Articolo
17 ott 2020

Domani ritorna l’evento “Domenica senza auto” ma con la metro ancora chiusa

di Mobilita Catania

Dopo il positivo esperimento di domenica scorsa, con l'apprezzamento dei cittadini per l'iniziativa, torna domenica 18 ottobre la pedonalizzazione  del centro storico per rendere più vivibile la parte più antica della città densa di beni culturali. Così come per tutte le domeniche di ottobre, cittadini e turisti potranno visitare con maggiore libertà e in tutta sicurezza i numerosi siti storico-artistici aperti al pubblico anche in occasione della manifestazione "Le vie dei Tesori", con percorsi tra anfiteatro, giardini, chiese, cupole, edifici nobiliari e istituzionali. Tra questi, Palazzo degli Elefanti che aprirà le sue sale ricche di opere d’arte dalla 9.30 alle 13. L’area pedonale è istituita dalle ore 9,00 alle ore 13:00 nelle seguenti vie e piazze: piazza Giuseppe Mazzini; via Auteri; via Madonna Della Lettera; via Giuseppe Garibaldi, da via Spadaro Grassi a piazza Giuseppe Mazzini; via Vittorio Emanuele II, da via Erasmo Merletta a piazza San Francesco; via Erasmo Merletta; via San Giuseppe al Duomo; piazza San Francesco d’Assisi (carreggiata est); via Crociferi, da via Teatro Greco a piazza San Francesco d’Assisi; via Teatro Greco, da via Ospizio di Beneficenza a via Crociferi; via San Francesco; via Alessi; via Bicocca; via Roccaforte; via Collegiata; piazza San Nicolella; via Alessandro Manzoni; via Biscari; via Vasta; via Fragalà; via Antonino di Sangiuliano (da piazza Manganelli a via Manzoni); salita San Camillo; via Del Colosseo; via Etnea (da via Fragalà a piazza Stesicoro); via Penninello; via Neve; via Carcaci, via San Michele. Nell’area pedonale  è vietata la circolazione dei veicoli a eccezione dei mezzi in servizio di emergenza, delle biciclette, dei veicoli al servizio di persone con limitate o impedite capacità motorie, dei residenti diretti a garage od aree scoperte adibite a parcheggio, dei mezzi preventivamente autorizzati dal Comando di Polizia Municipale, dei taxi per il raggiungimento delle strutture alberghiere e dei mezzi di trasporto turistico. La metropolitana rimarrà ancora chiusa, con inevitabili disagi per coloro che non potranno usufruirne per raggiungere il centro storico.  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
01 dic 2017

Aeroporto di Catania, dati Assaeroporti: si riduce il divario con Milano Linate

di Roberto Lentini

Assaeroporti rende noti i dati del traffico degli aeroporti italiani relativo al mese di ottobre, confermando i dati positivi per l’aeroporto di Catania. Ad ottobre l'aeroporto di Catania cede la quinta posizione nazionale all'aeroporto di Napoli che sta facendo numeri da record con una crescita del 28,7%. Considerando i dieci mesi del 2017 l'aeroporto di Catania conferma comunque la sesta posizione riducendo ancora il divario con l'aeroporto di Milano Linate. Ecco nel dettaglio il movimento passeggeri riferito al mese di ottobre: Fiumicino (Roma) con 3.666.114 passeggeri in transito e una crescita negativa del -6,6% Malpensa (Varese) con 1.930.477 passeggeri in transito e una crescita del 15,3% Orio al Serio (Bergamo) con 1.047.355 passeggeri in transito e una crescita del 8,1% Tessera (Venezia) con 1.096.903 passeggeri in transito e una crescita del 20,8% Capodichino (Napoli) con 845.101 passeggeri in transito e una crescita del 28,7% Fontanarossa (Catania) con 840.044 passeggeri in transito e una crescita del 15% Linate (Milano) con 805.574 passeggeri in transito e una crescita negativa del -2,5% Borgo Panigale (Bologna) con 715.409 passeggeri in transito e una crescita del 5,8% Punta Raisi (Palermo) con 523.104 passeggeri in transito e una crescita del 12,9% Ciampino (Roma) con 498.608 passeggeri in transito e una crescita del 110,7% Per l’aeroporto di Catania i 840.044 passeggeri in transito sono così suddivisi: 545.966 passeggeri su voli nazionali con una crescita del 15,9% 293.129 passeggeri su voli internazionali con una crescita del 13,4% 271.295 passeggeri su voli internazionali riferiti all’U.E. con una crescita del 11,8%. Ecco la classifica dei primi 10 aeroporti per movimenti di passeggeri riferiti ai primi dieci mesi del 2017: Roma Fiumicino con 35.348.181 passeggeri in transito e una crescita negativa del -1,6% Milano Malpensa con 18.909.720 passeggeri in transito e una crescita del 15% Bergamo con 10.518.747 passeggeri in transito e una crescita del 11,4% Venezia con 9.111.739 passeggeri in transito e una crescita del 8% Milano Linate con 8.117.322 passeggeri in transito e una crescita negativa del -0,6% Catania con 7.914.495 passeggeri in transito e una crescita del 16,7% Napoli con 7.392.799 passeggeri in transito e una crescita del 24,1% Bologna con 7.014.893 passeggeri in transito e una crescita del 6,6% Roma Ciampino 4.955.331 in transito e una crescita del  11% Palermo con 4.934.585 passeggeri in transito e una crescita del 6,4% Da registrare il traguardo raggiunto l'8 novembre con la quota 8 milioni di passeggeri transitati nel corso dell’anno: confermando il ruolo dell’aeroporto di Catania, il maggiore del sud Italia, come infrastruttura strategica per il territorio, motore dell’economia regionale e principale supporto al comparto turistico della Sicilia centro-orientale Inoltre il 15 novembre 2017 l’ENAC ha consegnato all’Aeroporto di Catania la Certificazione europea di Aeroporto ai sensi del Regolamento UE 139/2014: si tratta di un importante documento che, facendo riferimento a un complesso sistema di regole internazionali condivise dai paesi UE, attesta la conversione della certificazione aeroportuale dalle norme nazionali a quelle comunitarie: di fatto assimila e uniforma i requisiti tecnici e le procedure amministrative dell’aeroporto di Catania agli standard europei condivisi dai paesi dell’Unione. Ti potrebbe interessare: Aeroporto di Catania Fontanarossa | Storia e sviluppi futuri Aeroporto di Catania, 95 milioni di investimenti per il più grande scalo del Sud

Leggi tutto    Commenti 0