubblico - illustre l'assessore - mettiamo in campo un ulteriore concreto segnale di vicinanza del Governo regionale all’Amt. Chiudiamo una pagina in cui, verso l’azienda, arrivavano delle promesse che poi non venivano mantenute. Oggi invece il Governo Musumeci mantiene gli impegni - conclude Falcone - dando seguito a una nuova politica di sostegno al Trasporto pubblico improntata da un lato agli investimenti e, dall’altro, alla vigilanza per dare impulso su innovazione e buone prassi”.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
30 apr 2020

Piazza Duomo completamente pedonalizzata con interdizione anche ai bus Amt

di Mobilita Catania

Da sabato 2 maggio 2020, piazza Duomo di Catania sarà completamente pedonalizzata con interdizione anche dei bus Amt che verranno deviati su altri percorsi, evitando così l’attraversamento di piazza Duomo per raggiungere il capolinea di piazza Borsellino. L’interdizione ai bus Amt era stata positivamente sperimentata nei giorni festivi e il sabato pomeriggio già da tre mesi, quando la giunta Pogliese, su proposta dell’assessore Pippo Arcidiacono, varò il piano di incremento delle pedonalizzazione e aree Ztl del centro storico cittadino. In piazza Duomo, dunque, viene definitivamente istituita l’interdizione della circolazione a tutti i veicoli, a eccezione dei mezzi di soccorso in urgenza ed emergenza e di quelli motivatamente autorizzati dal Comando di Polizia Municipale. Va ricordato che negli ultimi giorni sono state sistemate alcune fioriere a mo' di dissuasori in corrispondenza degli accessi di Porta Uzeda, via Vittorio Emanuele II e ora pure di via Garibaldi, strada quest’ultima che verrà anch’essa liberata dal passaggio di mezzi fino a via Spadaro Grassi. “Ci eravamo ripromessi e lo stiamo attuando - ha spiegato il sindaco - di realizzare con gradualità, visto che su questo fronte a Catania si partiva da zero, un piano di pedonalizzazioni per recuperare spazi effettivi destinati alla vivibilità totale del nostro meraviglioso centro storico, secondo una precisa pianificazione varata lo scorso 24 gennaio, con un puntuale riordino di un preesistente sistema frammentario e incoerente. Con piazza Duomo si completa un unicum pedonale che parte da via Dusmet e arriva fino alla Collegiata; ma voglio ricordare anche l’effettiva chiusura alle auto di via Crociferi e quella di piazza Dante (parzialmente, ndr). L’assessore Arcidiacono, insieme con i tecnici comunali, sta lavorando anche per la zona del Castello Ursino per contrastare efficacemente il fenomeno dei parcheggiatori abusivi e a breve definiremo anche per quello straordinario spazio di valore storico ambientale i nuovi interventi di pedonalizzazione”. Il primo cittadino, nel rendere noto il contenuto del provvedimento di interdizione completa di Piazza Duomo ai mezzi pubblici e privati di ogni genere, ha reso noto di avere compiuto diversi sopralluoghi insieme al presidente dell’AMT Bellavia, a garanzia della funzionalità dei percorsi delle linee urbani che verranno aggiornati, salvaguardando i servizi di trasporto pubblico per la pescheria e le connessione del centro cittadino con le zone più lontane come Librino, Zia Lisa, Nesima e Monte Po. Alla luce di questo intervento, i dissuasori posti tra piazza Duomo e via Etnea, a est di palazzo degli Elefanti, e che comprendono anche un pilomat a scomparsa, potrebbero essere rimossi e ricollocati in altro luogo.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
10 apr 2020

AMT, Pasqua più serena per i lavoratori dopo lo sblocco parziale degli stipendi

di Roberto Lentini

Pasqua più serena per i lavoratori Amt grazie allo sblocco degli stipendi. Già da ieri è stato messo in pagamento il 50% delle retribuzioni del mese di marzo, grazie al pagamento del contributo da parte dell’Università di Catania, relativo alla convenzione per la mobilità degli studenti universitari. Il residuo 50% verrà corrisposto dopo le festività pasquali a seguito dello sblocco che avverrà la prossima settimana, del contributo relativo al secondo trimestre 2020 da parte del Comune di Catania e di quello relativo al primo trimestre 2020 da parte della Regione Siciliana. Il direttore generale del Dipartimento Infrastrutture Fulvio Bellomo ha infatti decretato la liquidazione dei contributi in favore del trasporto pubblico nel Comune di Catania. Si tratta di quattro milioni 917mila euro a copertura del primo trimestre 2020, erogazione che diventa essenziale per la tenuta dell’Amt e dei suoi servizi in questo momento di grave emergenza. “Il Governo Musumeci prosegue nel mantenere l’impegno a non far mancare le risorse di sua competenza a tutti i settori dell’economia e dei servizi in Sicilia, a partire dai trasporti che impegnano centinaia di addetti. Con questo atto non solo garantiamo un servizio essenziale quali il trasporto pubblico, ma salvaguardiamo la dignità dei lavoratori con la corresponsione degli stipendi”, ha affermato l’assessore regionale alle Infrastrutture Marco Falcone.

Leggi tutto    Commenti 0