Articolo
21 mag 2015

Fontanarossa, ampliamento piazzale partenze. Pro e contro

di Andrea Tartaglia

La Società Aeroporto Catania ha recentemente reso noto di aver disposto l’aggiudicazione definitiva della gara inerente alla procedura aperta avente per oggetto “Lavori di ampliamento dell’area partenze con copertura canyon della nuova aerostazione in Aeroporto Fontanarossa Catania” alla ditta Italica Srl Unipersonale di Catania. Il provvedimento si è reso necessario in quanto l'area prospiciente i varchi per accedere all'area imbarchi risulta spesso eccessivamente affollata. Negli anni (il nuovo terminal è aperto solo dal 2007), per cercare di dare maggiore ordine, si è cercato di disporre elementi che potessero aiutare in tal senso, fino alla situazione attuale in cui una struttura leggera permanente funge da recinto alla serpentina che incanala la coda e conduce ai varchi di accesso. Con questa soluzione, però, lo spazio rimasto per il passaggio da un lato all'altro del grande piazzale che ospita i banchi di accettazione è risultato particolarmente angusto, tanto da spingere la Sac a un ampliamento che, se al piazzale partenze porterà indubbio giovamento, di contro rischia di penalizzare il sottostante piazzale arrivi, la cui principale fonte di luce naturale deriva dalla grande facciata trasparente del livello superiore e che sarà, quindi, drasticamente ridotta. Tale deficit di approvvigionamento luminoso potrebbe essere limitato se la copertura del "canyon" (così viene descritto nel comunicato ufficiale) prevedesse l'ampio ricorso a materiali trasparenti quali il vetro. Tuttavia questo è un particolare del quale, al momento, non siamo a conoscenza. Il provvedimento, nonostante la criticità evidenziata, sarà sicuramente utile per migliorare il transito dell'utenza nell'area arrivi. Dimostra ancora una volta, però, come il nuovo terminal si riveli sottodimensionato. Urge il ripristino del vecchio terminal Morandi, in attesa del definitivo nuovo terminal.  

Leggi tutto    Commenti 1