28 apr 2018

FOTO | Dentro la stazione Monte Po della metropolitana di Catania


Proseguono spediti i lavori per la realizzazione della tratta metropolitana Nesima-Monte Po della Ferrovia Circumetnea con le due nuove stazioni “Fontana” e “Monte Po” in appalto alla CMC di Ravenna. All’interno della galleria, completata dalla TBM lo scorso 1 marzo, si comincia a lavorare per realizzare i solettoni di posa dei binari.

Noi di Mobilita Catania vi mostriamo lo stato di avanzamento dei lavori della stazione Monte Po; potete consultare anche l’approfondimento sul cantiere della costruenda stazione Fontana e sui lavori del nuovo tunnel Stesicoro-Palestro.


La stazione di Monte Po è collocata nei pressi del termine occidentale della circonvallazione di Catania, tra via Lineri e il Corso Carlo Marx, quest’ultimo già nel Comune di Misterbianco.

Sarà a servizio dell’omonimo quartiere di Monte Po, collegandosi ad esso tramite due sottopassaggi pedonali (non ancora realizzati) con accesso sia da largo Alberto Favara (uscita A) che da piazza Maria Luisa di Gesù (uscita B). Inoltre, nella nuova piazza soprastante la nuova stazione, ci saranno due uscite (uscita B1 e B2) mentre un’ulteriore uscita sarà collocata in corrispondenza del centro commerciale Scaringi (uscita C), in Corso Carlo Marx.

monte-po-1-1024x7211 (1)

Planimetria alla quota stradale della nuova stazione di Monte Po e dei suoi accessi

La stazione di Monte Po si trova in una fase avanzata di realizzazione. Sono state già completate tutte le solette di copertura e il rustico del cemento armato è completo al 90%. All’interno si è cominciato a lavorare agli impianti.

Stazione Monte Po

Per le stazioni di questa nuova tratta sarà ancor di più curato l’aspetto estetico: la caratteristica principale di questa stazione sarà la luce naturale che penetrerà all’interno grazie ad una serie di doppie altezze, cavedi e vetrate. Molte della partizioni interne saranno anch’esse in vetro, permettendo l’affaccio sui livelli inferiori e alla luce naturale di diffondersi nei vari ambienti; inoltre, a differenza dalle altre attualmente in esercizio, avranno ben due piani intermedi tra la quota stradale e il piano binari.

La prima impressione che si riceve, entrando in questa stazione, è certamente la grandiosità degli spazi alla quale contribuiscono proprio queste caratteristiche.

Stazione metro di Monte Po

Uno degli accessi della nuova stazione di Monte Po, dalla quota stradale al primo livello interrato

Da una scala in posizione piuttosto centrale, posizionata nella futura piazza soprastante, si accede al primo mezzanino che avrà la funzione di collegamento tra il quartiere di Monte Po e le zone commerciali di Corso Carlo Marx e a monte della rotatoria di Monte Po.

Primo mezzanino

Primo mezzanino

Da questo piano infatti è possibile accedere, tramite i due sottopassaggi che saranno aperti al pubblico a prescindere dall’utilizzo della metro, alle due piazze del popoloso quartiere prima citate.

I due sottopassaggi verranno realizzati con delle paratie di sostegno e l’utilizzo degli “spingi tubo”, previa risoluzione delle interferenze.
Lo spingi tubo è una tecnologia no dig che consiste in una trivellazione orizzontale non guidata con successiva infissione di tubi (controtubo o tubo camicia) senza eseguire scavi a cielo aperto.

Il collegamento tra i mezzanini superiore e inferiore è assicurato da due ampie scale situate a nord e a sud della stazione, entrambe affiancate da scale mobili (ancora da installare) sia in salita che in discesa.

Stazione metro di Monte Po

L’ampia “hall” della stazione di Monte Po all’ultimo livello interrato prima del piano binari. Qui saranno installati i varchi di accesso alla metropolitana

Anche il mezzanino inferiore è dotato di ampi spazi. Qui si troveranno i tornelli e l’utente sceglierà la direzione da prendere: per l’aeroporto o per Paternò (inizialmente le destinazioni raggiungibili saranno rispettivamente Stesicoro/Palestro e Misterbianco).

Piano binari - Tunnel

Piano binari – Tunnel

Nel piano binari è stata già realizzata la soletta per accogliere i futuri binari. La galleria, come detto, è completa, a meno di un tratto di volta lasciato per il momento a cielo aperto per facilitare le operazioni di trasferimento dei materiali. I tecnici della CMC di Ravenna prevedono di completare tutte le opere della tratta Nesima-Monte Po entro la fine dell’anno in corso.

A questo link puoi consultare il nostro approfondimento sulla costruenda stazione Fontana.

A conclusione dei lavori della tratta Nesima-Monte Po la metropolitana di Catania si snoderà quindi lungo questo percorso di 10,5 km:

  • Monte Po
  • Fontana
  • Nesima
  • San Nullo
  • Cibali (lavori in corso di completamento)
  • Milo
  • Borgo
  • Giuffrida
  • Italia
  • Galatea
  • Porto (momentaneamente chiusa)
  • Giovanni XXIII
  • Stesicoro

Sono attualmente in corso anche i lavori di realizzazione del nuovo tunnel da Stesicoro a Palestro, in appalto alla CMC di Ravenna, che rientra nella tratta più estesa Stesicoro-Aeroporto per la quale, entro i prossimi mesi, dovrebbero completarsi tutte le pratiche per poter accedere ai finanziamenti e, quindi, appaltare e poter completare l’intera tratta Stesicoro-Aeroporto, stazioni comprese, entro il 2024. Nei prossimi giorni pubblicheremo sulle nostre pagine un approfondimento sul cantiere del lotto Stesicoro-Palestro.


Ti potrebbero interessare:


cantiericataniacatania metrocircumetneacmccmc ravennafceferrovia circumetnealavorimetrometropolitanametropolitana di cataniamobilita cataniamobilita.orgmonte pòravennastazionestazione di monte posubwayunderground


Lascia un Commento

Ultimi commenti